Home > Articoli e varie > L’UOMO CHE ALLEVAVA I GATTI (Premio Nobel per la Letteratura 2012)

L’UOMO CHE ALLEVAVA I GATTI (Premio Nobel per la Letteratura 2012)

ottobre 11, 2012

L'uomo che allevava i gattiAL CINESE MO YAN, IL PREMIO NOBEL PER LA LETTERATURA 2012

L’uomo che allevava i gatti, di Mo Yan
Einaudi, 2008 – ET Scrittori – pp. 260 – € 10,80

Redazione: Maria Rita Masci
Traduzione di Daniele Turc-Crisà
Traduzione di Lara Marconi
Traduzione di Giorgio Trentin

È una Cina rappresentata nella crudezza, a volte nella brutalità della sua vita quotidiana, quella di Mo Yan. Ma anche una Cina toccata dalla poesia, dalla sensazione del meraviglioso. I personaggi di questi racconti sembrano sempre sul punto di soccombere, ma conservano una loro leggerezza magica. In particolare, sono i bambini a impersonare il confine tra fragilità assoluta e capacità di illuminare il mondo, di fare miracoli. E sono loro i protagonisti, orfani, miserabili ma ricchi della capacità di vedere le piú sottili efferatezze e le piú segrete meraviglie.
Secondo Mo Yan sono loro a portare sulle spalle il peso dell’anima, e cercano di traghettarla sull’altra riva del fiume : tra esseri umani che spesso hanno dimenticato di essere stati anche loro, un giorno, figli e bambini.

© Letteratitudine

Segui Letteratitudine Radio

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: