Home > Articoli e varie > LA LETTURA: classifica di qualità 2020 – vince KENT HARUF con “La strada di casa” (NN)

LA LETTURA: classifica di qualità 2020 – vince KENT HARUF con “La strada di casa” (NN)

dicembre 20, 2020

La classifica di qualità 2020 de LA LETTURA (del Corriere della Sera) premia il romanzo “La strada di casa” di Kent Haruf (NN, traduzione di Fabio Cremonesi).

Al secondo posto Nicola Lagioia con “La città dei vivi” (Einaudi).

In terza posizione l’autobiografia di Woody Allen, “A proposito di niente” (La nave di Teseo, traduzione di Alberto Pezzotta).

* * *

Quest’anno la classifica di qualità de LA LETTURA (de Il Corriere della Sera) premia un romanzo straniero: quello dell’americano Kent Haruf (1943-2014), “La strada di casa”, pubblicato da NN Editore con la traduzione di Fabio Cremonesi (con 324 punti). L’anno scorso era stato premiato “Il colibrì” di Sandro Veronesi (La nave di Teseo).

In seconda posizione, nonché primo tra gli italiani, si piazza il libro Nicola Lagioia “La città dei vivi”, edito da Einaudi (con 220 punti).

Terza posizione per “A proposito di niente” di Woody Allen (La nave di Teseo, traduzione di Alberto Pezzotta).

Nella sezione traduzione, vince Nicola Crocetti che ha trasposto in versi in lingua italiana L’Odissea di Nikos Kazantzakis, (volume edito da Crocetti).

I libri votati sono stati 494 (tra romanzi, saggi, memoir, poesia, graphic novel), scelti da 340 giurati tra scrittori, docenti, traduttori, giornalisti, collaboratori de «la Lettura».

* * *

La scheda del libro vincitore della classifica di qualità 2020 de La Lettura: “La strada di casa” di Kent Haruf (NN Editore)

La strada di casa - Kent Haruf - copertinaScritto prima della Trilogia della Pianura e già con la stessa grazia letteraria, La strada di casa è l’ultima opera non ancora tradotta di Haruf in Italia. Il canto di una comunità ferita, un romanzo epico che ha tutti i segni distintivi del classico americano moderno.

Jack Burdette è sempre stato troppo grande per Holt. È fuggito dalla città lasciando una ferita difcile da rimarginare, e quando riappare dopo otto anni di assenza, con una vistosa Cadillac rossa targata California, la comunità vuole giustizia. È Pat Arbuckle, direttore dell’Holt Mercury e suo vecchio amico, a raccontare la storia di Jack: dall’adolescenza turbolenta all’accusa di furto, dal suo lungo amore per Wanda Jo Evans al matrimonio lampo con Jessie, donna forte e determinata. Uno dopo l’altro, i ricordi di Pat corrono no al presente, rivelando le drammatiche circostanze che hanno portato Jack ad abbandonare la città e la famiglia. Il suo ritorno farà saltare ogni certezza, minando la serenità di tutti, specialmente quella di Pat. Ancora una volta Kent Haruf, con il suo sguardo tenero e implacabile sulla vita e il destino, ci racconta la storia di un’umanità fragile, ostinata e tenace. Scritto prima della Trilogia della Pianura e già con la stessa grazia letteraria, La strada di casa è l’ultima opera di Haruf non ancora tradotta in Italia, il canto di una comunità dolente, un romanzo epico che ha tutti i segni distintivi del classico americano contemporaneo.

 * * *

Kent Haruf (1943-2014) è stato uno dei più apprezzati scrittori americani, ha ricevuto diversi riconoscimenti, tra cui il Whiting Foundation Award e una menzione speciale dalla PEN/Hemingway Foundation. Con il romanzo Il canto della pianura è stato finalista al National Book Award, al Los Angeles Times Book Prize, e al New Yorker Book Award. Con Crepuscolo, secondo romanzo della Trilogia della Pianura, ha vinto il Colorado Book Award. Benedizione è stato finalista al Folio Prize. NN Editore ha pubblicato tutti i libri della trilogia ambientata nella cittadina di Holt, compreso Le nostre anime di notte, uscito postumo nel 2017.

* * *

© Letteratitudine – www.letteratitudine.it

LetteratitudineBlog / LetteratitudineNews / LetteratitudineRadio / LetteratitudineVideo

Seguici su Facebook TwitterInstagram

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: