Home > Articoli e varie, Segnalazioni > SENTIMI di Tea Ranno (versi in esclusiva)

SENTIMI di Tea Ranno (versi in esclusiva)

febbraio 26, 2018

SENTIMI di Tea Ranno (Frassinelli). Cento voci, una storia

Pubblichiamo dei versi in siciliano (scritti e tradotti in italiano dalla stessa Tea Ranno) relativi a “Sentimi” (Frassinelli) in libreria dal 27 febbraio 2018

«Perciò ho voluto raccontartela la mia storia, perché finisse scritta in mezzo a queste storie di donne.» Donne che si raccontano, e raccontano la violenza subita dagli uomini, nel nuovo romanzo di Tea Ranno,Sentimi

* * *

Durante una notte surreale, e nello stesso tempo fin troppo reale, una donna, una scrittrice, tornata nel paese siciliano dove è nata, nella piazza dove passeggiava bambina, ascolta decine di voci che giungono da un altrove indistinto, che si fanno strada in una nebbia strana, inquietante. Sono voci di donne morte, che vogliono, devono, raccontare le loro storie perché la scrittrice le trascini fuori dall’oblio al quale sono destinate. Sono storie quasi sempre dolorose, a volte tragiche, che hanno una caratteristica in comune: l’umanità delle protagoniste, la loro complessità emotiva e intellettuale, i loro sentimenti, le loro vite vere, insomma, tutto viene sempre e inesorabilmente annullato nella dicotomia maschile della donna «santa o buttana». Ma non solo per raccontarsi, i fantasmi di queste donne parlano all’autrice: c’è anche un’altra storia, che tutte le coinvolge, e che vogliono si sappia. La storia di Adele, figlia di Rosa, ma non del suo legittimo marito, Rosario. E la colpa più grave di Adele è quella di avere i capelli rossi, come il suo vero padre, segno inequivocabile del tradimento, della colpa, delle corna. Per questo Rosario passerà il resto della sua vita nel tentativo di uccidere la bambina, poi ragazza. E per questo le donne del paese, le stesse donne che si raccontano, faranno di tutto per salvarla. Perché levare almeno la piccola Adele dai meccanismi mentali malati di questi maschi brutali, ancestrali e irredimibili, vorrebbe dire aver salvato tutte loro.

 * * *

Sentimi (di Tea Ranno)

Sentimi, tu,

bedda figghia,

ascuta:

u viri

chiddu ca cca

ni puttamu appressu

è chiddu ca cchiù ’ssai

na vita ni puncìu

chiddu ca ni tincìu i manu

’i misericordia

o sancu,

chiddu ca ni fici cogghiri

scumazza

’i vita no mentri

campaumu,

chiddu ca ni inchìu

l’occhi

’i lusioni,

chiddu ca fici

’i nui

carni unni l’autri

appizzaru spinculi,

chiddu ca n’infucò

chiddu ca ni parrò

chiddu ca ni fici riçiatari

doppu lonchi

cursi

’i chiantu.

Ni purtamu appressu

scagghi ra vita

ca campammu

scagghi d’amuri.

E chi n’aspetta cca banna?

Amuri a scagghi

spinculi spuntati

augghi ’i cuntintizza

trimulizzi quannu

’n çiatu trapassa

’i docu a cca

e l’aria rici

u nomu nostru

e ogni cosa,

accussì

s’arrizzetta

 

Sentimi, tu,

bella figlia,

ascolta:

lo vedi

quello che qui

ci portiamo appresso

è quello che più

nella vita ci punse

quello che ci tinse le mani

di misericordia

o sangue,

quello che ci fece cogliere

schiuma

di vita nel mentre

vivevamo,

quello che ci riempì

gli occhi

di visioni,

quello che fece

di noi

carne dove gli altri

infilzarono spilli,

quello che ci infuocò

quello che ci parlò

quello che ci fece rifiatare

dopo lunghe

corse

di pianto.

Ci portiamo appresso

scaglie della vita

che vivemmo

scaglie d’amore.

E che ci aspetta da questa parte?

Amore a scaglie

spilli spuntati

aghi di contentezza

tremori quando

un fiato trapassa

da lì a qui

e l’aria dice

il nome nostro

e ogni cosa

così

si ricompone

* * *

* * *

Tea Ranno è nata a Melilli, in provincia di Siracusa, nel 1963. Dal 1995 vive a Roma. È laureata in giurisprudenza e si occupa di diritto e letteratura.
Ha pubblicato per e/o i romanzi Cenere (2006, finalista ai premi Calvino e Berto, vincitore del premio Chianti) e In una lingua che non so più dire (2007).
Nel 2012 per Mondadori esce La sposa vermiglia e nel 2014, sempre per Mondadori, Viola Fòscari.

* * *

© Letteratitudine

LetteratitudineBlog / LetteratitudineNews / LetteratitudineRadio / LetteratitudineVideo

Seguici su Facebook e su Twitter

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: