Home > Recensioni > IL SUSSURRO DEL MONDO di Richard Powers (recensione e video)

IL SUSSURRO DEL MONDO di Richard Powers (recensione e video)

dicembre 21, 2019

IL SUSSURRO DEL MONDO di Richard Powers (La nave di Teseo – traduzione di Licia Vighi): uno dei più importanti romanzi pubblicati negli ultimi anni.

In coda al post un video dedicato al libro con un intervento dell’attrice Emilia Clarke

 * * *

di Massimo Maugeri

Prima di dedicarsi al mondo degli alberi, Richard Powers aveva già avuto modo di pubblicare romanzi su tematiche di attualità e avanguardia: dall’intelligenza artificiale, alla neuroscienza, alla genetica. Con il suo nuovo romanzo, “Il sussurro del mondo” (titolo originale: The Overstory), pubblicato in Italia da La nave di Teseo (traduzione di Licia Vighi) Powers ci offre, come testimoniato dalla motivazione del Premio Pulitzer 2019 per la Narrativa che gli è stato conferito, “un romanzo dalla costruzione geniale, rigoglioso e ramificato come gli alberi di cui racconta: la meraviglia della loro interazione evoca quella degli uomini che vi vivono accanto”. Quella di Powers può essere considerata come una vera e propria “battaglia narrativa” in difesa del mondo degli alberi (anche se il romanzo offre molto altro, come preciseremo più avanti); qualcosa che va ben oltre l’adesione a una semplice “idea ambientalista” da tutelare e sostenere. L’origine di questa “battaglia narrativa” sembrerebbe, in un certo senso, casuale. Lo stesso autore ha dichiarato di non aver preso in particolare considerazione gli alberi fino al suo primo incontro con una sequoia gigante, avvenuto qualche anno fa, mentre era in California per insegnare all’università di Stanford. È come se il raffrontarsi con questa creatura enorme gli avesse attivato una sorta di antenna capace di intercettare ben altro. Da qui, il passo ulteriore. L’andare “oltre” verso un’esperienza narrativa nuova, non ancora “battuta”, eppure ancestralmente presente su di noi, sopra le nostre esistenze. Nasce così “l’overstory”: quella che “ritrae” le vite degli alberi, interconnessi tra di loro come veri e propri esseri senzienti capaci di scambiarsi segnali e, dunque, di interagire. Ne viene fuori un romanzo corale che denuncia, in un certo senso, la “solitudine del genere umano” di fronte alla identità vera (forse dimenticata, comunque obnubilata) del creato, qui evidenziata nel rapporto tra gli alberi. Dal punto di vista strutturale l’autore ha suddiviso l’opera in quattro capitoli intestati alle parti principali dell’albero: “Radici”, “Tronco”, “Chioma”, “Semi”. Nel contesto di questa struttura si muovono i nove personaggi che popolano le pagine (ben 658 nell’edizione italiana) di “Il sussuro del mondo”: Nich Hoel (forse il personaggio più “prossimo” all’autore), Mimi Ma, Adam Appich, Ray Brinkman, Dorothy Cazaly, Douglas Pavlicek, Neelay Mehta, Olivia Vandergriff e Patricia Westerford (detta Patty-la-Pianta, su cui si concentra la scheda del libro che proponiamo di seguito). Tutti questi personaggi sono accomunati dal rapporto con gli alberi. Intendiamoci, “Il sussurro del mondo” non ha a che fare soltanto con gli alberi. Come ben evidenzia, nel video che vi proponiamo, l’attrice Emilia Clarke (sì, proprio, lei: la Daenerys Targaryen, Madre dei Dragi, della celebre serie televisiva “Il Trono di Spade”), grande sostenitrice di questo romanzo di Powers: «”Il sussurro del mondo” (The Overstory) non è solo un libro sugli alberi; è un grande romanzo che ti cambia la vita e che tutti dovrebbero leggere; un libro che riguarda l’umanità, che riguarda le relazioni, che riguarda la sopravvivenza, il pianeta Terra, la vita, la morte, l’amore, l’odio».
E tuttavia, a proposito di alberi, mi piace evidenziare un passaggio del libro che troviamo nelle pagine iniziali (pag. 20) e che riguarda il territorio dove vivo. Dice così: “In Sicilia, settecento anni prima, un castagno largo sessanta metri aveva riparato una regina spagnola e i suoi cento cavalieri a cavallo da una tempesta. Quell’albero sopravvivrà all’uomo, che non ne ha mai sentito parlare, di un centinaio d’anni e più”. Il riferimento è al leggendario Castagno dei Cento Cavalli: un albero plurimillenario, ubicato nel Parco dell’Etna nel territorio del comune di Sant’Alfio (CT), considerato come il più famoso e grande d’Italia e che adesso ha al suo attivo anche un interesse di natura letteraria.
Un grande romanzo, “Il sussurro del mondo”, che può essere letto da prospettive diverse. In ogni caso una delle scommesse vinte da Powers sta nell’invito implicito, rivolto ai lettori, a osservare una realtà che sembra sfuggire ai nostri occhi e che pure è viva e presente e attiva intorno a noi (e con noi). Un’altra scommessa vinta risiede nella coralità delle voci. Voci dislocate nel contesto della narrazione, nell’ambito di diverse storie che sembrano avere le caratteristiche di racconti indipendenti e che poi trovano una loro interconnessione… come gli alberi delle foreste. A noi lettori il compito di allargare la nostra visuale affondando in questa coralità e interconnettendoci a essa.

 * * *

Per l’attrice Emilia Clarke (la Daenerys Targaryen, Madre dei Dragi, della celebre serie televisiva “Il Trono di Spade”) “Il sussurro del mondo” (The Overstory) è un grande romanzo che cambia la vita e che tutti dovrebbero leggere. Nel video sono disponibili sottotitoli in italiano (cliccare sulla “rotellina” in basso a destra e selezionare i sottotitoli)

 * * *

Un assaggio del libro

“Ci sono quattro grandi foreste su questo continente. Ognuna sarebbe dovuta durare per sempre. Ognuna è stata abbattuta nel corso dei decenni. Abbiamo a malapena avuto il tempo di affezionarci!
Quegli alberi là fuori sono i nostri ultimi boschi, e stanno scomparendo – un centinaio di campi da football al giorno. Questo stato ha visto fiumi di ingorghi di tronchi lunghi una decina di chilometri.
“Se volete massimizzare il valore attuale netto di una foresta per i suoi proprietari e consegnare la maggior quantità di legno in brevissimo tempo, allora sì: radete al suolo la foresta vergine e al suo posto piantate degli alberi perfettamente allineati lungo filari, che potrete coltivare e abbattere qualche altra volta. Ma se volete il suolo del prossimo secolo, se volete acqua pura, se volete varietà e salute, se volete stabilizzatori e servizi che non possiamo nemmeno calcolare, allora siate pazienti e lasciate alla foresta il tempo di offrire i suoi doni.” (da pag. 379)

* * *

La scheda del libro: “Il sussurro del mondo” di Richard Powers (La nave di Teseo – traduzione di Licia Vighi)
Patricia Westerford – detta Patty-la-Pianta– comincia a parlare all’età di tre anni.
Quando finalmente le parole iniziano a fluire, assomigliano piuttosto a un farfugliare incomprensibile. L’unico che sembra capire il mondo di Patricia, sin da piccola innamorata di qualsiasi cosa avesse dei ramoscelli, è suo padre – “la sua aria e la sua acqua” – che la porta con sé nei viaggi attraverso i boschi e le foreste d’America, a scoprire la misteriosa e stupefacente varietà degli alberi.
Cresciuta, dottorata ribelle in botanica, Patty-la-Pianta fa una scoperta sensazionale che potrebbe rappresentare il disvelamento del mistero del mondo, il compimento di una vita spesa a guardare e ascoltare la natura: le piante comunicano fra loro tramite un codice segreto.
Ma questo è solo l’inizio di una storia che si dipana come per anelli concentrici: intorno a Patty-la-Pianta si intrecciano infatti i destini di nove indimenticabili personaggi che a poco a poco convergono in California, dove una sequoia gigante rischia di essere abbattuta.

* * *

Richard Powers è autore di dodici romanzi, ha ricevuto numerosi premi tra cui il MacArthur Fellowship e il National Book Award; vive ai piedi delle Great Smoky Mountains. Il sussurro del mondo (in originale The Overstory) è in via di pubblicazione in 19 paesi. Per La nave di Teseo è in corso la nuova edizione delle sue opere. “Patricia Westerford è la prima creatura nell’avventura della vita ad aver mai intravisto questo segreto. La vita sta parlando tra sé, e lei ha origliato. Ora è libera di scoprire qualunque cosa.”

* * *

© Letteratitudine – www.letteratitudine.it

LetteratitudineBlog / LetteratitudineNews / LetteratitudineRadio / LetteratitudineVideo

Seguici su Facebook e su Twitter

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: