Home > Eventi > IN VIAGGIO CON ALESSANDRO MANZONI – Massimiliano Finazzer Flory a Catania (3 ottobre)

IN VIAGGIO CON ALESSANDRO MANZONI – Massimiliano Finazzer Flory a Catania (3 ottobre)

settembre 22, 2014

IN VIAGGIO CON ALESSANDRO MANZONI – Massimiliano Finazzer Flory a Catania 

Venerdì 3 ottobre ore 20:00 

Università degli Studi di Catania – Auditorium “Giancarlo De Carlo”  

Piazza Università 2 – Catania

Il Teatro in biblioteca, in ogni regione italiana

prosegue il tour

IN VIAGGIO CON ALESSANDRO MANZONI

Dopo i successi a Verona Biblioteca Capitolare, con diretta mondiale su Tele Pace; Roma Biblioteca Angelica; Napoli Biblioteca Nazionale; Palermo Archivio di Stato; Varese Villa Panza; Udine Biblioteca Civica Joppi; Bergamo Biblioteca Angelo Mai; Modena Accademia Militare; Bologna Biblioteca Universitaria; Pisa Biblioteca Comunale; Venezia Biblioteca Nazionale Marciana fino  dicembre 2014 in collaborazione con il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali, la Direzione Generale per le Biblioteche, la Direzione Generale per lo Spettacolo dal Vivo e con il patrocinio del Centro Nazionale Studi Manzoniani, Massimiliano Finazzer Flory, regista e attore, metterà in scena I promessi sposi in tutte le 20 regioni italiane con oltre 40 spettacoli.

 

Venerdì 3 ottobre ore 20:00

Università degli Studi di Catania

Auditorium “Giancarlo De Carlo”  

Piazza Università 2 – Catania

 

I Promessi Sposi da Alessandro Manzoni

Spettacolo teatrale tratto dall’omonimo romanzo

diretto e interpretato da Massimiliano Finazzer Flory

 

Coreografie di e con Gilda Gelati

su musiche di Giuseppe Verdi

  Costumi Sartoria dalla Scala 

Durata, 75 minuti senza intervallo

 

 

La letteratura come spettacolo dal vivo nelle più belle biblioteche di ogni regione italiana al  fine di valorizzare il patrimonio culturale del nostro Paese.

Per difendere le biblioteche come impresa del sapere, dichiara Finazzer Flory: “l’eredità di Manzoni è finita nelle biblioteche e là spesso giace, senza parola. Con il teatro vogliamo dare voce e volto a questa eredità. Con la biblioteca come altare dell’ascolto.”

Con questo progetto itinerante “il Ministero – ha dichiarato Rossana Rummo, direttore generale per le biblioteche – intende promuovere  la rete delle biblioteche italiane come luoghi vivi  e partecipati di conoscenza e di incontro e, al tempo stesso, valorizzare il patrimonio letterario italiano attraverso l’uso del linguaggio teatrale.”

Finazzer Flory interpreta attraverso un monologo i capitoli più significativi dell’opera di Alessandro Manzoni tra cui il prologo, i bravi e Don Abbondio, Fra Cristoforo e Don Rodrigo, L’addio ai monti, La rivolta del pane, l’Innominato e Lucia, la morte di Cecilia.

Questo suo lavoro è stato rappresentato in oltre 20 Paesi tra Europa, America, Asia e Australia.

“La mia messa in scena – dichiara Massimiliano Finazzer Flory – colloca il testo nel 1628 e mette l’accento sui dubbi e le domande dei personaggi, curvando i caratteri dei protagonisti come se potessimo origliare la loro coscienza, le loro inquietudini.

I capitoli messi in scena parlano di noi, del nostro tempo.

L’addio ai Monti è un addio a certezze che ritenevamo fondamentali perché incapaci di vedere altro. Allo stesso modo la rivolta del pane è oggi la rivolta della conoscenza, del bisogno di essa soprattutto da parte della gente più umile. Anzi è proprio l’umiltà la grande forza drammaturgica che orienta il testo e lo spettacolo. Per farci capire che la morte di Cecilia è la morte di tutti i bambini. Dei nostri. La pietà, così, diventa allora il terreno su cui la fede e la ragione possono e debbono trovare un accordo”.

In scena con Finazzer Flory anche Gilda Gelati già prima ballerina del corpo di ballo del Teatro alla Scala. “Lavorando sul testo – dichiara Gilda Gelati – cerco col linguaggio della danza classica e  contemporanea, di mettere in scena le emozioni dei personaggi. Voce, danza e musica si fondono per raccontare la stessa storia.”

Prossime rappresentazioni del tour: Perugia, Torino, Milano, Padova, Bari, Trento, Macerata, Genova.

Prossimamente, lo spettacolo verrà allestito in un’importante Cattedrale degli Stati Uniti.

 

© Letteratitudine

LetteratitudineBlog / LetteratitudineNews / LetteratitudineRadio / LetteratitudineVideo

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: