Home > Articoli e varie, Eventi > NON LASCIAR MAI CHE TI VEDANO PIANGERE, di Amir Valle

NON LASCIAR MAI CHE TI VEDANO PIANGERE, di Amir Valle

settembre 28, 2012

NON LASCIAR MAI CHE TI VEDANO PIANGERE, di Amir Valle
Anordest, 2012 – pagg. 288 – euro 15 – traduz. di Giovanni Agnoloni

Sabato 29 settembre, a Ravenna, in Piazza del Popolo, lo scrittore cubano Amir Valle, presenta il suo romanzo ‘Non lasciar mai che ti vedano piangere’ (Ed. Anordest)

Amir Valle è un esule cubano e vive a Berlino. Scrittore, critico letterario e noto giornalista, è considerato una delle voci fondamentali della narrativa contemporanea latino-americana. La sua opera è stata elogiata da scrittori come Manuel Vázquez Montalbán e i premi Nobel per la Letteratura Gunter Grass e Mario Vargas Llosa. Vincitore di importanti premi letterari internazionali come il Premio Internazionale Mario Vargas Llosa, il Premio Internazionale Rodolfo Walsh per il miglior libro al mondo in lingua spagnola e il Premio Internazionale di romanzi noir di Carmona, Premio Novelpol per il miglior romanzo noir pubblicato in Spagna. La casa editrice più importante in Spagna, Planeta, publicó Jineteras (2006), considerato dalla critica il miglior bestseller underground della letteratura cubana degli ultimi cinquant’anni.

Per le edizioni Anordest (collana Célebres Inéditos, diretta da Gordiano Lupi), Amir Valle (nella foto accanto) ha pubblicato “Non lasciar mai che ti vedano piangere” (traduzione di Giovanni Agnoloni), un romanzo d’impatto, che intreccia tra loro i destini di personaggi che hanno segnato il Novecento. Su tutti, Charles Chaplin, al centro di intrighi politici e sconcertanti coincidenze storiche: un rapimento ordinato da Hitler nel 1941, dopo aver visto “Il grande dittatore”; un tentato sequestro dell’attore insieme a Marylin Monroe e Joe Dimaggio, ordito da Ernesto Guevara nel 1952; il trafugamento del cadavere di Chaplin da parte di un gruppo di estrema destra, nel 1978. Tre storie che convergono nelle parole di una neonazista pentita, vittima di indicibili violenze e salvata dall’orrore proprio dal ricordo dei film di Chaplin. Le sue memorie dolorose collegano tutte le vicende narrate, che toccano alcuni tra i massimi drammi del Novecento: da una parte, la seconda guerra mondiale, i campi di sterminio e Berlino distrutta e poi lacerata dal Muro; dall’altra, il Sudamerica segnato dalla povertà e il sogno di un’utopica rivoluzione.  È una storia di intrighi legati allo stesso personaggio storico, il che ne fa un romanzo noir con una particolare connotazione storica.

Domani sabato 29 settembre a Ravenna in Piazza del Popolo, Amir Valle, autore di ‘Non lasciar mai che ti vedano piangere’ (Ed. Anordest) interverrà con il traduttore Giovanni Agnoloni e Alessia Carpinelli Tricarico, amministratrice delle edizioni Anordest al Festival GialloLuna NeroNotte.

© Letteratitudine

Segui Letteratitudine Radio