Home > Articoli e varie > Letteratura e Web: il Premio Strega

Letteratura e Web: il Premio Strega

giugno 8, 2015

Letteratura e Web: il Premio Strega (qui, l‘elenco dei 12 finalisti dell’edizione 2015)

[Oggi conosceremo il vincitore del PREMIO STREGA GIOVANI  – Luogo: lunedì 8 giugno, ore 17.30, Camera dei deputati. E, a proposito di web, la cerimonia di premiazione sarà trasmessa in diretta streaming su http://webtv.camera.it/home ]

di Massimo Maugeri

Abbiamo evidenziato più volte come l’avvento delle nuove tecnologie – e di Internet, in particolare – abbia rivoluzionato le nostre vite già da qualche anno a questa parte. Una ulteriore conferma della mutazione in corso, per ciò che concerne l’ambito letterario/editoriale, la fornisce anche lo Strega: il più noto e ambito premio letterario italiano.
stefano-petrocchi-la-polverieraNe parlo con Stefano Petrocchi, direttore della Fondazione Bellonci (che gestisce il Premio) nonché autore del romanzo “La polveriera” (Mondadori) incentrato proprio sul premio Strega e sulla sua storia. È interessante evidenziare, per esempio, in che modo l’evoluzione del web abbia inciso sullo stesso sistema di voto (la puntata di “Letteratitudine in Fm” con Stefano Petrocchi, dedicata a “La polveriera”, è disponibile qui). «Abbiamo cominciato a sperimentare il voto elettronico due anni fa», dice Petrocchi, «e ora viene utilizzato in media da due terzi dei 460 votanti. Consente di votare da casa in forma sicura e anonima, accedendo sul sito www.premiostrega.it a un’area riservata alla giuria del premio. Il voto elettronico ci ha consentito di non dover inviare più per posta le schede in formato cartaceo, abbattendo sia i costi di spedizione sia il rischio di dispersione. I giurati che desiderano venire in casa Bellonci o a Villa Giulia a votare con la tradizionale scheda cartacea, possono ritirarla direttamente al seggio. Aggiungo che dall’area riservata è possibile recuperare facilmente le comunicazioni inviate e anche scaricare i libri concorrenti in formato elettronico, avendoli subito disponibili non appena selezionati. Anche qui c’è un guadagno di tempo che va a beneficio della lettura».
Il web, tra le altre cose, ha consentito la predisposizione di dirette in streaming come quella relativa alla presentazione ufficiale dei candidati da Benevento, la città dove ha sede l’azienda Strega Alberti che dà il nome al premio. Idem per la prima votazione in casa Bellonci. «È vero. Ciò è possibile grazie alla struttura Rai Educational. La Rai lo scorso anno ci ha fatto sapere che è stata una delle dirette più seguite della stagione. In effetti abbiamo voluto restituire anche agli appassionati che ci seguono via web le emozioni della serata in cui si definisce la cinquina dei finalisti, con le interviste ai protagonisti che commentano le fasi dello scrutinio».
sdl_logo_postA proposito di web, la Fondazione Bellonci già da un po’ di tempo ha messo online un sito intitolato “Stregati dalla lettura“. «Si tratta di un progetto di rilettura di classici del Novecento vincitori del premio Strega. Abbiamo coinvolto alcune scuole di Roma nella lettura e adattamento delle opere prescelte in vista della realizzazione di miniaudiolibri, letti da grandi attori, e di piccoli booktrailer molto suggestivi. I frutti saranno appunto presto visibili sul sito, dove già sono disponibili le immagini degli incontri di preparazione».

[articolo pubblicato sul quotidiano “La Sicilia”]

* * *

© Letteratitudine

LetteratitudineBlog / LetteratitudineNews / LetteratitudineRadio / LetteratitudineVideo

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: