Archivio

Archive for settembre 2019

ME NON PIÙ di Massimiliano Costa

ME NON PIÙ di Massimiliano Costa (italic & pequod): un esordio letterario

 * * *

Massimiliano Costa ha 33 anni ed è il direttore di ShareTheMeal, l’app di raccolta fondi del World Food Programme delle Nazioni Unite. Ha lavorato in consulenza strategica e studiato a Torino e New York. Me non più è il suo romanzo d’esordio.

Jaco è un giovane consulente aziendale che da ragazzo accarezzava un sogno diverso: fare il violinista e circondare la sua vita di bellezza. Da questa tensione tra aspirazione e divenire, tra sogno e realizzazione s’innesca la storia di una sua giornata in previsione di un incontro decisivo con i vertici dell’azienda cliente. Ventiquattro ore di lavoro matto e disperatissimo barricato in un grattacielo. Un’importantissima riunione la mattina seguente. Lo sforzo per raggiungere l’eccellenza, la voglia di dimostrare di essere all’altezza, stress, capi, ambizione, slide, molti caffè e nessuna ora di sonno. Fino allo sfinimento delirante che arriva al ritmo della Ciaccona di Bach. Sullo sfondo la sera in cui Jaco, anni prima, ha dovuto prendere la prima scelta determinante della sua vita: dedicarsi alla musica oppure studiare in una prestigiosa università.

Abbiamo incontrato l’autore per chiedergli di raccontarci qualcosa su questo suo romanzo d’esordio… Leggi tutto…

PORTICI DI CARTA 2019

Portici di Carta

PORTICI DI CARTA 2019 – 13ª EDIZIONE DEDICATA AD ANDREA CAMILLERI

Torino – sabato 5 e domenica 6 ottobre 2019

 * * *

Immaginate una libreria lunga due chilometri. Un sentiero di 120 bancarelle e 20 tratti tematici con oltre 150 tra librai, editori piemontesi e bouquinistes, suggestioni di carta che si distendono per le vie e le piazze di una grande città, al riparo di portici eleganti, mostrando tracce mutevoli di colori e generi: lì c’è la narrativa, più avanti i fumetti, quindi i gialli, la saggistica, la storia locale, i viaggi, i libri per ragazzi, l’antiquariato, il fuori catalogo, le passioni, la spiritualità… Da tredici anni, questo paradiso per lettori è una realtà: si chiama Portici di Carta – progetto della Città di Torino, con le sue Biblioteche civiche e il Centro Interculturale, realizzato da Associazione Torino, La Città del Libro e Fondazione Circolo dei lettori, con il sostegno di Regione Piemonte e con la partecipazione dei librai torinesi coordinati da Rocco Pinto – e si srotolerà di nuovo nel centro di Torino sabato 5 e domenica 6 ottobre 2019. Leggi tutto…

MOTHER ERITREA di Daniel Wedi Korbaria (un estratto)

Pubblichiamo un estratto dell’introduzione di MOTHER ERITREA, romanzo di Daniel Wedi Korbaria (La Vela edizioni – Viareggio)

 * * *

Il libro sarà presentato presso la Pinatoca “Nunzio Sciavarrello” di Catania venerdì 4 ottobre 2019 alle h. 17.30.
Sabato 5 ottobre si svolgerà l’incontro/dibattito “L’Africa può risorgere” (le locandine in coda al post)

 * * *

Sullo sfondo di un paese in guerra, negli anni dell’infinita lotta di Liberazione del popolo eritreo, si compie il dramma di Selam, Mother Eritrea, una madre coraggio costretta a crescere da sola due figli mulatti facendo di tutto perché sopravvivano. La vicenda è ambientata nella città di Asmara, oppressa dal feroce controllo dei Torrserawit del Colonnello Menghistu Hailemariam armati di Kalashnikov. I fratellini crescono circondati da un gruppo di donne sole che usano i melodrammi indiani come panacea alla loro misera vita, combattendo quotidianamente contro uomini violenti. Per sfuggire a un destino che sembra già segnato, i due si rifugiano “nel recinto del Signore”, la Cattedrale cattolica di Asmara, diventando chierichetti. Il protagonista Yonas, un Tom Sawyer africano ma con la pancia vuota, è, assieme al suo fratellino, perennemente a caccia di cibo. Il protrarsi della situazione bellica li porterà nel cuore dell’Impero etiopico, fino al tanto atteso ritorno e un finale che svelerà la patologica immaginazione della voce narrante: la rivincita della vita sulla morte.

 * * *

“Mother Eritrea” di Daniel Wedi Korbaria (La Vela edizioni – Viareggio)

Dall’Introduzione
Leggi tutto…

MACCHINE COME ME di Ian McEwan (recensione)

MACCHINE COME ME di Ian McEwan (Einaudi – traduzione di Susanna Basso)

 * * *

L’Adamo di Ian McEwan è un replicante con l’anima di Dostoijevski

di Daniela Sessa

Dopo aver esitato per alcuni secondi, abbassai la faccia sulla sua e lo baciai sulle labbra morbide e anche troppo umane”. Arrivati a un certo punto della storia di Adam, Charlie e Miranda, i tre protagonisti di “Macchine come me” di Ian McEwan accade questo, un bacio. Accade pure che al lettore possa venire in mente un altro bacio: “Ma all’improvviso il prigioniero si avvicina al vecchio senza dir nulla e sempre in silenzio bacia le sue labbra esangui…”. Possa venire in mente o vi possa essere condotto pagina dopo pagina da un Ian McEwan chissà quanto consapevole di aver disattivato le già esangui labbra dell’Inquisitore di Dostoijevski, nelle cui scomode vesti ha fatto entrare il suo Golem. Charlie bacia Adam, l’androide – dalle fattezze di “un portuale del Bosforo” – che ha comprato con i soldi dell’eredità materna, e nel bacio si condensa tutto il racconto di McEwan. Il tradimento attraversa le pagine di McEwan come un’eco della promessa dostoijevskijana: chi ha mentito? chi ha tradito? chi ha sovvertito verità e menzogna? chi è capace di libertà? chi mente? chi dice la verità? E se l’altro da sé esistesse davvero fuori da noi, se non fosse una drammatica domanda interiore ma materia tangibile e programmabile, se fosse un primo uomo tecnologico il novello Adamo, cosa resterebbe della verità? Leggi tutto…

CLASSIFICA: dal 16 al 22 settembre 2019 – segnaliamo “I testamenti” di Margaret Atwood (Ponte alle Grazie)

I testamenti - Margaret Atwood - copertinaI primi 40 titoli in classifica nella settimana dal 16 al 22  settembre 2019

Questa settimana segnaliamo “I testamenti” di Margaret Atwood (Ponte alle Grazie – traduzione di Guido Calza) al 21° posto in classifica generale

* * *

[variazioni rispetto alla settimana precedente]

Al 1° posto, “Le corna stanno bene su tutto. Ma io stavo meglio senza!” di  Giulia De Lellis e Stella Pulpo (Mondadori Electa)

Si conferma al 2° posto “I leoni di Sicilia. La saga dei Florio” di Stefania Auci (Nord)

Entra in top ten al 3° posto, “Tralummescuro. Ballata per un paese al tramonto” di  Francesco Guccini (Giunti Editore)

Entra in top ten al 4° posto, “Il coltello” di  Jo Nesbø (Einaudi)

Entra in top ten al 5° posto,”Come stai?” di  Valeria Vedovatti (Rizzoli)

Al 6° posto (la settimana precedente era in 1^ posizione) “L’istituto” di Stephen King (Sperling & Kupfer)

Al 7° posto  (la settimana precedente era in 4^ posizione)  “Fiorire d’inverno. La mia storia” di Nadia Toffa (Mondadori)

Entra in top ten all’8° posto “La mattina dopo” di Mario Calabresi (Mondadori)

Al 9° posto  (la settimana precedente era in 3^ posizione) “Dodici rose a Settembre” di Maurizio de Giovanni (Sellerio)

Al 10° posto  (la settimana precedente era in 8^ posizione) “Mio fratello rincorre i dinosauri. Storia mia e di Giovanni che ha un cromosoma in più” di Giacomo Mazzariol (Einaudi – ediz. tascabile)

* * *

 

I testamenti - Margaret Atwood - copertinaQuesta settimana segnaliamo:  “I testamenti” di Margaret Atwood (Ponte alle Grazie – traduzione di Guido Calza) al 21° posto in classifica generale

In questo brillante sequel del Racconto dell’Ancella, Margaret Atwood risponde alle domande che hanno perseguitato i lettori per decenni.

«Questo libro nasce da tutte le domande che mi avete fatto su Gilead e i suoi meccanismi interni. Beh, non solo da questo. L’altra fonte di ispirazione è il mondo in cui viviamo oggi»Margaret Atwood

«La conoscenza è potere»

Il racconto dell’Ancella si chiude con la porta del furgone che sbatte sul futuro di Offred. Milioni di lettori si sono chiesti che ne sarà di lei… Libertà, prigione, morte? L’attesa è finita. Il nuovo romanzo, I testamenti, riprende la storia quindici anni dopo, con gli esplosivi testamenti di tre narratrici di Gilead.

* * *

Posizioni dal n. 1 al n. 10

1 Le corna stanno bene su tutto. Ma io stavo meglio senza! Giulia De Lellis; Stella Pulpo Mondadori Electa 15,90 *
2 I leoni di Sicilia. La saga dei Florio Stefania Auci Nord 18,00
3 Tralummescuro. Ballata per un paese al tramonto Francesco Guccini Giunti Editore 19,00 *
4 Il coltello Jo Nesbø Einaudi 20,00
5 Come stai? Valeria Vedovatti Rizzoli 15,90 *
6 L’istituto Stephen King Sperling & Kupfer 21,90
7 Fiorire d’inverno. La mia storia Nadia Toffa Mondadori 18,00
8 La mattina dopo Mario Calabresi Mondadori 17,00
9 Dodici rose a Settembre Maurizio De Giovanni Sellerio Editore Palermo 14,00
10 Mio fratello rincorre i dinosauri. Storia mia e di Giovanni che ha un cromosoma in più Giacomo Mazzariol Einaudi 12,00 T

 

Posizioni dal n. 11 al n. 40

Leggi tutto…

IL SENSO DEL RIDICOLO 2019

IL SENSO DEL RIDICOLO – Livorno, dal 27 al 29 settembre 2019 – quarta edizione

Festival italiano sull’umorismo, sulla comicità e sulla satira diretto da Stefano Bartezzaghi

Gli ospiti

Chiara Alessi, Stefano Andreoli, Marco Ardemagni, Marco Belpoliti,
Anna Bonaiuto, Matteo Caccia, Maria Cassi, Filippo Ceccarelli, Ascanio Celestini,
Sara Chiappori, Pilar Fogliati, Federica Fracassi, Bruno Gambarotta,
Gabriele Gimmelli, Eva Giovannini, Sofia Gnoli, Silvio Orlando, Massimo Recalcati, Bobo Rondelli, Irene Soave, Nadia Terranova

Leggi tutto…

LE PAROLE VALGONO: Festival della Lingua Italiana (Lecco)

Locandinauno2

“#leparolevalgono – Festival della Lingua Italiana” ideato da Treccani – La prima edizione del Festival, che si terrà a Lecco dal 4 al 6 ottobre 2019, sarà incentrata sui temi: verità, ambiente e empatia. In coda al post un intervento di Vinicio Capossela
Leggi tutto…