Home > Eventi > “VIOLATE”A GIARDINI NAXOS

“VIOLATE”A GIARDINI NAXOS

maggio 5, 2016

LA MOSTRA “VIOLATE”A GIARDINI NAXOS, ALLA BIBLIOTECA DELLE DONNE DEL LICEO CAMINITI.

Alla Biblioteca delle donne “Ipazia di Alessandria” del Liceo Caminiti di Giardini Naxos, saranno esposte 10 tavole di Lelio Bonaccorso, contro la violenza sulle donne.

Evento di apertura mercoledì 11 maggio 2016, ore 18.00. Saluti e introduzione a cura della dirigente scolastica dott.ssa Maria Carmela Lipari. Interverranno Maria Andaloro (ideatrice della campagna Posto Occupato), Lelio Bonaccorso (artista, autore delle tavole in mostra), Marinella Fiume (scrittrice), Maria Pia Luca‘ (Presid. Associazione L’Altra meta’), Fulvia Toscano (dir. art. Naxoslegge).

Il Liceo Caminiti di Giardini Naxos, con la sua neonata Biblioteca delle donne, in collaborazione Posto Occupato, Naxoslegge e Associazione l’Altra metà, presentano la mostra “Violate”, la mostra itinerante, composta da 10 tavole, in stile graphic novel, donata dal fumettista messinese, Lelio Bonaccorso, a Posto Occupato, l’organizzazione ideata da Maria Andaloro contro la violenza sulle donne.
La mostra sarà ospitata nei locali della Biblioteca delle donne del Liceo di Giardini Naxos, dall’11 al 20 maggio e costituisce il primo evento che la biblioteca di settore, da poco inaugurata, realizza in sinergia, come anticipato anche nell’evento di apertura, con le associazioni del territorio che, in vario modo, si occupano, di tematiche connesse al mondo delle donne.
Nella fattispecie, la inaugurazione della mostra sarà occasione per enunciare ufficialmente il nome del vincitore del concorso per la realizzazione di un logo per la biblioteca delle donne del Liceo. Il concorso è stato ideato e bandito dalla Associazione l’Altra metà di Taormina, da sempre vicina al liceo, con iniziative volte, soprattutto, alla sensibilizzazione sul problema della violenza sulle donne. Presente anche Naxoslegge, il festival di cui il Liceo di Giardini è partner ufficiale, nell’ambito del quale, a settembre 2015, è nata l’idea di avviare la biblioteca delle donne presso il Liceo di Giardini Naxos.
La presenza della mostra Violate, grazie a Posto Occupato, consente ai giovani di riflettere, anche attraverso il linguaggio a loro familiare e congeniale del fumetto, magistralmente interpretato da Lelio Bonaccorso, sul tema della violenza sulle donne, su cui la scuola, come ente formativo, deve essere un punto di riferimento per la prevenzione e la sensibilizzazione.
La mostra sarà visitabile tutte le mattine, fino alle ore 13.20, in orario di apertura della scuola, e nei giorni di lunedì, mercoledì e giovedì, anche in orario pomeridiano, dalle ore 15.00 alle ore 18.00.

«Posto Occupato» è un gesto concreto dedicato a tutte le donne vittime di violenza. Ciascuna di quelle donne, prima che un marito, un ex, un amante, uno sconosciuto decidesse di porre fine alla sua vita, occupava un posto a teatro, sul tram, a scuola, in metropolitana, nella società. Questo posto vogliamo riservarlo a loro, affinché la quotidianità non lo sommerga. Approfondimenti su http://postoccupato.org/

Lelio Bonaccorso nasce a Messina nel 1982 ed è fumettista, illustratore ed insegnante presso la Scuola del Fumetto di Palermo e di Messina. Realizza nel 2009 insieme allo sceneggiatore Marco Rizzo, “Peppino Impastato un giullare contro la mafia” (BeccoGiallo, Ankama, Sylvester), fumetto che vince il “Premio Satira” Forte dei Marmi 2009, il “Premio Giancarlo Siani” a Napoli nel 2009, il “Premio Boscarato” come miglior sceneggiatura. Nel 2011 pubblica “Gli ultimi giorni di Marco Pantani” (Rizzoli-Lizard, Sylvester), “Primo” (Edizioni BD), “Que Viva el Che Guevara” (Becco Giallo; Panini – Spagna), “Gli Arancini di Montalbano” di Camilleri (Gazzetta dello Sport) sceneggiati da Marco Rizzo. Nel 2012 disegna nella serie “Fear itself the homefront” (Marvel) e “The Unxeptable” (DC-Vertigo). Nel 2012 pubblica “L’invasione degli scarafaggi, la mafia spiegata ai bambini” sceneggiato da Marco Rizzo (Beccogiallo) e per il Festival Internazionale del Fumetto di Lione rappresenta l’Italia in “Webtrip”, fumetto europeo, ambientando una storia tra Messina e Palermo. Tra il 2013 e il 2014 disegna tre storie brevi edite sulla “Lettura” del Corriere della Sera. Nel 2014 pubblica “Jan Karski l’uomo che scoprì l’Olocausto” (Rizzoli -Lizard, Steinkis, Alteir) sceneggiato da Marco Rizzo, “419 African Mafia” (Ankama Editions). I suoi lavori sono stati pubblicati, oltreché in Italia, anche in: Spagna, Francia, Olanda, Belgio, Usa, Canada, America Latina, Polonia. Con la “Triskelion Film Company ” di cui è uno dei fondatori, collabora su prodotti cinematografici tra cui: “Giostra serie web” e il videoclip ” U Piscispada “.

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: