Home > Eventi > MARETICA 2020: premiato “Polene. Occhi del mare” di Claudio Magris (La nave di Teseo)

MARETICA 2020: premiato “Polene. Occhi del mare” di Claudio Magris (La nave di Teseo)

settembre 9, 2020

MARetica a Procida dall’11 al 13 Settembre 2020

 * * *

“Polene – Occhi del mare” di Claudio Magris è il libro vincitore 2020

Premiazione sabato 12 Settembre – a partire dalle 19.30 – Terra Murata con Alessandro Baricco, Daria Bignardi e Valeria Parrella.

Trofeo del Mare di Procida – V Repubblica marinara. Gare sportive di coastal rowing e vela

 * * *

Dall’11 al 13 Settembre torna “MARetica, la manifestazione che porta a Procida tre giornate di eventi dedicati alla lettura, alla letteratura e allo sport per “ripensare l’uomo partendo dal mare”.

Alessandro Baricco sarà per il terzo anno Presidente della Giuria che assegna l’omonimo premio letterario internazionale, insieme alle scrittrici Daria Bignardi, Valeria Parrella ed Elisabetta Montaldo, allo storico Claudio Fogu e al libraio Fabio Masi.

Vincitore del premio quest’anno è il saggio Polene – Occhi del mare” di Claudio Magris pubblicato in Italia da La nave di Teseo per “l’originalità con cui ha trattato l’argomento mare.” Un saggio che parla di mare, di navi e di letteratura, ma anche del potere del femminile di fronte all’ignoto.

Le Polene, le statue che decoravano la prua delle navi, in queste pagine emergono dal mito per diventare figure reali che compongono una galleria di indimenticabili ritratti femminili e non. A stimolare la curiosità e la vena narrativa di Magris – che con questo saggio completa un percorso iniziato nel racconto Il Conde (1990) e continuato nel romanzo Alla Cieca (2005) – non sono solo le Polene ma anche i loro ideatori, creatori, collezionisti, e appassionati amanti.

La premiazione si terrà sabato 12 Settembre a partire dalle ore 19,30 in Piazza Guarracino nella splendida località di Terra Murata.

La Giuria del Premio illustrerà le altre opere in concorso quest’anno, che sono oltre a “Polene – Occhi del mare” di Claudio Magris: “Il mare d’amore” di Giorgio Ieranò (Laterza), “Azzorre” di Cecilia M. Gianpaoli (Neo), “La macchina del vento” di Wu Ming 1 (Einaudi), “I tonni non nuotano in scatola” di Carla Fiorentino (Fandango).

Alessandro Baricco, da tempo affezionato frequentatore dell’isola campana annuncerà il vincitore e commenterà con la giuria e il pubblico l’opera di Magris. Seguirà poi un momento musicale a cura del “Trio Scialacore”, composto da Mariangela Giombini, Giuseppe Di Taranto e Paolo Petraroli. Nella seconda parte della serata Daria Bignardi condurrà una riflessione sul tema “Isole – isolamento” con i giurati e il pubblico presente a partire dall’opera della scrittrice Hanne Ørstavik che interverrà di persona.

La manifestazione proseguirà domenica 13 Settembre con le gare sportive di coastal rowing e vela sul Lungomare Cristoforo Colombo a cura della Canottieri Isola di Procida e della Lega Navale Isola di Procida.

MARetica nasce nel 2018 dalla fusione della manifestazione sportiva Trofeo del Mare con il premio letterario “Mare-Isola di Procida” per mettere letteratura, cultura, ed esperienza di mare in un contenitore unico che ne metta in risalto le componenti etiche. L’iniziativa viene raccolta subito da naturalisti e grandi personalità della cultura impegnati nella salvaguardia dell’ambiente e del patrimonio culturale marino e di Procida come il compianto archeologo Sebastiano Tusa, lo storico Paolo Frascani, il giornalista Andrea Montanari, il fondatore della Moleskin Foundation Fabio Rosciglione, e, tra i primi premiati, Brando Quilici e Agostino Abbagnale.

MARetica è una manifestazione organizzata dall’Associazione Canottieri Isola di Procida, il Trofeo del Mare – Procida Quinta Repubblica Marinara, e dal Premio Mare-Isola di Procida, con il patrocinio del Comune di Procida, Assessorato cultura ed eventi del Comune di Procida.

MARetica è realizzata in collaborazione con la Scuola Holden.

image

—————————————

 

IL PROGRAMMA

11 Settembre ore 20,00 – Galleria del Mare, Marina Grande

Presentazione dell’evento e delle gare sportive

 

12 Settembre dalle ore 19,30 – Piazza Guarracino, Terra Murata

Cerimonia di premiazione condotta da Alessandro Baricco e dalla Giuria che ha assegnato il “Premio MARetica” 2020 all’opera “Polene – Occhi del mare” di Claudio Magris. Accompagnamento musicale a cura di “Trio Scialacore”. A seguire una riflessione di Daria Bignardi e l’intervento della scrittrice Hanne Ørstavik.

 

13 Settembre ore 10,00 – Marina Chiaiolella

Gare di coastal rowing e vela sul Lungomare Cristoforo Colombo a cura della Canottieri Isola di Procida e della Lega Navale Isola di Procida

 * * *

La scheda del libro: “Polene. Occhi del mare. Ediz. a colori” di Claudio Magris (La nave di Teseo)

Claudio Magris torna con un libro che parla di mare, di donne, di navi e di letteratura. Un gioiello di scrittura e inventiva che è solo apparentemente una storia degli oggetti.

Le polene – le statue che decoravano la prua delle navi – in queste pagine emergono dal mito per diventare figure reali, che popolano una galleria di indimenticabili ritratti femminili: sono sirene, dee, donne comuni o veggenti come Cassandra, seduttrici, madri, sono donne perverse, terribili, visionarie. Attraverso le loro forme sensuali, davanti agli occhi del lettore si svolge una storia colta e stravagante, documentata e luminosa: un racconto illustrato di eroine, avventurieri, cimiteri di navi, che riemergono immortali dagli abissi della memoria. Il mare, reale o fantasioso che sia, diventa occasione per riflettere sulla vita, sulle sue zone di luce e ombra, sull’infanzia e la sua spericolatezza, sulla necessità di un approdo e sul potere della letteratura – da Karen Blixen e Nathaniel Hawthorne a Juan Octavio Prenz e Giuseppe Sgarbi – capace di condurci in ogni tempo, verso un altrove irraggiungibile.

 * * *

Claudio Magris, nato a Trieste, ha insegnato Lingua e Letteratura tedesca presso le Università di Trieste e di Torino. Ha ricevuto diverse lauree honoris causa e numerosi premi, tra i quali: Prix du meilleur libre étranger 1990; Premio Strega 1997; Premio Principe de Asturias 2004; Friedenspreis des Deutschen Buchhandels 2009; Premio FIL de Literatura en Lehnguts Romances 2014; Kafka-Prize 2016. Tra le sue pubblicazioni, ricordiamo con Einaudi Il mito absburgico nella letteratura austriaca moderna (1963), Lontano da dove. Joseph Roth e la tradizione ebraico-orientale (1971); con Garzanti Danubio (1986), Un altro mare (1991), Microcosmi (1997), La mostra (2001), Alla cieca (2005), Lei dunque capirà (2006), Alfabeti (2008), Non luogo a procedere (2015), Tempo curvo a Krems (2019). Presso La nave di Teseo ha pubblicato Istantanee (2016).

* * *

© Letteratitudine – www.letteratitudine.it

LetteratitudineBlog / LetteratitudineNews / LetteratitudineRadio / LetteratitudineVideo

Seguici su Facebook e su Twitter

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: