Home > Articoli e varie > VETRINE LETTERARIE 2012

VETRINE LETTERARIE 2012

settembre 27, 2012

Si è concluso sabato 22 settembre a Giardini Naxos il primo concorso Vetrine Letterarie.

All’interno della manifestazione Naxoslegge (festival delle narrazioni, della lettura e del libro, ideato ed organizzato dall’Associazione Culturale “Le officine di Hermes”) è stata organizzata la prima edizione di Vetrine Letterarie, un progetto che ha coinvolto ventuno attività commerciali e altrettanti gruppi di artisti, scenografi e architetti che hanno realizzato ventuno vetrine ispirate a testi dei ”grandi” della letteratura siciliana (Pirandello, Brancati, Bufalino, Sciascia e Camilleri), ventuno installazioni originate dalla contaminazione tra arti visive e letteratura.
Il progetto, nato da un’idea-input della prof.ssa Fulvia Toscano (direttore artistico di Naxoslegge), ha preso vita grazie all’impegno delle architette Elena Arcidiacono, Odette Rigano, Concita Tiziana Androne e Maria Cirrincione (foto in basso).

Vetrine Letterarie nasce come volontà di creare un insolito “museo diffuso” in cui luoghi non avvezzi all’arte (le vetrine) ne diventano contenitori che, collegati da un filo invisibile, generano un percorso attraverso il quale “ il camminare” viene inteso come pratica estetica. 

Il percorso indica allo stesso tempo atto dell’attraversamento ma soprattutto racconto dello spazio

attraversato, il camminare si rivela quindi, proprio per la sua intrinseca caratteristica di simultanea lettura e scrittura dello spazio, lo strumento che si presta ad ascoltare ed interagire con la mutevolezza di questi spazi.

La risposta dei creativi è stata calorosa e professionale determinando un alto livello qualitativo per cui è stata travagliata la scelta dei vincitori.

Il Primo premio è andato a Mario D’Angelo con un’installazione ispirata al testo “L’amica delle mogli” di Luigi Pirandello realizzata nel negozio Greco Show Room. L’artista, con un gesto di forte solidarietà, ha deciso di devolvere il premio per la ricerca sulla talassemia. Il secondo premio è andato a Rosanna Barbagallo ispiratasi a “Uno, nessuno e centomila” di Luigi Pirandello che ha esposto nel negozio Lotos Intimo. Il terzo premio ex aequo è andato a Ezio Scandurra con l’installazione basata sulla novella “La Trappola” di L. Pirandello (negozio Terra e Fuoco) e al gruppo Erika Allegra e Federica D’Angelo con “Una storia semplice” di L. Sciascia (negozio Tiffany Store).

Il premio della giuria popolare è stato attribuito al gruppo Erika Allegra e Federica D’Angelo.

L’organizzazione del concorso Vetrine Letterarie è stata possibile grazie agli sponsor, al contributo dei commercianti, al patrocinio morale dell’Ordine e della Fondazione degli Architetti P.P.C. di Catania e al patrocinio oneroso dell’Ordine degli Architetti Paesaggisti Pianificatori e Conservatori di Messina che ha supportato l’evento partecipando attivamente.

Seguono le foto delle vetrine vincitrici del concorso…

© Letteratitudine

Segui Letteratitudine Radio

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: