Home > Eventi > Gli incontri organizzati dall’AIE a Più libri, più liberi

Gli incontri organizzati dall’AIE a Più libri, più liberi

dicembre 5, 2012

Gli incontri organizzati dall’AIE a Più libri, più liberi

Programma

Il programma professionale: dentro la tempesta perfetta, guardando al futuro

Più libri più liberi fin dalla sua prima edizione ha sviluppato, accanto al ruolo di vetrina della piccola e media editoria, quello di laboratorio professionale, animato da dibattiti e confronti sui temi legati al mondo del libro e dei contenuti editoriali. Un’occasione – che è diventato un appuntamento fisso di fine anno per tutti gli operatori – in cui discutere dei problemi che la piccola e media editoria si trova quotidianamente ad affrontare nel suo “essere impresa”: dall’esigenza di svilupparsi e crescere al doversi confrontare con le profonde trasformazioni che riguardano il mercato, i canali di vendita, il raffronto tra i vecchi e i nuovi media, la tutela del copyright, fino alle nuove sfide che pongono gli e-book, le grandi librerie on-line, ma anche i bassi indici di lettura, le iniziative di promozione del libro e di allargamento del mercato della lettura, i “tagli” alla cultura e il loro impatto sulle già lente dinamiche dei consumi culturali come premessa indispensabile alla competizione internazionale. E quest’anno si aggiunge un tema in più: la prepotente crisi che la sta investendo. Si parte quindi il 6 dicembre, sulla base dei nuovi dati del settore che saranno presentati dalla Nielsen, con un confronto sul valore del pluralismo editoriale nel contesto odierno e del ruolo della didattica universitaria per la crescita dei giovani e del futuro del Paese. Si prosegue il 7 dicembre con una tavola rotonda sulle leggi per (e sul) il mondo del libro, anche alla luce dei nuovi modi di essere libro e dei diversi tipi di lettura oggi e l’8 dicembre con un seminario sulle contaminazioni dei mondi narrativi tra libri e film. L’ultima giornata professionale, il 9 dicembre, sarà dedicata alle “nuove evidenze”: il fenomeno delle Cinquanta sfumature e su come blogger (e social) muovono, se le muovono, le vendite dei libri.

Questo sguardo sul futuro, che connota da sempre la Fiera, mai come oggi diventa la chiave di lettura per le sfide del presente. Di qui la scelta di affrontare i “futuri” del libro anche prima della fiera stessa, in un “fuori Fiera” capace di coinvolgere la città e le realtà culturali di Roma a cominciare da dove si iniziano a formare le future professionalità del libro: le università appunto, con Più libri più idee, un ciclo di Workshop di quattro seminari (di una o più giornate) organizzate con l’Università degli studi La Sapienza, l’Istituto Europeo professionale di Design, la Luiss, l’Università di Tor Vergata. Seminari che sono stati condotti da professionisti del mondo dell’editoria (lezioni, presentazioni di case history aziendali, ecc.) per illustrare agli studenti gli elementi conoscitivi del settore, le trasformazioni (nazionali e internazionali) che sta attraversando, le professionalità che si intravvedono all’orizzonte. Un momento che è stato preparatorio alla partecipazione alla frequentazione gratuita della convegnistica in Fiera, il 6 e il 7 dicembre, per un possibile orientamento di studio e di tesi o di professione.

Il futuro però è sempre più internazionale. Per questo il 6 e il 7 dicembre torna in Fiera il Più libri più liberi Fellowship Program: il programma internazionale, che grazie alla collaborazione di Promoroma – Azienda speciale della Camera di Commercio di Roma, e dell’Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane (ex ICE), consente agli espositori di promuovere ai colleghi stranieri le proprie opere e i propri autori che spesso non trovano adeguata visibilità nei maggiori appuntamenti internazionali. Una delegazione di 19 editori stranieri e agenti letterari, rappresentanti dei diversi segmenti editoriali, visiterà la fiera in cerca di autori e libri italiani da tradurre e pubblicare all’estero e avrà modo di confrontarsi con gli espositori attraverso momenti appositi rivolti allo scambio di diritti. Saranno presenti: Bayard, PUF-Presses univesritaries de France e Sapere Critico dalla Francia, Kunstman, Laika Verlag e Literarische Agentur Kossack GbR dalla Germania, Patakis dalla Grecia, De Bezige Bij – Uitgeverij dai Paesi Bassi, Europa Editions e The Folio Society dal Regno Unito, Vremea Press dalla Romania, Ad Marginem dalla Russia, Anagrama, Libros del Asteroide, Roca Editorial e Thule Ediciones dalla Spagna. Per la prima volta ci saranno inoltre 3 rappresentanti di altrettante grandi case editrici dalla Cina (People’s Publishing House, SDX Joint Publishing Co, New Star Press), che venerdì 7 dicembre presenteranno agli editori italiani le enormi opportunità che offre il mercato locale.

* * *

Convegni professionali

Programma

Quanto vale il pluralismo in un mercato che sta cambiando?

A cura di AIE in collaborazione con Nielsen

Giovedì 6 dicembre, ore 14-17, Sala Smeraldo

A settembre il mercato (canali trade) faceva registrare un -8,7% a valore. La lettura in calo, le rese in crescita. Non sono bastate le Cinquanta sfumature a correggere questo andamento. Crisi dei ceti medi, minor capacità di spesa, cambiamento nei comportamenti d’acquisto, spostamento dei forti lettori verso il digitale e l’e-book. Lo scorso anno la piccola editoria aveva fatto segnare un -4,8%. E quest’anno? La “tempesta perfetta”, preannunciata a maggio al Salone del libro di Torino sta dispiegando tutti i suoi effetti: rispetto alle librerie, verso le case editrici che stanno portando avanti collane e progetti editoriali innovativi, nella ricerca di nuovi autori e di nuove forme di lettura, o che stanno innovando nella direzione del digitale la loro offerta. Nel confronto con i nuovi player internazionali. Uno dei rischi è la riduzione del pluralismo e dell’articolazione della proposta: meno varietà nell’offerta, negli autori, nell’assortimento dei titoli a minor vendibilità. Quali possono essere – nell’attuale contesto economico e di riallocazione delle risorse – le priorità che il Paese (e la politica) si deve dare? Partecipano: Monica Manzotti (Nielsen), Giovanni Peresson (AIE), Marco Polillo (AIE).

Seguirà un intervento di Michael Healy (Direttore esecutivo del Copyright Clearance Centre) sulla ridefinizione del ruolo dell’editore a partire dall’esperienza del mercato statunitense.

La seconda parte dell’incontro affronterà il tema delle leve necessarie al mantenimento e allo sviluppo del pluralismo dell’offerta, dell’accesso ai contenuti e alla loro distribuzione domestica ma sempre più anche internazionale. Partecipano: Pietrangelo Buttafuoco (giornalista e scrittore), Umberto Croppi (Direttore generale della Fondazione valore Italia, esposizione permanente del made in Italy e del design italiano); Ernesto Ferrero (direttore editoriale Salone del Libro di Torino), Enrico Iacometti (AIE, Presidente del Gruppo piccoli editori) Luca Telese (giornalista). Modera: Paolo Fallai (giornalista).

* * *

Le notti prima degli esami: il mondo universitario tra manuali ed e-book

A cura del Gruppo accademico professionale dell’AIE

Giovedì 6 dicembre, ore 17-19, Sala Smeraldo

Lo studio universitario assume forme sempre più variegate. Una recente ricerca di AIE ne fornisce un quadro analitico sulla base di oltre 2.000 interviste a studenti universitaria di tutta Italia. Nel momento in cui si discute di qualità del sistema universitario e della sua valutazione, il tema dei testi di studio e di altri materiali integrativi, delle forme editoriali e dei formati tecnici che questi assumono è ancora tutto da analizzare. A partire dai dati della ricerca AIE, editori, docenti e responsabili istituzionali discuteranno dell’evoluzione dei modi dello studio universitario, di come i testi possono meglio servire gli obiettivi di apprendimento. Si discuterà del futuro dell’editoria universitaria italiana partendo dal punto di vista degli studenti e non astrattamente da formati tecnologici o da processi produttivi editoriali. Partecipano: Mirka Giacoletto Papas (AIE, Presidente Gruppo accademico professionale); Andrea Lenzi (Cun); Giovanni Peresson (AIE); Antonello Scorcu (Università di Bologna); Andrea Bonaccorsi (Anvur). Modera: Giorgio Zanchini (giornalista).

* * *

Da una legge all’altra

A cura di AIE

Venerdì 7 dicembre, ore 10.30-12.00, Sala Smeraldo

Nel settembre 2011 una nuova legge (la n.128/2011) è intervenuta a regolare le campagne promozionali e a riformulare la regolamentazione del prezzo di vendita ai clienti finali. Ma è un intervento legislativo sufficiente in un Paese in cui il 55% della popolazione non legge nessun libro nel corso dell’anno? La tavola rotonda vuole ulteriormente ampliare la discussione – prendendo spunto dall’incontro sul “pluralismo” tenutosi nella prima giornata – attorno a un intervento che nei prossimi anni sarà basilare per un corretto e organico sviluppo del settore e in particolare di quello della piccola e media editoria. Partecipano: Pietro Biancardi (Iperborea), Ilaria Bussoni (Derive&approdi editore), Enrico Iacometti (Presidente Gruppo piccoli editori dell’AIE), Fabio Granata (vice-coordinatore nazionale di Fli), Ricardo Franco Levi (PD, Commissione cultura della Camera dei deputati).

* * *

E-Book a prova di futuro. Consigli pratici per produrre e-Book accessibili e di qualità*

A cura del Progetto LIA – Libri Italiani Accessibili (AIE)

Venerdì 7 dicembre, ore 11.00-12.00, Sala Ametista

Un seminario tecnico organizzato dal progetto LIA che fornirà agli editori una panoramica delle best practice di taggatura per la produzione di contenuti digitali accessibili e di qualità. Dire file accessibile significa dire file ben fatto, standardizzato e a prova di futuro, strutturato in maniera semantica e quindi preparato all’avvento imminente del nuovo formato ePUB3. Partendo dalle impostazioni del documento in indesign, fino agli interventi nei singoli file html dell’ePUB, verranno illustrati tutti i principali tag semantici già supportati dallo standard html4, le loro funzionalità e i vantaggi che ne derivano dalla pratica, sia a livello di qualità del prodotto per il lettore che di ottimizzazione dei tempi di produzione. Intervengono: Cristina Mussinelli (Progetto LIA), Giulia Bussotti (Progetto LIA).

*L’incontro è riservato a editori, service editoriali, professionisti, ecc. Per partecipare è necessario mandare una mail di iscrizione a segreteria@progettolia.it

* * *

Editoria in Cina e in Italia: opportunità di collaborazione. Focus su arte e storia

A cura di AIE, ICE e Promoroma, Azienda speciale della Camera di Commercio di Roma

Venerdì 7 dicembre, ore 13.00 -14.00, Sala Ametista (*in inglese)

Nell’ambito del Fellowship Program di Più libri, i 3 delegati cinesi presenti per la prima volta in Fiera forniranno una panoramica dell’editoria cinese, un focus sui settori dell’editoria d’arte e della saggistica storica (ambiti nei quali stanno cercando collaborazioni con l’editoria italiana) e sulle possibili cooperazioni Italia/Cina. Intervengono: Xu Guoqiang (Editor e Project Manager di SDX Joint Publishing), Chen Wen (Project Manager di New Star Press), Liu Keyang (Editor e Coopyright Manager di People’s Publishing House). Modera: Piero Attanasio (AIE).

* * * 

Anche questo è un libro!

A cura di AIE

Venerdì 7 dicembre, ore 14.00-18.00, Sala Smeraldo

In questi anni sono state condotte diverse indagini in Italia e all’estero su come cambiano i modi di leggere sui nuovi supporti digitali, i nuovi generi. Così come sui nuovi modi in cui ci si informa e si condividono narrazioni e storie. Si definiscono ormai con una relativa certezza i nuovi modi in cui le diverse categorie di lettori/clienti (studenti universitari, professionisti, bambini) usano device, in quali modalità scorrono storie su pagine di carta o su schermi digitali. Partendo da una rassegna che sintetizzerà il multiforme volto del nuovo lettore (e cliente) digitale in Italia e all’estero, la tavola rotonda vuole presentare alcune case history su come gli editori stanno imparando a integrare questi nuovi comportamenti nei loro progetti editoriali, nelle nuove forme di scrittura e nei nuovi servizi. Partecipano: Andrea Angiolini (Il Mulino), Giorgia Conversi (Elastico App), Lorenzo Fabbri (Gruppo Editoriale l’Espresso – Storiebrevi), Cristina Mussinelli (AIE).

* * *

I libri dietro lo schermo: dal romanzo al film e viceversa

A cura di AIE in collaborazione con IE- Informazioni editoriali

Sabato 8 dicembre, ore 10.30-12.00, Sala Smeraldo

Il 22% dei film che escono ogni anno nelle sale italiane sono tratti da libri e romanzi, e sempre più si parla di approcci transmediali allo sviluppo di progetti editoriali e alle attività di scrittura, nonché di nuove figure professionali capaci di governare e coordinare progetti reticolari. L’incontro, partendo dalla presentazione di un’indagine sui film usciti nelle sale italiane tra 2009 e 2011, esamina l’andamento al box office di questi film rispetto alle altre pellicole, il ritorno sulle vendite in libreria e sulla vendita di Dvd, fino a presentare alcuni casi di integrazione completa: dal libro e dalla scrittura al film, alla serialità televisiva, ai videogiochi e al merchandising. Partecipano: Pierdomenico Baccalario (autore), Fulvio Ervas (autore), Diamara Parodi (Festival del Cinema di Roma), Giovanni Peresson (Ufficio studi AIE), Claudia Tarolo (Marcos y Marcos), Riccardo Tozzi (Cattleya).

* * *

“Nuove evidenze”: cinquanta sfumature di successo

A cura di AIE in collaborazione con IE- Informazioni editoriali

Domenica 9 dicembre, ore  10.30-11.30, Sala Smeraldo

Le Cinquanta sfumature hanno sdoganato e trainato un genere (e un merchandising collegato) fatto di titoli e collane di narrativa erotica. Dopo il giallo, il fumetto, il fantasy, un altro tassello della narrativa di genere trova spazi espositivi e di lettura nelle librerie e nelle biblioteche. Partendo da un esame dei dati di quello che è successo in libreria da giugno a oggi, dopo l’uscita del libro di E. L. James, i titoli cartacei ed e-book usciti costituiscono un’occasione per riflettere anche sui processi competitivi e imitativi dei fenomeni di successo. Partecipano: Lorenza Biava (Giornale della libreria), Raffaello Avanzini (Newton&Compton).

* * *

“Nuove evidenze”: i blogger muovono le vendite?

A cura di AIE in collaborazione con IE- Informazioni editoriali

Domenica 9 dicembre, ore 11.30-12.30, Sala Smeraldo

Per rispondere a questa domanda si sono monitorati i siti di una quindicina di booksblogger italiani e si sono incrociati in collaborazione con IE – informazioni editoriali gli andamenti delle vendite dei titoli di cui si è parlato e discusso maggiormente. Più libri più liberi propone in occasione di questa tavola rotonda il primo incontro tra i booksblogger italiani per raccontare il profilo di un’attività in evoluzione e che cambierà nei prossimi anni – più di quanto non lo stia facendo già oggi – i modi di comunicazione del libro e attorno al libro. Partecipano: Noemi Cuffia (blogger Tazzina di Caffè), Jacopo Donati (direttore editoriale Finzioni), Adolfo Frediani (Consulente editoriale), Simonetta Pillon (IE-Informazioni editoriali), Cristina Mussinelli (AIE).

© Letteratitudine

LetteratitudineBlog
LetteratitudineNews
LetteratitudineRadio
LetteratitudineVideo

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: