Archivio

Archive for agosto 2017

NAXOSLEGGE 2017

VII edizione di NAXOSLEGGE, 1-30 settembre 2017

 

Di fronte ai classici” è il tema della VII edizione di Naxoslegge, il festival ideato da Fulvia Toscano, che conferma la sua vocazione di evento diffuso, proponendo importanti appuntamenti culturali, lungo tutto il mese di Settembre. “La scelta del tema – dice Fulvia Toscano (foto in basso) – ci è parsa quanto mai “urgente”, dati gli scenari di emergenza culturale su cui ci muoviamo e entro cui, soprattutto la scuola, si trova a vivere. Lo sguardo sui classici diviene, a nostro avviso, una necessità, per ridefinire orizzonti di senso. Allo smarrimento presente i classici possono dare una risposta. Uno sguardo non nostalgico ma consapevole e contemporaneo. Ecco perché uno dei temi che ci sta a cuore è quello delle riscritture del Mito, a conferma della sua persistenza come codice di segni e simboli“.


Si comincia il 1 settembre con una festa di inaugurazione al Lido di Naxos, con la prima edizione del premio Promotori della Lettura, di cui sarà insignito Massimo Maugeri.

Dal 3 settembre, giorno in cui alle Rocce, con Antonio Presti, Naxoslegge torna a parlare di Custodia della Bellezza e Anima dei luoghi, fino al 30 settembre, è tutto un susseguirsi di incontri: 9-10 a Taormina, con la nuova sezione Sguardi a Oriente, dedicata al Giappone nei 150 anni della amicizia Italia-Giappone, con ospiti del calibro di Mario Vattani, Mujah Maraini e Daniela Brignone; dal 13 al 15 la sezione Le donne non perdono il filo, coordinata da Marinella Fiume, con il premio La Tela di Penelope, dedicato al rapporto tra le donne e il teatro e la sezione “Stregate” dedicata alle dieci donne vincitrici dello Strega; quindi, Itinerarium mentis in deum, con tre appuntamenti dedicati a Dante, nelle Chiese di Giardini Naxos; dal 20 al 29 gli appuntamenti che vedono protagonisti le scuole, sia presso il Liceo Caminiti di Giardini Naxos, storico partner del Festival, sia in altre prestigiose locations, con la partecipazione di ospiti importanti come Valerio Massimo Manfredi, Angelo Tonelli, Nicola Gardini, Pierfranco Bruni, Salvatore Ferlita, Roberto Fai, Francesco Tiboni, Sebastiano Tusa Mario Mazza e tanti altri cui è affidato il compito di attraversare il concetto di classico, raccontandolo attraverso Ovidio, nel bimillemario della morte a Tomi, ma anche attraverso Pirandello, Tomasi di Lampedusa, cui sono dedicati importanti momenti di riflessione, negli anniversari che li vedono protagonisti di questo 2017. Leggi tutto…

Annunci

L’ALTRO SÉ di Lorenzo Perrona (intervista all’autore)

L’ALTRO SÉ, OPPOSIZIONI LETTERARIE DAL SUD di Lorenzo Perrona (Algra editore)
Silone, Levi, Brancati, Pasolini, Sciascia

di Domenico Trischitta

Un raffinato saggio, quello del critico letterario Lorenzo Perrona, che indaga l’unicità italiana intesa come opposizione. Una sorta di colonialismo interno che ha plasmato una produzione narrativa che fa i conti con le due Italie, quella meridionale contadina rappresentata dallo stereotipo del “cafone” di Ignazio Silone e quella borghese industriale nordista di Levi. Il sottosviluppo economico e sociale ha provocato paradossalmente una supremazia letteraria sudista, qua espressa, per esempio, dall’opera di Vitaliano Brancati, che da siciliano si muove sull’asse geografico Pachino, Catania, Roma. Addirittura ci sono scrittori del Nord che scendono in campo e si mimetizzano con il tessuto contadino del Sud (oltre Levi e Pasolini aggiungerei anche Giuseppe Berto), esemplare l’esperienza di Pasolini nelle borgate romane, che attraverso la sessualità e l’empatia del registro linguistico ne assorbe gli umori fino alle estreme conseguenze fatali. Le ragioni necessarie di una scrittura di militanza che in Vitaliano Brancati e in parte in Leonardo Sciascia assumono i connotati di un atavico disagio esistenziale. Da non perdere.

-Perrona, da dove parte questa sua ricerca?
Direi che, più che il punto di partenza, è un certo percorso che mi ha portato a scegliere necessariamente di sviluppare questa ricerca. La questione di partenza è stata questa, da dove nasce, e perché, l’idea “culturale” del Nord Italia e del Sud Italia, un’idea che è acquisita dagli italiani e dai non italiani come un dato di fatto che differenzia e, a volte, discrimina gli individui. Un’idea così radicata da partorire un partito che parlava addirittura di secessione, che ha governato l’Italia per diversi anni ed è tuttora una forza politica rilevante. Se fossi rimasto a vivere nella mia città, Genova, non avrei potuto affrontare efficacemente queste questioni così complesse, perché era necessario prendere le distanze da tante cose, acquisire nuove esperienze culturali: fare chiarezza sull’eurocentrismo e su come le dinamiche identitarie entrino nel discorso nazionale. Direi che, se il mio libro ha qualcosa di metodologicamente originale, è che non fa un discorso semplicemente interdisciplinare (appoggiandosi cioè ad altre discipline, come la sociologia o l’antropologia), fa un discorso sulla letteratura, sui meccanismi della creazione letteraria.

-Ci spiega meglio questo colonialismo letterario, tipicamente italiano? Leggi tutto…

I’M di Anne Riitta Ciccone

I’M di Anne Riitta Ciccone: un film e un libro.

Il film sarà proiettato nell’ambito della Mostra Internazionale del Cinema di Venezia in SALA VOLPI il 31 agosto, alle ore 15. In serata, sempre a Venezia, si svolgerà la presentazione del romanzo (pubblicato dalle edizioni Il Foglio di Gordiano Lupi): ore 22:00 nel contesto delle Kino Venice Nights sulla barca “Edipo Re” ormeggiata all’approdo Corinto, nel corso delle Kino Venice Nights con i critici Fabio Canessa e Ilaria Ravarino. Sarà presente l’autrice. Di seguito, Anne Riitta Ciccone racconta a Letteratitudine il progetto di “I’M”. In coda al post, ulteriori dettagli e il trailer del film.

 * * *

di Anne Riitta Ciccone

Risultati immagini per Anne Riitta CicconeSi tratta di uno strano progetto sul quale con il mio Produttore Francesco Torelli stiamo lavorando da qualche anno.
Io ho fatto tre film, prima di questo, vengo dalla danza e dal teatro, ho iniziato a lavorare anche nel cinema come assistente da quando avevo meno di diciotto anni, e siccome ho la passione per l’immagine e ho sempre ricercato quella “perfetta”, anni fa ho fatto dei seminari sul 3D, che intanto aveva trovato una sua dimensione quasi espressionista con registi tipo Wenders o Polanski.
Così con una fatica immonda e combattendo contro un sistema bizzarro, con accanto da subito però Rai Cinema, siamo riusciti a realizzare questo film, in 3D. Leggi tutto…

Premio Viareggio-Rèpaci 2017 a Calligarich, Carrai e Montesano

I vincitori dell’edizione 2017 del Premio Viareggio-Rèpaci sono:

Per la sezione narrativa: Gianfranco Calligarich con “La malinconia dei Crusich” (Bompiani)

Per la sezione saggistica: Giuseppe Montesano con “Lettori selvaggi” (Giunti)

Per la sezione poesia: Stefano Carrai con “La traversata del Gobi” (Aragno)

 * * *

Gli altri finalisti del Premio “Viareggio-Répaci” sono…

Per la Narrativa: Mauro Covacich, “La città interiore” (La nave di Teseo) e Donatella Di Pietrantonio, “L’Arminuta” (Einaudi).

Per la Saggistica: Francesco Paolo de Ceglia, “Il segreto di san Gennaro” (Einaudi) e Sandro Pazzi, “La donazione dimenticata. L’incredibile vicenda della Collezione Contini Bonacossi” (Mondadori Electa).

Per la Poesia: Franco Arminio, “Cedi la strada agli alberi” (Chiarelettere) e Paolo Lanaro, “Rubrica degli inverni” (Marcos y Marcos).

Il Premio Viareggio-Rèpaci, presieduto da Simona Costa, che ha compiuto 88 anni, ha dedicato uno spazio speciale ad Antonio Gramsci, con la commemorazione dei 70 anni dall’assegnazione del riconoscimento alle sue “Lettere dal carcere”.
A don Luigi Ciotti è stato conferito il Premio internazionale Viareggio-Versilia.

Di seguito, le schede dei tre libri vincitori del premio e le motivazioni della giuria.

Leggi tutto…

Il Premio Racalmare-Sciascia 2017 a Simona Lo Iacono

Simona Lo Iacono con il romanzo “Il morso” (Neri Pozza) vince l’edizione 2017 del Premio “Racalmare-Sciascia”. Seconda classificata: Silvana La Spina con “L’uomo che veniva da Messina” (Giunti). In terza posizione Orazio Labbate con “Stelle ossee” (LiberAria)

Ascolta la puntata di “Letteratitudine in Fm” dedicata a “Il morso” (Neri Pozza) dove Simona Lo Iacono conversa con Massimo Maugeri

Per l’ascolto diretto della puntata, cliccare qui

* * *

Le schede dei tre libri del Premio “Racalmare-Sciascia”

Leggi tutto…

FESTIVAL DELLE STORIE 2017

Festival delle Storie: Valle di Comino dal 23-27 Agosto

L’intero programma è disponibile cliccando qui

Per scoprire chi son gli ospiti dell’edizione di quest’anno clicca qui

Leggi tutto…

Taobuk approda nelle Isole Minori

Taobuk approda nelle Isole Minori con una nuova rassegna

 

Taobuk approda nelle “isole minori” con una rassegna che vedrà protagonisti nomi di spicco della narrativa italiana e internazionale, come Alessia Gazzola, attesa il 17 agosto a Salina, e Andrea Vitali che sarà a Pantelleria il 2 settembre.  

La prima delle due tappe insulari prevede una conversazione con la scrittrice messinese Alessia Gazzola, che dialogherà con Franco Arabia sul suo ultimo giallo “Un po’ di follia in primavera”, balzato subito in testa alle classifiche, come del resto i precedenti romanzi del ciclo dedicato ad Alice Allevi, aspirante anatomopatologa, ovvero “L’allieva”, come recita il primo titolo che vede protagonista la pasticciona specializzanda, in corso all’Istituto di Medicina Legale di Roma. Leggi tutto…