Home > Articoli e varie > Ci lascia EZIO RAIMONDI

Ci lascia EZIO RAIMONDI

marzo 19, 2014

Il 18 marzo 2014, a Bologna, è venuto a mancare Ezio Raimondi (nato a Lizzano in Belvedere il 22 marzo 1924): è stato un filologo, saggista e critico letterario italiano.
Lo ricordiamo riproducendo una breve nota biografica, un video e alcuni approfondimenti.

I libri di Ezio Raimondi

Raimondi comincia la sua carriera accademica nel 1955 presso la Facoltà di Magistero. Negli anni sessanta, contemporaneamente all’insegnamento alla Facoltà di Magistero, tiene la cattedra di Letteratura Italiana presso la Scuola Superiore Interpreti di Bologna. Dopo alcune esperienze negli Stati Uniti, ritorna in Italia all’inizio degli anni settanta. Dal 1975 insegna presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Bologna. Inizialmente è professore di storia del teatro, poi diventa titolare della cattedra di Letteratura italiana all’Università di Bologna (corso di laurea in Lettere classiche e moderne).

Nella sua vasta opera critica, Raimondi ha unito la ricerca filologica e documentaria con la sperimentazione dei più moderni metodi interpretativi. La sua lunga attività critica spazia dalle origini al Novecento: Raimondi ha scritto in particolare su Dante Alighieri, Niccolò Machiavelli, Torquato Tasso, Alessandro Manzoni, Renato Serra, Gabriele d’Annunzio, Carlo Emilio Gadda. Di grande rilievo anche i contributi sulle metodologie della critica, sulla letteratura scientifica e la storia della critica d’arte.

Raimondi è stato condirettore di “Convivium” e di “Lingua e stile”, ha collaborato a tutte le principali riviste di storia letteraria. Attualmente partecipa alla direzione delle riviste “Lingua e stile” e “Intersezioni”.

Ezio Raimondi è stato:
direttore dell’Archivio Umanistico Rinascimentale di Bologna,
presidente dell’Istituto Beni Culturali della regione Emilia-Romagna (dal 1992),
socio dell’Accademia delle Scienze di Bologna,
socio ordinario dell’Accademia nazionale dei Lincei di Roma,
membro della Commissione Nazionale per la diffusione della cultura italiana all’estero istituita dal Ministero degli Esteri,
membro della Akademie der Wissenschaften di Gottinga.
Dal 1968 è stato più volte Visiting Professor alla Johns Hopkins University di Baltimora, al Graduate Center della City University di New York e alla University of California.
È stato a lungo presidente dell’Associazione di Politica e Cultura de «il Mulino» di Bologna e Presidente del Consiglio editoriale dell’omonima casa editrice.
Negli anni 1992 e 1993 è stato membro della Commissione delle Comunità Europee per il programma “Caleidoscopio”.
Ha tenuto conferenze in Spagna, Svizzera, Germania e Stati Uniti ottenendo anche vari premi della critica letteraria.

Ezio Raimondi è stato insignito nel 1979 della Medaglia d’oro “Benemeriti della Scuola cultura e dell’Arte e nel 1990 ha ricevuto l’Archiginnasio d’oro. Nel 2013 ha ricevuto il “Premio biennale Marino Moretti per la filologia, la storia e la critica nell’ambito della letteratura italiana dell’Otto e Novecento» (XI edizione) alla carriera.

(Fonte: Wikipedia)

Approfondimenti su: la Repubblica, il Corriere della Sera, La Stampa, enciclopedia Treccani

* * *

© Letteratitudine

LetteratitudineBlog / LetteratitudineNews / LetteratitudineRadio / LetteratitudineVideo

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: