Home > Eventi > LA GRANDE INVASIONE 2021

LA GRANDE INVASIONE 2021

Maggio 19, 2021

DAL 27 AL 30 MAGGIO 2021 LA NONA EDIZIONE DELLA GRANDE INVASIONE

La grande invasione - Festival della lettura

IL FESTIVAL DELLA LETTURA DI IVREA

L’appuntamento apre la stagione dei festival estivi richiamando a Ivrea, candidata a Capitale italiana del libro 2022, lettori, scrittori, giornalisti, illustratori, traduttori e appassionati della lettura di ogni età. Più di 90 ospiti, oltre 60 incontri, 5 mostre, 30 lezioni

 * * *

Dal 27 al 30 maggio 2021 torna La grande invasione, il festival della lettura di Ivrea, che giunge alla nona edizione proponendo un intenso calendario di incontri dal vivo: 90 ospiti, oltre 60 incontri, 5 mostre, 30 lezioni. Si apre così la rassegna estiva “A riveder le stelle – Ivrea Summer Festival”.

Curato da Marco Cassini e Gianmario Pilo, con Lucia Panzieri e Silvia Trabalza per la sezione Piccola invasione, il festival è una radicata consuetudine per tutta la “comunità dei libri” che come ogni anno trova casa a Ivrea, candidata a Capitale italiana del libro 2022.

La grande invasione torna a maggio, nel suo periodo abituale e in presenza, aprendo la stagione dei festival estivi. Un ritorno alla normalità reso possibile anche grazie al sostegno di partner e sponsor: la Città di Ivrea e la Regione Piemonte, Intesa Sanpaolo e Fondazione Compagnia di SanPaolo, AEG Cooperativa, Azimut, Icas, Scuola Holden, Carbomech, Aircom, Progind, Matrix Mechatronics, Core Informatica, Osai, Message, Sirio Assicura, Dirivet.

Dalla lettura dei giornali nel primo mattino fino al late show al tramonto, La grande invasione scandisce gli orari della giornata in un susseguirsi di incontri che ruotano intorno alla lettura.

 

 

LA NOSTRA CARRIERA DI LETTORI

Il format ideato dalla Grande invasione che mette in dialogo gli scrittori sulle letture che hanno inciso sul loro percorso vede protagonisti per questa edizione: venerdì 28 maggio Antonella Lattanzi e Milena Agus; sabato 29 maggio Margherita Oggero e Alessandro Robecchi.

 

ANTEPRIMA DEL PREMIO STREGA

Prosegue la collaborazione con la Fondazione Bellonci che anche nel 2021 fa tappa a Ivrea per il tour ufficiale di presentazione della «dozzina» del Premio Strega. In attesa del verdetto finale di luglio, i candidati raccontano le loro opere nel cortile del Museo Garda.

 

COLAZIONE E GIORNALI

Altro appuntamento ormai rituale, la lettura condivisa e commentata dei quotidiani in apertura di giornata: ospiti i giornalisti Simonetta Sciandivasci, Francesco Costa e Cecilia Sala.

 

LE LEZIONI

Tornano le lezioni, incontri di approfondimento a numero chiuso con autori, scrittori e saggisti. Ulteriormente ampliata le proposta, con un ciclo sulla letteratura americana, uno dedicato alla musica e incentrato sulla poesia, per un totale di 30 appuntamenti: Chiara Alessi sul design; Silvia Bencivelli sulla medicina; Daniele Cassandro sui dischi da salvare; Marta Ciccolari Micaldi (La McMusa) sulla letteratura americana; Gianni Montieri e Anna Toscano sulla poesia; Matteo Nucci su Socrate; Matteo Saudino (Barbasophia) sulla filosofia; Luca Scarlini sull’arte; Andrea Staid sull’antropologia; l’Ultimo Uomo su sport e sentimento.

 

PODCAST

Novità della nona edizione è la sezione dedicata ai podcast, uno strumento che sta raccogliendo sempre più consensi arrivando a un pubblico trasversale per età e preferenze. A Ivrea raccontano le loro serie, intervistati da Matteo B. Bianchi, Mario Calabresi, che presenta Altre/Storie (in collaborazione con Chora Media), Alberto Nerazzini, che parlerà del suo 121269. Inchiesta su piazza Fontana (Dersu Productions), Cecilia Sala e Chiara Lalli per Polvere, sul caso Marta Russo (in collaborazione con Emons Italia e Miyagi Entertainment) e Chiara Alessi, La mia Olivetti (Archivio Olivetti).

 

GRUPPI DI LETTURA

Ritorna la più bella delle abitudini, la lettura condivisa, altro momento tradizionale del festival, quest’anno a dedicato a tre scrittrici. Colette, Virginia Woolf e Sibilla Aleramo sono le protagoniste delle «interviste impossibili» del Club dei libri con Ornella Cerutti e Francesca Baro.

 

EDITORI OSPITI

Due gli editori special guest di #Invasione21; SUR, che compie 10 anni, e Nottetempo, che ne ha quasi il doppio (20 nel 2022). In programma un dialogo tra i due editori, Marco Cassini e Andrea Gessner, per raccontare i loro progetti e la visione del mondo editoriale. SUR ospita lo scrittore argentino Patricio Pron col suo romanzo Domani avremo altri nomi oltre a Neri Marcorè con un reading su Julio Cortázar che chiuderà, domenica sera, la nona edizione del Festival.

 

ESORDI

Come sempre il Festival della lettura dedica un’attenzione particolare agli autori emergenti più interessanti. Per questa edizione: Valentina Ferrari, L’arte di restare a galla (Mondadori); Paolo Milone, L’arte di legare le persone (Einaudi); Valentina Mira, X (Fandango); Nicola Muscas, Isla bonita (66thand2nd); Germana Urbani, Chi se non noi (Nottetempo, editore ospite del Festival); Ulderico Iorillo, Come fanno le volpi (peQuod).

 

MOSTRE & ILLUSTRATORI

È possibile leggere attraverso un disegno? Certamente, ed è proprio per questo motivo che La grande invasione propone cinque mostre in altrettanti spazi di Ivrea: Miracoli e sortilegi di Elisa Seitzinger (Sala Santa Marta); Twist di Davide Bonazzi (Museo Garda); Stay at Home di Riccardo Guasco (La galleria del libro); Leggerezze di Andrea Serio (Mama b) e Camera Obscura di Marco Cazzato (LB Studio). Per tutte l’inaugurazione sarà durante l’apertura del Festival, giovedì 27 maggio dalle 18.

Inoltre, per rimanere nell’ambito dell’illustrazione, Claudio Marinaccio ogni giorno illustrerà (a modo suo) alcuni appuntamenti del festival in A spasso per il festival.

 

SAGGISTICA

Spazio anche ai saggi: venerdì 28 maggio il Direttore del Museo Egizio di Torino Christian Greco dialoga con Adele Rovereto su Antico Egitto e archeologia invisibile e domenica 30 maggio Mia Canestrini sarà protagonista dell’incontro La mia vita selvaggia tra i lupi italiani.

 

ANTEPRIMA

Domenica 30 maggio un momento particolare è dedicato alla presentazione di Cose, il nuovo progetto firmato da Iperborea e Il Post, raccontato da Pietro Biancardi e Luca Sofri.

 

LATE SCIANDI SHOW

Il tradizionale momento di chiusura della giornata sarà curato dalla giornalista Simonetta Sciandivasci con tre ospiti speciali: Daniela Collu, Emanuela Fanelli e Malika Ayane.

 

INOLTRE

Non mancano gli appuntamenti «fuori catalogo». Protagoniste le donne: l’attrice Francesca Brizzolara presenta il suo Antigone_Web, spettacolo teatrale ispirato alla vita di Chelsea Manning, con le con le musiche di Marco Foresta; Petunia Ollister, al secolo Stefania Soma, proporrà un workshop promosso da Hangar per Digital Hangar, progetto della Regione Piemonte per lo sviluppo della progettualità nella cultura, in collaborazione con Scuola Holden; La McMusa intervista Giovanna Pancheri e Francesco Costa; Laura Curino, attrice e Direttrice artistica del Teatro Giacosa di Ivrea presenta il suo Ritratti al futuro dal passato prossimo. In programma, poi, sabato 29 maggio alle 20 un’intervista di Maurizio Blatto a Francesco Bianconi su Atlante delle case maledette (Rizzoli Lizard) e Forever in technicolor.

 

LA PICCOLA INVASIONE

La Grande Invasione propone la lettura per tutte le età e si rivolge ai più giovani con il programma de La piccola invasione.

Primo appuntamento venerdì 28 maggio con autori e illustratori che si mettono a disposizione delle scuole, a partire dai piccoli dell’infanzia fino alla scuola secondaria di secondo grado. In particolare al Liceo Artistico Faccio di Castellamonte il festival, come ormai da tradizione, porta un illustratore che possa raccontare il suo percorso artistico agli studenti: quest’anno è la volta di Vittoria Facchini, Premio Andersen 2006 come migliore illustratrice.

Altri illustratori ospiti del festival saranno GUD, con i suoi fumetti, Fabio Sardo ed Elisa Talentino con il suo esordio con i Topipittori.

Tra gli scrittori, La piccola invasione 2021 ospita Roberto Piumini, amatissimo da grandi e bambini che arriva a Ivrea con il suo nuovo libro Di che colore è la libertà? (Mondadori) e con un reading al teatro Giacosa, accompagnato dalla fisarmonica di Nadio Marenco.

Altri attesissimi ospiti in arrivo sono Davide Morosinotto, Guia Risari, Sofia Gallo, Pino Pace, Loredana Baldinucci e Andrea Vico.

Domenica 30 maggio alle 17 un incontro con Fabio Geda che intervista Chiara Foa e Matteo Saudino dal titolo: Cambiamo la scuola.

L’invasione della città prevede anche attività nelle aree verdi tra Villa Girelli, Orto della Palude e Parco della Polveriera.

 

A CAVALLO TRA PICCOLA E GRANDE INVASIONE

Per i ragazzi e le ragazze che non sanno mai da che parte stare, tra La piccola e La grande invasione, il festival propone due appuntamenti: una chiacchierata tra i rapper Amir Issaa e Kento, intervistati da Emiliano Sbaraglia sulla cultura rap, sui progetti che ruotano intorno a questo linguaggio musicale e Storie dentro lo sport: lo sport che cambia il mondo, con Riccardo Gazzaniga intervistato da Matteo Fontanone.

 

FUORIPORTA

In calendario anche un appuntamento al Castello di Masino, a una manciata di chilometri da Ivrea: sabato 29 maggio alle 17.30 Chiara Alessi presenterà il suo libro Tante care cose. Gli oggetti che ci hanno cambiato la vita (Longanesi) in collaborazione con Cepell e FAI.

 

PIAZZA DANTE. #FESTIVALINRETE

Il Festival La Grande Invasione si inserisce nel progetto condiviso “Piazza Dante. #Festivalinrete” che unisce quarantaquattro Festival di approfondimento culturale italiani. Sostenuto dal Comitato Nazionale per le celebrazioni dantesche istituito dal Mibact, “Piazza Dante. #Festivalinrete” è una delle più importanti iniziative che nel 2021 renderanno omaggio a Dante Alighieri in occasione dei settecento anni dalla morte. Da nord a sud in un viaggio geografico e culturale che attraverserà tutte le regioni italiane toccando le grandi città e i piccoli centri, il progetto testimonia l’amore del nostro Paese per la straordinaria opera di Dante Alighieri, dando vita a un racconto tutto italiano che animerà le piazze (fisiche e virtuali: https://www.piazzadante.org/). Ogni festival proporrà all’interno della propria programmazione 2021 uno o più eventi dedicati a Dante, ideati e modulati secondo la propria vocazione, generando un programma variegato e differenziato ma condiviso. Il risultato è la creazione di una sinergia di proposte che permette di unire le esperienze dei tanti festival sparsi sulla Penisola e di creare un modello di condivisione e di “rete”.

Per Piazza Dante La grande invasione insieme a Biella Jazz Club, Festival Fuori Luogo di Biella, Leo Club Biella, Fano Jazz Network, Associazione 4’33’’ di Mantova, Comune di Gradara, Jazz Around You festival collabora a un progetto artistico multidisciplinare ideato da Anais Drago, violinista e compositrice piemontese, recentemente nominata dalla rivista Musica Jazz tra i 10 nuovi talenti del jazz italiano. La musica, scritta appositamente per il progetto, è un adattamento del Canto V dell’Inferno con Anais Drago al violino, la violoncellista Chiara Di Benedetto, la soprano Gaia Mattiuzzi supportate da un cortometraggio cinematografico con alla regia Maria Piva. Le riprese del cortometraggio avverranno parzialmente su territorio biellese e in parte all’interno della rocca di Gradara, nelle Marche. Il progetto verrà presentato ufficialmente il 29 agosto al castello di Gradara. La sceneggiatura del cortometraggio sarà interamente basata sulla performance di danza di Ester Fogliano, ballerina.

 

COME PARTECIPARE ALL’INVASIONE

I biglietti delle lezioni, dei reading e degli spettacoli sono in vendita alla Galleria del Libro di Ivrea o prenotando al numero 0125641212. Ogni lezione ha il costo di 5 Euro.

Tutti gli altri eventi sono a ingresso libero fino a esaurimento posti.

 

Il programma e tutte le informazioni sono disponibili sul sito www.lagrandeinvasione.it

 

* * *

© Letteratitudine – www.letteratitudine.it

LetteratitudineBlog / LetteratitudineNews / LetteratitudineRadio / LetteratitudineVideo

Seguici su Facebook TwitterInstagram

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: