Home > Articoli e varie > IL NUOVO RUOLO DEL LIBRAIO INDIPENDENTE: il caso della libreria Bonanzinga

IL NUOVO RUOLO DEL LIBRAIO INDIPENDENTE: il caso della libreria Bonanzinga

Mag 28, 2019

La libreria indipendente nel 2019: un luogo carico di emozioni. Il caso della libreria Bonanzinga di Messina.

La libreria Bonanzinga di Messina apre una nuova sede con nuove idee. Abbiamo chiesto alla libraia Daniela Bonanzinga di raccontarci qualcosa su questa nuova fase della sua attività

 * * *

di Daniela Bonanzinga

Essere librai indipendenti da quarant’anni, avere partecipato alla storia del paese, all’evoluzione del settore e alla grande catarsi in atto dal 2008 in poi, segna profondamente coscienza ed esperienza. Avere riposto i sogni da giovane, avere avuto un progetto di vita e averlo riccamente realizzato è un privilegio.
Semplice immaginare quando l’asticella galleggia verso nord, un po’ più complesso quando l’asticella inizia a scendere verso sud, senza stabilizzarsi.
Il famigerato pubblico dei lettori forti che sosteneva il mercato
cambia le abitudini di acquisto e sposta l’attenzione dai luoghi fisici ai luoghi virtuali.
Le regole si modificano velocemente e a soffrirne sono tutti: le librerie indipendenti, le librerie di catena, le librerie in franchising, la grande distribuzione.
Traghettare dal vecchio modello ad un nuovo modello che possa intercettare bisogni e tendenze del lettore è un’ardua sfida.
E’ impossibile creare luoghi fisici accoglienti se non si comprende come oggi la gente comunica e quali siano gli ingredienti sociali esistenziali.
Un mondo sempre più di fretta dove il protagonismo virtuale esercita uno strapotere, basti guardare le analisi che puntualmente lo smartphone ci fornisce relativamente ai tempi passati sui social e sui siti ogni settimana
Ma quale il ruolo di un libraio indipendente che si affaccia su questo mondo?
Prima di parlare di un modello di libreria (contenitore fisico), credo si debba parlare della mente del libraio, degli strumenti di cui è dotato per accogliere il presente.
Fare foto diagnosi introspettiva, osservare la propria dipendenza da social, smartphone e rete, comprendere quanto tempo ognuno di noi lettori forti sottrae alla lettura è il primo passo.
Come ci informiamo oggi? Quali strumenti sono sopravvissuti nelle nostre abitudini di consumatori di cultura? Compriamo i giornali cartacei, acquisiamo notizie dalla reta in maniera difforme, o ci abboniamo ai quotidiani? Amiamo le recensioni on line, le stelline di Amazon, o continuiamo ad andare in libreria per carpire informazioni e scegliere le nostre letture?
Desideriamo creare un gruppo di lettura fisico o è sufficiente iscriverci a un gruppo di lettura chattando e imprimendo like sulla tastiera?
A queste numerose domande ho provato a dare delle risposte che mi hanno portato al quadro recente influenzato dal passato e intriso di presente.
La realtà connessa al mondo dell’informazione è un mix assoluto fatto di nuove e vecchie generazioni, fisico e virtuale, mondi in continua sinergia che si influenzano a vicenda.
Una cosa emerge però chiara e lampante: il protagonismo del lettore nel mondo virtuale si esprime con istantanea velocità.
Questo è il punto di partenza al quale mi sono ispirata nell’immaginare cosa dovesse esprimere la mia nuova libreria indipendente, ripensata dopo 50 anni di storia.
Un luogo di narrazione dove il pubblico potesse coniugare l’acquisto all’emozione di chiedere, consigliare, scoprire, partecipare, scambiare.
Le scelte dei libri avvengono narrando il momento che si sta vivendo, consigliando ad altri i libri che hanno curato la propria esistenza.
L’incontro con l’autore è una restituzione intensa, e il lettore si assume la responsabilità di narrare all’autore luci e ombre, dell’esperienza del leggere.
Questa è la filosofia di progetto di una storica libreria indipendente che si assume da cinquanta anni la responsabilità di incidere sul tessuto culturale del territorio in cui insiste.

 * * *

Alcune immagini della nuova sede della libreria Bonanzinga

* * *

© Letteratitudine

www.letteratitudine.it

LetteratitudineBlog / LetteratitudineNews / LetteratitudineRadio / LetteratitudineVideo

Seguici su Facebook e su Twitter

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: