Home > Premi Letterari > NADIA TERRANOVA vince il Premio Alassio Centolibri

NADIA TERRANOVA vince il Premio Alassio Centolibri

settembre 2, 2019

Con il romanzo “Addio fantasmi” (Einaudi), già finalista al Premio Strega, Nadia Terranova vince la venticinquesima edizione del prestigioso “Premio Alassio Centolibri – Un autore per l’Europa”.
La cerimonia di premiazione si svolgerà il 7 settembre in Piazza Partigiani.

 * * *

Ascolta la puntata radiofonica di Letteratitudine dedicata ad “Addio fantasmi” (Einaudi), con Nadia Terranova in conversazione con Massimo Maugeri, cliccando qui

* * *

“Lo hanno votato gli italianisti all’estero e questa per me è la cosa più bella” ha dichiarato Nadia Terranova, “pari con il passaggio di testimone dall’autore di uno dei libri più belli di questi anni, che ha vinto la scorsa edizione”. Il riferimento è al libro di Roberto Alajmo “L’Estate del 78” (Sellerio), vincitore della scorsa edizione.

La Cerimonia di premiazione della 25° edizione si svolgerà il 7 settembre e sarà presentata da Gerry Scotti. La Giuria del premio, come di consueto per il Premio Alassio, decreta il romanzo vincitore secondo il parere di prestigiosi professori delle migliori università europee.

Sono sei i finalisti di questa edizione che ha visto contendersi il Premio. Oltre a quello della vincitrice, ricordiamo i romanzi: “Il rumore del mondo” (Mondadori) di Benedetta Cibrario, “Quando il cielo era il mare e le nuvole balene” (Giunti) di Guido Conti, “La straniera” (La nave di Teseo) di Claudia Durastanti, “Il risolutore” (Rizzoli) di Pier Paolo Giannubilo, “Prima che te lo dicano altri” (Chiarelettere) di Marino Magliani.

La precedente edizione è stata vinta da Roberto Alajmo con “L’Estate del 78” (Sellerio).

Il Premio ha dato luogo a una prima selezione di romanzi ad opera di una Giuria tecnica, quest’anno composta da Luigi Barlocco, Alberto Beniscelli, Giovanni Bogliolo, Paola Cassarino, Roberto Francavilla, Francesco Gallea, Franco Manzitti, Lorenzo Mondo, Magda Ravina e Antonio Ricci, cui ha fatto seguito il lavoro della Giuria di italianisti europei, rappresentata dalla Francia con Claude Cazalé-Bérard, dalla Russia con Gennady Kiselev, dall’Inghilterra con Martin McLaughlin, dalla Spagna con Maria de las Nieves Muñiz Muñiz e dalla Germania con Michael Rössner. Ambedue le giurie sono state presiedute dallo scrittore Ernesto Ferrero, a lungo Direttore del Salone internazionale del libro di Torino.

 

Contenuti speciali sui libri finalisti (cliccare sui link):

“Addio fantasmi” (EInaudi) di Nadia Terranova

“Il rumore del mondo” (Mondadori) di Benedetta Cibrario

“Quando il cielo era il mare e le nuvole balene” (Giunti) di Guido Conti

“La straniera” (La nave di Teseo) di Claudia Durastanti

“Il risolutore” (Rizzoli) di Pier Paolo Giannubilo

“Prima che te lo dicano altri” (Chiarelettere) di Marino Magliani.

* * *

© Letteratitudine – www.letteratitudine.it

LetteratitudineBlog / LetteratitudineNews / LetteratitudineRadio / LetteratitudineVideo

Seguici su Facebook e su Twitter

Iscriviti alla nostra mailing list cliccando qui: scrivi il tuo indirizzo email e poi clicca sul tasto “subscrive”. Riceverai informazioni a cadenza mensile sulle attività di Letteratitudine

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: