Home > Omaggi e tributi > OMAGGIO A CARLOS RUIZ ZAFÓN, morto a 55 anni

OMAGGIO A CARLOS RUIZ ZAFÓN, morto a 55 anni

giugno 19, 2020

Carlos Ruiz Zafón (Barcellona, 25 settembre 1964 – Los Angeles, 19 giugno 2020) è stato uno scrittore spagnolo

 * * *

Autore di successo mondiale, viveva dal 1993 a Los Angeles, dov’era impegnato nell’attività di sceneggiatore. Collaborava regolarmente con le pagine culturali di El País e La Vanguardia. Tradotte in oltre quaranta lingue, le sue opere hanno conquistato milioni di lettori e numerosi premi nei cinque continenti. Ha iniziato la sua carriera nel 1993 con una serie di libri per bambini e ragazzi, tra cui Il principe della nebbia, prendendo spunto dal suo lavoro come insegnante d’asilo.

Carlos Ruiz Zafón muore oggi, 19 giugno, dopo aver lottato contro il cancro per alcuni anni. “Oggi è un giorno molto triste per l’intero team di Planeta che lo ha conosciuto e ha lavorato con lui per vent’anni, periodo in cui è stata forgiata un’amicizia che trascende la professionalità”, ha detto il suo editore spagnolo dichiarando che la morte di Zafón ha determinato la scomparsa di “uno dei migliori romanzieri contemporanei”.

Zafón si è occupato di letteratura dopo dopo aver lavorato nella pubblicità e nel cinema, al quale era tornato in seguito. In un’intervista a EL PAÍS del 2008, nel pieno del successo, aveva dichiarato: “La pubblicità è stata il mio primo lavoro, avevo 19 o 20 anni e sì, ho iniziato come “copy” e sono arrivato a svolgere il ruolo di direttore creativo. Ho imparato molto e ho fatto una buona vita … Molti scrittori, come Don Delillo, hanno lavorato nella pubblicità perché è affine alla letteratura. Lì impari a vedere la lingua, le parole come immagini. È lo stessa cosa che capita ai romanzieri che vengono dal giornalismo. Michael Connelly, per esempio, faceva il giornalista a Los Angeles e senza quell’addestramento la sua letteratura sarebbe stata molto diversa, senza dubbio. Ma ciò che più influisce sulla mia scrittura è il mio lavoro nel mondo del cinema”.

Zafón nel 2001 ha esordito nella narrativa per adulti con il suo quinto romanzo, L’ombra del vento (Planeta, 2001), che, uscito in sordina in Spagna, ha conquistato col passaparola il vertice delle classifiche letterarie europee, diventando un vero e proprio fenomeno letterario. L’ombra del vento è stato un successo, con più di 8 milioni di copie vendute nel mondo, e solo in Italia, un milione e mezzo, acclamato come una delle grandi rivelazioni letterarie degli ultimi anni. È stato tradotto in più di 36 lingue e ha ottenuto numerosi premi internazionali, tra cui Premio Barry per il miglior romanzo d’esordio nel 2005.

Il 17 aprile 2008 esce per Planeta il secondo romanzo El juego del ángel. La tiratura iniziale di questo libro è la più alta per una prima edizione in Spagna. Il 25 ottobre 2008 esce per Mondadori la traduzione italiana del romanzo, Il gioco dell’angelo, mentre nel maggio del 2009 esce Marina.

Il 7 maggio 2010 esce, sempre per Mondadori, per la prima volta nelle librerie italiane Il palazzo della mezzanotte uscito in lingua spagnola nel 1994 con il nome di El palacio de la medianoche. La successiva opera, Il prigioniero del cielo (El prisionero del cielo, Planeta), è del 17 novembre 2011.

Il 22 novembre 2016 Mondadori pubblica Il labirinto degli spiriti (El laberinto de los espiritus), quarto libro della tetralogia dedicata al Cimitero dei libri dimenticati.

Muore a Los Angeles il 19 giugno 2020 in seguito a una lunga malattia.

* * *

© Letteratitudine – www.letteratitudine.it

LetteratitudineBlog / LetteratitudineNews / LetteratitudineRadio / LetteratitudineVideo

Seguici su Facebook e su Twitter

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: