Quotidiano culturale online – libri, fatti ed eventi segnalati speciali (in collegamento con il blog LETTERATITUDINE di Massimo Maugeri) – da oltre 16 anni al servizio dei libri e della lettura

Categorie:Uncategorized

Ricordiamo ROSETTA LOY (con i suoi libri)

Ricordiamo Rosetta Loy (Roma, 15 maggio 1931 – Roma, 1 ottobre 2022), scomparsa sabato scorso all’età di 91 anni, proponendo questa rapida “carrellata” su alcuni dei suoi libri più celebri

[Su LetteratitudineBlog, il nostro OMAGGIO A ROSETTA LOY]

 * * *

Le strade di polvere

Il tempo dei desideri che si consumano, dei balli, delle stagioni, della gioventú, il tempo crudele e magico di tutto ciò che non lascia traccia. La storia di una famiglia monferrina, dalla fine dell’età napoleonica ai primi anni dell’Italia unita.

Le strade di polvere è un romanzo a sfondo storico e memorialistico di Rosetta Loy, pubblicato nel 1987. Apprezzato dalla critica, Le strade di polvere ha vinto cinque premi letterari, tra cui il Premio Campiello 1988)

Il libro è stato tradotto in inglese, olandese, francese, tedesco e svedese

«Lo considero uno dei romanzi piú felici dell’ultimo decennio. Incrocia destini illustri e percorsi privati con sensibilità, con profondità di prospettive e leggerezza di tocco».
Giuseppe Pontiggia

«Il romanzo garantisce un piacere triforme: la storia, la narrazione, la meditazione».
Cesare Garboli Leggi tutto…

GIUSEPPE CATOZZELLA con ITALIANA (Mondadori) vince il torneo letterario di Robinson – la Repubblica

Giuseppe Catozzella con “Italiana” (Mondadori) vince il torneo letterario di Robinson – la Repubblica come miglior romanzo dell’anno 2021

Image from LETTERATITUDINE (di Massimo Maugeri)

Così hanno stabilito centinaia di giurie diverse di lettori forti (circoli di lettura di 15 lettori ciascuno) che per quattro mesi sono partiti da 850 romanzi per arrivare a uno.

Come nasce un romanzo? Leggi la puntata degli Autoracconti d’Autore di Letteratitudine dove Giuseppe Catozzella racconta la genesi del suo romanzo “Italiana” (Mondadori)

* * *

“Sono felicissimo”, ha dichiarato Giuseppe Catozzella. “Italiana è un romanzo ambizioso nei temi (tocca un tema letterariamente “proibito”, la nascita della Nazione), nei contenuti (l’eroina che uccide la sorella), nei modi Leggi tutto…

I LIBRI DEGLI ALTRI di Italo Calvino (Mondadori) – anticipazione

I libri degli altri - Italo Calvino - copertina“I libri degli altri” di Italo Calvino (Mondadori): anticipazione

Uscirà il 4 ottobre 2022, nella collana Moderni degli Oscar Mondadori (Cult) questo volume di Italo Calvino intitolato “I libri degli altri” (660 pagine – Prezzo: € 16,50).

[Leggi il nostro “Omaggio a Italo Calvino]

* * *

«Il massimo del tempo della mia vita l’ho dedicato ai libri degli altri, non ai miei» confessò Calvino in un’intervista del 1979. E in effetti intrattenne con la casa editrice Einaudi – e con «il padrone», Giulio – un rapporto pluridecennale, iniziato in maniera saltuaria nell’immediato dopoguerra e continuato fino al 1983 nelle diverse vesti di impiegato, dirigente e infine assiduo collaboratore.

Calvino si occupava, tra l’altro, dei rapporti con gli autori italiani e dell’ufficio stampa: un’attività documentata anche dalle circa cinquemila lettere conservate nell’archivio della casa editrice Einaudi. Un immenso corpus dal quale Giovanni Tesio ha trascelto le oltre trecento missive qui raccolte e le ha accompagnate con essenziali note esplicative che identificano il destinatario e ricostruiscono il contesto. Leggi tutto…

CLASSICI ALLO SPECCHIO a cura di Consuelo Consoli e Luigi La Rosa (Algra)

Classici allo specchio - copertina“Classici allo specchio” a cura di Consuelo Consoli e Luigi La Rosa (Algra Editore): l’intervento della co-curatrice del libro

* * *

di Consuelo Consoli

Esistono esperimenti letterari, chiamiamoli impropriamente così, che nascono con l’intento preciso di omaggiare quei grandi esponenti della letteratura che, con la loro scrittura e opere, ci hanno consegnato capolavori destinati a essere eterni.
“Classici allo specchio”, la nuova antologia edita per i tipi di Algra, curata da Consuelo Consoli e Luigi La Rosa, origina proprio da questo intento: tributare perenne gratitudine agli autori che hanno forgiato le nostre scelte letterarie e non solo. La lettura di un’opera, infatti, non è un’azione passiva bensì un processo dinamico, una sorta di transfert che intercorre tra autore e lettore. Chi legge spesso s’identifica con i personaggi, prova la loro stessa rabbia o gioia, gelosia o indifferenza, così come pure intuisce delle risposte ai suoi quesiti esistenziali che finalmente ottengono soluzione. Una soluzione che sarà solo sua, ovviamente, ma che in ogni caso regalerà quella dolce consolazione di non essere l’unico a pensarla in un certo modo. Tutto questo suggerisce una verità incontrovertibile: leggere sconfigge la solitudine. Leggi tutto…

CLASSIFICA: dal 19 al 25 settembre – questa settimana segnaliamo “California” di Francesco Costa (Mondadori)

CaliforniaI primi 20 titoli in classifica nella settimana dal 19 al 25 settembre 2022

Questa settimana segnaliamo: “California” di Francesco Costa (Mondadori)

* * *

In prima posizione: “M. Gli ultimi giorni dell’Europa” di Antonio Scurati (Bompiani)

In seconda posizione: “Mussolini il capobanda. Perché dovremmo vergognarci del fascismo” di Aldo Cazzullo (Mondadori)

In terza posizione: “I miei stupidi intenti” di Bernardo Zannoni (Mondadori)

* * *

La scheda del libro: “California” di Francesco Costa (Mondadori)

Quando noi italiani pensiamo alla nazione che vorremmo diventare, cosa ci viene in mente? Probabilmente vorremmo avere un’economia in grande crescita e la piena occupazione: un paese in cui chiunque voglia lavorare possa farlo. Vorremmo avere le migliori università del pianeta e bellezze naturali adeguatamente valorizzate, prodotti culturali dall’influenza globale e la possibilità di definire «made in Italy» non solo un paio di scarpe ma anche un’app capace di costruire il futuro e un’idea che sappia cambiare il mondo. Vorremmo essere il posto ideale per chiunque voglia realizzare i propri sogni, per chiunque abbia un progetto e cerchi le condizioni ideali per trasformarlo in realtà, e magari anche avere una classe dirigente progressista, sensibile, accogliente. Insomma, vorremmo essere un po’ più come la California, che infatti da secoli è considerata la «fine del mondo»: un paradiso di tolleranza, prosperità e paesaggi spettacolari, la terra promessa, la più pura incarnazione del sogno americano. Eppure, in California qualcosa si è inceppato, tanto che da anni le persone che la lasciano sono più di quelle che vi arrivano, e dall’ultimo censimento la sua popolazione risulta per la prima volta diminuita. Niente di tutto questo dovrebbe accadere, in teoria. Salvo in caso di guerre e catastrofi naturali, nella nostra epoca i movimenti migratori seguono direzioni segnate dall’economia e dall’occupazione: le persone vanno via dai posti che offrono meno opportunità per raggiungere posti che ne offrono di più. Quella della California è una crisi unica al mondo, ma l’acuta analisi di Francesco Costa ci mostra che le sue ragioni non sono esclusivamente californiane: cominciamo a riscontrarle anche dalle nostre parti. Le città come unici possibili centri propulsivi della crescita economica. La qualità della vita distrutta dai prezzi delle case. Un radicalismo politico infantile. La divaricazione del mercato del lavoro fra chi possiede un’istruzione di alto livello e chi no. Le discriminazioni razziali. La catastrofe climatica. L’attivismo performativo. Le crescenti diseguaglianze fra generazioni. La crisi della California ci costringe a interrogarci sulla realtà che ci circonda e ci invita a stare attenti a ciò che desideriamo, perché potremmo ottenerlo.

* * *

Posizioni dal n. 1 al n. 10

1

M. Gli ultimi giorni dell’Europa
Scurati Antonio
Bompiani

2

Mussolini il capobanda. Perché dovremmo vergognarci del fascismo
Cazzullo Aldo
Mondadori

3

I miei stupidi intenti
Zannoni Bernardo
Sellerio Editore Palermo

4

Fairy tale. Ediz. italiana
King Stephen
Sperling & Kupfer

5

Ferite ancora aperte. Guerre, aggressioni e congiure
Mieli Paolo
Rizzoli

6

California
Costa Francesco
Mondadori

7

The truth untold. La verità nascosta
Rokia,
Magazzini Salani

8

It ends with us. Siamo noi a dire basta
Hoover Colleen
Sperling & Kupfer

9

Dragon Ball Super

17

Toriyama Akira, Toyotaro
Star Comics

10

Fabbricante di lacrime
Doom Erin
Magazzini Salani

 

Posizioni dal n. 11 al n. 20

Leggi tutto…

Premio Fiesole Narrativa Under 40: i tre finalisti dell’edizione 2022

XXXI Premio Fiesole Narrativa Under 40 – Scelti i tre finalisti

https://64.media.tumblr.com/ca377f1fad537807705057831d923a2c/5721b707b5fc5659-13/s1280x1920/1389fb58b160ee28bd8795e01364a2c654bf3f20.jpg

 * * *

Sono stati scelti i tre finalisti della XXXI Edizione del Premio Fiesole Narrativa Under 40. Gli autori selezionati sono: Mattia Corrente con La fuga di Anna edito da Sellerio, Irene Graziosi con Il profilo dell’altra, edito da Edizioni e/o e Bernardo Zannoni con I miei stupidi intenti, edito da Sellerio. Leggi tutto…

PIANETA TERRA FESTIVAL 2022 – prima edizione

PIANETA TERRA FESTIVAL
Pianeta Terra Festival 2022
Una rivoluzione per la sostenibilità
Lucca, da giovedì 6 a domenica 9 ottobre 2022
70 incontri, 150 ospiti:
Tra i tanti: Hervé Barmasse, Roberto Battiston, Francesca Bria, Carlo Carraro, Max Casacci, Paolo Cognetti, Mario Cucinella, Brunello Cucinelli, Esther Duflo, Adrian Fartade, Enrico Giovannini, Eduardo Kohn, Vittorio Lingiardi, Vito Mancuso, Federico Marchetti, Maurizio Martina, Barbara Mazzolai, Melania Mazzucco, Tommaso Parrinello, Raj Patel, Menno Schilthuizen, Merlin Sheldrake, Giovanni Soldini, Mario Tozzi, Gustavo Zagrebelsky .
L’intero programma è disponibile cliccando qui

Leggi tutto…

PORTICI DI CARTA 2022

PORTICI DI CARTA 2022

Sabato 8 e domenica 9 ottobre

A Torino la cultura è una passeggiata”
15ª EDIZIONE sabato 8 e domenica 9 ottobre 2022, Torino

Dedica a Fruttero & Lucentini

Libri, letture, incontri, dialoghi, laboratori, passeggiate,
degustazioni, azioni pittoriche
con autrici e autori italiani e internazionali

Il file in pdf dell’intero programma è disponibile cliccando qui

Leggi tutto…

LEONORA CARRINGTON di Elvira Seminara (Perrone)

https://www.giulioperroneditore.com/wp-content/uploads/2022/09/Leonora-Carrington.jpg“Leonora Carrington” di Elvira Seminara (Giulio Perrone Editore, 2022)

* * *

Elvira Seminara e quel diavolo di sabbia di Leonora Carrington

di Daniela Sessa

Ha il sottotitolo “Dea della metamorfosi” il volumetto dedicato a Leonora Carrington scritto da Elvira Seminara per la collana Mosche d’oro di Giulio Perrone diretta da Nadia Terranova, Viola Lo Moro, Giulia Caminito. A questo punto la recensione potrebbe dirsi conclusa. Vi spiego perché.

Creativa a tutto raggio, corpo e mente unificati. Se esiste un’idea di artista sciamana, capace di penetrare l’universo in chiave arcaica, di conversare con gli astri e coi teschi, ridendo e sbeffeggiando, senza dividere realtà e visione, vita e morte, è lei. Evanescente ed esatta, luminescente e oscura”. Qui sta la chiave della riluttanza (per ora tutta mia, ma sfido i lettori a non darmi ragione) a mantenere sul piano di Todorov autore, narratore e personaggio del libro di Elvira Seminara. Riluttanza e pigrizia: come si fa a rincorrere quel refolo demoniaco di Leonora Carrington se, mentre lo stai afferrando, la sua cantatrice si mette in mezzo e per magia diventa lei? Magia qui sta per creatività, per arte, per capacità di immaginazione, per senso evocativo della scrittura, per invasione del sogno nella realtà. Evanescenza ed esattezza, appunto. Se un binomio serve a fare sintesi dello stile di Elvira Seminara, evanescenza ed esattezza è quello giusto. Solo che il virgolettato lo ha scritto appunto lei ma per presentare Leonora Carrington. Leggi tutto…

PREMIO DESSÌ 2022: vincono Fabio Stassi e Valerio Magrelli

I vincitori della XXXVII Edizione del Premio Dessì

Fabio Stassi con Mastro Geppetto, (Edito da Sellerio) per la narrativa. e Valerio Magrelli con Exfanzia, (Edito da Einaudi) per la poesia, sono i vincitori del trentasettesimo Premio Letterario Giuseppe Dessì.

A Emma Dante il Premio Speciale della Giuria.

A Michele Placido e Matteo Collura il Premio speciale della Fondazione di Sardegna. Leggi tutto…

PARABOLA SUB di Luciana Frezza – poesia

Parabola subParabola sub di Luciana Frezza inaugura Le mancuspie, collana di poesia diretta da Antonio Bux per l’editore Graphe.it

 * * *

di Carlo di Francescantonio

La nascita di una nuova collana di poesia è sempre un evento lieto, degno di grande attenzione sia da parte di un pubblico di lettori di poesia e studiosi di letteratura italiana che, anno dopo anno, diventano sempre più una nicchia attenta, sia per i lettori meno specializzati, fatta di curiosi appassionati che nei versi incontrano un piacevole rifugio dall’ingombrante quotidiano. L’occasione della riedizione di Parabola sub di Luciana Frezza, opera importante che torna in libreria a trent’anni dalla scomparsa della famosa autrice e traduttrice, è un doppio e prezioso evento: se da un lato il titolo è stato per troppo tempo assente dagli scaffali delle librerie, dall’altro riemerge finalmente dalla dimenticanza all’interno di una collana che, da come si presenta, ha già avere il destino di una vita importante. Leggi tutto…

GRAN TOUR DELL’ETNA di Maria Lionti (Bonfirraro)

“Il grand tour dell’Etna. un vulcano senza tempo” di Maria Lionti (Bonfirraro)

Viaggio in Sicilia, gli intellettuali europei alla scoperta dell’Etna. Nel libro di Maria Lionti, uscito il 9 settembre 2022 per i tipi di Bonfirraro, i diari di viaggio degli intellettuali europei che hanno sfidato il vulcano alla scoperta della Sicilia nel primo Gran Tour dell’Etna.

  * * *

“Tutto ciò che la natura ha di grande, tutto ciò che la natura ha di piacevole, tutto ciò che la natura ha di terribile si può paragonare all’Etna e l’Etna non si può paragonare a nulla”

Dominique Vivand Denon, Voyage en Sicilie, 1788

La montagna sfida, il vulcano affascina e quei viaggiatori che nei secoli hanno affrontato l’Etna, superandone le insidie, le  distese di ghiaccio e nuda roccia, in quel duello senza esclusione di colpi tra l’uomo e la natura stessa, coloro i quali hanno vissuto da protagonisti il primo Grand Tour dell’Etna, hanno scoperto molto più di una montagna, molto più di un Vulcano.

Goethe, Wagner, Sartorius, Loewe, sono solo alcuni degli uomini e donne che, attratti dal richiamo al classicismo rilanciato in Europa dallo Sturm und Drang, hanno viaggiato in Sicilia. Leggi tutto…

ETNABOOK 2022: a Catania dal 27 settembre al 1 ottobre

ETNABOOK 2022: a Catania, dal 27 settembre al 1 ottobre la IV edizione del Festival

https://64.media.tumblr.com/07a1f919659bb940a7dd252c0426766a/030178d63a450e41-a0/s1280x1920/d51eef38dae2d059dbe948c0841c0657bd4904ac.png

“Diventare”, la nuova tematica di Etnabook

 * * *

LogoSe è vero che il settore culturale sta attraversando uno dei periodi più difficili della storia, è anche vero che troverà comunque il modo per diffondere e alimentare ancora tutto il meglio che l’umanità ha da offrire e da offrirsi. Per questo motivo, la scelta della tematica per la terza edizione di Etnabook, Festival internazionale del libro e della cultura di Catania ha modo di esprimersi attraverso una semplice parola: Diventare. Leggi tutto…

Categorie:Eventi Tag:

Tahar Ben Jelloun e la pittura: in mostra con “Erice un posto unico al mondo”

Lo scrittore Tahar Ben Jelloun in mostra con “Erice un posto unico al mondo”

https://64.media.tumblr.com/7dea72c5c2831030f8911240a5890a28/68442bb5fe5ec521-c9/s1280x1920/7ac452c63619769f5c52957f68adea2d62d1f814.jpg

“Per me è gioia e allegria”, dice l’autore marocchino. Dodici tele esposte fino a novembre 2023

 * * *

https://64.media.tumblr.com/455ae6b51756857de131cc5bad44f375/68442bb5fe5ec521-fc/s1280x1920/91a90094e60dd9cbbff3d3e59aad1eacc2ee10b1.jpgS’intitola “Erice un posto unico al mondo”, dodici opere di Tahar Ben Jelloun in mostra nella Torretta Pepoli dal 20 settembre 2022 fino al 4 novembre 2023. Si tratta di tele realizzate dallo scrittore e poeta marocchino tra il 2010 e il 2011 e che rappresentano l’approdo di un intellettuale raffinato, testimone con la sua scrittura dei tormenti e delle istanze della società contemporanea, alla pittura. Un linguaggio a lungo inesplorato che, nel 2014, insieme ad altri artisti lo ha portato fino a Lipari, con una installazione permanente nell’ala dedicata all’arte contemporanea del Parco Archeologico delle Eolie.

Spiega Jelloun: “Fu Lorenzo Zichichi a convincermi che potevo dipingere unendo la pittura al mestiere di scrittore. Per lavorare al meglio, nell’estate del 2010, arrivai in Sicilia dove, prima ad Agrigento e poi ad Erice, ho realizzato le mie prime grandi tele. La pace e la tranquillità, i colori, l’atmosfera regale nella quale vivevo e la luce che cangiava tra sole e nuvole in piena estate, mi hanno molto ispirato. Oggi alterno la mia attività di scrittore – spesso indirizzata ai mali del mondo, alle angosce del nostro tempo, alle disavventure sentimentali e psicologiche che viviamo – a quella di pittore, che per me è gioia e allegria. Leggi tutto…

PATER di Domenico Cacopardo (Ianieri) – recensione

Pater - Domenico Cacopardo - copertina“Pater” di Domenico Cacopardo (Ianieri, 2022)

* * *

di Eliana Camaioni

L’espediente è manzoniano, quello del manoscritto ritrovato; la narrazione è in prima persona, un narratore incarnato ma con l’onniscienza di chi racconta tutto viaggiando avanti e indietro nel tempo, sebbene l’ordine degli eventi sia scandito dal calendario e gli anni si inseguano mescolandosi ai ricordi. “Scrivo negli anni 90” dice il nostro “Ma prima di andare avanti voglio raccontarvi di…”: una narrazione che diventa metanarrazione e svela sé stessa, sdrammatizzandosi e strizzando l’occhio al lettore, rendendolo complice del gioco letterario, fino ad accarezzarne il punto di vista (“Se un lettore casuale mettesse mano a questo manoscritto… se ci fossero delle impreviste lettrici”).
E’ così che Domenico Cacopardo, dopo una lunga e florida carriera da giallista, e un punto di vista sempre dedito alla ricerca della verità, sempre dalla parte della legge tanto nella scrittura quanto nella vita, firma questo gioiellino, Pater, per i tipi di Ianieri, divertendosi a rovesciare il tavolo. Perché Pater  è un noir che è anche un divertissement d’autore, una storia che parte dalla legge e alla legge arriva ma dalla parte opposta, un approdo che nessuno e men che meno il lettore si aspetta perché tutto avviene in modo lento, fluido, progressivo, senza mai strappi o scossoni, dando ogni momento per scontata – quasi come un’ovvietà – l’ineluttabile piega che la brillante carriera del protagonista Cataldo Giammoro, nato a Monturi Marina il 22 settembre 1923, da un padre imprenditore agricolo, finisce per assumere. Leggi tutto…

FORSE UN ALTRO di Michele Zatta (Arkadia): incontro con l’autore

Forse un altro - Michele Zatta - copertina“Forse un altro” di Michele Zatta (Arkadia): incontro con l’autore e un brano estratto dal romanzo

* * *

Michele Zatta vaga ramingo per molti anni, cercando uno scopo. E così prima fa il pubblicitario, poi si laurea in legge e diventa l’avvocato e infine approda in televisione. Entra in Rai e nel 1996 è coideatore della soap opera Un posto al sole. Dal 2008 è dirigente di Rai Fiction e responsabile delle coproduzioni internazionali. È produttore delle serie televisive Non uccidere (2015), della prima stagione de La porta rossa (2017), Di padre in figlia (2017), Il cacciatore (2018), Il nome della rosa (2019), Mare fuori (2020), Gli orologi del diavolo (2020), Fino all’ultimo battito (2021), Sopravvissuti (2022), Black Out (2022), Noi siamo leggenda (2022). È insegnante di scrittura creativa. Ha scritto questo libro perché il sabato sera non lo invita mai nessuno e non sapeva cosa fare.

Il libro in questione si intitola “Forse un altro” ed è pubblicato da Arkadia. Abbiamo chiesto a Michele Zatta di parlarcene…

* * *

«Quanto è facile sbagliare vita?
«In realtà è facilissimo», dice Michele Zatta a Letteratitudine. È sufficiente scegliere il corso di laurea che non fa per te. È sufficiente che ti metti con la persona sbagliata. È sufficiente decidere di puntare tutto su un talento che in realtà non hai. Ma, soprattutto, è sufficiente avere paura dei tuoi sogni.
Io lo so benissimo perché sono il re delle scelte sbagliate. Leggi tutto…

CLASSIFICA: dal 12 al 18 settembre – questa settimana segnaliamo “M. Gli ultimi giorni dell’Europa” di Antonio Scurati (Bompiani)

M. Gli ultimi giorni dell'EuropaI primi 40 titoli in classifica nella settimana dal 12 al 18 settembre 2022

Questa settimana segnaliamo: “M. Gli ultimi giorni dell’Europa” di Antonio Scurati (Bompiani)

* * *

In prima posizione: “M. Gli ultimi giorni dell’Europa” di Antonio Scurati (Bompiani)

In seconda posizione: “California” di Francesco Costa (Mondadori)

In terza posizione: “The truth untold. La verità nascosta” di Rokia (Magazzini Salani)

* * *

La scheda del libro: “M. Gli ultimi giorni dell’Europa” di Antonio Scurati (Bompiani)

Il 3 maggio 1938, nella nuova stazione Ostiense, Mussolini insieme a Vittorio Emanuele III e al ministro degli esteri Ciano attende il convoglio con il quale Hitler e i suoi gerarchi scendono in Italia per una visita che toccherà Roma, Napoli e Firenze. Da poche settimane Hitler ha proclamato l’Anschluss dell’Austria e Mussolini, dopo aver deciso l’uscita dell’Italia dalla Società delle Nazioni, si appresta a promulgare una legislazione razziale di inaudita durezza. Eppure sono ancora molti a sperare che il delirio di potenza dei due capi di Stato possa fermarsi: tra loro Ranuccio Bianchi Bandinelli, l’archeologo incaricato di guidare il Führer tra le rovine della città eterna; Renzo Ravenna, decorato nella Grande guerra, fascista zelante e podestà di Ferrara, che al pari di migliaia di altri ebrei italiani non si dà pace per i provvedimenti che lo pongono ai margini della vita civile; Margherita Sarfatti, che sino all’ultimo spera in uno spostamento degli equilibri verso l’asse anglofrancese ma deve cedere il passo alla giovane Claretta Petacci e fuggire; e lo stesso Ciano, distratto da tresche sentimentali e politiche insensate come il piano di conquista dell’Albania, che solo un anno dopo, nel maggio 1939, si trova a siglare insieme a Ribbentrop il Patto d’Acciaio con il quale “l’Italia e la Germania intendono, in mezzo a un mondo inquieto e in dissoluzione, adempiere al loro compito di assicurare le basi della civiltà europea”. Antonio Scurati ricostruisce con febbrile precisione lo spaventoso delirio di Mussolini, pateticamente illuso di poter influenzare le decisioni del Führer, consapevole dell’impreparazione italiana, più che mai solo fino alla sera del giugno 1940 in cui dal balcone di Palazzo Venezia proclama “l’ora delle decisioni irrevocabili”. In questo nuovo pannello del suo grande progetto letterario e civile, Scurati inquadra il fatale triennio 1938-40, culmine dell’autoinganno dell’Italia fascista, che si piega all’infamia delle leggi razziali e dell’alleanza con la Germania nazista, e ripercorre gli ultimi giorni di un’Europa squassata da atti di barbara prevaricazione e incapace di sottrarsi al maleficio dei totalitarismi: un romanzo tragico e potente, carico di moniti per il nostro futuro.

* * *

Posizioni dal n. 1 al n. 10

1 – M. Gli ultimi giorni dell’Europa

Scurati Antonio
Bompiani

2 – California

Costa Francesco
Mondadori

3 – The truth untold. La verità nascosta

Rokia,
Magazzini Salani

4 – Mussolini il capobanda. Perché dovremmo vergognarci del fascismo

Cazzullo Aldo
Mondadori

5 – Fairy tale. Ediz. italiana

King Stephen
Sperling & Kupfer

6 – It ends with us. Siamo noi a dire basta

Hoover Colleen
Sperling & Kupfer

7 – Fabbricante di lacrime

Doom Erin
Magazzini Salani

8 – Il rosmarino non capisce l’inverno

Bussola Matteo
Einaudi

9 – Il caso Alaska Sanders

Dicker Joël
La nave di Teseo

10 – La fine di Roma. Trionfo del cristianesimo, morte dell’Impero

Augias Corrado
Einaudi

 

Posizioni dal n. 11 al n. 40

Leggi tutto…

QUESTA È ACQUA 2022: Festival delle arti

Questa è acqua: Festival delle arti

Parma – 30 settembre, 1 e 2 ottobre 2022

Parlando dei libri, delle musiche, dei fumetti che li hanno ispirati, scrittori, musicisti e disegnatori raccontano la propria autobiografia per titoli.

Einstein diceva che l’impressione più forte della sua vita gliel’ha data Raskol’nikov, e la seconda la scoperta della relatività.
Viktor Šklovskij

 * * *

Il 21 maggio del 2005 David Foster Wallace ha tenuto un discorso ai laureandi del Kenyon College, in Ohio. Ha cominciato con una storiella: due pesci giovani che stanno parlando e un pesce vecchio che passa e li saluta dicendo «Bongiorno, com’è oggi l’acqua?» e loro si guardano e si chiedono «L’acqua? Cos’è l’acqua?».
Un altro grande scrittore del ’900, Viktor Šklovskij, dice che il procedimento che genera l’arte e la poesia è lo straniamento, che consiste nella capacità di vedere il mondo che ci circonda, banale, quotidiano, come se lo vedessimo per la prima volta: Šklovskij sostiene che, grazie a questa capacità degli artisti di vedere le cose come se fosse per la prima volta, nelle opere d’arte «la pietra è pietra»; dice cioè che il lettore, di fronte a uno scritto ispirato di Lev Tolstoj, per esempio, non può fare a meno di dirsi: «Questa è acqua, questa è acqua, questa è acqua». Leggi tutto…

INTERVENTI di Michel Houellebecq (La nave di Teseo) – anticipazione

Interventi - Michel Houellebecq - copertina“Interventi” di Michel Houellebecq (La nave di Teseo)
collana i Fari, trad. Sergio Arecco, pp. 480, 22 euro

Uscirà il 4 ottobre il nuovo attesissimo libro di Michel Houellebecq

* * *

Michel Houellebecq riflette – in modo dissacrante, corrosivo, controcorrente – sul mondo in cui viviamo, sulle letture e le visioni che lo raccontano, sulla tecnologia e il conformismo che scandiscono le nostre vite.

Raccontate con lo sguardo di un osservatore implacabile, anche le occasioni più imprevedibili, contingenti, personali, mettono in moto pensieri che riguardano tutti noi. Leggi tutto…

PISA BOOK FESTIVAL 2022

VENT’ANNI DI PISA BOOK FESTIVAL

Dal 29 settembre al 2 ottobre 2022 l’edizione numero 20 del Pisa Book Festival con i grandi nomi internazionali. L’intero programma è disponibile cliccando qui

* * *

Storia, arte, poesia e letteratura internazionale sono i pilastri del Pisa Book Festival – Edizione del Ventennale, che da giovedì 29 settembre a domenica 2 ottobre.

Una festa del libro che si svolgerà lungo i bellissimi lungarni della città in quattro sedi diverse. Teatro della fiera sono gli antichi Arsenali Repubblicani, con gli stand di 90 editori espositori, mentre gli incontri con gli autori, i laboratori e le masterclass troveranno posto nelle sale del Museo delle Navi Antiche, nell’Auditorium del Museo di Palazzo Blu e, per la prima volta da quest’anno, nella chiesa di San Vito, luogo di grande fascino perché qui, nel 1161, morì San Ranieri, patrono di Pisa. Leggi tutto…

Fiera del Libro di Argonautilus 2022

Image from LETTERATITUDINE (di Massimo Maugeri)Fiera del Libro di Argonautilus – VII edizione “La Meraviglia”

Dal 29 settembre al 4 ottobre 2022: Iglesias, Portoscuso, Gonnesa, Domusnovas, Musei e Villamassargia

L’intero programma è scaricabile cliccando qui

* * *

Dal 29 settembre al 4 ottobre 2022 nel centro storico dei Comuni Partner ritorna anche quest’anno la Fiera del Libro di Argonautilus che nella sua settima edizione presenta sei giorni di incontri con gli autori, dibattiti, tavoli tematici, percorsi di formazione professionale, e un ampio spazio ai laboratori per i bambini. Gli eventi si svolgeranno a Iglesias, Portoscuso, Gonnesa, Domusnovas, Musei e Villamassargia.

Il tema dell’edizione 2022 è LA MERAVIGLIA. Ma è ancora possibile meravigliarsi sui libri? La settima edizione della Fiera del Libro di Argonautilus vuole rispondere concretamente a questa domanda attraverso la passione degli organizzatori al servizio del territorio al quale si è radicata con il desiderio di continuare ad alimentare entusiasmi culturali. Leggi tutto…

MARE MOSSO di Francesco Musolino (Edizioni E/O): intervista

“Mare mosso” di Francesco Musolino (Edizioni E/O): intervista all’autore

[Nella rubrica “Incontri con l’autore”, Francesco Musolino ci racconta la genesi di questo suo nuovo libro]

* * *

di Eliana Camaioni

Una narrazione che procede per salti temporali, “Mare mosso” di Francesco Musolino (E/O),  flashback come istantanee di un passato gravido di misteri e malinconia che torna prepotente, di continuo, nel presente di Achille Vitale, ingegnere al servizio della Siresa Mare SpA. Sono gli anni Ottanta e  si viaggia a bordo di una R4, non ci sono i telefonini, e le onde radio sono le uniche padrone dell’etere; è la notte di Natale, quando Davide di Radio Cagliari intercetta l’SOS di un cargo battente bandiera turca. E la calma piatta dell’attesa, che accompagna per parecchie pagine il lettore come una quiete prima della tempesta, si trasforma in un attimo in azione: dalla chiamata alla localizzazione dello scafo, da un mare piatto a un maestrale che lo ingrossa rapidamente fino a divenire tempesta, dal sollievo per l’arrivo del rimorchiatore all’irreparabile che accade dopo. Un crescendo veloce e concitato, onde, squarci, abbordaggi, ghiaccio che si scioglie e casse che rivelano agghiaccianti segreti. Dove ogni cosa assume i contorni del dramma, dove la disperazione diventa terrore di non far mai più ritorno a casa; dove il ritorno a casa svelerà nuove sorprese, gravide di un sequel che ci auguriamo Francesco Musolino vorrà regalare presto ai suoi lettori.

Mare mosso è ambientato nei magici 80’s. Verrebbe da ipotizzare una vena nostalgica, se non fosse che in quegli anni eri appena nato. Perché questa scelta? Leggi tutto…

ARROCCO SICILIANO di Costanza DiQuattro (Baldini + Castoldi) – recensione

Arrocco siciliano - Costanza DiQuattro - ebook“Arrocco siciliano” di Costanza DiQuattro (Baldini + Castoldi)

* * *

di Emma Di Rao

L’esergo del nuovo romanzo di Costanza Di Quattro, “Arrocco siciliano”, edito da Baldini+Castoldi, è affidato a Jorge Luis Borges, chiamato in causa per fissare i tratti essenziali del gioco, e a Fedor Dostoevskij, che ci mette in guardia sulla presunta casualità di esso; infine, a sorpresa, a Gigi Proietti, chiamato a rammentarci le dolci amarezze del sentimento d’amore. Bastano già queste citazioni in apertura per comprendere che la penna raffinata e schietta della scrittrice racconterà le sfide raccolte dall’uomo per imporsi sul destino che sta in agguato o sul caso che scompiglia le carte o, più semplicemente, su quel labirinto intricato che è il nostro animo.
Il contesto del dispositivo narrativo è, ancora una volta, la terra natale dell’autrice, l’amatissima Sicilia, con i suoi assolati paesaggi immersi nella fissità di un tempo che sembra immobile e con i suoi incantevoli e misteriosi notturni, ma soprattutto con le sue inquietudini e con le sue contraddizioni. Pur radicate in un preciso spazio geografico e temporale, esse rimandano a una più ampia dimensione di carattere universale che vede l’uomo in lotta contro il fato o contro sé stesso, perennemente diviso fra slanci e ripiegamenti, vittorie e rinunce, in un groviglio di contrasti inestricabili. Leggi tutto…

CLASSIFICA: dal 5 all’11 settembre – questa settimana segnaliamo “Al di qua del fiume. Il sogno della famiglia Crespi” di Alessandra Selmi (Nord)

Alessandra Selmi Al di qua del fiume 9788842932277I primi 40 titoli in classifica nella settimana dal 5 all’11 settembre 2022

Questa settimana segnaliamo: “Al di qua del fiume. Il sogno della famiglia Crespi” di Alessandra Selmi (Nord)

* * *

In prima posizione:”Fairy tale. Ediz. italiana” di Stephen King (Sperling & Kupfer)

In seconda posizione: “Regno di carne e fuoco. Blood and ash. Vol. 2” di Jennifer L. Armentrout (HarperCollins Italia)

In terza posizione: “It ends with us. Siamo noi a dire basta” di Colleen Hoover (Sperling & Kupfer)

* * *

La scheda del libro: “Al di qua del fiume. Il sogno della famiglia Crespi” di Alessandra Selmi (Nord)

È solo un triangolo di terra delimitato dal fiume Adda, lo si può abbracciare con uno sguardo. Ma, nel 1877, agli occhi di Cristoforo Crespi rappresenta il futuro. Lui, figlio di un tengitt, di un tintore, lì farà sorgere un cotonificio all’avanguardia e, soprattutto, un villaggio per gli operai come mai si è visto in Italia, con la sua chiesa, la sua scuola, case accoglienti con giardino. Si giocherà tutto quello che ha, Cristoforo, per realizzare quel sogno. I soldi, la reputazione e anche il rapporto col fratello Benigno, ammaliato dalle sirene della nobiltà di Milano e dal prestigio di possedere un giornale. Per Cristoforo, invece, ciò che conta è produrre qualcosa di concreto e cambiare in meglio la vita dei suoi operai.
E la vita della giovane Emilia cambia il giorno in cui si trasferisce nel nuovo villaggio. Figlia di uno dei più fedeli operai dei Crespi, e con una madre tormentata da cupe premonizioni del futuro, Emilia è spettatrice della creazione di un mondo autosufficiente al di qua del fiume, e la sua esistenza, nel corso degli anni, si legherà ineluttabilmente a quella degli altri abitanti di Crespi d’Adda. Come la famiglia Malberti, l’anima nera del villaggio, o gli Agazzi, idealisti e ribelli. Con loro, Emilia vive i piccoli e grandi stravolgimenti di quel microcosmo e affronta le tempeste della Storia: i moti per il pane del 1898, la prima guerra mondiale, le sollevazioni operaie… Tuttavia il destino farà incrociare la sua strada anche con quella di Silvio Crespi, erede dell’azienda e della visione del padre Cristoforo. Nonostante l’abisso sociale che li divide, tra i due s’instaura un rapporto speciale che resisterà nel tempo, e sarà Emilia il sostegno di Silvio nel momento in cui i Crespi – forse diventati troppo ricchi, troppo orgogliosi, troppo arroganti – rischieranno di perdere tutto. Fino all’avvento del fascismo, quando il villaggio Crespi, come il resto del Paese, non sarà più lo stesso.

* * *

Posizioni dal n. 1 al n. 10

Pos. Titolo Autore Editore Prezzo Tasc. Note
1 Fairy tale. Ediz. italiana Stephen King Sperling & Kupfer 21,90
2 Regno di carne e fuoco. Blood and ash. Vol. 2 Jennifer L. Armentrout HarperCollins Italia 17,90
3 It ends with us. Siamo noi a dire basta Colleen Hoover Sperling & Kupfer 15,90
4 Cose che non abbiamo mai superato. Things we never got over Lucy Score Newton Compton Editori 9,90
5 Fabbricante di lacrime Erin Doom Magazzini Salani 15,90
6 Il caso Alaska Sanders Joël Dicker La nave di Teseo 22,00
7 Una vita come tante Hanya Yanagihara Sellerio Editore Palermo 24,00
8 Il rosmarino non capisce l’inverno Matteo Bussola Einaudi 16,50
9 La Costanza è un’eccezione Alessia Gazzola Longanesi 19,00
10 Al di qua del fiume. Il sogno della famiglia Crespi Alessandra Selmi Nord 19,00

 

Posizioni dal n. 11 al n. 40

Leggi tutto…

LA MASCHERINA DI LINUS di Toto’ Cali’ & Assia La Rosa

https://64.media.tumblr.com/5a35c8f3e738c3e4fe6b497f23e68463/d3f2ad8404efdac6-b5/s1280x1920/eb4d9aaae2b9c8a6f524e986fa58996bb9571c31.jpg“La mascherina di Linus” di Toto’ Cali’ & Assia La Rosa (Domenico Sanfilippo Editore)

* * *

 di Alessandro Russo

È possibile che una passerella colorata da settantatré illustrazioni umoristiche, ben impaginata e corredata da didascalie d’autore possa trasformarsi in letteratura?
La risposta è si, certamente, se l’intera narrazione ha un suo perché, il montaggio è cinematografico e il lavoro complessivo sta molto al di là delle ordinarie banalità. Si parla del volumetto La mascherina di Linus del disegnatore Totò Calì e della giornalista Assia La Rosa, Domenico Sanfilippo Editore, pp143, in edicola a €6.50 in abbinamento con La Sicilia. Grappoli di vignette a colori disposte in fila indiana aventi ciascuna per filo conduttore la pandemia da Covid 19: un affresco tagliente, un lavoro pregevole.
Una cosa è certa, tanto meglio scriverla qui subito; allorquando si prenda un qualsiasi libro tra le mani, è opinione comune dire o sentir dire che ogni lettura è un viaggio alla scoperta di noi stessi e che in qualcheduna delle pagine sfogliate ci si ritrova parte della nostra vita. «Oggi –ci è stato detto nel marzo 2020- c’è qualcosa che non va, ma da domani andrà tutto bene.» Improvvisamente, però dall’oggi al domani è arrivata l’Apocalisse; pertanto La mascherina di Linus appartiene propriamente a tutti noi, né del resto potrebbe essere altrimenti. Leggi tutto…

Premio letterario I FIORI BLU 2022: i vincitori

I vincitori della terza edizione del Premio letterario I FIORI BLU

Premio letterario i fiori blu

Luciano Canfora con La democrazia dei signori (Editori Laterza) – Marco Lillo e Pif con Io posso (Feltrinelli)

 * * *

Vincono la terza edizione del Premio I fiori blu i libri La democrazia dei signori di Luciano Canfora (Editori Laterza) e Io posso di Marco Lillo e Pif (Feltrinelli).

Dopo la proclamazione dei sei finalisti di un’edizione ricca di incontri, dialoghi e interviste sui temi suggeriti dai volumi candidati, Foggia ha ospitato la serata finale del Premio Nazionale I fiori blu, ideato dall’omonima associazione e nato sotto gli auspici del Centro per il libro e la lettura, sostenuto dalla Regione Puglia accanto a sponsor privati in partenariato con l’Università degli Studi e la Fondazione Monti Uniti e l’Ufficio Scolastico Territoriale. Il Premio ha coinvolto scrittori, docenti, divulgatori e saggisti di fama per dialogare sul presente, sui libri, sul valore delle parole e sugli auspici per il futuro. Leggi tutto…

PASSI CHE SI INCROCIANO

“Passi che si incrociano – Esperienze di pellegrini sulle vie di Francesco” di Angela Seracchioli (Ed. Appunti di viaggio)

* * *

di Helena Molinari

Un libro piccolo emotivo a tratti, improvviso a tratti, incarnato.
Un libro della fatica del camminatore, materiale e immateriale.
Parla di ospitalità, accoglienza, doni, baratti incontri, pastasciutte, di un Chopin masterizzato, da una parte intimità, dall’altra patriottismo.
Parla di mosaici che nell’arte del mosaico è bene essere accorti si raccomanda l’autrice per altro anche per diletto mosaicista:  “non fermatevi al particolare, siatelo, ma non fermatevi lì”.
Come Francesco, come Chiara.
C’è Assisi.
Ci sono le ultime ore di Francesco e l’accudimento di Chiara. C’è il timore delle carni, ma c’è la forza di tutta un’altra cosa, che miseramente e pruriginosamente tanti vorrebbero vedere banalmente altro.

Leggi tutto…

Jhumpa Lahiri riceve la medaglia di Roma (e presenta il suo nuovo libro “Racconti Romani”)

Jhumpa Lahiri riceve la medaglia di Roma / Martedì 20 settembre a Casa delle Letterature a Roma

Martedì 20 settembre alle ore 18.00 a Casa delle Letterature a Roma, Jhumpa Lahiri riceverà la medaglia di Roma dall’Assessore alla Cultura di Roma Capitale Miguel Gotor, nell’ambito della presentazione del suo nuovo libro “Racconti Romani” con Melania Mazzucco e Emanuele Trevi

 * * *

La scrittrice Jhumpa Lahiri riceverà dall’Assessore alla Cultura di Roma Capitale Miguel Gotor la medaglia di Roma, un importante riconoscimento del suo radicamento e attaccamento alla città che ha scelto come città del cuore, dove trascorre lunghi periodi quando l’attività universitaria che svolge in America glielo consente. Un amore profondo dunque per Roma e per l’Italia, e per la nostra lingua. Leggi tutto…

STRANE COPPIE 2022

Strane Coppie 2022 | 14ᵃ edizione Strane Coppie in festival

Strane Coppie 2021 Tell the music

#viaggio journey voyage reise viaje pŭtuvane

Viaggi del cuore, dell’immaginazione, della memoria, della scienza, della storia, della musica

 * * *

Sarà il viaggio il tema conduttore di Strane Coppie in Festival, 14esima edizione della rassegna culturale organizzata a Napoli da Lalineascritta Laboratori di Scrittura e coordinata dalla scrittrice Antonella Cilento, con un programma di quattro date: sabato 17 e domenica 18 settembre, giovedì 20 ottobre e giovedì 24 novembre, nello storico Monastero delle Trentatré nel cuore antico della città (Via L. Armanni, 16). Leggi tutto…

Categorie:Eventi Tag:

LA SCHIAVA RIBELLE di Eleonora Fasolino (Newton Compton)

undefined“La schiava ribelle” di Eleonora Fasolino (Newton Compton): incontro con l’autrice e un brano estratto dal romanzo

* * *

Eleonora Fasolino, romana, classe 1992. Dopo la maturità classica, ha conseguito la laurea triennale in Lingue, culture, letterature e traduzione presso l’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”. Lavora in ambito editoriale.

Abbiamo chiesto a Eleonora Fasolino di raccontarci qualcosa sul suo romanzo intitolato: “La schiava ribelle” (Newton Compton)

 * * *

«La prima lezione sulle divinità greche a cui assistetti è ancora un ricordo vivido», ha detto Eleonora Fasolino a Letteratitudine. «Non so perché alcuni ricordi sbiadiscano più di altri, quale sia la gerarchia che la memoria segue per archiviare gli eventi più casuali. La prima lezione sulle divinità greche, comunque, è ancora qui: terza elementare, sedevo al secondo banco della fila di sinistra, la maestra Fabrizia ci consegnò dei cartoncini, con tutte le sagome degli dei da ritagliare, e ci disse di incollarle sul quaderno. Ci dettò le prime informazioni, quelle adatte a dei bambini di otto anni, gli intrighi – edulcorati – di cui gli dei erano artefici e vittime al tempo stesso, la natura ingarbugliata della loro immortalità. Mi sembrarono fin troppo sciocchi per poter essere immortali, venerati dagli esseri umani. Appiccicai i cartoncini sulla pagina del quaderno a righe e, chissà come, l’amore per la mitologia si appiccicò dentro di me. Leggi tutto…

PORDENONELEGGE 2022

PORDENONELEGGE 2022: dal 14 al 18 settembre

Image from LETTERATITUDINE (di Massimo Maugeri)

Il programma è disponibile qui

 * * *

Al via mercoledì 14 settembre la 23^ edizione di pordenonelegge, Festa del Libro con gli Autori: dal 14 al 18 settembre sono attesi ben 596 protagonisti, in 41 location a Pordenone (29) e in Friuli Venezia Giulia (12), per oltre 300 eventi e oltre 50 anteprime editoriali in cinque giorni

La giornata inaugurale, mercoledì 14 settembre, prevede eventi dffusi, affidati a sei grandi voci del nostro tempo: un ideale ponte di libri e autori collegherà Pordenone e Praga, dopo l’Anteprima della scorsa settimana nella capitale ceca. Si parte alle 18.30 al Teatro Verdi di Pordenone con la scrittrice ceca Radka Denemarková e l’autrice italiana Silvia Avallone, intervistate de Alessandro Catalano e impegnate nel “Dialogo sul presente, sull’orlo dell’Europa”. Alle 21, a Trieste nella Sala Ridotto del Teatro Verdi, si prosegue con gli scrittori Josef Pánek e Mauro Covacich sul filo rosso “Con il corpo qui, con la mente ovunque”. Conduce la conversazione la curatrice di pordenonelegge Valentina Gasparet. E sempre mercoledì 14 settembre, alle 21 sulla Terrazza a Mare di Lignano Sabbiadoro riflettori sul dialogo “Alla ricerca di storie vere”, con Markéta Pilátová e Matteo Bussola intervistati dal curatore di pordenonelegge Alberto Garlini. Leggi tutto…

Categorie:Eventi Tag:

PREMIO PAVESE 2022: annunciati i vincitori

Annunciati i vincitori del Premio Pavese 2022

Sabato 5 e domenica 6 novembre 2022 Chiesa dei SS. Giacomo e Cristoforo, Santo Stefano Belbo (CN)
I vincitori della 39a edizione sono: Norman Gobetti (traduzione), Iperborea (editoria), Gavino Ledda (poesia), Ludovica Maconi e Mirko Volpi (saggistica), Michele Mari (narrativa)

 * * *

Martedì 13 settembre, nell’ultima giornata santostefanese del Pavese Festival 2022, Alberto Sinigaglia, presidente della giuria del Premio Pavese e del Comitato scientifico della Fondazione Cesare Pavese, ha annunciato i vincitori dell’edizione 2022 del Premio Pavese: Norman Gobetti (traduzione), Iperborea (editoria), Gavino Ledda (poesia), Ludovica Maconi e Mirko Volpi (saggistica) e Michele Mari (narrativa). Leggi tutto…

PREMIO CORRADO ALVARO e LIBERO BIGIARETTI 2022: Giosuè Calaciura con “Io sono Gesù” (Sellerio)

GIOSUÈ CALACIURA VINCE IL PREMIO ALVARO-BIGIARETTI 2022 CON IL ROMANZO IO SONO GESÙ (SELLERIO)
 * * *

[La nostra recensione di “Io sono Gesù” di Giosuè Calaciura (Sellerio) con intervista all’autore]

Menzione speciale della Giuria popolare a ENRICO BRIZZI con il romanzo La primavera perfetta (HarperCollins)

* * *

Il comitato direttivo del Premio Letterario Corrado Alvaro e Libero Bigiaretti presieduto da Giorgio Nisini, ricevuti i voti della Giuria Scientifica e della Giuria Popolare, si è riunito nella casa di campagna dei due scrittori e ha decretato che l’autore vincitore dell’ottava edizione è Giosuè Calaciura con il romanzo Io sono Gesù (Sellerio). Leggi tutto…

PREMIO MARETICA 2022: vince “Mediterraneo” di Caterina Bonvicini e Valerio Nicolosi (Einaudi)

Mediterraneo. A bordo delle navi umanitarie - Caterina Bonvicini,Valerio Nicolosi - copertina“MEDITERRANEO “ di Caterina Bonvicini e Valerio Nicolosi (Einaudi) Vince il PREMIO MARETICA 2022

  * * *

“Mediterraneo” di Caterina Bonvicini e Valerio Nicolosi (Einaudi)  vince il premio MARetica, premio che ogni anno anno si tiene a Settembre sull’isola di Procida e premia l’opera che meglio “ripensa all’ uomo partendo dal mare”.

Finalisti di questa edizione anche Nicola Crocetti, per la traduzione in italiano di Odissea di Nikos Kazantzakis, Jovanotti per l’idea dei “Jova Beach Party.

“Mediterraneo” è un libro che racconta, con parole e immagini, le storie di chi, come l’autrice e il fotoreporter, ha deciso di salire a bordo delle navi umanitarie per partecipare ai salvataggi di migranti.

La giuria del premio con Alessandro Baricco per il quinto anno Presidente insieme alle scrittrici Daria Bignardi, Valeria Parrella ed Elisabetta Montaldo, allo storico Claudio Fogu e al montatore Giogiò Franchini, ha scelto “Mediterraneo” di perché in quel libro non c’è solo la potenza di un racconto audace, lucido, urgente, c’è proprio tutto quel che conta: la potenza della vita, della morte, della letteratura e del mare”.

Leggi tutto…

ADDIO A JAVIER MARÍAS

Javier Marías (Feria del Libro de Madrid, 31 de mayo de 2008).jpgÈ morto lo scrittore spagnolo Javier Marías (Madrid, 20 settembre 1951 – Madrid, 11 settembre 2022)

Javier Marías è morto all’età di 70 anni presso la Clinica Quirón di Madrid a causa di complicazioni derivanti da una polmonite bilaterale che combatteva da mesi.

Tradotto in tutto il mondo e vincitore dei più importanti Premi letterari, tra i quali il premio internazionale di letteratura IMPAC, il Nelly Sachs, il Premio Internazionale Bottari Lattes Grinzane, ha vinto con Domani nella battaglia pensa a me il premio Rómulo Gallegos e il Prix Femina Etranger. Nel 2011 ha ricevuto inoltre il Premio Nonino

* * *

* * *

Approfondimenti: la Repubblica, Ansa, La Stampa, RaiNews, Il Sole 24 Ore, Adnkronos

* * *

Javier Marías nasce a Madrid il 20 settembre del 1951, quartogenito dei cinque figlidi Julián Marías Aguilera (1914-2005), un filosofo, accademico e critico letterario originario di Valladolid (nella Castiglia e León), membro della Real Academia Española e discepolo prediletto del filosofo José Ortega y Gasset, e della madrilena Dolores Franco Manera, sorella del cineasta Jesús Franco (1930-2013). Grazie allo zio, Marías inizia a lavorare mentre è ancora studente nel mondo del cinema, facendo la comparsa in qualche suo film e traducendogli i copioni. Leggi tutto…

PREMIO VITTORINI 2022: vince Nadia Terranova con “Trema la notte” (Einaudi)

NADIA TERRANOVA VINCE IL PREMIO VITTORINI 2022 CON “TREMA LA NOTTE” (EINAUDI)

Il premio per l’editoria indipendente Arnaldo Lombardi (III edizione) è stato assegnato alla casa editrice Cavallotto di Catania

https://64.media.tumblr.com/d9f731e139f99a2e12bbc993385182f6/95c909bc93dfaf49-53/s1280x1920/d182d449c0cd7cae0803f7a6460340a846fd75cd.jpg

[La nostra recensione di “Trema la notte” di Nadia Terranova (Einaudi)]

 * * *

Nadia Terranova con “Trema la notte” (Einaudi) è la vincitrice della XXI edizione del Premio Letterario Nazionale Elio Vittorini. La consegna si è svolta sabato sera al culmine della cerimonia di chiusura sul palco allestito in piazza Minerva.

https://64.media.tumblr.com/b281d0741d843fd0cb4746ef491fe6e2/95c909bc93dfaf49-70/s1280x1920/4b8cd928b2595d46994ed0377f7cc6fee2f06f65.jpg
Nadia Terranova è stata declamata vincitrice dal presidente della Commissione di valutazione, prof. Antonio Di Grado. A consegnare il premio alla vincitrice è stato l’Assessore alla cultura della Città di Siracusa Fabio Granata.
Gli altri due finalisti della ternza erano: Carmine Abate con “Il cercatore di luce” (Mondadori) e Massimo Maugeri con “Il sangue della Montagna” (La nave di Teseo). Leggi tutto…

CLASSIFICA: dal 29 agosto al 4 settembre – questa settimana segnaliamo “Una vita come tante” di Hanya Yanagihara (Sellerio)

Una vita come tanteI primi 40 titoli in classifica nella settimana dal 29 agosto al 4 settembre 2022

Questa settimana segnaliamo: “Una vita come tante” di Hanya Yanagihara (Sellerio)

* * *

In prima posizione: “La Costanza è un’eccezione” di Alessia Gazzola (Longanesi)

In seconda posizione: “Il caso Alaska Sanders” di Joël Dicker (La nave di Teseo)

In terza posizione: “It ends with us. Siamo noi a dire basta” di Colleen Hoover (Sperling & Kupfer)

* * *

La scheda del libro: “Una vita come tante” di Hanya Yanagihara (Sellerio – Traduzione dall’inglese di Luca Briasco)

Vasto come un romanzo ottocentesco, brutale e modernissimo per i suoi temi, Una vita come tante è un libro avvincente e ipnotico che ha trascinato lettori e critica per la sua forza narrativa.

In una New York fervida e sontuosa vivono quattro ragazzi, ex compagni di college, che da sempre sono stati vicini l’uno all’altro. Si sono trasferiti nella metropoli da una cittadina del New England, e all’inizio sono sostenuti solo dalla loro amicizia e dall’ambizione. Willem, dall’animo gentile, vuole fare l’attore. JB, scaltro e a volte crudele, insegue un accesso al mondo dell’arte. Malcolm è un architetto frustrato in uno studio prestigioso. Jude, avvocato brillante e di enigmatica riservatezza, è il loro centro di gravità.
Nei suoi riguardi l’affetto e la solidarietà prendono una piega differente, per lui i ragazzi hanno una cura particolare, una sensibilità speciale e tormentata, perché la sua vita sempre oscilla tra la luce del riscatto e il baratro dell’autodistruzione. Intorno a Jude, al suo passato, alla sua lotta per conquistarsi un futuro, si plasmano campi di forze e tensioni, lealtà e tradimenti, sogni e disperazione. E la sua storia diventa una disamina, magnifica e perturbante, della crudeltà umana e del potere taumaturgico dell’amicizia.
Come accade di rado, da una inconsueta immaginazione narrativa si è distillato un oggetto singolare: un romanzo classico e al tempo stesso modernissimo, capace di creare un mondo di profonda, coinvolgente umanità.

* * *

Posizioni dal n. 1 al n. 10

Pos. Titolo Autore Editore Prezzo Tasc. Note
1 La Costanza è un’eccezione Alessia Gazzola Longanesi 19,00 *
2 Il caso Alaska Sanders Joël Dicker La nave di Teseo 22,00
3 It ends with us. Siamo noi a dire basta Colleen Hoover Sperling & Kupfer 15,90
4 Fabbricante di lacrime Erin Doom Magazzini Salani 15,90
5 Sulla tua parola. Messalino. Santa Messa quotidiana e letture commentate per vivere la parola di Dio. Settembre-ottobre 2022 P. Mojoli (cur.) Editrice Shalom 5,00
6 Spatriati Mario Desiati Einaudi 20,00
7 Il rosmarino non capisce l’inverno Matteo Bussola Einaudi 16,50
8 Come uccidono le brave ragazze Holly Jackson Rizzoli 17,00
9 Una vita come tante Hanya Yanagihara Sellerio Editore Palermo 24,00
10 My Hero Academia. Vol. 33 Kohei Horikoshi Star Comics 4,30

 

Posizioni dal n. 11 al n. 40

Leggi tutto…

LA FUGA DI ANNA di Mattia Corrente (Sellerio) – recensione

La fuga di Anna - Mattia Corrente - copertina“La fuga di Anna” di Mattia Corrente (Sellerio, 2022)

 * * *

di Consuelo Consoli

Ci sono libri che ti chiedi perché non sia stato tu a scriverli, altri che ti rallegri di avere avuto l’opportunità di leggere, e poi ci sono quelli che contemplano entrambi gli aspetti. Il libro di Mattia Corrente appartiene proprio a quest’ultima categoria.
La fuga di Anna” è un viaggio, quello di Ulisse verso Itaca, verso quel nostos costituito dal desiderio lancinante di tornare a casa e ritrovare finalmente le proprie cose ma, soprattutto, se stesso.  È questo il percorso intrapreso da Severino che un mattino si sveglia e scopre la casa disertata dalla presenza più importante della sua vita: la moglie Anna.
A distanza di un anno dalla scomparsa della donna, Severino decide di mettersi sulle sue tracce nella speranza di ritrovarla e riannodare i fili della loro quiete domestica da anziani, e forse, con l’intento segreto di capire chi sia stata colei che gli è stata compagna per quasi tutta l’esistenza e della quale è stato innamorato profondamente. Leggi tutto…

IL MISTERO DI ANNA di Simona Lo Iacono (Neri Pozza) – recensione

“Il mistero di Anna” di Simona Lo Iacono (Neri Pozza, 2022)

* * *

di Daniela Sessa

Non sembra stravagante il sospetto che la piccola Anna Cannavò sia la diretta erede dell’occhialuta Eugenia del racconto “Un paio di occhiali” di Anna Maria Ortese. Lo stesso teatro distorto di infanzie grette e misere da cui evadere. Fosse solo per il miracolo rovesciato di un paio di occhiali. Fosse solo per un’occasione di poesia. Dalla suggestione di Eugenia alla purezza d’incanto di Anna Cannavò c’è quasi un secolo di scrittura (il Novecento), un mare da attraversare (dal continente fino a Siracusa), una diversa acutezza del sentire. Eugenia getterà via quelle lenti buone solo a mostrarle la nausea della realtà perché è figlia di una scrittrice che dell’antitesi reale e irreale ha fatto luogo letterario e sentimentale. Perché è figlia di quella Anna Maria Ortese per la quale vale la faccia indossata dentro un barattolo accanto alla porta di Eleanor Rigby di Paul McCartney “Wearing the face that she keeps in a jar by the door”. Anna Cannavò, invece, nel barattolo, che è poi una valigia, ci mette “le braccia di Anna con lo scialle bucato, i quadri della galleria di Brera, la mia maestra e gli amanti, le punte del Duomo, lo smog, la vita e i suoi battiti, uno, due, tre, mille. E ancora la periferia, muri spaccati, scritte che parlano di rivoluzione e solitudine” e se ne torna al suo mondo con il biglietto vincente del riscatto. Lo scialle bucato di Anna Maria Ortese fa il pari con le cose che non si vedono della piccola Cannavò, quelle da cui nasce la poesia, l’unico luogo in cui l’irreale si fa reale. Leggi tutto…

PREMIO VITTORINI 2022: il 10 settembre la finale

PREMIO LETTERARIO NAZIONALE ELIO VITTORINI – PREMIO PER L’EDITORIA INDIPENDENTE ARNALDO LOMBARDI – SIRACUSA, PIAZZA MINERVA 8-10 SETTEMBRE 2022

Image from LETTERATITUDINE (di Massimo Maugeri)

 

I tre finalisti (in ordine alfabetico) Carmine Abate con “Il cercatore di luce” (Mondadori); Massimo Maugeri con “Il sangue della montagna” (La nave di Teseo); Nadia Terranova con “Trema la notte” (Einaudi).

Image from LETTERATITUDINE (di Massimo Maugeri)

 * * *

E’ iniziato il conto alla rovescia in vista della XXI edizione del Premio Letterario Nazionale Elio Vittorini e della terza edizione del Premio per l’editoria indipendente Arnaldo Lombardi.

Da giovedì 8 a sabato 10 settembre sarà prevalentemente lo spazio di Piazza Minerva, nel cuore di Ortigia, ad ospitare i tanti appuntamenti in programma.

L’approdo anche del Premio Vittorini e del Premio Lombardi in quello che è lo spazio del centro storico ormai deputato a ospitare la maggior parte degli appuntamenti culturali e artistici di più alto profilo organizzati in città – alcuni dei quali con una netta proiezione su una dimensione nazionale quando non internazionale – è una scelta che vuol imprimere una decisa svolta in direzione di un coinvolgimento del pubblico, quanto più ampio sia possibile, in questa manifestazione di assoluto prestigio che ruota attorno al libro. Leggi tutto…

PREMIO MARTOGLIO 2022

XXXV Premio Letterario Internazionale “Nino Martoglio” – Belpasso 2022

Presentata dalla giornalista Flaminia Belfiore, con le letture dell’attrice Agata Longo, la cerimonia di consegna del XXXV Premio Letterario Internazionale “Nino Martoglio” si svolgerà domani, 6 settembre, con inizio alle ore 19.30, al Cortile Russo Giusti (Via II Retta Levante, 171 – Belpasso)
I vincitori: Giovanna Giordano (Letteratura); Paolo Di Paolo (Saggistica); Antonello Piraneo (Giornalismo); Giuseppe Condorelli, titolare dell’omonima industria dolciaria Premio Athena); Spettacolo: Teatro Massimo Bellini di Catania – Teatro Stabile di Catania

* * *

È l’anno della ‘resilienza’ al Premio Letterario Internazionale “Nino Martoglio”, giunto al suo 35esimo anno di vita, un traguardo importante che ne consacra storia, maturità e autorevolezza. L’edizione di quest’anno celebra il ritorno alla normalità dopo la fase più dura della pandemia e premia personalità e istituzioni della cultura – ma anche figure emblematiche dell’imprenditoria -, che alla crisi hanno reagito opponendo la forza delle idee, lo strumento pacifico del dialogo e del confronto, le infinite risorse spirituali dell’immaginazione e della creatività. Leggi tutto…

FESTIVALETTERATURA 2022

Image from LETTERATITUDINE (di Massimo Maugeri)Festivaletteratura Mantova – 26ª edizione – 7-11 settembre 2022

Dopo due edizioni in cui ha risposto all’emergenza sanitaria con creatività Festivaletteratura si riprende le strade e le piazze di Mantova.

 * * *

La ventiseiesima edizione di Festivaletteratura si terrà da mercoledì 7 a domenica 11 settembre 2022. Dopo due anni di contenimenti forzati ma anche di coraggiose invenzioni, il Festival prova a riprendere più spazio in città, in un momento in cui cresce d’intorno il bisogno di letteratura. La letteratura sa leggere il mondo, ne interpreta paure e speranze, vede distintamente ciò a cui ancora non sappiamo dare un nome, ricorda e guarda oltre. Smarriti di fronte alle tessere scomposte di un presente che non riusciamo a interpretare, è alla letteratura che chiediamo di tracciare un disegno, tentare un senso, offrirci nuovi punti di osservazione. Festivaletteratura guarda a storie nazionali e tensioni globali, crisi identitarie e percorsi di emancipazione, diritti di base e paesaggi in trasformazione attraverso romanzi, raccolte poetiche, narrazioni giornalistiche, memoir, carteggi d’autore, albi a fumetti, testi teatrali, che avvertono spesso per primi e con più forte sentire quello che avviene (o sta per avvenire) accanto a noi o poco più lontano. Un’esplorazione quella del Festival che certo non si isola nelle storie, ma che porta a continui e inevitabili sconfinamenti verso le altre arti, le scienze, i nuovi linguaggi espressivi, le più disparate discipline: nascono così i confronti inediti – a volte audaci – tra scrittori, ricercatori, attivisti, donne e uomini d’arte e d’ingegno che liberano la loro energia di pensiero nelle piazze di Mantova. Piazze che quest’anno il Festival vuole aprire più che in passato alla partecipazione di lettrici e lettori: proposte di legge di iniziativa popolare, progetti per scuole possibili, censimenti delle altre specie viventi per un nuovo patto ambientale, costruzione di parchi giochi temporanei sono alcune delle iniziative in cui tutti i partecipanti verranno attivamente coinvolti, riprendendo finalmente possesso dello spazio pubblico a lungo impraticabile.

L’edizione 2022 segna il ritorno in presenza dei più prestigiosi interpreti della letteratura internazionale. Leggi tutto…

PAVESE FESTIVAL 2022

PAVESE FESTIVAL 2022 – XXII edizione – 8, 9, 10, 11 e 13 settembre
Santo Stefano Belbo (CN) // 17 settembre – Brancaleone (RC)

https://64.media.tumblr.com/a8c5c28d6cc2f5cc7087f9f58604ff1a/9ee0a2adc99244b4-dc/s1280x1920/674920c9fb4e8b67007c81c17e970afc39a9537b.jpgcon: Neri Marcorè, Fiorella Mannoia, Cristina Donà, Omar Pedrini, Alessandro Haber e serata omaggio a Ezio Bosso

Il programma è disponibile qui

  * * *


Sei giorni per celebrare Cesare Pavese nel suo paese natale e, per la prima volta, in quello dove fu confinato: da giovedì 8 a domenica 11 settembre e poi ancora martedì 13 settembre 2022Santo Stefano Belbo ospita la XXII edizione del Pavese Festival, la rassegna tra musica, arte, teatro e libri. Sabato 17 settembre, il festival si sposta a Brancaleone, in provincia di Reggio Calabria, dove Pavese visse al confino tra il 1935 e il 1936. Leggi tutto…

BERNARDO ZANNONI VINCE LA 60^ EDIZIONE DEL PREMIO CAMPIELLO

BERNARDO ZANNONI VINCE LA 60^ EDIZIONE DEL PREMIO CAMPIELLO

Lo scrittore si è aggiudicato il premio con il romanzo “I miei stupidi intenti (Sellerio), che ha ottenuto 101 voti sui 275 inviati dalla Giuria dei Trecento Lettori Anonimi. Approfondimenti su LetteratitudineBlog

Leggi tutto…

PREMIO CAMPIELLO GIOVANI 2022: vince Alberto Bartolo Varsalona

ALBERTO BARTOLO VARSALONA VINCE LA 27^ EDIZIONE DEL CAMPIELLO GIOVANI

Image from LETTERATITUDINE (di Massimo Maugeri)

21 anni, di Palermo si è aggiudicato il concorso con il racconto “La Spartenza”

Assegnata anche la menzione speciale del Gruppo Giovani di Confindustria a Marcello Pagliantini, 17 anni di Pianezze (VI), per il racconto “Tu, esile filo d’erba” e il riconoscimento per la sostenibilità ambientale in collaborazione con Intesa Sanpaolo a Caterina Borini, 22 anni di Cerea (VR) per il racconto “Mamma Neve”

 * * *

Venezia, 3 settembre 2022 Alberto Bartolo Varsalona è il vincitore della 27^ edizione del Campiello Giovani, il concorso riservato ai giovani tra i 15 e i 22 anni organizzato dalla Fondazione Il Campiello – Confindustria Veneto.

Alberto Bartolo Varsalona, 21 anni di Palermo si è aggiudicato il premio con il racconto “La Spartenza” scelto dalla Giuria dei Letterati, presieduta da Walter Veltroni, tra i cinque racconti arrivati in finale. Il vincitore è stato annunciato da Enrico Carraro, Presidente della Fondazione Il Campiello e di Confindustria Veneto e da Marco Dalla Bernardina, Presidente dei Giovani Imprenditori di Confindustria Veneto.

Di seguito la motivazione della Giuria: Leggi tutto…

FAIRY TALE di Stephen King (Sperling & Kupfer): anticipazione

Fairy Tale“Fairy Tale” di Stephen King (Sperling & Kupfer, 2022 – traduzione di Luca Briasco): anticipazione

Uscirà il 6 settembre il nuovo romanzo di Stephen King, definito “un’eccezionale favola dark”. Protagonisti: un ragazzo, il suo cane, la discesa in un mondo magico e oscuro. Una storia che offre l’ingresso nel lato oscuro del “c’era una volta…”
Ecco qualche dettaglio in più…

* * *

Charlie Reade è un diciassettenne come tanti, discreto a scuola, ottimo nel baseball e nel football. Ma si porta dentro un peso troppo grande per la sua età. Sua madre è morta in un incidente stradale quando lui aveva sette anni e suo padre, per il dolore, ha ceduto all’alcol. Da allora, Charlie ha dovuto imparare a badare a entrambi. Un giorno, si imbatte in un vecchio – Howard Bowditch – che vive recluso con il suo cane Radar in una grande casa in cima a una collina, nota nel vicinato come «la Casa di Psycho». C’è un capanno nel cortile sul retro, sempre chiuso a chiave, da cui provengono strani rumori. Leggi tutto…

FESTIVAL DELLA MENTE 2022

FESTIVAL DELLA MENTE 2022 – Il movimento: dialoghi fra scrittori alla XIX edizione del Festival della Mente di Sarzana (2-4 settembre)

https://64.media.tumblr.com/189677745242c19db02a7a491e0c135b/13716d7a8f5706c5-b9/s1280x1920/71280b47e2ae846dea64ac1a4cc2d5f16da6116b.jpg

  * * *

Il tema della XIX edizione del Festival della Mente di Sarzana (2-4 settembre) è il movimento.

Fra i relatori di quest’anno sono attesi alcuni tra i più rinomati scrittori italiani e internazionali, che dialogheranno sul tema attraverso incontri originali e inediti. Leggi tutto…

LA CITTÀ DEI LETTORI 2022

Torna a settembre LA CITTÀ DEI LETTORI con nuove tappe nell’area metropolitana fiorentina. Tra gli ospiti, Iaia Forte, Umberto Galimberti, Paolo Nori, Mario Desiati, Claudio Piersanti, Jonathan Bazzi // Dal 1 settembre al 29 ottobre, 14 giornate di eventi in 6 comuni

https://64.media.tumblr.com/db8c20b39a0db6081b28d34a8e7410c2/eebf5ecfc4e314ca-ef/s1280x1920/7814ddcab90b5be8b8d2f03d51714e2e8a458b2a.jpg

 * * *

Una lettura di Elsa Morante interpretata da Iaia Forte, la lectio di Paolo Nori su Dostoevskij e la lezione di Umberto Galimberti dedicata alla gentilezza. E poi la presentazione dell’ultimo romanzo di Jonathan Bazzi, gli incontri con il vincitore del Premio Strega Mario Desiati e con il finalista Claudio Piersanti.

Sono questi alcuni tra gli eventi di punta delle prossime tappe de La città dei lettori, il festival che da cinque anni coinvolge autori, illustratori, traduttori e curatori di primo piano con l’obiettivo di promuovere il libro e la letteratura, e che dopo due mesi di iniziative diffuse sul territorio toscano – tra giugno e luglio 2022, partiti da Villa Bardini a Firenze, cuore e sede storica della manifestazione –  torna a settembre con sei appuntamenti nell’area metropolitana fiorentina, di cui due prime edizioni, con l’obiettivo di portare i grandi protagonisti della letteratura anche nei piccoli centri. Leggi tutto…

DEL SANTO UFFIZIO IN SICILIA E DELLE SUE CARCERI di Giovanna Fiume (Viella)

Image from LETTERATITUDINE (di Massimo Maugeri)“Del Santo Uffizio in Sicilia e delle sue carceri” di Giovanna Fiume (Viella)

* * *

di Erminia Gallo

È un luogo comune affermare, a proposito di un saggio, che è appassionante come un romanzo, quindi provo a raccogliere gli elementi per dimostrare che nel caso di questo libro è proprio così. È infatti il filo rosso della narrazione ciò che tiene insieme i tanti tasselli che ne formano l’ossatura, tasselli che toccano le discipline più diverse, dal diritto alla medicina, alla religione, all’antropologia ma che contengono sempre una storia, una vicenda concreta, un personaggio che in prima persona parla a noi con la sua voce. In questo modo il libro, frutto di documentazioni rigorose, non si rivolge soltanto a un pubblico specializzato di addetti ai lavori, ma cattura l’interesse del lettore comune e curioso che si trova coinvolto nello svolgimento di vicende in cui micro e macrostoria si intrecciano e la narrazione procede per gradi fornendo ma mano gli indizi che formeranno alla fine un mosaico compiuto o meglio una grande matrioska. Leggi tutto…

#FUORILUOGO 2022

#fuoriluogo: il Festival letterario della Città di Biella
dal 2 al 4 settembre – VIII edizione
#fuoriluogoOFF: 6, 8, 10 e 29 settembre
#fuoriluogoYoung&Kids: 29 e 30 settembre, 1 e 3 ottobre

Tra gli ospiti: Marco Aime, Marco Balzano, Filippo Maria Battaglia, Alessandro Bertante, Leonardo Caffo, Alice Cappagli, Elisa Casseri, Paolo Di Paolo, Micol Flammini, Fabio Geda, Davide Longo, Daniele Mencarelli, Marco Peano, Giulia Pompili, Simone Regazzoni, Luca Scarlini, Nadia Terranova

L’intero programma è scaricabile cliccando qui

Leggi tutto…

Categorie:Eventi Tag:

SERVIRSI di Lillian Fishman (Edizioni E/O): recensione

“Servirsi” di Lillian Fishman (Edizioni E/O – traduzione di Silvia Montis)

* * *

di Domenico Cacopardo

Ho deciso di procurarmi Servirsi dopo avere letto su Tuttolibri un’ampia recensione ha suscitato interesse e curiosità: un tema – la scelta queer (essere sessualmente, etnicamente o socialmente eccentrico rispetto alle definizioni di normalità codificate dalla cultura egemone) – di cui ignoravo i termini e la natura, inconsapevole delle modalità di esprimerla in un romanzo.
Considerato da alcuni critici anglosassoni la Bibbia del movimento -appunto- queer, il lavoro d’esordio di Lillian Fishman non ha alcuna tesi da dimostrare. Seguendo le vie narrative che l’autrice va scoprendo pagina dopo pagina, si occupa dell’esistenza della protagonista, Eve, e del suo giro di amicizie e di frequentazioni. Leggi tutto…

CLASSIFICA: dal 15 al 21 agosto – questa settimana segnaliamo “Il caso Alaska Sanders” di Joël Dicker (La nave di Teseo)

I primi 40 titoli in classifica nella settimana dal 15 al 21 agosto 2022

Questa settimana risegnaliamo: “Il caso Alaska Sanders” di Joël Dicker (La nave di Teseo), libro dell’estate 2022 – ancora stabilmente in vetta

* * *

In prima posizione: “Il caso Alaska Sanders” di Joël Dicker (La nave di Teseo)

In seconda posizione: “It ends with us. Siamo noi a dire basta” di Colleen Hoover (Sperling & Kupfer)

In terza posizione: “Fabbricante di lacrime” di Erin Doom (Magazzini Salani)

* * *

La scheda del libro: “Il caso Alaska Sanders” di Joël Dicker (La nave di Teseo – traduzione di Milena Zemira Ciccimarra)

Aprile 1999. Mount Pleasant, una tranquilla cittadina del New Hampshire, è sconvolta da un omicidio. Il corpo di una giovane donna, Alaska Sanders, viene trovato in riva a un lago. L’inchiesta è rapidamente chiusa, la polizia ottiene la confessione del colpevole, che si uccide subito dopo, e del suo complice. Undici anni più tardi, però, il caso si riapre. Il sergente Perry Gahalowood, che all’epoca si era occupato delle indagini, riceve un’inquietante lettera anonima. E se avesse seguito una falsa pista?
L’aiuto del suo amico scrittore Marcus Goldman, che ha appena ottenuto un enorme successo con il romanzo La verità sul caso Harry Quebert, ispirato dalla loro comune esperienza con un altro crimine, sarà ancora una volta fondamentale per scoprire la verità. Ma c’è un mistero nel mistero: la scomparsa di Harry Quebert. I fantasmi del passato ritornano e, fra di essi, quello di Harry Quebert.

* * *

Posizioni dal n. 1 al n. 10

Pos. Titolo Autore Editore Prezzo Tasc. Note
1 Il caso Alaska Sanders Joël Dicker La nave di Teseo 22,00
2 It ends with us. Siamo noi a dire basta Colleen Hoover Sperling & Kupfer 15,90
3 Fabbricante di lacrime Erin Doom Magazzini Salani 15,90
4 Spatriati Mario Desiati Einaudi 20,00
5 Come uccidono le brave ragazze Holly Jackson Rizzoli 17,00
6 Il rosmarino non capisce l’inverno Matteo Bussola Einaudi 16,50
7 Cambiare l’acqua ai fiori Valérie Perrin E/O 18,00
8 I miei giorni alla libreria Morisaki Satoshi Yagisawa Feltrinelli 16,00
9 Niente di vero Veronica Raimo Einaudi 18,00
10 Let the game begin. Kiss me like you love me. Ediz. italiana. Vol. 1 Kira Shell Sperling & Kupfer 11,00 T

 

Posizioni dal n. 11 al n. 40

Leggi tutto…

PIATTO PER BATTERIA DEDICATO A ELVIS PRESLEY

A proposito di musica e di strumenti musicali: un set di piatti per batteria ispirati al sound di Elvis Presley e del suo “fido” DJ Fontana

Image from LETTERATITUDINE (di Massimo Maugeri)

Intervista a Massimiliano Arrigoni, proprietario della Vulcan Cymbals, un’azienda catanese che produce piatti per batteria

La nuova puntata di“Cielo, la mia musica!”(rubrica tra dischi, libri, film, strumenti musicali, personaggi, capolavori dimenticati, vintage e novità), a cura di Leonardo Lodato, è dedicata alla Vulcan Cymbals e alla sua proposta al mondo dei percussionisti di un set di piatti per batteria ispirati al sound di Elvis Presley e del suo “fido” DJ Fontana

* * *

di Leonardo Lodato

Vi avevamo anticipato che in questo spazio, grazie alla generosità di Letteratitudine e della sua “anima”, l’amico e scrittore Massimo Maugeri, avremmo affrontato ogni aspetto musicale. Persino quello legato agli strumenti e non solo a libri o dischi. E così, con orgoglio, anticipiamo che è proprio un’azienda catanese, la Vulcan Cymbals, a proporre al mondo dei percussionisti un set di piatti per batteria ispirati al sound di Elvis Presley e del suo “fido” DJ Fontana, nomi tornati ultimamente in auge grazie alla pellicola cinematografica formata da Baz Luhrmann, “Elvis”, nella quale un magistrale Tom Hanks interpreta la parte del colonnello Tom Parker, storico manager del Re del Rock’n’Roll. Leggi tutto…

VENTO DI LIBERTÀ di Lelio Bonaccorso (Tunuè)

Vento di libertà - Lelio Bonaccorso - copertina“Vento di libertà” di Lelio Bonaccorso (Tunuè)

* * *

di Eliana Camaioni

È il suo esordio come autore unico: Vento di libertà (Tunuè) rappresenta una svolta nella carriera artistica di Lelio Bonaccorso, l’inizio di un percorso di sceneggiatore oltre che di illustratore. La vicenda narrata è quella di Dina e Clarenza, eroine messinesi che nel 1282 promossero e sostennero la rivolta del Vespro a Messina, resistendo eroicamente assieme alla popolazione ad un assedio di 72 giorni. Non manca poi, fra le pagine, la storia d’amore impossibile fra Dina e Jacques: finzione letteraria che diventa però emblema di quanto sia vero che amor vincit omnia. Lelio Bonaccorso ha scelto ancora una volta una storia che dal particolare si riconnette all’universale, nel rapporto fra oppressori e oppressi, ma con un messaggio di speranza: uniti si vince, anche in disparità numerica e di mezzi, anche di fronte a nemici oggettivamente imponenti. Con una prefazione di Nadia Terranova, che conferma un’idem sentire culturale, e un progetto condiviso di più ampio respiro.

– Lelio autore. Raccontaci la tua giornata di artista
Solitamente disegno fino a sera tardi, notte a volte, e di conseguenza non comincio mai a disegnare prima delle dieci di mattina. Faccio colazione, la mia passeggiata giù al mare, poi torno a casa, controllo email e social, e comincio a disegnare. Pausa per pranzare, poi torno a disegnare fino a sera; nel frattempo, mentre disegno ascolto musica e qualche volta riesco a seguire anche film: ho imparato a fare più cose contemporaneamente, visto che disegno dodici ore al giorno, sennò non avrei più una vita! Lavoro fino alle nove di sera, ma se ho scadenze particolari finisco a notte fonda. Leggi tutto…

L’INTRUSO di Salvo Toscano (Newton Compton)

L'intruso“L’intruso” di Salvo Toscano (Newton Compton): incontro con l’autore e un brano estratto dal romanzo

* * *

Salvo Toscano è giornalista e scrittore. È stato semifinalista al Premio Scerbanenco e finalista al Premio Zocca Giovani. È autore dei romanzi incentrati sulle indagini dei fratelli Corsaro (Ultimo appello, L’enigma Barabba, Sangue del mio sangue, Insoliti sospetti, Una famiglia diabolica, L’uomo sbagliato, La tana del serial killerMemorie di un delitto) e di Falsa testimonianza e Joe Petrosino. Il mistero del cadavere nel barile. È stato tradotto nei Paesi di lingua inglese.

Abbiamo chiesto a Salvo Toscano di raccontarci qualcosa sul suo nuovo romanzo: “L’intruso” (Newton Compton)

 * * *

«Nel mio romanzo “L’intruso” tornano a indagare i due fratelli Corsaro, Roberto e Fabrizio», ha detto Salvo Toscano a Letteratitudine. «Questa volta dovranno allontanarsi dalla loro (e mia) Palermo, raggiungendo una sperduta località nel cuore della Sicilia dove si trova una piccola comunità religiosa che cela più di un mistero. Si chiama la Madonna della Misericordia, è composta da dodici persone che vivono in un borgo isolato, come fuori dal tempo, lavorando e pregando. Leggi tutto…

Valeria Gargiullo vince il PREMIO JOHN FANTE OPERA PRIMA 2022

Mai stati innocenti - Valeria Gargiullo - copertinaValeria Gargiullo vince il Premio John Fante Opera Prima 2022

 * * *

È Valeria Gargiullo con il romanzo “Mai stati innocenti” edito da Salani editore a vincere il Premio John Fante Opera Prima 2022.

La cerimonia di annuncio e di premiazione si è svolta sabato 20 agosto 2022 a Torricella Peligna durante la XVII edizione del Festival John Fante, concluso ieri e diretto da Giovanna Di Lello, alla presenza del Sindaco di Torricella Peligna Carmine Ficca, di Victoria Fante, figlia del grande scrittore, dei membri della Giuria tecnica Maria Ida Gaeta (presidente), Nadia Terranova, Maria Rosaria La Morgia e Mario Cimini, che insieme agli altri giurati Masolino D’Amico e Claudia Durastanti hanno selezionato i quattro libri finalisti di quest’anno: insieme al libro vincitore, “Sarà solo la fine del mondo” di Liv Ferracchiati, Marsilio, “Il giorno in cui diedi fuoco alla mia casa” di Francesca Mattei, Pidgin, Edizioni, “I miei stupidi intenti” di Bernardo Zannoni, Sellerio Editore. Leggi tutto…

FILM FESTIVAL DELLA LESSINIA 2022

FILM FESTIVAL DELLA LESSINIA: da ventotto anni uno sguardo alto sul mondo

Dal 19 al 28 agosto 2022 a Bosco Chiesanuova, sull’altopiano di prati che corona Verona, e online sulla piattaforma MyMovies, ritorna la rassegna cinematografica internazionale dedicata a vita, storia e tradizioni sulle montagne di ogni angolo del mondo

In programma 68 film da 44 Paesi, con 29 anteprime italiane. Tra gli ospiti di questa edizione: il regista e sceneggiatore Michelangelo Frammartino, l’astronauta Luca Parmitano e il regista Pupi Avati.

Nell’ambito della sezione “Parole Alte” Massimo Maugeri, presenterà il suo nuovo romanzo Il sangue della montagna (La Nave di Teseo, 2022)

  * * *

Da ventotto anni il Film Festival della Lessinia (FFDL) racconta la montagna, offrendo uno sguardo “alto” sul Pianeta. Torna dal 19 al 28 agosto 2022 la rassegna cinematografica internazionale dedicata alla vita, alla storia e alle tradizioni sulle terre alte di ogni angolo del mondo. Ricco il programma dei film e degli eventi collaterali per offrire una prospettiva privilegiata dalla quale osservare la realtà, i cambiamenti del clima e, più in generale, della società contemporanea. Con un sempre più forte occhio rivolto verso i temi del green e della sostenibilità che quest’anno sono rimarcati dall’adesione al manifesto e al progetto del Verona Green Movie Land (VGML).

Il mondo approda in Lessinia con il meglio del cinema internazionale dedicato alla montagna: Leggi tutto…

TERMINI BOOK FESTIVAL 2022

TERMINI BOOK FESTIVAL 2022: DAL 2 AL 4 SETTEMBRE TORNA LA TERZA EDIZIONE in via Iannelli, adiacente alla Villa Palmeri, Termini Imerese (PA)

Tra i vari ospiti: Luca Briasco, Catena Fiorello Galeano, Luigi La Rosa, Massimo Maugeri, Roberto Mistretta, François Morlupi, Paolo Roversi, Elvira Seminara, Salvo Toscano

 * * *

Dopo il successo delle prime due edizioni, dal 2 al 4 settembre a Termini Imerese (PA) in via Iannelli, adiacente alla Villa Palmeri, torna il Termini Book Festival 2022: la kermesse letteraria, ideata e diretta dallo scrittore termitano Giorgio Lupo insieme al direttore tecnico Emanuele Zammito del ristorante sociale “Tocca a tia”, che avrà come tema “A chi sogna con le parole”.

«La manifestazione in questi tre anni è cresciuta molto in termini di qualità e di visibilità nazionale. Prova ne è la partnership ufficiale con Giallo Mondadori, con cui da quest’anno collaboriamo per il Premio Termini Book Festival. Solo altri quattro eventi in Italia godono di questo privilegio e ovviamante ne siamo onorati» dichiara Giorgio Lupo.

Gli autori e le autrici ospiti dell’edizione 2022 del Termini Book Festival saranno: Leggi tutto…

NAXOSLEGGE 2022: il tema dei “Corpi” e il dialogo con la Grecia antica e moderna

NAXOSLEGGE 2022: con “Corpi” torna a settembre NaxosLegge, XXII Festival delle Narrazioni, della lettura e del libro

Risultati immagini per naxoslegge letteratitudine

Il tema dei “Corpi” e il dialogo con la Grecia antica e moderna tra teatro, poesia, filosofia, storia e grande letteratura universale

Ospiti: il regista Terzopoulos, gli archeologi Stampolidis e Matthiae, il focus su Pasolini, Pound e il greco Patrikios, recital su “Ulisse” di Joyce nella stazione-museo di Taormina-Giardini e il ritratto di Tròtula, prima donna medico della storia. La vittoria sui corpi con Paola Tricomi e Simona Cascio

La scultura di Stefania Pennacchio immagine guida del festival numero dodici

Tappe a Messine, Catania, Siracusa, Taormina, Augusta, Letojanni e Roccalumera

  * * *

Giardini Naxos (Me), agosto 2022 – Esibiti e condivisi con la community virtuale, i corpi sono l’emblema del paradosso della società contemporanea che, se da un lato esalta e si nutre di socialità e inclusione, dall’altro vive – comunica, si incontra, si scontra, si riconcilia – nell’effimera dimensione dei social, asettica e asensoriale. Leggi tutto…

Categorie:Eventi Tag:

IL SILENZIO DEI GIORNI di Rosa Maria Di Natale vince il premio Parola al femminile

Il Premio speciale “Parola al femminile – Premio Letterario Città di Ceglie Messapica” al romanzo “Il silenzio dei giorni” di Rosa Maria Di Natale (Ianieri edizioni)

[Leggi la nostra recensione de “Il silenzio dei giorni”]

 * * *

“Il silenzio dei giorni” (Ianieri edizioni) della giornalista e scrittrice catanese Rosa Maria Di Natale, ha ricevuto il Premio speciale “Parola al femminile – Premio Letterario Città di Ceglie Messapica”.

La premiazione si è svolta nei giorni scorsi presso il Castello ducale di Ceglie Messapica (BR). “Il silenzio dei giorni” era entrato nella cinquina dei finalisti al premio nazionale. Leggi tutto…

LIBRI NEL BORGO ANTICO 2022

LA XIII EDIZIONE DI LIBRI NEL BORGO ANTICO 2022: a Bisceglie dal 25 al 29 agosto 2022

 * * *

È ormai tutto pronto per la XIII edizione del Festival Letterario Libri nel Borgo Antico. Il Festival letterario promosso dall’Associazione Borgo Antico, si svolgerà a Bisceglie dal 25 al 29 agosto 2022, coinvolgendo centinaia di autori, trenta case editrici locali e non, e appassionati che potranno riscoprire nelle strette vie del borgo biscegliese il piacere per la lettura. Leggi tutto…

BUONA ESTATE 2022

LetteratitudineNews va in pausa per qualche giorno. Vi auguriamo buona prosecuzione di vacanze (per chi è già in vacanza) e buone letture

Buona estate da Letteratitudine

Leggi tutto…

IL GIALLO DEL NANO DELLA STAZIONE di Massimo Lugli (Newotn Compton): incontro con l’autore

Il giallo del nano della stazione - Massimo Lugli - copertina“Il giallo del nano della stazione” di Massimo Lugli (Newton Compton): incontro con l’autore e un brano estratto dal romanzo

* * *

Massimo Lugli si è occupato di cronaca nera come inviato speciale per «la Repubblica» per 40 anni. La Newton Compton ha pubblicato, tra gli altri, La legge di Lupo solitario, L’Istinto del Lupo (finalista al Premio Strega), Nelmondodimezzo. Il romanzo di Mafia capitale, la trilogia Stazione omicidi, Il giallo PasoliniL’ultimo guerriero e Il giallo del nano della stazione. Insieme ad Antonio Del Greco ha scritto Città a mano armata, Il Canaro della Magliana, Quelli cattivi, Il giallo di via Poma, Inferno Capitale e Il baby killer della Banda della Magliana; insieme ad Andrea Frediani, Lo chiamavano Gladiatore.

Il nuovo romanzo di Massimo Lugli si intitola Il giallo del nano della stazione (anche questo edito da Newton Compton).

Abbiamo chiesto all’autore di parlarcene…

 * * *

«Un piccolo uomo bramoso di sesso, affamato d’amore. Un vischioso ménage a tre che è fin troppo facile definire torbido. Un giovane giornalista che affronta un cambiamento radicale nella sua professione. Una storia drammatica destinata, fin dall’inizio, a un epilogo tragico. Leggi tutto…

IL BAMBINO di Massimo Cecchini (Neri Pozza)

Il Bambino - Massimo Cecchini - copertina“Il bambino” di Massimo Cecchini (Neri Pozza)

* * *

di Giovanna Albi

“Oggi chi potrebbe parlare di minorati, di idioti, di deficienti in un mondo interamente deforme?” La citazione da Italo Calvino, La giornata di uno scrutatore, posta ad esergo del bel romanzo di Massimo Cecchini, Il bambino, Neri Pozza 2022, apre uno squarcio sul mondo che andremo a lambire durante la densa e vorace lettura dell’opera.
Si può parlare di deformi, di minorati in questa realtà in cui assistiamo ad una deriva dei valori, in cui i figli uccidono i padri e viceversa, in cui gli uomini fanno fuori le donne e viceversa? E come far fronte alla nascita di un bambino malato, anzi malatissimo, affetto da idrocefalìa, come Angelo Bonaventura?
Se molti, in questo mondo squinternato, rinnegano quella tipologia di figlio, consegnandolo alle strutture apposite, la giovane coppia di genitori dimostra una dedizione commovente e si unisce nella tutela del bambino. Sì, perché il dolore è una medaglia rovesciabile: allontana, divide, corrode, uccide, ma altrettanto unisce, rafforza, cementa i rapporti umani. Leggi tutto…

MUNUZZAGGHI E RATTEDDI di Maria Lucia Riccioli

Munuzzagghi e ratteddi. Poesie sparse in vernacolo siciliano. Con testo a fronte. Ediz. bilingue - Maria Lucia Riccioli - copertina“Munuzzagghi e ratteddi. Poesie sparse in vernacolo siciliano” di Maria Lucia Riccioli (Algra)

* * *

Se nasci ’nta la menti e dintra o’ cori / ’a puisia diventa biddizza eterna: / né tempu né morti chiù la guverna.

di Simona Lo Iacono

Cosa sia la poesia è difficile dirlo, perché essa non affonda la sua bellezza solo nelle parole ma nel mistero. E’ un modo di posare lo sguardo sulla vita, di trasfigurarla, di renderla cruda, vera, eterna.
Dunque, la poesia è una strada di accesso al segreto animo delle cose, alla loro capacità (tutta al rovescio) di dire ciò che non viene detto, e di rendere visibile ciò che è in ombra.
Non si tratta di comunicazione, ma di rivelazione.
E’ poeta colui che con le parole sa scavarsi questo andito, questo ingresso doloroso e parco, temibile più della realtà.
Così è per la poesia di Maria Lucia Riccioli che, con la sua ultima silloge in vernacolo – edita da Algra editore – “Munuzzagghi e ratteddi” (ossia cose mescolate, ripescate, scartate), riesce a consegnare al lettore un canto colmo di assonanze, di accessi dimenticati al trascendente, di commoventi colloqui con l’invisibile. Leggi tutto…

AVAMPOSTO: una nuova rivista letteraria

Avamposto. I luoghi dell’Altro: il felice debutto di una rivista letteraria
 * * *

di Carlo di Francescantonio

Si scrivono versi come andando incontro all’urto in una stanza buia, dal Congedo al volume di Giuseppe Todisco.

Con la scelta autarchica e indipendente di non appoggiarsi a nessuna casa editrice, a maggio di quest’anno ha fatto il suo debutto in cartaceo la rivista letteraria Avamposto. A poco più di un anno e mezzo dall’apertura del sito web, l’urgenza di un’estensione con il compito appassionato di monitorare e segnalare il panorama critico della poesia italiana e internazionale è diventato una felice e interessante realtà. Questo lavoro di ricerca e proposta ha origine dalla cura e dall’attenzione per la poesia che muove i direttori della rivista Sergio Bertolino e Giuseppe Todisco (ritratti nelle foto in basso, n.d.r.), entrambi anche poeti, verso un discorso che si fa attenta critica letteraria. Come viene sottolineato dallo stesso Sergio Bertolino nella necessaria Premessa al volume: la poesia è un’esperienza del linguaggio. Non si fa – accade. Non è un’abilità, non è controllabile, nessuno la possiede. Al massimo la si sfiora. Come suggerisce Celan, è un incontro, il più delle volte inatteso.

Leggi tutto…

IL CASO ALASKA SANDERS di Joël Dicker (La nave di Teseo)

“Il caso Alaska Sanders” di Joël Dicker (La nave di Teseo – traduzione di Milena Zemira Ciccimarra)

* * *

di Domenico Cacopardo

Il sospetto aveva animato la mia mano, quando ho iniziato a leggere «Il caso di Alaska Sanders». Infatti, il penultimo libro di Dicker, L’enigma della camera 622 (2020), non mi era piaciuto. Mi era sembrato che mancasse di ciò che costituisce la specialità dello scrittore svizzero: una permanente tensione narrativa che rende la sua opera monopolista delle ore libere del lettore. Un coinvolgimento totale, che supera le complessità delle trame, non sempre intellegibili.
Con «Il caso Alaska Sanders», torna pienamente in ballo il Dicker de «La verità sul caso Harry Quebert» o de «Il libro dei Baltimore», con la novità di una sua totale presenza – con se stesso e con le sue opere precedenti in specie queste due citate – nel tessuto narrativo. Una vera e propria ibridazione tra invenzione narrativa e realtà narrata. Leggi tutto…

IL PRIMO PEZZO NON SI SCORDA MAI di Ippolita Luzzo (Città del Sole Edizioni)

Il primo pezzo non si scorda mai. 10 anni di Regno della Litweb - Ippolita Luzzo - copertina“Il primo pezzo non si scorda mai. 10 anni di Regno della Litweb” di Ippolita Luzzo (Città del Sole Edizioni)

Il nuovo libro di Ippolita Luzzo per celebrare il decennale della nascita del suo Regno della Litweb

 * * *

“A leggere Ippolita Luzzo ci si diverte”, scrive nella prefazione lo scrittore e critico letterario Giuseppe Giglio. “Propriamente, ci si diverte: svicolando tra gli uomini e le cose che dalle sue pagine – con vivida naturalezza – si animano. Per il brio, la leggerezza, la gioia dello scrivere di Ippolita: anche quando lei racconta di libri impegnativi, che inquietano, che spiazzano. Perché Ippolita è un folletto, un arioso, ariostesco folletto di incontenibile curiosità. Leggi tutto…

CLASSIFICA: dal 18 al 24 luglio – questa settimana segnaliamo “Delitti a Fleat House” di Lucinda Riley (Giunti)

I primi 40 titoli in classifica nella settimana dal 18 al 24 luglio 2022

Questa settimana segnaliamo: “Delitti a Fleat House” di Lucinda Riley (Giunti – Traduttore: Leonardo Taiuti)

* * *

In prima posizione: “Spatriati” di Mario Desiati (Einaudi)

In seconda posizione: “Il caso Alaska Sanders” di Joël Dicker (La nave di Teseo)

In terza posizione: “It ends with us. Siamo noi a dire basta” di Colleen Hoover (Sperling & Kupfer)

* * *

La scheda del libro: “Delitti a Fleat House” di Lucinda Riley (Giunti – Traduttore: Leonardo Taiuti)

L’improvvisa morte di Charlie Cavendish, nell’austero dormitorio di Fleat House, è un evento scioccante che il preside è subito propenso a liquidare come un tragico incidente. Ma la polizia non può escludere che si tratti di un crimine e il caso richiede il ritorno in servizio dell’ispettore Jazmine “Jazz” Hunter. Jazz ha le sue ragioni per aver abbandonato la carriera nella polizia di Londra e accetta con riluttanza di occuparsi dell’indagine come favore al suo vecchio capo. Quando uno dei professori viene trovato morto e poco dopo un alunno scompare, è chiaro che la vicenda sia molto più complicata di quanto potesse sembrare all’inizio. Intrighi familiari, tradimenti e vendette: sono tanti i segreti racchiusi nelle mura di Fleat House e alcuni attendono di venire alla luce da tempo.

* * *

Posizioni dal n. 1 al n. 10

Pos. Titolo Autore Editore Prezzo Tasc. Note
1 Spatriati Mario Desiati Einaudi 20,00
2 Il caso Alaska Sanders Joël Dicker La nave di Teseo 22,00
3 It ends with us. Siamo noi a dire basta Colleen Hoover Sperling & Kupfer 15,90
4 Fabbricante di lacrime Erin Doom Magazzini Salani 15,90
5 Demon slayer. Kimetsu no yaiba. Limited edition. Con 16 postcard. Vol. 20 Koyoharu Gotouge Star Comics 8,90
6 Noi due come in un sogno Nicholas Sparks Sperling & Kupfer 19,90
7 Il rosmarino non capisce l’inverno Matteo Bussola Einaudi 16,50
8 Demon slayer. Kimetsu no yaiba. Vol. 20 Koyoharu Gotouge Star Comics 4,50
9 Niente di vero Veronica Raimo Einaudi 18,00
10 I miei giorni alla libreria Morisaki Satoshi Yagisawa Feltrinelli 16,00

 

Posizioni dal n. 11 al n. 40

Leggi tutto…

Pescasseroli Legge 2022

pescasseroli leggeTORNA PESCASSEROLI LEGGE, LA RASSEGNA DI LIBRI DIRETTA DA DACIA MARAINI e ORGANIZZATA DA FIORELLA GRAZIANI. NEL 2022 UNA QUARTA EDIZIONE DI GRANDI AUTRICI E AUTORI

Pescasseroli Legge – 4/ 12 agosto 2022

 * * *

Sarà un’estate ricca di idee, a Pescasseroli, di scambio tra autrici, autori e i loro appassionati lettori, con uno sguardo attento su alcune novità significative della letteratura e della saggistica. La quarta edizione di “Pescasseroli legge” sarà un antidoto all’isolamento dei nostri pensieri, un fertile dialogo tra le scrittrici e gli scrittori invitati e un pubblico che ama la lettura o vuole imparare ad amarla.Tutte le presentazioni si svolgeranno in Piazza Umberto I, avranno inizio alle 18:15 e vedranno la partecipazione della direttrice artistica Dacia Maraini che così presenta la nuova edizione: “Anche quest’anno Pescasseroli si accinge a presentare alcuni dei libri più significativi pubblicati fra il 2021 e il 2022 e a incontrarne gli autori. Dopo due anni di restrizioni che hanno ridotto l’ incontro vivo fra le persone, è bello vedere una piazza riempirsi di  lettori attenti che vogliono ascoltare le parole degli autori invitati. Sentire il respiro di una piazza in ascolto, in un piccolo centro di montagna dalle grandi aspirazioni, di fronte e accanto ai suoi nuovi amministratori, a cui facciamo i nostri auguri, dà sicurezza e fiducia. Solo ragionando insieme si crea un futuro comune, una progettualità basata sullo scambio di emozioni etiche ed estetiche”. Leggi tutto…

FIERA DEL LIBRO DI ARGONAUTILUS 2022

Fiera del Libro di Argonautilus –  VII edizione “La Meraviglia” – Dal 29 settembre al 4 ottobre 2022

Iglesias, Portoscuso, Gonnesa, Domusnovas, Musei e Villamassargia

 * * *

Dal 29 settembre al 4 ottobre 2022 nel centro storico dei Comuni Partner ritorna anche quest’anno la Fiera del Libro di Argonautilus che nella sua settima edizione presenta sei giorni di incontri con gli autori, dibattiti, tavoli tematici, percorsi di formazione professionale, e un ampio spazio ai laboratori per i bambini. Gli eventi si svolgeranno a Iglesias, Portoscuso, Gonnesa, Domusnovas, Musei e Villamassargia.

Il tema dell’edizione 2022 è LA MERAVIGLIA. Ma è ancora possibile meravigliarsi sui libri? La settima edizione della Fiera del Libro di Argonautilus vuole rispondere concretamente a questa domanda attraverso la passione degli organizzatori al servizio del territorio al quale si è radicata con il desiderio di continuare ad alimentare entusiasmi culturali. Leggi tutto…

PREMIO ELMO 2022: si è svolta la decima edizione

https://64.media.tumblr.com/211214aed15e36c7101f03b2d5b0a37b/c4ab5f2155da9e9b-a7/s1280x1920/c69bc07bffd5445acce51cd198589e60e6c9f88a.jpgPREMIO ELMO 2022: RIZZICONI AL CENTRO DI STORIE DI STRAORDINARIA CULTURA

Il premio Elmo, alla sua decima edizione, organizzato dall’ associazione Piazza Dalì a Rizziconi, si conferma un appuntamento culturale di alto profilo.

 * * *

Un evento capace di convogliare nella stessa sede nomi prestigiosi di quella Calabria che ha voglia di crescere e di farsi notare per la propria ricerca artistica, la scrittura, il giornalismo; per l’ associazionismo di prossimità e per il valore universale della musica, per i colori e l’ incanto della moda, per le competenze e «la voglia di un presente e di un futuro in linea con lo sguardo e con i luoghi e non trascura l’attenzione alle relazioni umane – ha detto Giammarco Pulimeni, Presidente dell’ Associazione Piazza Dalì, nel suo saluto iniziale – ».
«La cerimonia di conferimento del Premio Elmo è l’appuntamento che porta in piazza un lavoro ben più lungo e costante, -continua Pulimeni- il nostro punto di forza, è la capacità di fare rete, di tessere legami e sodalizi culturali che vanno oltre quello che prende vita su questa scalinata». Leggi tutto…

NESSUN DORMA di Eliana Camaioni (Algra)

Nessun dorma - Eliana Camaioni - copertina“Nessun dorma” di Eliana Camaioni (Algra)

* * *

di Domenico Cacopardo

Studiosa delle civiltà antiche e dei loro misteri, Eliana Camaioni, messinese, dopo varie esperienze letterarie, tra le quali va ricordata la sceneggiatura teatrale Caffè macchiato, si presenta al pubblico con un romanzo ampio e complesso, leggibile e rileggibile.
Protagonista Messina – ahimè abbandonata addirittura nel 1947, ma tuttavia amata e sino a un certo punto assiduamente frequentata – la mia città, nel cui passato è insediato il mistero intorno al quale si spendono i protagonisti Alianna e Marco. Essi, con un sapido gioco narrativo, si alternano nel racconto, in presa diretta, della vicenda. Un modo per porgere al lettore non tanto due visioni di quanto sta loro accadendo quanto per mettere in evidenza le loro personalità, sistematicamente confliggenti, ma segnate da un fil rouge che risale alla prima gioventù e che, peraltro, non si è mai veramente rotto.
La vicenda inizia in modo curioso: Alianna, dirigente nel Museo regionale di Messina, viene chiamata da un notaio veneziano che la informa di una inattesa, ricchissima eredità di cui è fortunata destinataria e la convoca immediatamente nella città lagunare per partecipare all’apertura del documento. Leggi tutto…

MAGELLANO E IL TESORO DELLE MOLUCCHE di Gianluca Barbera (Rizzoli): incontro con l’autore

Magellano e il tesoro delle Molucche - Gianluca Barbera - copertina“Magellano e il tesoro delle Molucche” di Gianluca Barbera (Rizzoli): incontro con l’autore e un brano estratto dal romanzo

* * *

Gianluca Barbera è nato a Reggio Emilia nel 1965 e vive tra Siena e Firenze. Ha lavorato per anni in campo editoriale e ha pubblicato racconti su riviste e antologie oltre a numerosi romanzi, vincitori di prestigiosi premi e tradotti all’estero. Tra i tanti ricordiamo Magellano (2018) e Marco Polo (2019), entrambi editi da Castelvecchi, Il viaggio dei viaggi (2020) e Mediterraneo (2021) usciti con Solferino, e L’ultima notte di Raul Gardini (2022) edito da Chiarelettere.

Il nuovo romanzo di Gianluca Barbera (edito da Rizzoli) si intitola Magellano e il tesoro delle Molucche

Abbiamo chiesto all’autore di parlarcene…

* * *

«Ci sono storie, personaggi che aspettano solo di essere raccontati», ha detto Gianluca Barbera a Letteratitudine. «Magellano è uno di questi. La sua è una storia che non si esaurisce mai.
Raccontando la sua avventura ho liberato tutta la mia fantasia, come in un romanzo per adulti non mi sarei mai sognato di fare.
Quando si scrive per i ragazzi si può essere più sinceri (anche se di questo non sono poi così sicuro), di certo meno accorti, più liberi di abbassare la guardia, più liberi in generale. Leggi tutto…

CAPALBIO LIBRI 2022

Capalbio libri 2022 – XVI edizione: dall’1 al 7 agosto all’Anfiteatro del Leccio

https://i0.wp.com/www.capalbiolibri.it/wp-content/uploads/2022/07/CL22-illo-stampa-2048x915.png

Tra gli ospiti Loredana Lipperini, Marco Varvello, Luca Di Biase, Giovanni Bocco, Luigi Contu, Fabrizio Roncone, Filippo Ceccarelli, Mimma Gaspari Golino, Monsignor Vincenzo Paglia, Veronica Raimo, Sergio Rizzo, Silvia Sciorilli Borrelli
L’intero programma è disponibile qui
Leggi tutto…
Categorie:Eventi Tag:

Simona Lo Iacono con “La tigre di Noto” vince il Premio Letterario Città di Erice 2022

Premio Letterario Città di Erice 2022: vince Simona Lo Iacono con “La tigre di Noto” (Neri Pozza)

Per la seconda volta, la scrittrice siracusana Simona Lo Iacono vince il Premio Letterario Città di Erice

 * * *

Si è conclusa la fase finale del Premio Letterario Città di Erice, organizzato per il quarto anno consecutivo dall’Associazione Salvare Erice e da quest’anno con la Fondazione Erice Arte, con il patrocinio del Comune di Erice. Il libro vincitore dell’edizione 2022 è risultato La tigre di Noto di Simona Lo Iacono (Neri Pozza). Gli altri libri finalisti sono Oliva Denaro di Viola Ardone (Einaudi) e Il sangue della Montagna di Massimo Maugeri (La nave di Teseo). Leggi tutto…

FERROVIE DEL MESSICO di Gian Marco Griffi (Laurana Editore): incontro con l’autore

Ferrovie del Messico - Gian Marco Griffi - copertina“Ferrovie del Messico” di Gian Marco Griffi (Laurana Editore): incontro con l’autore e un brano estratto dal romanzo

* * *

Gian Marco Griffi vive a Asti. Ha pubblicato: Più segreti degli angeli sono i suicidi, Bookabook 2017; Inciampi, Arkadia 2019.

Ferrovie del Messico è il suo nuovo romanzo (pubblicato da Laurana Editore).

Abbiamo chiesto all’autore di parlarcene…

* * *

“Ferrovie del Messico nasce da tre suggestioni”, ha detto Gian Marco Griffi a Letteratitudine.

“La prima: una piccola storia in cui un’anziana signora di nome Tilde si fa leggere ad alta voce dal figlio le cartoline che un uomo (conosciuto quando entrambi erano giovani) le ha scritto nel corso di cinquant’anni: sono cartoline inviate da diverse località della Svizzera, della Francia, del Messico e dell’Argentina. Una storia minima, nella quale emergono pochi dettagli della vita dell’uomo, ma sono sufficienti a generare in Tilde sconvolgimenti emotivi impensabili. Leggi tutto…

JOHN FANTE FESTIVAL 2022

Torna il John Fante Festival XVII edizione – Dal 18 al 21 agosto 2022 – Torricella Peligna (CH)

JOHN FANTE FESTIVAL “Il dio di mio padre” XVII EDIZIONE – 18 agosto Anteprima // 19-20-21 agosto 2022 // Torricella Peligna

* * *

Dal 18 al 21 agosto 2022 nel borgo di Torricella Peligna (provincia di Chieti, Abruzzo) torna il JOHN FANTE FESTIVAL “Il dio di mio padre”, diretto da Giovanna Di Lello e giunto alla sua XVII edizione.
La manifestazione, fin dalla prima edizione, è organizzata dal Comune di Torricella Peligna per ricordare e omaggiare lo scrittore americano John Fante (1909-1983), il cui padre Nicola era un muratore originario proprio di questo piccolo paese abruzzese. Leggi tutto…

Categorie:Eventi Tag:

MARE MOSSO di Francesco Musolino (Edizioni E/O): incontro con l’autore

“Mare mosso” di Francesco Musolino (Edizioni E/O): incontro con l’autore e un brano estratto dal romanzo

* * *

Francesco Musolino (Messina, 1981) è giornalista culturale e scrittore. Collabora con diverse testate nazionali, fra cui Il Messaggero, L’Espresso, Specchio e La Repubblica. Nel 2019 ha esordito con il romanzo L’attimo prima (Rizzoli, 2019), seguito dal saggio Le incredibili curiosità della Sicilia (Newton Compton, 2019). Ideatore del no profit @Stoleggendo, membro del collettivo Piccoli Maestri, conduttore televisivo e docente di scrittura creativa, nel 2021 è stato membro della giuria del Premio Mondello.

Il nuovo libro di Francesco Musolino si intitola Mare mosso, ed è pubblicato dalle Edizioni E/O.

Abbiamo chiesto all’autore di parlarcene…

* * *

«La notte della vigilia del 1981, un telefono squilla a Cagliari. E un uomo risponde dall’altro capo del filo», racconta Francesco Musolino a Letteratitudine. «C’è una nave cargo in avaria a largo del Mar di Sardegna, ha la stiva carica di pesce congelato per un valore di svariate centinaia di milioni di lire e l’equipaggio è stato già tratto in salvo con un elicottero. Quello scafo batte una bandiera del Sudamerica ma nella sua pancia di acciaio c’è un segreto pericoloso. Questa è una storia vera, almeno in parte… ma la vera domanda è: perché quell’uomo è tutto solo? Cosa l’ha condotto sino a Cagliari? Leggi tutto…

I vincitori del Premio Nazionale Teatrale “Angelo Musco” 2022

I vincitori del XVI Premio Nazionale Teatrale “Angelo Musco” diretto da Mimì Scalia

Premio Carriera all’attore David Coco. Premio Cultura alla scrittrice Elvira Seminara. Premio Regia a Giuseppe Oriti

 * * *

Milo – Al Teatro Comunale Lucio Dalla di Milo, in un clima effervescente e molto partecipato, si è svolta “Milo Premia il Teatro”, cerimonia conclusiva del XVI Premio Nazionale Teatrale “Angelo Musco” diretto artisticamente da Mimì Scalia, organizzato dal Comune di Milo (Ct), dalla Regione Sicilia (Assessorato ai Beni Culturali e Identità Siciliana), dalla Presidenza dell’ARS e dall’Associazione Culturale Filocomica Sant’Andrea di Milo in collaborazione con ArchiDrama di Alfio Zappalà.

“Una serata emozionante e indimenticabile di alto spessore culturale – dichiara Mimì Scalia, Direttore artistico del Premio Nazionale Teatrale “Angelo Musco” all’unisono con il Sindaco di Milo, Alfio Cosentino -, che non ha trascurato un omaggio al nostro indimenticabile Franco Battiato in un perfetto connubio voce e musica a cura di Mario Incudine col quale ho condotto la cerimonia. Bellissima da quest’anno la presenza della prestigiosa giuria tecnica come della collaborazione con ArchiDrama di Alfio Zappalà. Straordinario il pubblico che, di anno in anno, ci inorgoglisce e riempie di senso il nostro lavoro all’insegna dell’amore per il teatro”.  Leggi tutto…

Categorie:Teatro Tag:

Viareggio-Rèpaci 2022: il Premio per la Saggistica a Silvia Ronchey

imageViareggio-Rèpaci 2022: SILVIA RONCHEY vince il PREMIO PER LA SAGGISTICA

* * *

Viareggio, 22 luglio. La Giuria del Premio Letterario Viareggio-Rèpaci 93esima edizione presieduta dal giornalista, saggista e storico Paolo Mieli, annuncia l’assegnazione del Premio per la Saggistica a Silvia Ronchey con il suo “L’ultima immagine” edito da Rizzoli Libri. Il premio le verrà consegnato nel corso della serata finale domenica 31 luglio 2022 in piazza Maria Luisa a Viareggio.

Enrico Terrinoni con “Su tutti i vivi e i morti. Joyce a Roma” edito da Feltrinelli e Vincenzo Trione con “Artivismo edito da Einaudi riceveranno il riconoscimento “Giuria-Viareggio”.

La Giuria tornerà a riunirsi in occasione della serata finale proclamando Il vincitore per la Narrativa. Leggi tutto…

Grande successo per LETTERATURE Festival Internazionale di Roma 2022

Concluso ieri “LETTERATURE Festival Internazionale di Roma” 2022, XXI edizione dal titolo Tempo nostro – Stadio Palatino, Roma

* * *

Roma, 22 luglio 2022 – Si è conclusa ieri, nella suggestiva cornice dello Stadio Palatino, la ventunesima edizione di LETTERATURE – Festival Internazionale di Roma, storica manifestazione della Capitale nell’ambito dell’Estate Romana 2022.

La ventunesima edizione di LETTERATURE – Festival Internazionale di Roma ha visto fondersi, in un dialogo tra le diverse arti espressive, la letteratura dei grandi scrittori di fama nazionale e internazionale, con la musica live e autorale, la danza e i giochi di luce, grazie al concept e alla curatela di Simona Cives e alla regia e al coordinamento artistico di Fabrizio Arcuri. Leggi tutto…

Categorie:Eventi

Addio a Luca Serianni

Ci lascia Luca Serianni: il 18 luglio 2022 era stato investito da un’automobile a Ostia mentre attraversava sulle strisce pedonali, per essere poi ricoverato in coma irreversibile presso l’ospedale San Camillo di Roma

Morto il linguista Serianni, era in gravi condizioni dopo essere stato investito da un'auto

L’intervento di Andrea Riccardi, presidente della Società Dante Alighieri

* * *

Luca Serianni (Roma, 30 ottobre 1947 – Roma, 21 luglio 2022) è stato un linguista, filologo e accademico italiano.

Allievo di Arrigo Castellani, si è laureato in lettere nel 1970. Professore emerito di linguistica italiana (settore scientifico-disciplinare L-FIL-LET/12) presso l’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”,ha condotto indagini su vari periodi e aspetti della storia della lingua italiana, dal Medioevo in poi.

È stato autore di una fortunata grammatica. Con Maurizio Trifone ha curato, a partire dal 2004, il Devoto-Oli. Vocabolario della lingua italiana, opera di cui, dall’edizione del 2017, fu coautore. Con Pietro Trifone ha curato una Storia della lingua italiana in tre volumi. Leggi tutto…

CLASSIFICA: dall’11 al 17 luglio – questa settimana segnaliamo “Spatriati” di Mario Desiati (Einaudi)

Spatriati - Mario Desiati - copertinaI primi 40 titoli in classifica nella settimana dall’11 al 17 luglio 2022

Questa settimana segnaliamo: “Spatriati” di Mario Desiati (Einaudi)

[Clicca sullo speciale di Letteratitudine dedicato a “Spatriati”, con l’intervento in esclusiva di Mario Desiati]

* * *

In prima posizione: “Spatriati” di Mario Desiati (Einaudi)

In seconda posizione: “Il caso Alaska Sanders” di Joël Dicker (La nave di Teseo)

In terza posizione: “It ends with us. Siamo noi a dire basta” di Colleen Hoover (Sperling & Kupfer)

* * *

La scheda del libro: “Spatriati” di Mario Desiati (Einaudi)

Claudia è solitaria ma sicura di sé, stravagante, si veste da uomo. Francesco è acceso e frenato da una fede dogmatica e al tempo stesso incerta. Lei lo provoca: lo sai che tua madre e mio padre sono amanti? Ma negli occhi di quel ragazzo remissivo intravede una scintilla in cui si riconosce. Da quel momento non si lasciano piú. A Claudia però la provincia sta stretta, fugge appena può, prima Londra, poi Mi-lano e infine Berlino, la capitale europea della trasgressione; Francesco resta fermo e scava dentro di sé. Diventano adulti insieme, in un gioco simbiotico di allontanamento e rincorsa, in cui finiscono sempre per ritrovarsi. Mario Desiati mette in scena le mille complessità di una generazione irregolare, fluida, sradicata: la sua. Quella di chi oggi ha quarant’anni e non ha avuto paura di cercare lontano da casa il proprio posto nel mondo, di chi si è sentito davvero un cittadino d’Europa. Con una scrittura poetica ma urticante, capace di grande tenerezza, dopo Candore torna a raccontare le mille forme che può assumere il desiderio quando viene lasciato libero di manifestarsi. Senza timore di toccare le corde del romanticismo, senza pudore nell’indagare i dettagli piú ruvidi dell’istinto e dei corpi, interroga il sesso e lo rivela per quello che è: una delle tante posture inventate dagli esseri umani per cercare di essere felici.

* * *

Posizioni dal n. 1 al n. 10

Pos. Titolo Autore Editore Prezzo Tasc. Note
1 Spatriati Mario Desiati Einaudi 20,00
2 Il caso Alaska Sanders Joël Dicker La nave di Teseo 22,00
3 It ends with us. Siamo noi a dire basta Colleen Hoover Sperling & Kupfer 15,90
4 Fabbricante di lacrime Erin Doom Magazzini Salani 15,90
5 Il rosmarino non capisce l’inverno Matteo Bussola Einaudi 16,50
6 Una notte in giallo Roberto Alajmo; Andrej Longo; Marco Malvaldi Sellerio Editore Palermo 16,00
7 Noi due come in un sogno Nicholas Sparks Sperling & Kupfer 19,90
8 Niente di vero Veronica Raimo Einaudi 18,00
9 I miei giorni alla libreria Morisaki Satoshi Yagisawa Feltrinelli 16,00
10 Rancore Gianrico Carofiglio Einaudi 18,50

 

Posizioni dal n. 11 al n. 40

Leggi tutto…

IL DISTRUTTORE DI SOGNI di Maria Sole Abate (La nave di Teseo): incontro con l’autrice

Il distruttore di sogni“Il distruttore di sogni” di Maria Sole Abate (La nave di Teseo): incontro con l’autrice e un brano estratto dal romanzo

* * *

Maria Sole Abate è nata a Milano. Ha curato la traduzione italiana della celebre “Paris Review” per Fandango Libri, nonché il volume Pronti per Einaudi. Antologia di narrativa di tendenza (2007). Ha scritto Il culto del peyote. Storia del movimento di liberazione degli indiani nordamericani (2002).

Il distruttore di sogni“, edito da La nave di Teseo, è il suo primo romanzo.

Abbiamo chiesto all’autrice di parlarcene…

* * *

«Il Distruttore di sogni nasce nella mia mente molti anni fa», ha detto Maria Sole Abate a Letteratitudine, «non saprei nemmeno dire quando con esattezza, sicuramente prima della nascita di mia figlia. Ero ossessionata dall’immagine di una donna che non ero io, ma che avrei voluto essere io. Una donna che voleva uscire da un amore malato, una donna che da vittima diventa carnefice, o così crede. Leggi tutto…

PREMIO ELMO 2022

https://64.media.tumblr.com/211214aed15e36c7101f03b2d5b0a37b/c4ab5f2155da9e9b-a7/s1280x1920/c69bc07bffd5445acce51cd198589e60e6c9f88a.jpgPREMIO ELMO 2022. STORIE DI ORDINARIA CULTURA: LO SGUARDO E I LUOGHI.

I vincitori dell’edizione 2022 del Premio Elmo

 * * *

Associazione Piazza Dalì e Premio Elmo, un binomio che da dieci anni a Rizziconi, nel cuore della città metropolitana di Reggio Calabria, è sinonimo di estate, serata di gala e volti noti che rappresentano un’eccellenza del mondo della moda, del giornalismo, dell’ associazionismo e dell’arte.

Il prossimo martedì 26 luglio 2022 ore 21 il sagrato e la scalinata della Chiesa matrice di Rizziconi saranno il palcoscenico di questa decima edizione che ha come tema: lo sguardo e i luoghi, che sarà presentato dalla giornalista Alessandra Giulivo. Leggi tutto…

PAOLO BORSELLINO, anno 2022 (per non dimenticare)

PAOLO BORSELLINO (Palermo, 19 gennaio 1940 – Palermo, 19 luglio 1992)

Leggi tutto…

STORIA DEL FIGLIO di Marie-Hélène Lafon (Fazi editore)

“Storia del figlio” di Marie-Hélène Lafon (Fazi editore, 2022 – Traduzione di Antonella Conti)

 * * *

di Daniela Pellegrino

Frammenti di una narrazione che attraversano un arco temporale lungo cento anni. Si legge in un soffio il romanzo della scrittrice francese Marie-Hélène Lafon dal titolo Storia del figlio, pubblicato da Fazi editore per la collana Le strade e tradotto da Antonella Conti. Il libro, vincitore del premio Renaudot, racconta le vicende di André, di sua mamma Hélène, ovvero la zia che l’ha cresciuto, di sua madre Gabrielle, colei che l’ha messo al mondo e con la quale trascorre appena quattro settimane all’anno per i primi diciassette anni della sua vita e di un padre sconosciuto. Ogni capitolo del romanzo è il racconto di un nuovo giorno, un nuovo mese e un nuovo anno, in un singhiozzo di epoche che offrono al lettore dettagli e situazioni per ricostruire la storia del protagonista, saltando da un periodo all’altro. Il 25 aprile del 1908 è la data che apre il romanzo, che inizia con un drammatico incidente domestico, destinato a ritornare anche nei capitoli successivi così come fanno i ricordi brutti, le persone che non ci sono più, le tragedie che ti segnano per sempre. Da lì è un susseguirsi di personaggi presenti e assenti nella vita del protagonista, che scava tra segreti, bugie, relazioni per ricostruire la sua storia e il lettore con lui. Leggi tutto…

EDIPO RE di Robert Carsen

Edipo Re È un Edipo Re di alto livello quello portato in scena al teatro greco di Siracusa dall’Istituto Nazionale del Dramma Antico.

Il regista canadese Robert Carsen legge sapientemente il testo di Sofocle, consegnando al pubblico uno spettacolo emozionante e di grande rigore

 * * *

di Lorenzo Calafiore

Il coro, numerosissimo, entra in scena lentamente, alla spicciolata, muovendo passi solenni sul terreno polveroso e fumante della città contaminata. Ogni coreuta reca tra le braccia un cadavere, una semplice veste nera afflosciata, anonima. Le vittime della pestilenza e della carestia che si sono abbattute su Tebe vengono ammucchiate al centro del palco; la morte, di cui sembra quasi di sentire il lezzo, domina la scena iniziale e gli attori indossano una mascherina, ad istituire un richiamo evidente all’attualità.
È un Edipo Re di alto livello quello portato in scena al teatro greco di Siracusa dall’Istituto Nazionale del Dramma Antico. Il regista canadese Robert Carsen legge sapientemente il testo di Sofocle, consegnando al pubblico uno spettacolo emozionante e di grande rigore. Essenziale ma monumentale è la scenografia, costituita da un grande scalone monocromo, sineddoche minimalista del palazzo reale di Tebe ed efficace elemento di transizione con lo spazio extrascenico. Leggi tutto…

DELITTI ALL’IMBRUNIRE di Letizia Triches (Newton Compton): incontro con l’autrice

undefined“Delitti all’imbrunire” di Letizia Triches (Newton Compton): incontro con l’autrice: incontro con l’autrice e un brano estratto dal libro

* * *

Letizia Triches è nata e vive a Roma. Docente e storica dell’arte, ha pubblicato numerosi saggi sulle riviste «Prometeo» e «Cahiers d’art». Autrice di vari racconti e romanzi di genere giallo-noir, ha vinto la prima edizione del Premio Chiara, sezione inediti, ed è stata semifinalista al Premio Scerbanenco. La Newton Compton ha pubblicato Il giallo di Ponte Vecchio, Quel brutto delitto di Campo de’ Fiori, I delitti della laguna e Giallo all’ombra del vulcano, che hanno tutti come protagonista il restauratore fiorentino Giuliano Neri; Delitto a Villa Fedora, Omicidio a regola d’arte e Delitti all’imbrunire, incentrati sulle indagini del commissario Chantal Chiusano.

Il nuovo libro di Letizia Triches si intitola Delitti all’imbrunire, anche questo edito da Newton Compton.

Abbiamo chiesto all’autrice di parlarcene… e lei lo ha fatto rivolgendosi al suo personaggio letterario…

* * *

Quando l’immagine di qualcuno che conosco comincia a incalzarmi, non riesco a sottrarmi al richiamo della memoria. Tu hai rifiutato di eclissarti nel limbo dell’oblio e io ho dovuto incontrarti di nuovo. In fondo mi stavi aspettando.
Sei un commissario di polizia della Squadra Mobile di Roma, sei sulla cinquantina, hai qualche chilo di troppo, hai morbidi capelli biondi, limpidi occhi da nordica e un gusto terribile per le scarpe, che scegli sempre con tacchi troppo alti. Ti piacciono così, perché nutri la segreta speranza che slancino la tua piccola figura di donna formosa. A parte un’attrazione irresistibile per la buona tavola, qualche spritz di tanto in tanto e il fumo di sigarette francesi, non hai vizi particolari. Leggi tutto…

IL GIORNALINO DI GIAN BURRASCA

Il giornalino di Gian Burrasca - Vamba - copertina“Il giornalino di Gian Burrasca”. Vamba originale 1907, varie edizioni

* * *

di Helena Molinari

Non avrei mai immaginato che rileggendo il libro verde pisello avrei trovato qualcosa di così riconducibile al cielo come alla terra.
Eppure così è stato.

E’ il ben noto diario di Giannino, irriverente tanto quanto Giannino; bislacco come bislacchi sono i personaggi molti della storia.
Eppure ad ogni data c’è quasi una chiusa. Ogni data è un racconto schiuso.
Che a tutto c’è una spiegazione come per gli occhi di Flora, la bambola di Maria, che quando è rotta stanno aperti, quando la si mette a giacere si chiudono.
Che se si guasta qualcosa poi la si aggiusta e un rimedio lo si trova. Leggi tutto…

CLASSIFICA: dal 4 al 10 luglio – questa settimana segnaliamo “La coscienza di Montalbano” di Andrea Camilleri (Sellerio)

La coscienza di Montalbano - BookrepublicI primi 40 titoli in classifica nella settimana dal 4 al 10 luglio 2022

Questa settimana segnaliamo: “La coscienza di Montalbano” di Andrea Camilleri (Sellerio)

* * *

In prima posizione: “Il caso Alaska Sanders” di Joël Dicker (La nave di Teseo)

In seconda posizione:”Spatriati” di Mario Desiati (Einaudi)

In terza posizione: “Fabbricante di lacrime” di Erin Doom (Magazzini Salani)

* * *

La scheda del libro: “La coscienza di Montalbano” di Andrea Camilleri (Sellerio)

Sono sei i racconti qui chiamati a raccolta, con un evidente cambio di scala rispetto ai romanzi. Storie riunite per la prima volta in volume, scritte in tempi diversi e non incluse nelle antologie che Camilleri ha pubblicato in vita. Le inquadrature brevi, la rapinosità del ritmo, la giustapposizione scorciata delle trame, la scrittura sghemba e senza incespichi, la cifratura del talento umoristico, sono a tutto vantaggio della resa aguzza dei testi e delle suggestioni che i lettori sono portati a raccogliere. I racconti conciliano un diverso modo di leggere, in una più stretta complicità con le malizie del narratore. Per altra via assicurano lo stesso godimento offerto dalle storie larghe dei romanzi di Montalbano. In un caso la giocosità narrativa di Camilleri, allusivamente codificando in una storia un’altra storia, apre al racconto giallo un più ampio spazio fatto di richiami e dissonanze. Accade nel terzo racconto che, già nel titolo, “La finestra sul cortile”, riporta al film di Hitchcock; ma per raccontare, in totale autonomia narrativa, tutt’altra vicenda: la storia strana e misteriosa dell’«omo supra al terrazzo… d’infacci», sospettosamente provvisto di corda e binocolo; un caso tutto nuovo, e di imprevedibile soluzione, per il commissario in trasferta a Roma. I casi (anche umani; non solo delittuosi) che Montalbano si trova a dover sbrogliare offrono alle indagini indizi minimi, di problematica decifrazione, che impongono approcci di cautela o sottili giochi di contropiede: sia che si tratti di un corpo di donna barbaramente «macellata»; della scomparsa di un anello prezioso; del ritrovamento di un cadavere «arrotuliato dintra alla coperta», dopo i bagordi di una notte di Ferragosto; delle conseguenze pirotecniche (quasi come in un film americano, con tanto di colonna sonora) del fidanzamento sbagliato tra una studentessa di buona famiglia e un killer di mafia, latitante, sul quale gravava l’accusa di almeno quattro omicidi; del vinattiere diviso tra tasse e pizzo, mentre Montalbano soccorre con soluzioni che lo portano a giostrare (tra autoironici compiacimenti) con qualche «idea alla James Bond». Tutto è affidato all’intelligenza analitica del commissario che, indulgente quando necessita, sa sfogliare i palinsesti delle varie vite con le quali viene in contatto nel disordine quotidiano.
Per la prima volta riunite in unico volume sei indagini del commissario Montalbano.

* * *

Posizioni dal n. 1 al n. 10

Pos. Titolo Autore Editore Prezzo Tasc. Note
1 Il caso Alaska Sanders Joël Dicker La nave di Teseo 22,00
2 Spatriati Mario Desiati Einaudi 20,00
3 It ends with us. Siamo noi a dire basta Colleen Hoover Sperling & Kupfer 15,90
4 Fabbricante di lacrime Erin Doom Magazzini Salani 15,90
5 Noi due come in un sogno Nicholas Sparks Sperling & Kupfer 19,90
6 Il rosmarino non capisce l’inverno Matteo Bussola Einaudi 16,50
7 Niente di vero Veronica Raimo Einaudi 18,00
8 L’estate nei tuoi occhi. The summer trilogy. Vol. 1 Jenny Han Rizzoli 12,00 T
9 I miei giorni alla libreria Morisaki Satoshi Yagisawa Feltrinelli 16,00
10 Rancore Gianrico Carofiglio Einaudi 18,50

 

Posizioni dal n. 11 al n. 40

Leggi tutto…

Un viaggio storico dalla Sicilia al Giappone con Ibn Jubayr e Kuki Shuzo

“Viaggio in Sicilia” di Ibn Jubayr (a cura di Giovanna Calasso) e “La struttura dell’iki” (cura, e con un saggio, di Giovanna Baccini): due libri Adelphi

Image from LETTERATITUDINE (di Massimo Maugeri)

* * *

di Claudio Fabella

Segnaliamo due letture alternative in questa estate letteraria dell’anno 2022. Entrambe sotto il segno di Adelphi edizioni. Due libri particolarissimi e intriganti che consentiranno di intraprendere particolarissimi viaggi d’altri tempi, tra la Sicilia e il Giappone.
Il primo volume, curato da Giovanna Calasso, si intitola per l’appunto “Viaggio in Sicilia“. Il suo autore è Ibn Jubayr, Abu¯ ’l-Husayn Muhammad b. Ahmad al-Kina¯nı¯ (Valencia, 1145 – Alessandria d’Egitto, 1217), membro di una famiglia araba di nobile lignaggio, il quale all’età di trentotto anni interruppe una promettente carriera come segretario del governatore di Granada, partendo per il pellegrinaggio alla Mecca. Al diario del suo lungo e movimentato viaggio, la Rihla – poi divenuta un modello di questo genere letterario in lingua araba e di cui qui viene presentata la parte finale –, sarebbe per sempre rimasta legata la sua celebrità. Leggi tutto…

TI RICORDI QUELLA STRADA… di Salvatore Azzuppardi Zappalà (Algra)

Ti ricordi quella strada... - Salvatore Azzuppardi Zappalà - copertina“Ti ricordi quella strada…” di Salvatore Azzuppardi Zappalà (Algra)

* * *

di Enrico Scandurra

Non solo anni di violenza, brutalità, attentati alle Istituzioni dello Stato e alla collettività. Non solo Anni di Piombo in sostanza, bensì anni che verranno ricordati anche come un periodo di rinascita e di grande, grandissimo splendore e fermento culturale. I Settanta sono da sempre conosciuti e definiti come una fase storica delicatissima, nel corso della quale a farne le spese sono stati rappresentanti politici, membri delle Istituzioni e, perché no, anche gente comune. Ma a Salvatore Azzuppardi Zappalà, scrittore catanese che quegli anni li ha vissuti in pieno e li ricorda con grande ardore e amore, questa definizione non gli va proprio giù. Leggi tutto…

OMBRA MAI PIÙ di Stefano Redaelli (Neo Edizioni): incontro con l’autore

Ombra mai più - Stefano Redaelli - copertina“Ombra mai più” di Stefano Redaelli (Neo Edizioni): incontro con l’autore e un brano estratto dal romanzo

* * *

Stefano Redaelli è professore di Letteratura Italiana presso la Facoltà “Artes Liberales” dell’Università di Varsavia. Addottorato in Fisica e in Letteratura, s’interessa dei rapporti tra letteratura, medicina, scienza e spiritualità. Tra le sue pubblicazioni scientifiche: A 40 anni dalla legge Basaglia: la follia, tra immaginario letterario e realtà psichiatrica (DiG, 2020), Nel varco tra le due culture. Letteratura e scienza in Italia (Bulzoni, 2016), Le due culture. Due approcci oltre la dicotomia (con Klaus Colanero, Aracne, 2016). Per la narrativa ha pubblicato la raccolta di racconti Spirabole (Città Nuova, 2008) e il romanzo Chilometrotrenta (San Paolo, 2011).
Con Neo Edizioni ha pubblicato il romanzo Beati gli inquieti, Selezione Ufficiale Premio Campiello, Premio Napoli e Premio Flaiano 2021, e il romanzo Ombra mai più.

Abbiamo chiesto a Stefano Redaelli di raccontarci qualcosa proprio su quest’ultimo romanzo: Ombra mai più

* * *

«Ho iniziato a scrivere Ombra mai più nel 2019, prima ancora della pubblicazione di Beati gli inquieti (Neo Edizioni, 2021)», ha detto Stefano Redaelli a Letteratitudine. «Pur essendone il seguito, è una storia del tutto indipendente. Nasce dalla stessa esperienza (di amicizia con pazienti psichiatrici) e ricerca sulla follia, ma se ne allontana. L’urgenza è la medesima: dare voce alla follia fuori e dentro i luoghi di cura. Leggi tutto…

IL CASO ALASKA SANDERS di Joël Dicker (La nave di Teseo)

“Il caso Alaska Sanders” di Joël Dicker (La nave di Teseo – traduzione di Milena Zemira Ciccimarra)

Da settimane in vetta alle classifiche dei libri più venduti

* * *

di Erika Di Giorgio

Non c’è nulla da fare. Inseguire in classifica Joël Dicker è una specie di missione impossibile. Stabilmente in vetta, al primo posto (e non solo in Italia), da diverse settimane, lo scrittore ginevrino conferma la sua talentuosa leadership narrativa anche con questo nuovo libro, “Il caso Alaska Sanders” (pubblicato in Italia da La nave di Teseo con la traduzione efficace di Milena Zemira Ciccimarra). Un successo destinato probabilmente a rimanere negli annali della storia recente della nostra editoria al pari di “La verità sul caso Harry Quebert” (a cui “Il caso Alaska Sanders” è collegato, essendone il prequel).
Eppure Joël Dicker, almeno nelle sue dichiarazioni, rimane con i piedi per terra in atteggiamento di umile ringraziamento nei confronti dei suoi lettori (che lo seguono con la stessa passione che in genere si riserva alle rock star). “È difficile mantenere il successo… è tutt’altro che una cosa scontata… magari l’anno prossimo non mi vorrete più e direte: no, Joël, non venire; rimani a casa”. Leggi tutto…

LETTERATURE Festival Internazionale di Roma 2022

Dal 12 luglio al via “LETTERATURE Festival Internazionale di Roma” – XXI edizione dal titolo “Tempo nostro”

Ospiti della prima serata inaugurale: Javier Cercas, Andrew O’Hagan, Mario Desiati vincitore del Premio Strega 2022, Emmanuelle Pagano

* * *

Da martedì 12 luglio al via LETTERATURE – Festival Internazionale di Roma, storica manifestazione della Capitale nell’ambito dell’Estate Romana 2022, a cura dell’Istituzione Biblioteche di Roma.
Lo Stadio Palatino, all’interno del Parco Archeologico del Colosseo, sarà di nuovo lo straordinario scenario di Letterature Festival, con un format di cinque serate: 12, 14, 18, 19 e 21 luglio.
Il programma è a cura di Simona Cives, responsabile della Casa delle Letterature delle Biblioteche di Roma, con il contributo di un comitato scientifico composto da protagonisti di grande rilievo del panorama letterario, quali Paolo Di Paolo, Melania Mazzucco, Davide Orecchio, Igiaba Scego e Nadia Terranova. La regia e il coordinamento artistico sono di Fabrizio Arcuri. Leggi tutto…

Salìber Fest 2022

Salìber Fest 2022: “Liber…i” continua a scommettere sul festival dopo il successo dello scorso anno

Image from LETTERATITUDINE (di Massimo Maugeri)

Salemi, quattro giorni ricchi di incontri con gli autori e non solo. Tutto pronto per la seconda edizione del Salìber Fest!

 * * *

Dopo il successo dello scorso anno ritorna il Salìber Fest, il festival del libro nella città di Salemi. Tra le torri del Castello normanno svevo, per quattro giorni (27, 28, 29 e 30 luglio), attraverso vari talk, sarà possibile interagire con diversi autori e i loro personaggi. Il Festival, curato dall’associazione culturale “Liber…i”, è reso possibile grazie al patrocinio oneroso del Comune di Salemi. Leggi tutto…

Categorie:Eventi Tag:

LA CASA DEL CARRUBO di Barbara Bellomo (Salani): incontro con l’autrice

Image from LETTERATITUDINE (di Massimo Maugeri)“La casa del carrubo” di Barbara Bellomo (Salani): incontro con l’autrice e un brano estratto dal libro

Pubblichiamo questa pagina oggi, in concomitanza dell’anniversario dello sbarco in Sicilia

* * *

Barbara Bellomo di madre tedesca, è laureata in Lettere. Dopo la laurea ha conseguito il dottorato di ricerca in Storia antica e ha lavorato – come assegnista di ricerca – presso la cattedra di Storia romana dell’Università di Catania. Attualmente insegna lingua e letteratura alle superiori. Per Salani ha pubblicato La ladra di ricordi, Il terzo relitto, Il peso dell’oro e Il libro dei sette sigilli.

Il nuovo romanzo di Barbara Bellomo, si intitola “La casa del carrubo” (Salani): il racconto epico di una famiglia dilaniata dalla guerra nella Sicilia degli anni ’40.

Abbiamo chiesto all’autrice di parlarcene…

* * *

«La casa del carrubo è un libro che ho in mente da vent’anni», ha detto Barbara Bellomo a Letteratitudine. «Tanti ne sono occorsi perché riuscissi a trasferirlo su carta in modo compiuto. L’idea è nata in una notte di Natale, quando ho letto il diario di mio nonno Giuseppe, oggi conservato al museo dello sbarco di Catania. Leggi tutto…

“Spatriati” di Mario Desiati è il libro vincitore del Premio Strega 2022

Premio Strega 2022: vince Mario Desiati con “Spatriati” (Einaudi)

Foto © Musacchio, Ianniello, Pasqualini & Fucilla

Leggi lo speciale di Letteratitudine dedicato alla vittoria del Premio Strega 2022 di “Spatriati” di Mario Desiati (Einaudi)

 * * *

Si è appena concluso lo spoglio della seconda e ultima votazione del Premio Strega, che ha proclamato Mario Desiati, con il romanzo Spatriati (Einaudi), vincitore della LXXVI edizione. Il premio è stato consegnato da Giuseppe D’Avino, presidente di Strega Alberti Benevento, azienda che fin dalla prima edizione sostiene l’organizzazione del riconoscimento letterario.

La serata è stata trasmessa in diretta televisiva da Rai 3, per la conduzione di Geppi Cucciari. Emanuele Trevi, vincitore del Premio Strega 2021, ha presieduto il seggio di voto. Leggi tutto…