Home > Annunci, Eventi > IL CIRCOLO DEI LETTORI DELLA DOZZA: attività 2019

IL CIRCOLO DEI LETTORI DELLA DOZZA: attività 2019

dicembre 19, 2018

IL CIRCOLO DEI LETTORI DELLA DOZZA – Bologna, da gennaio a luglio 2019

Un progetto di Lettura, e di incontro con gli autori, organizzato dall’Università di Firenze in favore del Carcere La Dozza

 * * *

Foto del docente“Il progetto nasce nell’ambito del Patto per la Lettura promosso dal Comune di Bologna a tutte le istituzioni cittadine, per diffondere la lettura in tutti gli ambienti e presso tutte le generazioni”, racconta a Letteratitudine la professoressa Paola Italia del Dipartimento di Filologia Classica e Italianistica dell’Università di Bologna. “Come Università di Bologna lavoriamo da tempo in stretto contatto con il Carcere La Dozza, grazie al collega Prof. Basevi, responsabile dei rapporti Carcere-Università, poiché molti sono gli iscritti che frequentano i nostri corsi di laurea e sostengono gli esami. Abbiamo voluto però estendere la nostra partecipazione alle numerose attività che già si svolgono presso il Carcere della Dozza con una iniziativa speciale, promossa dagli studenti del Dipartimento di Filologia Classica e Italianistica e da me coordinata: un vero e proprio circolo di Lettori che ha il duplice scopo di aumentare le dotazioni dei volumi delle varie biblioteche delle sezioni del carcere e coinvolgere i detenuti nella lettura di alcuni testi che toccano i grandi temi della libertà e della giustizia.
Siamo stati sostenuti dalla Direttrice del Carcere, Dott.ssa Clementi e dal responsabile delle attività culturali, Dott. Ziccone, ma anche dalle case editrici che hanno partecipato al nostro progetto inviando varie copie dei volumi che saranno letti durante il periodo del Circolo”.

“Tutti i mesi, nella Biblioteca Centrale del Carcere, si terrà un incontro di lettura su libri di argomenti diversi: dal celebre Il giorno della civetta di Leonardo Sciascia, curato da Paolo Squillacioti che sarà presente alla prima seduta del circolo, al saggio originale e provocatorio di Elvio Fassone, Fine pena, ora: lettera inviata dal magistrato al proprio imputato, dalle poesie scritte dal fronte della prima guerra mondiale, Le notti chiare erano tutte un’alba, curate da Andrea Cortellessa, al romanzo di Alessandra Sarchi La notte ha la mia voce, vincitore del Premio Selezione Campiello 2017. Anche la Sarchi, scrittrice bolognese,  parteciperà direttamente all’incontro.
E ancora, leggeremo insieme l’avvincente Impostore di Javier Cercas, che manderà un messaggio ai lettori del Circolo su questo straordinario romanzo, dove la realtà supera la fantasia narrativa, e rifletteremo sull’originale contro-dizionario politico di Gramiccia e Oggionni, che sarà presente all’incontro: Le parole rubate. E concluderemo con le poesie –  curate da Eraldo Affinati, impegnato da anni con progetti culturali carcerari – di Un prato in pendio, strepitosa raccolta poetica di un rivoluzionario gentile come Pierluigi Cappello, che, da una forzosa immobilità, aveva tratto la sorprendente energia capace di condurlo fino in fondo, lungo sentieri di scrittura originali e inaspettati: “Perché qui c’è da camminare nel buio della parola”.

 * * *

LE ATTIVITA’ E IL PROGRAMMA DEL CIRCOLO DI LETTURA PER L’ANNO 2019

Gli studenti e i docenti del Dipartimento di Filologia Classica e Italianistica dell’Università di Bologna, che da tempo collaborano con il Carcere della Dozza seguendo i percorsi di formazione degli iscritti all’Università, organizzano un CIRCOLO DI LETTURA che si terrà da gennaio a luglio 2019.

Agli incontri parteciperanno gli studenti e i docenti del “Circolo dei lettori della Dozza”, con autori e curatori dei volumi, che hanno dato la loro disponibilità a partecipare all’iniziativa, sia direttamente, sia lasciando una testimonianza scritta o video sui canali social del “Circolo”.

La Biblioteca del Circolo dei lettori, alimentata con le copie inviate gratuitamente dagli editori, che hanno aderito con entusiasmo all’iniziativa, verrà arricchita con libri offerti dai docenti del Dipartimento, che andranno ad ampliare la dotazione della Dozza, avvicinando l’Università al carcere, e il carcere alla lettura: il più semplice e potente esercizio di intelligenza e libertà.

 * * *

 

CALENDARIO DEL CIRCOLO

23 GENNAIO Leonardo Sciascia, Il giorno della civetta, Milano, Adelphi, 2002 – con PAOLO SQUILLACIOTI (curatore delle Opere di Sciascia).

20 FEBBRAIO Elvio Fassone, Fine pena: ora, Palermo, Sellerio, 2015.

20 MARZO Le notti chiare erano tutte un’alba, a cura di Andrea Cortellessa, Milano, Bompiani, 2018 – con una testimonianza di ANDREA CORTELLESSA.

17 APRILE Alessandra Sarchi, La notte ha la mia voce, Torino, Einaudi Stile Libero, 2017 (Premio Selezione Campiello 2017 – con ALESSANDRA SARCHI.

15 MAGGIO Javier Cercas, L’impostore, Parma, Guanda, 2015 – con una testimonianza di JAVIER CERCAS.

19 GIUGNO Roberto Gramiccia-Simone Oggionni, Le parole rubate, Milano, Mimesis, 2018 – con SIMONE OGGIONNI.

17 LUGLIO Pierluigi Cappello, Un prato in pendio, Milano, Rizzoli, 2018 – con ERALDO AFFINATI.

* * *

Responsabili: Prof.ssa Paola Italia (paola.italia@unibo.it) e Dott.ssa Laura Fugazza (laura.fugazza@studio.unibo.it)

 

* * *

© Letteratitudine

LetteratitudineBlog / LetteratitudineNews / LetteratitudineRadio / LetteratitudineVideo

Seguici su Facebook e su Twitter

Annunci