Home > Eventi, PoesiaNews > DAVIDE RONDONI A “LA POESIA SI FA IN QUATTRO” – Misterbianco (Ct), 16 ottobre 2013

DAVIDE RONDONI A “LA POESIA SI FA IN QUATTRO” – Misterbianco (Ct), 16 ottobre 2013

ottobre 15, 2013

 invito la poesia si fa in quattroMercoledì 16 ottobre alle 19 allo Stabilimento di Monaco di Misterbianco uno dei più apprezzati poeti italiani legge “Si tira avanti solo con lo schianto” (Whitefly press) per il secondo appuntamento della mini rassegna all’interno di ISOLAPOESIA 2013 a cura di Giuseppe Condorelli e Paolo Lisi.

Sui versi di Rondoni le note del trombone di Felice Puglisi. Installazione di Carmela Palumbo.

Il titolo della raccolta la dice lunga. Suona più come una dritta, quasi un motto. Suggerisce forse una formula comprovata da manuale di sopravvivenza? Per campare ci vuole roba forte. Roba capace di farti il botto dentro. Tutto sta nel sapere dove andarsela a procurare. Di città in città, di nazione in nazione. Partire solo con gli occhi della poesia in spalla. Avanzare dritti di testa e cercare l’urto. Con il mondo, con la gente. Ogni singolo, minimo incontro è una deflagrazione che sparge schegge grondanti di splendida e dura vita. E quando quelle schegge ti entrano nei tessuti, non c’è più spazio per sentirsi soli. Milano, Roma, Venezia, Caracas, Sao Paulo, New York: sono trasfigurazioni umane fatte di sangue e mattoni. Dentro un carcere, in un ambulatorio medico, in treno, in una sala bingo, al bancone di un bar, dal barbiere, in metropolitana, in un capanno in mezzo alle valli: i luoghi banali del vivere diventano cornice di apparizioni, epifanie. Profane quel tanto che basta per avere insito il germe del sacro. Detenuti, modelle, venditori ambulanti, professori, gommisti e netturbini. Presenze-annunciazioni con l’iPhone in mano e la “zigaretta” tra i denti.

 * * *


davide rondoniNato nel 1964, a Forlì, Davide Rondoni (nella foto a sinistra, con Giuseppe Condorelli) si è Laureato in Letteratura italiana a Bologna, dove vive. Dirige il Centro di poesia contemporanea dell’Università di Bologna e svolge attività di consulenza editoriale per alcune case editrici, tra cui Marietti, Guaraldi e Laterza. Per quest’ultima ha curato una collana di narratori contemporanei rivolta alla scuola media. Ha pubblicato alcuni volumi di poesia: La frontiera delle ginestre (Forum Quinta generazione, 1985), O les invalides(Nuova Compagnia, 1988), A rialzare i capi pioventi (Nuova Compagnia – Guaraldi, 1993), Il tempo delle cose cieche (Nuova Compagnia, 1995), Il bar del tempo (Guanda, 1999), Non sei morto, amore (Quaderni del battello ebbro, 2001), Avrebbe amato chiunque (Guanda, 2003), Compianto, vita (Marietti, 2003), Il veleno, l’arte (Marietti, 2004), L’acqua visitata dal fuoco (Marietti, 2005), Vorticosa, dipinta (Marietti, 2006), Apocalisse amore (Mondadori 2008),Le parole accese. Poesie per bambini e non (Rizzoli, 2009), 3, Tommaso, Paolo, Michelangelo (Marietti 2009), Ballo lentamente con le tue ombre. Poesieper il tango (Tracce 2009), Rimbambimenti. Poesie di tipo romagnolo (Raffaelli, 2010). In prosa, i romanzi I santi scemi (Guaraldi 1995) e Hermann (Rizzoli, 2010). I saggi: L’avvenimento della poesia, on-line (Guaraldi-Logos, 1999), Non una vita soltanto. Scritti da un’esperienza di poesia (Marietti, 2002), Laparola accesa (Edizioni Di Pagina, 2006), Il fuoco della poesia, In viaggio nelle questioni di oggi (BUR, Rizzoli, 2008), Contro la letteratura (Il Saggiatore, 2010). Per il teatro: Giotto, l’uomo che dipinse il cielo (Compagnia Elsinor), Barabba il liberato (per Flavio Bucci, Alvia Reale e Patrizia Zappa Mulas), Nonsei morto amore (per David Riondino e Sandro Lombardi), La locanda, le stelle (per Andrea Soffiantini), Compianto, vita (per Virginio Gazzolo), Il veleno,l’arte (per Iaia Forte), Dalle linee della mano (Teatro Biondo, Regia di Pietro Cariglio), Passare delicatamente la mano. Per E. e per tutti (teatro Elsinore). Ha tradotto da Rimbaud, Péguy, Dickinson e Baudelaire. Ha curato per Rizzoli il commento ad una edizione dei Cori da la Rocca di Eliot, un’edizione delle poesie di Ada Negri, delle lettere di E. Mounier e un’antologia di Charles Péguy e altri volumi per la collana di cui è curatore, “I libri dello spirito cristiano” diretta da Luigi Giussani. Ha fondato e dirige inoltre la rivista trimestrale di letteratura “clanDestino”. Ha curato un un’antologia di scritti d’amore di Giacomo Leopardi (Garzanti), un libro-conversazione con Ezio Raimondi (Guaraldi) e una versione poetica dei Salmi (Marietti). Con Franco Loi ha curato per Garzanti un’antologia della poesia italiana dagli anni ’70 a oggi. Di critica letteraria e di cultura si è occupato e si occupa su Il Giornale, Avvenire, Il Sabato, Il Sole24 ore. Ha diretto per due anni il mensile “Tracce – Litterae Comunionis”.

www.interminatispazi.it

© Letteratitudine

LetteratitudineBlog / LetteratitudineNews / LetteratitudineRadio / LetteratitudineVideo

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: