Home > PoesiaNews > GIORNATA MONDIALE DELLA POESIA 2019

GIORNATA MONDIALE DELLA POESIA 2019

marzo 19, 2019

21 marzo 2019 – GIORNATA MONDIALE DELLA POESIA

Risultati immagini per world poetry day 2018 unesco

Ogni anno si celebra la Giornata Mondiale della Poesia nel primo giorno di primavera. Istituita dall’UNESCO in quanto si riconosce all’espressione poetica un ruolo privilegiato della promozione del dialogo interculturale, della comunicazione e della pace.

La giornata mondiale della poesia sul sito delle Nazioni Unite

 

* * *

 

Messaggio per la Giornata Mondiale della Poesia 2019 di Audrey Azoulay: Direttore Generale dell’UNESCO

 

Sogni

Tenetevi stretti ai sogni
perchè se i sogni muoiono
la vita è un uccello con le ali spezzate
che non può volare.
Tenetevi stretti ai sogni
perchè quando i sogni se ne vanno
la vita è un campo arido
gelato dalla neve.

(Langston Hughes)

Questi versi del poeta Langston Hughes sono un invito a un sogno, a una fuga, a un’emancipazione. La poesia è senza dubbio la forma migliore per esprimere questo desiderio, poiché ci tocca nell’intimo e permette ogni forma di libertà.
Questo poema parla dello straordinario potere delle parole che aprono orizzonti infiniti, migliorano le nostre vite, cambiano la realtà, la abbelliscono, la mostrano in una nuova luce che non è mai stata vista prima.
La poesia non è un banale gioco di suoni, parole e immagini: ha un potere creativo e trasformativo.
Poeta, scrittore, drammaturgo e leader del Rinascimento di Harlem negli anni Venti, Langston Hughes mise la sua arte al servizio della lotta contro la discriminazione subita dalla comunità afroamericana. La sua poesia è quindi inseparabile dal suo impegno per i diritti civili e rimane una fonte di ispirazione per tutti i sostenitori delle libertà fondamentali in tutto il mondo.
La poesia è anche quest’arte unica che ci rende consapevoli della straordinaria diversità umana: la diversità delle lingue e delle culture. È un luogo di incontro tra l’individuo e il mondo. È un’introduzione alla differenza, al dialogo e alla pace. È la testimonianza dell’universalità della condizione umana che va oltre gli innumerevoli mezzi usati per descriverla.
Ogni anno dal 1999, l’UNESCO festeggia la Giornata mondiale della poesia il 21 marzo. È un’occasione per celebrare la ricchezza del patrimonio culturale e linguistico del mondo. È anche un’occasione per attirare l’attenzione sulle forme tradizionali di poesia che rischiano di scomparire, come nel caso di molte lingue meno usate e minoritarie. Per mantenere le tradizioni viventi, l’UNESCO ha incluso un certo numero di forme poetiche nell’eredità immateriale dell’umanità: per esempio l’arte poetica di Ca trù cantata dal Viet Nam, Al’azi degli Emirati Arabi Uniti, le canzoni di Baul dal Bangladesh e l’eredità orale di Gelede condivisa dalla comunità Yoruba-Nago che vive in Togo, Benin e Nigeria.
La poesia non si limita all’aspetto artistico: è anche uno strumento per l’educazione formale e informale. In questo senso, le arti e le pratiche culturali forniscono un supporto efficace per l’apprendimento permanente. Ecco perché l’UNESCO incoraggia e sostiene l’educazione artistica poiché rafforza lo sviluppo intellettuale, emotivo e psicologico, plasmando generazioni che possano essere capaci di reinventare il mondo.
Questa giornata è anche l’occasione per rendere omaggio a tutte le persone che danno vita a questa importante arte: i poeti, naturalmente, ma anche i traduttori, gli editori e gli organizzatori di letture di poesie e festival di poesia. L’UNESCO incoraggia tutti gli Stati membri a sostenere nelle loro azioni tutti coloro che lavorano ogni giorno affinché la poesia possa continuare ad arricchire la nostra vita.
Infine, poiché la poesia è un atto di creazione e condivisione, l’UNESCO invita tutti, in questa Giornata Mondiale, a creare, inventare, condividere e aprirsi ad altre lingue e ad altri modi di nominare il mondo, a rallegrarsi di tutto ciò che arricchisce la nostra diversità. Poiché coltivare l’arte e coltivare la mente è anche coltivare la pace.

– Audrey Azoulay, direttore generale
Messaggio sulla giornata mondiale della poesia 2018

 

* * *

[Il testo del messaggio in lingua inglese]

UNESCO Director-General’s Message for 2018

Dreams

Hold fast to dreams
For if dreams die
Life is a broken-winged bird
That cannot fly.
Hold fast to dreams
For when dreams go
Life is a barren field
Frozen with snow.

Langston Hughes

 * * *

These lines by the poet Langston Hughes are an invitation to a dream, an escape, an emancipation. Poetry is undoubtedly the best form for expressing this yearning, since it touches upon the personal and allows for all freedoms.
This poem is about the extraordinary power of words that open up infinite horizons, enhance our lives, change reality, embellish it, show it in a new light which has never been seen before.
Poetry is not a trivial game of sounds, words and images: it has a creative, transformative power.
Poet, writer, playwright and leader of the Harlem Renaissance in the 1920s, Langston Hughes placed his art at the service of the fight against the discrimination suffered by the African American community. His poetry is thus inseparable from his commitment to civil rights and it remains a source of inspiration for all the advocates of fundamental freedoms around the world.
Poetry is also this unique art that makes us aware of extraordinary human diversity: the diversity of languages and cultures. It is a meeting place between the individual and the world. It is an introduction to difference, dialogue and peace. It is testimony to the universality of the human condition beyond the innumerable means used to describe it.
Each year since 1999, UNESCO has celebrated World Poetry Day on 21 March. It is an occasion to celebrate the wealth of the world’s cultural and linguistic heritage. It is also an occasion to draw attention to traditional forms of poetry that are in danger of disappearing, as is the case for many lesser-used and minority languages. To maintain living traditions, UNESCO has included a number of poetic forms in the intangible heritage of humanity: for example the poetic art of Ca trù singing from Viet Nam, Al’azi from the United Arab Emirates, Baul songs from Bangladesh and the oral heritage of Gelede shared by the Yoruba-Nago community living in Togo, Benin and Nigeria.
Poetry is not limited to the artistic aspect: it is also a tool for formal and informal education. In this sense, the arts and cultural practices provide effective support for lifelong learning. This is why UNESCO encourages and supports artistic education since it strengthens intellectual, emotional and psychological development, shaping generations that are more well-rounded and capable of reinventing the world.
This day is also the occasion to pay tribute to all the people who bring this prominent art to life: the poets of course, but also the translators, publishers and the organizers of poetry readings and poetry festivals. UNESCO encourages all Member States to support in their actions all those who work every day so that poetry may continue to enrich our lives.
Finally, since poetry is an act of creating and sharing, UNESCO invites everyone, on this World Day, to create, invent, share, and be open to other languages and other ways of naming the world, to rejoice in all that is different in our diversity. Since to cultivate art and cultivate the mind is also to cultivate peace.

— Audrey Azoulay, Director General
Message on World Poetry Day 2018

 * * *

Un’iniziativa a Roma:  Giornata Internazionale della Poesia, 21 marzo.

“Caffè, cornetto e poesia. 50 bar X 50 poesie”. Da Roma a…?

Milano, Rimini, Faenza, Ferrara, Napoli sono le città che hanno aderito all’iniziativa partita da Roma.

21 marzo 2019: per la Giornata Internazionale della poesia l’obiettivo sarà inondare i territori di poesie. “Caffè, cornetto e poesia. 50 bar per 50 poesie”. Da Roma a…? Un’iniziativa che parte dal gruppo arti performative di Grande Come una città, del terzo municipio, perché “La poesia nacque la notte in cui l’uomo contemplava la luna pur consapevole che non era commestibile.” (Valeriu Butulescu), ma anche una proposta che mira a contagiare la creatività di chi anima tutti i territori e le città che avranno il piacere di imitarla e farla propria.

A Roma 50 i bar che hanno già aderito all’iniziativa.

Per il 21 marzo riceveranno Contenitori con all’interno Poesie: i clienti potranno prenderne gratuitamente mentre consumeranno il caffè. Il tema che lega le poesie scelte è l’incontro: quello con sé stessi, con il proprio amore, desiderato e temuto, ma anche l’incontro con il diverso da noi che ci apre agli altri e ad arricchirci

Tra i bar che hanno aderito all’iniziativa: Pasticceria Carmignani di via Monte Cervialto, Caffè Rosati di piazzale Adriatico, il Bar Mr Silvio pieno di studenti di piazza dell’Ateneo Salesiano, il Bar Caffetteria Conca d’oro – famoso per aver messo libri al posto delle slot machine; il Bar Cupido di Serpentara, il Lollo Bar di Nuovo Salario con il suo spazio di artigianato dedicato a un progetto solidale in Congo, Bar L’Angolo Verde di Vigne Nuove e il Bar Pasticceria I Talenti a Talenti.

Saranno più di 50 le poesie distribuite con testi di poeti moderni, contemporanei di tutto il mondo e non mancheranno testi di cantautori italiani: Mariangela Gualtieri, Erich Fried, Leopardi, Pedro Solinas, Franco Arminio, Sylvia Plath, Gianni Rodari, Patrizia Cavalli, Nazim Hikmet, Pierpaolo Pasolini, Charles Bukowski, Alda Merini, Antonia Pozzi, Edgar Lee Masters, Rabindranath Tagore, Michele Mari, Wislawa Szymborska, Guido Catalano, Lucio Dalla, Fabrizio De Andrè.

In occasione della Giornata Mondiale della Poesia il 21 marzo questi bar saranno animati da letture di poesie sussurrate, musicate, recitate. Tra questi: Lollo Bar, via Piero Foscari, 93 dalle ore, 17,00; Bar Yogurt, via Valle Melaina 161, dalle ore 13,30; Bar Caffetteria Conca d’Oro, via Conca d’Oro, 232 dalle ore 11,00; Lucky Bar, via Val di Non, 60 dalle ore 16,30.

Grande come una Città è un vero e proprio movimento di persone nato nel Terzo Municipio attorno all’assessorato alla cultura, con il progetto di creare con gli stessi abitanti dei quartieri incontri, eventi, arte e cultura animati dal valore della cittadinanza attiva e dalla convinzione che la cultura sia un preziosissimo strumento per costruire cittadini consapevoli

* * *

© Letteratitudine

LetteratitudineBlog / LetteratitudineNews / LetteratitudineRadio / LetteratitudineVideo

Seguici su Facebook e su Twitter