Home > Omaggi e tributi > ADDIO A ĖDUARD LIMONOV

ADDIO A ĖDUARD LIMONOV

marzo 17, 2020

È morto lo scrittore e politico russo Ėduard Limonov. Aveva 73 anni.

Limonov fu celebre anche per via della sua biografia romanzata scritta dallo scrittore francese Emmanuel Carrère (con la quale Carrère vinse il Premio Renaudot 2011)

* * *

Secondo quanto si apprende dalla testata Mash, lo scrittore e militante russo Ėduard Limonov (Dzeržinsk, 22 febbraio 1943 – Mosca, 17 marzo 2020) è morto oggi dopo una lunga battaglia oncologica.

Poeta, autore di romanzi auto-biografici che hanno riscosso successo in Francia, Russia e altri Paesi, guerrigliero nella Guerra civile jugoslava al fianco dei serbi, fondatore con Aleksandr Dugin e leader del Partito Nazional Bolscevico (NBP, successivamente messo al bando), Limonov si descriveva come un nazionalista moderato, socialista “della linea dura” e attivista dei diritti costituzionali.
Come avversario politico di Vladimir Putin ma anche dei neocomunisti e alleato dell’ex campione mondiale di scacchi e attivista liberale Garri Kasparov, Limonov è stato uno dei leader del blocco politico L’Altra Russia e fondatore del partito omonimo, erede legale del NBP.
La sua vita ha ispirato la biografia romanzata scritta da Emmanuel Carrère nel 2011, intitolata appunto Limonov. Ha fondato il quotidiano nazionalbolscevico Limonka.

* * *

Nacque a Dzeržinsk, una città industriale sul fiume Oka, vicino a Nižnij Novgorod (Gor’kij in epoca sovietica). Nei primi anni della sua vita, la sua famiglia si trasferì a Charkiv, nella RSS Ucraina dove è cresciuto. Suo padre era un giovane ufficiale della NKVD. Passa un’adolescenza turbolenta nelle periferie di Charkiv, frequenta bande di strada restando coinvolto in piccoli reati che non gli costano il carcere grazie all’influenza di suo padre. In questo periodo Limonov cominciò a scrivere i primi versi ad adottare il suo nom de plume nell’uso letterario.

Limonov si trasferisce a Mosca nel 1967. Durante il periodo di Mosca svolge i più svariati lavori, ma entra in contatto con gli ambienti letterari della città e riesce a vendere i suoi primi volumi pubblicati a sue spese. Dopo aver raggiunto un certo grado di notorietà lui e la sua compagna Elena lasciano l’Unione Sovietica nel 1974 per stabilirsi a New York. Qui lavora per un giornale in lingua russa come correttore di bozze e occasionalmente intervista emigranti sovietici. A New York frequenta circoli punk e avant-garde, gruppi trotskisti e filo-cubani come Socialist Workers Party, conosce la musica di Lou Reed e comincia a scrivere il suo primo romanzo, Ėto ja — Ėdička, che uscirà nel 1979 col titolo di Ja, Ėdička (“Io, Ėdička”, diminutivo russo di Ėduard) o “It’s me, Eddie”.

Nel 1982 si separa dalla moglie e si trasferisce a Parigi con la modella, cantante e scrittrice Natalija Medvedeva, che sposa l’anno successivo. Qui collabora con vari giornali: da L’Humanité, organo ufficiale del Partito Comunista Francese, al nazionalista Le Choc du mois, ma in particolare con L’Idiot international ha alimentato la sua reputazione di “rosso-bruno” (fascio-comunista) o nazional-bolscevico (nazbol). Essendo apolide dal 1974, poiché privato della cittadinanza sovietica, poi restituita nel 1991 e diventata cittadinanza russa nel 1992, nonché residente in Francia da un certo numero di anni, nel 1987 ottenne la cittadinanza francese (revocata nel 2011).

Alla caduta dell’URSS nel 1991, Limonov torna in Russia, dove si è soprattutto dedicato alla politica. Ha fondato un giornale chiamato Limonka e un partito politico, il Partito Nazional Bolscevico insieme al politologo Aleksandr Gel’evič Dugin, il quale però ne è successivamente uscito. Tra il 2001 e il 2003 sconta due anni di prigione. Attualmente la sua ultima moglie è l’attrice Ekaterina Volkova, da cui ha avuto due figli.

(Fonte: Wikipedia e varie)

* * *

© Letteratitudine – www.letteratitudine.it

LetteratitudineBlog / LetteratitudineNews / LetteratitudineRadio / LetteratitudineVideo

Seguici su Facebook e su Twitter

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: