Home > Articoli e varie, PoesiaNews > UNA BIBLIOTECA PER PIERLUIGI CAPPELLO

UNA BIBLIOTECA PER PIERLUIGI CAPPELLO

giugno 29, 2018

Pierluigi Cappello è stato uno dei maggiori poeti italiani. È scomparso il 1° ottobre 2017 e, su LetteratitudineBlog, gli abbiamo dedicato questo omaggio. È con grande piacere che contribuiamo a divulgare la notizia della intitolazione, al poeta Pierluigi Cappello, della biblioteca civica di Tarcento (Ud)

 * * *

Sabato 30 giugno, alle 20.30, la biblioteca civica di Tarcento, situata nel complesso del Centro Europeo Luciano Ceschia, in via Julia 13, verrà intitolata a Pierluigi Cappello.

Il sindaco, Mauro Steccati, scoprirà la targa con la scritta:

«COMUNE di TARCENTO / BIBLIOTECA CIVICA  / “Pierluigi Cappello” / poeta (1967-2017) / “Sono qui, con voi, perché sia voce / la mia dentro le vostre” / 30 giugno 2018».

InternoAi saluti delle autorità e degli organizzatori seguirà il programma “Lo sguardo della poesia-Dedica a Pierluigi Cappello”, con l’intervento di Stas Gawronski, autore e conduttore di trasmissioni televisive culturali della RAI, da sempre amico di Pierluigi e attraverso lui di Tarcento.

Ci sarà modo, poi, di vedere Pier ed ascoltarne la voce in una bella e suggestiva intervista de “I lûcs de poesie”, a cura di Augusta Eniti, e per la regia di Paolo Comuzzi, Forum editrice, 2008. E in un brano del video inedito, girato da Andrea Lucatello, che riproduce il dialogo di Pier con Luigi Reitani alla presentazione, in Villa Moretti, di “Rondeau”, il quaderno di traduzioni edito da Forum nel 2011.

Sarà poi Giuseppe Battiston, anche lui amico generoso di Pier, a prestargli la propria voce lieve e affettuosa, attenta alla partitura musicale delle sue poesie.

Tarcento ha avuto la fortuna di stringere forti legami tra Pier e la sua gente: bambini e ragazzi delle scuole elementari e medie, un pubblico ampio e affezionato di lettori, associazioni come il Centro Iniziative Culturali di Tarcento (CICT) per il quale Pier aveva inventato e diretto la rassegna di poeti contemporanei “Lo sguardo della Poesia”; e ancora le istituzioni cittadine: Pierluigi aveva, infatti, ricevuto il Premio Epifania nel 2005 e la cittadinanza onoraria nel 2013.

La comunità di Tarcento, a partire da un’idea del CICT, vuole ora in qualche modo, dando il nome di Pierluigi alla biblioteca civica, far fronte alla prematura scomparsa di un poeta fortemente legato ai suoi luoghi e alla sua gente, ma mai sfiorato da limitazioni provinciali, aperto alla grande tradizione culturale umanistica che lega tutte gli esseri umani e le loro culture.

La biblioteca civica di Tarcento ha già dedicato una sala a Tito Maniacco, dove sono ospitati mille volumi, soprattutto di saggistica, appartenuti a Maniacco e con i segni vivi delle sue “fertili” letture; e conserva un legame speciale con Bruna Sibille Sizia, tarcentina “cantatrice di storie”.

Ora la comunità tarcentina intende legare la biblioteca anche al nome di Pierluigi Cappello, anche nel senso di affidare un “legato” alle generazioni più giovani, per le quali Pier ha sempre nutrito una viva considerazione, perché si riconoscano nella sua voce e riconoscano e coltivino con lui la propria umanità, la dignità degli umili, il valore delle “parole povere”.

I suoi familiari, i suoi amici, il CICT, l’Amministrazione comunale, la comunità tarcentina, saranno lieti di accogliere tutti coloro che vorranno unirsi sabato sera intorno al suo nome, “Leggero come la cenere, Fresco, come l’aria fra le dita, / Scomparso, come una nuvola”.

* * *

© Letteratitudine

LetteratitudineBlog / LetteratitudineNews / LetteratitudineRadio / LetteratitudineVideo

Seguici su Facebook e su Twitter

Annunci