Home > Autoracconti d'Autore (gli autori raccontano i loro libri) > FILIPPO NICOSIA ci racconta PIANISSIMO – libri sulla strada

FILIPPO NICOSIA ci racconta PIANISSIMO – libri sulla strada

Maggio 29, 2014

https://pbs.twimg.com/profile_images/2402821722/IMG_0314.jpgFILIPPO NICOSIA ci racconta PIANISSIMO – libri sulla strada (Terredimezzo Editore)

Filippo Nicosia sarà presente a Catania, il 31 maggio, h. 18:30, P.zza Manganelli, nell’ambito della rassegna Maggio dei Libri. Saranno presenti Rosa Maria Di Natale e Stefania Ruggeri

a 20km orari per amore della lettura. Leggere è un cucchiaio

di Filippo Nicosia

Ho viaggiato per non scrivere. Perché per non scrivere, per non essere ossessionato da un file sul desktop, da un filamento di storia, dovevo essere impegnato tutto il giorno.
Non volevo più immaginare, volevo stare zitto, mettere a tacere la voce interiore e guardare fuori dal finestrino.
È durato 23 giorni il primo viaggio dentro l’estate siciliana, piccoli paesi, incontri, letture, sorrisi e camionisti imbestialiti per la lentezza di Leggiu, il destriero-drago che ha portato più di 700 volumi sull’asfalto tutt’altro che ben rasato.
Sul blog www.pianissimolibrisullastrada.it raccontavo il viaggio. Ma non era scrivere, era più come disegnare a matita ( sono sempre stato scarso nel disegno), raccontare un particolare, una veduta, una camicia a quadri stesa, i pali della luce, i cani randagi e i bambini che sfogliano i libri senza grazia.
Non contento, a dicembre, prima di Natale, sono ripartito per ricordarmi che l’inverno arriva anche in Sicilia, soprattutto se vai a Nicolosi, sulle pendici dell’Etna, il sette di dicembre.
Pianissimo – libri sulla strada è cresciuto tappa dopo tappa, racconto dopo racconto, anche se, c’è da ammettere, il racconto è stato intermittente e mai concluso, del resto, l’ho detto, ho viaggiato per non scrivere.

A motore spento, in una visita a Milano, mi sono trovato nella sede di Terre Di Mezzo Editore e ho raccontato il mio viaggio. È stato un incontro speciale.
Così, partendo dalle impressioni del blog, insieme all’aiuto di Davide Musso, Chief Editor di Terre Di Mezzo e Giulia Genovesi, paziente e affettuosa junior, abbiamo costruito un libro che non raccogliesse semplicemente il viaggio ma che svelasse di più sulla genesi e lo spirito della libreria itinerante.
Siamo partiti da “La costruzione di un’idea” in cui racconto il momento critico di un trentenne che coincide con il momento critico della vendita di libri in Italia. La coincidenza delle due crisi genera la libreria itinerante e cioè una manifestazione di libertà, di entusiasmo, una rivolta, insomma.
La seconda parte è quella dedicata al viaggio vero e proprio che ha raccolto il meglio dei racconti apparsi sul blog.
La terza parte del libro è dedicata alle librerie itineranti in Italia attraverso delle interviste ai librai. Questa parte del libro è stata curata e realizzata da Caterina Mittiga, una brava e giovane giornalista messinese.
Conclude il volume una sezione alla quale tengo molto “ Voce del Verbo Leggere” in cui una ventina di scrittori raccontano la loro esperienza o definizione di lettura.
Sfogliando i vari interventi viene fuori una varietà di definizioni, di vedute, di utilizzi, di strategie che mi ha portato a pensare che la lettura sia un utensile molto comune, come un cucchiaio, puoi mangiare la zuppa, piegarlo con la forza della mente, cavare il cuore da un uomo, fare la catapulta, farlo diventare un treno carico carico di, ecc…

© Letteratitudine

LetteratitudineBlog / LetteratitudineNews / LetteratitudineRadio / LetteratitudineVideo

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: