Archivio

Archive for luglio 2021

VOGLIA DI LIBRI di Mario Andreose (La nave di Teseo) – Andreose vince il premio NotoCultura per l’editoria

Mario Andreose si aggiudica il Premio Letterario Internazionale NotoCultura per l’editoria. Sarà premiato il 4 agosto a Noto, presso il Convitto delle Arti di Corso Vittorio Emanuele 91, h. 18:30

Gli altri premiati: Roberto Andò (per la narrativa e la regia) e Donatella Finocchiaro (per lo spettacolo)

Pubblichiamo, di seguito, un estratto del nuovo libro di Mario Andreose, “Voglia di libri” (La nave di Teseo), di cui anticipiamo la scheda

 * * *

Dopo Uomini e libri (2015), vincitore del premio Estense, del premio Biella della Giuria e del premio Rhegium Julii per la Saggistica, Mario Andreose ritorna, con il suo piglio narrativo, ai vagabondaggi tra editoria e letteratura di una lunga, inimitabile carriera. Il declino di imperi editoriali, visto dietro le quinte, in contrasto con il nascere di nuove coraggiose realtà, le storie di capolavori riproposti, assieme a protagonisti quali Joyce, T.S. Eliot, Warburg, Moravia, Sciascia, Eco, Lévi-Strauss, Tondelli e Woody Allen, sono tra gli ingredienti di un libro che si può aprire con gusto a ogni pagina.

“Tutti si chiedono, non solo noi editori, se il nostro modo di lavorare si sia ormai avviato a un punto di non ritorno, aggrappati a computer e telefonini, protagonisti involontari, a distanza, di una mutazione genetica in atto. Il libro per fortuna rimane, come diceva Umberto Eco, uno strumento indispensabile, al pari della ruota e del cucchiaio.” Leggi tutto…

ADDIO A ROBERTO CALASSO

imageÈ morto oggi, all’età di 80 anni, Roberto Calasso: scrittore e direttore editoriale della casa editrice Adelphi.

Proprio oggi escono in libreria i suoi ultimi volumi, pubblicati da Adelphi: “Bobi” e “Memè Scianca”

Sui sui canali social, la casa editrice Adelphi scrive: “Grazie, da parte di tutta la casa editrice, per gli innumerevoli messaggi di vicinanza e affetto. Ci sarebbe molto altro da dire ma in momenti come questi manca la lucidità per farlo, ed è preferibile il silenzio”.

* * *

Approfondimenti su: la Repubblica, Il Corriere della Sera, RaiNews, Il Giornale, Il Fatto Quotidiano, La Stampa, Il Sole 24Ore

* * *

* * *

Roberto Calasso (Firenze, 30 maggio 1941 – Milano, 29 luglio 2021) è stato uno scrittore e editore italiano. Saggista e narratore, è stato proprietario e direttore editoriale della casa editrice Adelphi. I suoi libri sono tradotti in 25 lingue e pubblicati in 28 paesi.

Figlio del giurista Francesco Calasso e di Melisenda Codignola, a sua volta figlia del pedagogista Ernesto Codignola, e fratello minore del regista Gian Pietro Calasso, frequenta il liceo classico T. Tasso di Roma e, successivamente, si laurea in letteratura inglese con Mario Praz discutendo una tesi dal titolo I geroglifici di Sir Thomas Browne. Nel 1962, a soli 21 anni, entra a far parte di un piccolo gruppo di persone che, insieme a Roberto Bazlen e Luciano Foà, sta elaborando il programma di una nuova casa editrice.

L’anno dopo nasce Adelphi, dove Calasso opererà senza interruzione, diventandone nel 1971 direttore editoriale e nel 1990 consigliere delegato. Leggi tutto…

CLASSIFICA: dal 19 al 25 luglio – questa settimana segnaliamo “Le vite nascoste dei colori” di Laura Imai Messina (Einaudi)

I primi 40 titoli in classifica nella settimana dal 19 al 25 luglio 2021

Questa settimana segnaliamo: “Le vite nascoste dei colori” di Laura Imai Messina (Einaudi)

* * *

In prima posizione: “Tre” di Valérie Perrin (Edizioni E/O)

In seconda posizione: “Due vite” di Emanuele Trevi (Neri Pozza)

In terza posizione: “L’inverno dei Leoni. La saga dei Florio” di Stefania Auci (Nord)

* * *

La scheda del libro: “Le vite nascoste dei colori” di Laura Imai Messina (Einaudi)

Laura Imai Messina torna al romanzo con una storia luminosa e potente come un talismano, che ha il dono di guarire tutte le ferite. Comprese quelle dell’anima.

Nero mezzanotte con una punta di luna, indaco che sa di mirtillo, giallo della pesca matura un attimo prima che si stacchi dal ramo: Mio sa cogliere e nominare tutti i colori del mondo. Ha appreso l’arte dei dettagli invisibili guardando danzare ago e filo sui kimono da sposa, e ora i colori sono il suo alfabeto, la sua bacchetta magica, il suo sguardo segreto. Aoi, invece, accompagna le persone nel giorno piú buio: lui prepara chi se ne va e, allo stesso modo, anche chi resta. Conosce i gesti e i silenzi della cura. All’inizio sembra l’amore perfetto, l’incanto di chi scopre una lingua comune per guardare al di là delle cose. Ma il loro incontro non è avvenuto per caso.

Non sempre nascere con un dono è un vantaggio, di certo è una responsabilità. Mio è una giovane donna dallo sguardo speciale: i suoi occhi sono capaci di cogliere ogni minima sfumatura e dare un nome a tutte le tonalità, soprattutto quelle invisibili. Nell’atelier dove la sua famiglia cuce e ricama kimono nuziali con gesti preziosi tramandati da generazioni, ha imparato fin da piccola la potenza dei dettagli, scoprendo in segreto le vite nascoste dei colori. Ma a custodire un segreto, in questa storia, non è la sola. Aoi possiede la sensibilità rara di capire a prima vista chi ha di fronte: la sua agenzia organizza cerimonie funebri, e lui – allo stesso modo di un mago – sa sempre come accompagnare i vivi e i morti nel giorno piú buio. Quando i loro destini s’incrociano in una mattina qualsiasi, Mio e Aoi si specchiano l’una nell’altro come due colori complementari. Sarebbe tutto perfetto, se non fosse che il loro incontro non è stato casuale: ancora non lo sanno, ma le loro esistenze stanno per entrare in collisione. Laura Imai Messina sa raccontare il potere magico delle cose di tutti i giorni, fa scintillare le coincidenze, anima le storie come in una danza da cui si sprigiona, semplicemente, il prodigio dello stare al mondo. E il Giappone, luogo di tutte le contraddizioni, è l’alambicco ideale di questo incantesimo. Cosí per le strade di Tōkyō, città da sempre scagliata verso il futuro, si celebrano ogni giorno le antiche pratiche di una cultura millenaria, i rituali dei matrimoni e dei funerali, le cerimonie del passaggio. Le vite nascoste dei colori – una fiaba metropolitana capace di ammaliare il lettore – ci fa conoscere la forza dell’amore tra due figure indimenticabili e opposte. Due personaggi unici, legati a doppio filo da un nodo di meraviglia che aspetta soltanto di manifestarsi.

* * *

Posizioni dal n. 1 al n. 10

Pos. Titolo Autore Editore Prezzo Tasc. Note
1 Tre Valérie Perrin E/O 19,00
2 Due vite Emanuele Trevi Neri Pozza 15,00
3 L’inverno dei Leoni. La saga dei Florio Stefania Auci Nord 20,00
4 La canzone di Achille Madeline Miller Marsilio 11,00 T
5 Cambiare l’acqua ai fiori Valérie Perrin E/O 18,00
6 Vecchie conoscenze Antonio Manzini Sellerio Editore Palermo 15,00
7 Una Sirena a Settembre Maurizio De Giovanni Einaudi 18,50
8 Quando si avvera un desiderio Nicholas Sparks Sperling & Kupfer 19,90
9 I leoni di Sicilia. La saga dei Florio Stefania Auci Nord 18,00
10 Io sono Giorgia. Le mie radici le mie idee Giorgia Meloni Rizzoli 18,00 *

 

Posizioni dal n. 11 al n. 40

Leggi tutto…

DAREIDE di Ippolita Luzzo (pezzi su Domenico Dara dal regno della litweb)

Pubblichiamo la prefazione, firmata da Domenico Dara, del volume “DAREIDE: pezzi su Domenico Dara dal regno della litweb” di Ippolita Luzzo (Citta del Sole Edizioni), preceduta da uno stralcio dell’introduzione

 * * *

La Dareide di Dara, la raccolta dei pezzi già pubblicati sul blog Il Regno della Litweb“, scrive Ippolita Luzzo nella sua introduzione al volume, “nasce subitanea nel 2018, nello sfogliare il libro Pezzi e non trovare nemmeno un pezzo di Domenico. Il “di” è voluto ed è sorridente.
Annuncio più volte nel corso di questi due anni la raccolta, aspettando la stagione delle messi e, durante il dicembre 2020, sembra che tutti i pezzi mi spingano a vincere la pigrizia e a farli uscire. Prepotentemente. Chiedo il conforto di Domenico, di Rosy, di Antonella che lo pubblicherà, e pronti via, sul nastro di partenza siamo. Usciamo, anzi escono loro, i pezzi, perché noi non possiamo per il momento.
E uscendo ci diranno cosa vuol dire leggere, cosa vuol dire scrivere, cosa vuol dire incontrarsi, quale esigenza abbiamo tutti di sorriderci e toccarci, di avere la stima degli altri, di stimare a nostra volta, di entrare in relazione uno con gli altri con un libro in mano. Leggi tutto…

GLI AMANTI SOMMERSI di Mattia Conti: incontro con l’autore

“Gli amanti sommersi” di Mattia Conti (Solferino): incontro con l’autore e un brano estratto dal romanzo

* * *

Mattia Conti è nato a Molteno, in provincia di Lecco, nel 1989. Nel 2005 ha pubblicato la sua prima raccolta di poesie Il moto delle onde (OTMA Edizioni) e nel 2011 ha vinto il Premio Campiello Giovani con Pelle di legno. Nel 2013 ha ottenuto il Premio Prada Journal con il racconto Gli occhi di Malarico (pubblicato nella collana digitale Zoom Feltrinelli) e, con il cortometraggio Zona01, il premio Senzaparole indetto da Moviemax. Dopo aver lavorato per tre anni a MagnoliaTv, coniuga la sua passione per scrittura e audiovisivo presso la casa di produzione televisiva Dry Media. Con Solferino ha pubblicato Di sangue e di ghiaccio (2018).

Il nuovo romanzo di Mattia Conti, edito da Solferino, si intitola Gli amanti sommersi. Abbiamo chiesto all’autore di parlarcene

* * *

«C’è una ragazza che cammina per ore, battendo le rive del lago di Como. È Gianna, la giovane staffetta. Cerca Neri, il comandante partigiano di cui è innamorata, scomparso nel nulla. Sa che anche a lei toccherà una fine simile ma insiste, imperterrita, nella sua ricerca.
«Da quando l’ho incrociata», ha detto Mattia Conti a Letteratitudine, «Gianna mi è entrata dentro. L’ho inseguita leggendo le sue lettere, interrogando chi ha studiato i giorni convulsi dell’arresto di Mussolini, di cui è stata protagonista. Infine, incontrando chi l’ha conosciuta.
Leggi tutto…

AUTORI SOTTO LE STELLE 2021

Autori sotto le Stelle: 3 agosto 2021, a Taormina (Me), dalle h. 19, Terrazza dell’Hotel Excelsior Palace

 * * *

Ritorna a Taormina l’evento “Autori sotto le Stelle” organizzato da Demea Eventi Culturali (riproniamo l’intervista rilasciataci l’anno scorso da Antonio Oliveri).

Protagoniste di quest’anno, le scrittrici Catena Fiorello Galeano e Nadia Terranova presentate da Felice Cavallaro.

Con Catena Fiorello Galeano si discuterà di “Amuri” (Giunti), con Nadia Terranova di “Il segreto” (Mondadori).

Di seguito, le schede dei due libri. Leggi tutto…

LA GUERRA. PRIMA FAMIGLIA di Pietro Valsecchi (recensione e intervista)

“La guerra. Prima famiglia” di Pietro Valsecchi (Mondadori): recensione e intervista all’autore

Esce oggi per Mondadori, in formato e-book, il terzo romanzo della trilogia di Pietro Valsecchi della “Prima famiglia”. Si intitola: “La guerra“. Ce ne parla di seguito Tea Ranno

* * *

di Tea Ranno

Con il romanzo La guerra – oggi in uscita per Mondadori – Pietro Valsecchi chiude la trilogia di Prima famiglia, la lunga storia della famiglia Palermo che, partita dalla Sicilia all’inizio del Novecento, giunge a New York in cerca di quel futuro pieno di benessere di cui tanto nell’Isola si favoleggia. Come altri emigranti, infatti, Luigi e sua moglie Carmela credono in una Merica leggendaria in cui basta essere onesti e lavoratori, camminare dritto per dritto – senza cedere alle lusinghe del malaffare – per assicurarsi ricchezza e rispetto. Non sarà precisamente così: anche l’America ha denti aguzzi che mordono a sangue chi non ha altro che le sue mani e il suo ingegno per costruirsi il futuro, e saranno anni durissimi quelli che traghetteranno i ragazzi Palermo dall’infanzia all’età adulta, ciascuno col suo sogno in divenire, ciascuno con la sua scommessa di felicità da vincere. Leggi tutto…

A DANIELE DEL GIUDICE IL PREMIO FONDAZIONE IL CAMPIELLO

Il Premio Fondazione Il Campiello 2021 sarà conferito a Daniele Del Giudice

Assegnato allo scrittore e giornalista il riconoscimento alla carriera che verrà ritirato in occasione della finale il prossimo 4 settembre all’Arsenale di Venezia

 * * *

Venezia, 27 luglio 2021La Fondazione Il Campiello ha deciso di assegnare il Premio speciale alla Carriera per il 2021 a Daniele Del Giudice, mossa dalla convinzione che egli sia uno dei più importanti scrittori contemporanei. Il riconoscimento alla carriera dello scrittore e giornalista italiano sarà ritirato in occasione della finale della 59^ edizione del Premio Campiello, in programma sabato 4 settembre nella cornice dell’Arsenale di Venezia. Leggi tutto…

LETTERATURE Festival Internazionale di Roma: grande successo per la XX edizione

LETTERATURE Festival Internazionale di Roma 2021: grande successo per la ventesima edizione conclusa domenica scorsa allo Stadio Palatino

* * *

Roma, 27 luglio 2021 – Conclusa domenica 25 luglio nella splendida ambientazione dello Stadio Palatino la Ventesima edizione del LETTERATURE – Festival Internazionale di Roma, storica manifestazione della Capitale a cura dell’Istituzione Sistema Biblioteche Centri Culturali di Roma Capitale, promossa da Roma Culture. L’evento fa parte del programma dell’Estate Romana 2021, organizzata da Zètema Progetto Cultura in collaborazione con Institut français, American Academy e British Council, con il patrocinio di SIAE- Società Italiana degli Autori ed Editori, radio partner Dimensione Suono Soft. La manifestazione ha festeggiato i suoi 20 anni con uno straordinario successo di pubblico, in presenza e in collegamento streaming, che ha dimostrato il suo grande interesse e affetto per la storica manifestazione che si conferma uno degli eventi culturali più importanti della Capitale e dell’intero Paese. Leggi tutto…

XV Premio Nazionale Teatrale “Angelo Musco”: Premio Speciale all’attore Gino Astorina, Premio Cultura allo scrittore Massimo Maugeri

XV Premio Nazionale Teatrale “Angelo Musco”: Premio Speciale all’attore Gino Astorina, Premio Cultura allo scrittore Massimo Maugeri (autore di “Cetti Curfino”, La nave di Teseo)

Mimì Scalia: “Grande attesa per la serata conclusiva ‘Milo Premia il Teatro’ nel segno di spettacolo e cultura con un immancabile omaggio a Franco Battiato”.

 * * *

Milo – Nella splendida Milo, da martedì 27 luglio, in un clima effervescente di fiduciosa ripresa, prenderà il via il XV Premio Nazionale Teatrale “Angelo Musco” diretto artisticamente da Mimì Scalia, organizzato dal Comune di Milo (Ct), dalla Regione Sicilia, dalla Presidenza dell’ARS e dall’Associazione Culturale Filocomica Sant’Andrea di Milo.

Le compagnie in gara si contenderanno il favore del pubblico: sarà il pubblico, anche quest’anno, eccezionalmente, a scegliere i vincitori.

Leggi tutto…

CAPALBIO LIBRI 2021

CAPALBIO LIBRI 2021: 15 anni con “Il piacere di leggere” – 27 luglio – 3 agosto 2021. L’intero programma è disponibile qui

* * *

Si svolgerà da domani 27 luglio al 3 agosto la nuova edizione del Festival Capalbio Libri: otto giorni ricchi di incontri, autori, lettori, libri, spazi di dibattito e condivisione. Anche per questa stagione Capalbio Libri si terrà a Borgo Carige, in Piazza della Repubblica, tutte le sere a partire dalle 19.30. Tranne il giorno di apertura in cui si inizierà alle ore 18.00 con una presentazione dedicata ai più piccoli.

Numerosi gli ospiti attesi e tanti i libri protagonisti di questo festival. Gli autori presenti sul palco di Capalbio Libri 2021: Andrea Albertini, Edith Bruck, Teresa Ciabatti, Giacomo D’Onofrio, Mimma Gaspari Golino, Francesca Levi, Daniela Morelli, Roberto Napoletano, Giovanna Pancheri, Lorenza Pieri, Paola Pilati, Alessandro Sallusti, Luca Ricci, Gabriele Romagnoli e Michele Santoro. Leggi tutto…

Categorie:Eventi Tag:

BUONA ESTATE

LetteratitudineNews va in pausa per qualche giorno. Vi auguriamo buona prosecuzione di vacanze (per chi è già in vacanza) e buone letture

Buona estate da Letteratitudine

Leggi tutto…

PAOLO BORSELLINO, anno 2021 (per non dimenticare)

PAOLO BORSELLINO (Palermo, 19 gennaio 1940 – Palermo, 19 luglio 1992)

Leggi tutto…

VIRITÀ di Giusy Sciacca (recensione)

“Virità, femminile singolare-plurale”di Giusy Sciacca (Kalòs)

 * * *

di Emma Di Rao

Se l’isola di Sicilia è “la meravigliosa terra della fecondità e della floridità”, come si legge nell’Introduzione di “Virità” di Giusy Sciacca, edito da Kalòs, anche le parole cui l’autrice ricorre per veicolare tale immagine risultano altrettanto feconde di promesse e floride di traboccante bellezza. E l’isola diviene così la splendida cornice in cui vengono incastonati gli struggenti monologhi ai quali venti personaggi femminili affidano le loro verità. Pronunciate con estremo coraggio e sottratte a una trama più ampia ed oscura, quelle piccolissime schegge di verità, quelle particelle minimali di vita, divengono simili a meteore che attraversano l’orizzonte informe dell’insignificanza, accendendolo di luce.
Ognuna delle figure che affollano le pagine di “Virità” nutre infatti un unico, irrinunciabile desiderio: condensare l’arco temporale della propria esistenza in un momento rivelatore, in un palpito segreto, che la emancipi dai ferrei vincoli imposti dall’apparenza o da un’anonima collettività. Mormorare con un filo di voce o gridare a perdifiato la propria verità è anche riconquista di un modo d’essere autentico e ancora intatto, troppo a lungo sepolto sotto la coltre dell’ignoranza e del pregiudizio. Leggi tutto…

CLASSIFICA: dal 5 all’11 luglio – questa settimana segnaliamo “Una Sirena a Settembre” di Maurizio de Giovanni (Einaudi)

I primi 40 titoli in classifica nella settimana dal 5 all’11 luglio 2021

Questa settimana segnaliamo: “Una Sirena a Settembre” di Maurizio de Giovanni (Einaudi)

* * *

In prima posizione: “Tre” di Valérie Perrin (Edizioni E/O)

In seconda posizione: “Una Sirena a Settembre” di Maurizio de Giovanni (Einaudi)

In terza posizione: “Vecchie conoscenze” di Antonio Manzini (Sellerio)

* * *

La scheda del libro: “Una Sirena a Settembre” di Maurizio de Giovanni (Einaudi)

Nella città della Sirena le cose non sono mai come sembrano. Una doppia sfida per Mina Settembre, l’irresistibile assistente sociale del Consultorio Quartieri Spagnoli Ovest.

Accadono due fatti. Due fatti che appaiono chiari, eppure a Mina i conti non tornano. Un’anziana viene scippata, cade e finisce in coma. Sin qui nulla di strano, purtroppo; è la soluzione del caso, il modo in cui arriva, a non convincere. E convince poco pure il secondo episodio, una scena di povertà estrema mandata in onda da una televisione locale: un bambino che si contende del cibo con un cane fra montagne di spazzatura. No, a Mina i conti non tornano proprio. Cosí, con l’aiuto dell’innamoratissimo Mimmo Gammardella, il ginecologo piú bello dell’universo, e a dispetto del suo caustico ex marito, il magistrato Claudio De Carolis, decide di indagare. Solo che deve stare attenta, perché di mezzo, in questa vicenda, ci sono parecchie sirene, e le sirene, si sa, incantano. Per fortuna, a far da guida tra inganni e malintesi, c’è la Signora, straordinario personaggio che attraversa tutto il romanzo, una delle invenzioni piú poetiche nate dalla fantasia di Maurizio de Giovanni.

«Una delle croci che la dottoressa Settembre Gelsomina doveva trasportare in cima al monte era senz’altro il tragitto per arrivare al Consultorio Quartieri Spagnoli Ovest, dove impavida e sprezzante del pericolo prestava il proprio servizio in qualità di assistente sociale. Il motivo principale era che non aveva le physique du rôle. La realtà era che Mina aveva un’anima e una mente rinchiuse, per un qualche errore di fabbrica o per la divertita perfidia del Celeste Architetto, nell’involucro sbagliato. Passione civile, istanze sociali, un senso della giustizia che rasentava l’ossessione, una determinazione feroce a osteggiare qualsiasi sopruso; e un corpo e un viso di fronte ai quali si scatenavano i piú bassi istinti, e che non accennavano, nonostante il passare degli anni, a sottostare alla legge di gravità.»

* * *

Posizioni dal n. 1 al n. 10

Pos. Titolo Autore Editore Prezzo Tasc. Note
1 Tre Valérie Perrin E/O 19,00
2 Una Sirena a Settembre Maurizio De Giovanni Einaudi 18,50
3 Vecchie conoscenze Antonio Manzini Sellerio Editore Palermo 15,00
4 L’inverno dei Leoni. La saga dei Florio Stefania Auci Nord 20,00
5 La canzone di Achille Madeline Miller Marsilio 11,00 T
6 Due vite Emanuele Trevi Neri Pozza 15,00
7 Cambiare l’acqua ai fiori Valérie Perrin E/O 18,00
8 Quando si avvera un desiderio Nicholas Sparks Sperling & Kupfer 19,90
9 I leoni di Sicilia. La saga dei Florio Stefania Auci Nord 18,00
10 Io sono Giorgia. Le mie radici le mie idee Giorgia Meloni Rizzoli 18,00 *

 

Posizioni dal n. 11 al n. 40

Leggi tutto…

RIME DI RABBIA di Bruno Tognolini

RIME DI RABBIA“Rime di rabbia” di Bruno Tognolini (Salani Editore)

* * *

di Helena Molinari

Ci sono libri indispensabili.
Ogni lettore ha i suoi “classici” non ascrivibili necessariamente a generi letterari cosiddetti o ai “classici medesimi”.
Ci sono anche libri apparentemente riconducibili solo a una fascia d’età, in verità palesemente condivisibili da tutti.
È il caso del libro “tra cielo e terra” del mese di luglio; con il quale voglio augurarvi un proseguimento sereno d’estate, rinnovando il nostro consueto appuntamento mensile qui su Letteratitudine a settembre. Leggi tutto…

ADDIO A LUISA ADORNO

Luisa Adorno È morta la scrittrice Luisa Adorno, pseudonimo di Mila Curradi (Pisa, 2 agosto 1921 – Roma, 12 luglio 2021). Avrebbe compiuto cent’anni il 2 agosto.

Quasi tutte le opere di Luisa Adorno sono pubblicate dall’editore Sellerio

* * *

Luisa Adorno ha esercitato per tutta la vita la professione di insegnante in scuole medie e superiori. Ha collaborato con le riviste Il Mondo di Mario Pannunzio, Paragone, L’indice dei libri del mese, Abitare, Italianieuropei.

Si è distinta nel tempo per la partecipazione a numerose attività culturali: come testimone al convegno 100 anni di scrittrici, 100 libri di donne (assieme a Dacia Maraini, Fernanda Pivano, Inge Feltrinelli, Elvira Sellerio, Salone del libro di Torino 16-21 maggio 1996), come giudice nella commissione del Premio letterario Brancati-Zafferana su Letteratura e Resistenza (21-24 settembre 2005), come vicepresidente dell’Associazione amici di Leonardo Sciascia, come traduttrice – assieme a Jyrina Štastnà – del romanzo di Helena Šmahelova La fermata del treno dei boschi e come scrittrice nell’incontro alla Biblioteca Panizzi di Reggio Emilia intitolato Le Storie salvano la vita? (3 luglio 2007). Leggi tutto…

SILVIA AVALLONE vince il Premio Benedetto Croce per la narrativa con il romanzo “Un’amicizia” (Rizzoli)

Premio Benedetto Croce per la narrativa 2021: vincono Silvia Avallone con “Un’amicizia” (Rizzoli) per la narrativa; Paolo D’Angelo con “La tirannia delle emozioni” (il Mulino) per la saggistica; Antonio Polito con “Le regole del cammino” (Marsilio) per la letteratura giornalistica

 

[Ascolta la puntata radiofonica di Letteratitudine dedicata a “Un’amicizia” (Rizzoli): Silvia Avallone in conversazione con Massimo Maugeri]

Leggi tutto…

MORTE SUL VULCANO di Vincent Spasaro: incontro con l’autore

“Morte sul vulcano” di Vincent Spasaro (Newton Compton): incontro con l’autore e un brano estratto dal romanzo

* * *

Vincent Spasaro è nato a Roma nel 1972. Si considera calabrese, ha vissuto in varie parti d’Italia e attualmente abita a Reggio Emilia. Ha pubblicato il thriller gotico “Assedio” (Mondadori) e il dark fantasy “Il demone sterminatore” (Anordest). “Morte sul Vulcano” è la sua prima opera per Newton Compton Editori ed è un romanzo di formazione che mescola giallo e thriller.
Gli abbiamo chiesto di parlarci della sua nuova fatica.

«Ho scritto il romanzo avendo in mente questa domanda: come si troverebbe un ragazzino di città, un luogo in cui si rimanda più possibile l’adolescenza, la crudezza e il dolore della vita, se venisse a contatto con la morte in una realtà remota come un’isola senz’acqua corrente, senza strade e senza elettricità quale era Stromboli fino a pochi anni fa? “Morte sul Vulcano” è la risposta. Leggi tutto…

Premio letterario Città di Erice 2021: vince Tea Ranno

È Tea Ranno la vincitrice del Premio letterario Città di Erice 2021, con il suo romanzo “Terramarina” (Mondadori). La premiazione, il 29 agosto a Erice

 * * *

I nostri approfondimenti:

La recensione del romanzo, firmata da Emma Di Rao

Tea Ranno, con “Terramarina”, ospite del programma radiofonico curato e condotto da Massimo Maugeri

* * *

Tea Ranno con il suo romanzo “Terramarina“, edito da Mondadori, si aggiudica il premio letterario Città di Erice 2021.
A decretare la vittoria è stata la giuria di qualità del premio composta da Santo Piazzese (Presidente), da Daria Galateria, da Renato Lo Schiavo e dai vincitori delle due precedenti edizioni del premio: Mario D’Angelo vincitore nel 2019; Simona Lo Iacono, vincitrice del Premio nel 2020. Leggi tutto…

DATI EDITORIA – cresce il mercato del libro nel primo semestre dell’anno: + 44%

Cresce il mercato del libro nei primi sei mesi dell’anno: + 44% a copie e + 42% a valore. La crescita è confermata anche rispetto al 2019

 

 * * *

Cresce il mercato del libro nei primi sei mesi dell’anno. E cresce in tutti i canali di vendita, con qualche difficoltà ancora per la grande distribuzione organizzata, e in tutti i generi.

Secondo l’analisi dell’ufficio studi dell’Associazione Italiana Editori (AIE) su dati NielsenIQ, nel periodo di riferimento (4 gennaio-20 giugno) sono stati venduti nei canali trade (ovvero nelle librerie, online e fisiche, e nella grande distribuzione, esclusa la scolastica) ben 15 milioni di copie di libri a stampa in più (+44%) rispetto al 2020. Ancor più significativa è la crescita rispetto al 2019 (al netto quindi degli effetti della pandemia): si sono venduti 11milioni di copie di libri in più (+31%). Tali vendite hanno generato per la filiera oltre 207 milioni di euro in più rispetto al 2020 (+42%) e 156 milioni in più rispetto al 2019 (+28%), portando il mercato del libro di questi primi sei mesi a un valore complessivo di 698milioni di euro. Leggi tutto…

CASTROREALE MYSTERY FESTIVAL 2021: incontro con Cristina Marra

Intervista a Cristina Marra, direttrice e conduttrice del Castroreale Mystery Festival

 * * *

di Eliana Camaioni

Si è da poco chiusa, con grande successo di pubblico, la seconda edizione del Castroreale Mystery Festival, condotta e diretta da Cristina Marra (nella foto accanto). Tre serate dedicate al mistero, ai romanzi gialli e non solo, patrocinata dal Comune e dalla pro loco di Castroreale.
Abbiamo intervistato Cristina Marra, a Festival concluso.

– Tre serate dedicate al mistero. Ce le racconti?
Sì sono state tre giornate dedicate al mistero, a partire da quello dei luoghi, dei libri, dell’animo umano, misteri che ci coinvolgono e di cui siamo anche protagonisti. Sono stati tre pomeriggi in cui i libri hanno incontrato la musica, i profumi, i fumetti in una mescolanza di talenti ed eccellenze. Abbiamo inaugurato venerdi 2 luglio la prima giornata di questa seconda edizione (la prima in presenza) del festival con un incontro dedicato ai bambini col racconto teatralizzato dedicato ai misteri di Castroreale dell’attrice Nunzia Lo Presti e poi un’accoppiata inedita, il direttore creativo di Eoliparfums Olga Iossa insieme allo scrittore Diego Lama autore del giallo “Tutti si muore da soli” e poi ancora l’intervista in diretta streaming col maestro del thriller psicologico Wulf Dorn. Piazza Pertini, la sede della manifestazione è stata gremita dal pubblico e non ti nascondo che rifare incontri col pubblico partecipe e con cui puoi condividere emozioni e sorrisi è stato bellissimo. Leggi tutto…

LETTERATURE Festival Internazionale di Roma 2021

Dal 21 al 25 luglio torna “LETTERATURE Festival Internazionale di Roma” – XX edizione – “Leggere il mondo” – Stadio Palatino. Tra gli ospiti: Jonathan Coe, Cristina Morales, Aixa de la Cruz, Carmen Maria Machado, Patrick McGrath, Gianrico Carofiglio, Jhumpa Lahiri, Roberto Saviano, Muriel Barbery, Erri De Luca, Stefano Massini ed Emanuele Trevi vincitore del Premio Strega 2021

* * *

LETTERATURE – Festival Internazionale di Roma, storica manifestazione della Capitale a cura dell’Istituzione Biblioteche di Roma, promossa da Roma Culture, evento che fa parte del programma dell’Estate Romana 2021, organizzata da Zètema Progetto Cultura in collaborazione con Institut français, American Academy e British Council, con il patrocinio della SIAE, radio partner Dimensione Suono Soft, torna per la sua Ventesima edizione nella splendida cornice dello Stadio Palatino.

Cinque serate, a cura di Andrea Cusumano e Lea Iandiorio, con la regia di Fabrizio Arcuri in cui verrà declinato il tema “Leggere il mondo” grazie a poeti e scrittori e tante altre voci, non solo della letteratura e della poesia, che si esprimeranno su questo argomento, portando la loro esperienza e la loro interpretazione sul tema. Leggi tutto…

Premio Nazionale Teatrale “Angelo Musco” di Milo 2021

Dal 27 luglio a Milo, atteso protagonista il XV Premio Nazionale Teatrale “Angelo Musco”, conducono Mimì Scalia e Mario Incudine.

Premiati l’attore Gino Astorina, al quale andrà il ‘Premio alla carriera’ e, per il ‘Momento Letterario’, lo scrittore Massimo Maugeri

Mimì Scalia: “Le compagnie in gara si contenderanno il favore del pubblico, sarà il pubblico, anche quest’anno, eccezionalmente, a scegliere i vincitori”.

  * * *

Milo – Da martedì 27 luglio, nella splendida Milo, in un clima effervescente di fiduciosa ripresa, prenderà il via il XV Premio Nazionale Teatrale “Angelo Musco” diretto artisticamente da Mimì Scalia, organizzato dal Comune di Milo (Ct), dalla Regione Sicilia, dalla Presidenza dell’ARS e dall’Associazione Culturale Filocomica Sant’Andrea di Milo. Leggi tutto…

EFFETTI COLLATERALI di Rosario Russo: intervista all’autore

“Effetti collaterali. Sei racconti di genere in Sicilia” di Rosario Russo (Algra)

* * *

di Eliana Camaioni

Ha un attacco dissacrante, che ammicca all’autoironia, “Effetti collaterali” di Rosario Russo (Algra), raccolta di racconti interamente ambientata in quella Sicilia in cui l’autore è nato.
Il genere spazia dal giallo al noir, anche se è improprio ridurre i sei racconti a due sole categorie: Rosario Russo ci accompagna in un viaggio che ha il sapore del mito e della letteratura, con un omaggio a Verga e ai contemporanei e alla città di Acireale vissuta nei vicoli e negli scorci meno usuali; un percorso che ha il fuoco della gelosia e l’odore acre della mafia e delle sue logiche spietate, le strade assolate di Catania e le spiagge segrete di notte sulle quali si consumano amori clandestini.

-Così come “Quattordici spine”, anche “Effetti collaterali” non è soltanto ambientato in Sicilia, ma la celebra in ogni suo aspetto, sposando le luci alle ombre. E’ una scelta precisa, la tua, a quanto pare.
Sì, esatto. Bufalino, grande conoscitore della Sicilia, parlava di un’“Isola plurale”, una terra che soffre di un eccesso di identità dove tutto “è una mischia di lutto e di luce”. L’Isola da cartolina, dunque, si scontra ogni giorno con l’isola del malaffare, delle azioni scellerate, dello splendore offuscato. È proprio vero: ci appelliamo all’opera di Dio – la bellezza della Sicilia, il clima della Sicilia, l’unicità della Sicilia – per dimenticare l’opera dell’uomo. Leggi tutto…

PREMIO STREGA 2021: vince Emanuele Trevi con “Due vite” (Neri Pozza)

È Emanuele Trevi il vincitore dell’edizione 2021 del Premio Strega con il suo libro “Due vite” (Neri Pozza). Su LetteratitudineBlog l’intervista radiofonica a Emanuele Trevi (in conversazione con Massimo Maugeri)

* * *

* * *

 * * *

Concluso lo spoglio della seconda e ultima votazione del Premio Strega, è stato proclamato Emanuele Trevi, con il romanzo Due vite (Neri Pozza), vincitore della LXXV edizione. Il premio è stato consegnato da Giuseppe D’Avino, presidente di Strega Alberti Benevento.

Rispettando le attuali prescrizioni governative in materia di distanziamento fisico, la serata finale non si è potuta svolgere alla presenza del pubblico consueto, composto dall’ampia giuria del premio e dagli altrettanto numerosi appassionati che ogni anno intervengono a Villa Giulia. La serata è stata trasmessa in diretta televisiva da Rai Tre, per la conduzione di Geppi Cucciari.

Sandro Veronesi, vincitore del Premio Strega 2020, ha presieduto il seggio di voto. Leggi tutto…

Alessandria, Lectio di Vittorio Sgarbi per la restaurazione della Chiesa di San Francesco, 13 luglio

Lectio su San Francesco di Vittorio Sgarbi in occasione del restauro della Chiesa omonima e degli affreschi risalenti al 1200 rinvenuti nell’ex Complesso di San Francesco, oggi destinato a Museo, che ospiterà le collezioni storico-artistiche e archeologiche della Città

Nella tappa alessandrina de La Milanesiana di martedì 13 luglio, nei luoghi dove passò il Santo Leggi tutto…

Categorie:Annunci

TOKYO A MEZZANOTTE di Mia Another: incontro con l’autrice

“Tokyo a mezzanotte” di Mia Another (Newton Compton): incontro con l’autrice e un brano estratto dal romanzo

* * *

Mia Another È lo pseudonimo di una scrittrice che vive nel modenese. Classe 1992, introversa, ama gli animali e l’autunno, è appassionata di videogame e fumetti. La scrittura è sempre stata al centro della sua vita. Dopo aver lavorato per anni in un web magazine a tema hi-tech, ha iniziato la sua avventura nel selfpublishing nel 2014, pubblicando romanzi di genere New Adult e facendosi conoscere sui social. Con la Newton Compton ha pubblicato “Come petali di ciliegio”, che ha ottenuto uno straordinario successo. Ed è appena uscito “Tokyo a mezzanotte“.
Abbiamo chiesto all’autrice di raccontarci qualcosa su questo nuovo romanzo…

* * *

«Quanto tempo è passato dall’ultima volta in cui vi siete persi tra le strade di una città sconosciuta?
«È una sensazione irrinunciabile, per me», ha detto Mia Another a Letteratitudine, «l’essenza stessa di un viaggio: camminare, attirata da un rumore curioso, dal vociare della gente o dal profumo di una bancarella, svoltare in un vicolo dopo l’altro, vagare come una bambina al mercato, tra luci e colori, e finire per chiedere indicazioni ai passanti per ritrovare l’hotel. Leggi tutto…

CLASSIFICA: dal 28 giugno al 4 luglio – questa settimana segnaliamo “Tre” di Valérie Perrin (Edizioni E/O)

I primi 40 titoli in classifica nella settimana dal 28 giugno al 4 luglio 2021

Questa settimana segnaliamo: “Tre” di Valérie Perrin (Edizioni E/O)

* * *

In prima posizione: “Tre” di Valérie Perrin (Edizioni E/O)

In seconda posizione: “Vecchie conoscenze” di Antonio Manzini (Sellerio)

In terza posizione: L’inverno dei Leoni. La saga dei Florio” di Stefania Auci (Nord)

* * *

La scheda del libro: “Tre” di Valérie Perrin (Edizioni E/O)

Dall’autrice di Cambiare l’acqua ai fiori, il libro più venduto del 2020 in Italia con 500.000 copie.Bestseller in oltre 30 paesi.

Perché un’amicizia può cadere a pezzi? Perché ci perdiamo di vista? Cosa rende possibile incontrarci di nuovo?

1986. Adrien, Étienne e Nina si conoscono in quinta elementare. Sono nella stessa classe e diventano inseparabili. Crescendo insieme riusciranno a rimanere uniti grazie a una promessa: lasciare la provincia in cui vivono, trasferirsi a Parigi, vivere di musica e non separarsi mai. Ma trentuno anni dopo non si vedono più, non si parlano più.
2017. Un’automobile viene ripescata dal fondo di un lago nel piccolo paese in cui sono cresciuti. Il caso viene seguito da Virginie, giornalista dal passato enigmatico. Poco a poco Virginie rivela gli straordinari legami che uniscono quei tre amici d’infanzia. Che ne è stato di loro? Che rapporto c’è tra la carcassa di macchina e la loro storia di amicizia?
Valérie Perrin ha il dono di cogliere la profondità insospettata delle cose della vita. Seguendo il filo di una vicenda struggente e implacabile, l’autrice ci trascina al cuore dell’adolescenza, del tempo che passa e separa.

* * *

Posizioni dal n. 1 al n. 10

Pos. Titolo Autore Editore Prezzo Tasc. Note
1 Tre Valérie Perrin E/O 19,00
2 Vecchie conoscenze Antonio Manzini Sellerio Editore Palermo 15,00
3 L’inverno dei Leoni. La saga dei Florio Stefania Auci Nord 20,00
4 La canzone di Achille Madeline Miller Marsilio 11,00 T
5 Cambiare l’acqua ai fiori Valérie Perrin E/O 18,00
6 Ragazze smarrite. Un’avventura del commissario Bordelli Marco Vichi Guanda 19,00
7 I leoni di Sicilia. La saga dei Florio Stefania Auci Nord 18,00
8 Sulla tua parola. Messalino. Santa Messa quotidiana e letture commentate per vivere la parola di Dio. Luglio-agosto 2021 Editrice Shalom 5,00
9 Io posso. Due donne sole contro la mafia Pif; Marco Lillo Feltrinelli 15,00
10 Io sono Giorgia. Le mie radici le mie idee Giorgia Meloni Rizzoli 18,00 *

 

Posizioni dal n. 11 al n. 40

Leggi tutto…

IL PUGILE RAGAZZO di Pier Luigi Amata: incontro con l’autore

“Il pugile ragazzo” di Pier Luigi Amata (La nave di Teseo): incontro con l’autore e un brano estratto dal libro

* * *

Pier Luigi Amata vive e lavora a Roma. Il suo primo romanzo è Il Signore della bellezza (2017).

Esce oggi il nuovo romanzo di Pier Luigi Amata. Si intitola “Il pugile ragazzo” e lo pubblica La nave di Teseo, come il precedente.

Abbiamo chiesto all’autore di parlarcene…

 * * *

«La storia che ho scritto non è autobiografica», ha detto Pier Luigi Amata a Letteratitudine, «le vicende narrate non sono accadute a me, ma è anche vero che non avrei saputo esprimere sentimenti e sensazioni che non ho conosciuto.
Se devo dire quali sono le motivazioni che mi hanno spinto a Scrivere questo romanzo, quali le radici, se devo raccontare il modo come è venuto su, come ho costruito i personaggi, allora ho bisogno di tornare indietro procedendo un po’ a caso, a zig-zag. Leggi tutto…

PREMIO VITTORINI 2021: i finalisti

PREMIO LETTERARIO NAZIONALE ELIO VITTORINI  XX EDIZIONE: SIRACUSA, 1-4 SETTEMBRE 2021

SCELTI I TRE FINALISTI: AINIS, CALACIURA E LATTANZI. PREMIO LOMBARDI PER L’EDITORIA INDIPENDENTE AD ALGRA

 * * *

SIRACUSA, 7 LUGLIO 2021 – La Commissione giudicatrice delle opere in gara per la XX edizione del Premio Letterario Nazionale Elio Vittorini, in programma a Siracusa dal primo al 4 settembre 2021, riunitasi in modalità telematica, ha selezionato i tre finalisti.

Si tratta di (in ordine rigorosamente alfabetico) Michele Ainis, Disordini (La nave di Teseo); Giosuè Calaciura, Io sono Gesù (Sellerio); Antonella Lattanzi, Questo giorno che incombe (HarperCollins).

La Commissione giudicatrice, presieduta dal professore Antonio Di Grado, ha vagliato 59 candidature presentate da oltre 40 diverse case editrici. Leggi tutto…

NEVE D’OTTOBRE di Angela Nanetti: intervista all’autrice

“Neve d’ottobre” di Angela Nanetti (Neri Pozza)

 * * *

di Simona Lo Iacono

La neve che cade in ottobre è sempre un segno propiziatorio, in montagna. Fa maturare l’uva. Odora di latte. Fa esclamare ai bambini tutta la loro meraviglia. È quasi un momento sacro, una di quelle strade che – a volte – si aprono per farci scorgere il mistero che si nasconde dietro le nostre vite.
Non tutti sanno percepirlo. Ci vogliono occhi buoni, passo da scalatore, braccia forti. Ci vuole anche qualche ferita inferta ai senza colpa, il marchio fiammante dei veri sopravvissuti.
Giulio ha quindi tutte le caratteristiche per capire il richiamo della neve di ottobre. È un uomo massiccio, che sa inseguire un amore lontano. Ha compassione per le faine rimaste impigliate nelle tagliole. Sente il guaito e il dolore del mondo.
E, soprattutto, Giulio ha una ferita che pulsa in testa, che lo rende irrequieto e spaventato. Uno sfregio che nasconde una prevaricazione e una profonda avversione verso la sua diversità. Leggi tutto…

ADDIO A RAFFAELLA CARRÀ

Il nostro omaggio a Raffaella Carrà: icona pop italiana e internazionale

* * *

Raffaella Carrà, pseudonimo di Raffaella Maria Roberta Pelloni (Bologna, 18 giugno 1943 – Roma, 5 luglio 2021), è stata una showgirl, cantante, ballerina, attrice, conduttrice televisiva, radiofonica e autrice televisiva italiana. Leggi tutto…

PREMIO MONDELLO 2021: vincono Laura Forti, Giulio Mozzi, Alessio Torino, Lorenzo Tomasin

Premio Letterario Internazionale Mondello – 47a edizione 

Image from LETTERATITUDINE (di Massimo Maugeri)

Vincono Laura Forti, Giulio Mozzi, Alessio Torino per l’Opera Italiana; Lorenzo Tomasin per l’Opera Critica

 * * *

Sono stati proclamati i vincitori della quarantasettesima edizione del Premio Letterario Internazionale Mondello: sono Laura Forti con Forse mio padre (Giuntina), Giulio Mozzi con Le ripetizioni (Marsilio), Alessio Torino con Al centro del mondo (Mondadori), per la sezione Opera Italiana; Lorenzo Tomasin con Europa romanza. Sette storie linguistiche (Einaudi), per la sezione Opera Critica.

I vincitori sono stati eletti da un Comitato di Selezione presieduto dal Professor Giovanni Puglisi e composto da Enzo Mansueto, poeta e critico letterario, Francesco Musolino, scrittore e giornalista e Carola Susani, scrittrice.

Le scelte del Comitato di Selezione per la sezione Opera Italiana premiano romanzi molto diversi per stili e contenuti e testimoniano la vivacità e la varietà della narrativa italiana contemporanea. Leggi tutto…

L’AVVENTURA di Giovanni Truppi (un estratto)

Pubblichiamo un brano estratto dal volume “L’avventura” di Giovanni Truppi (La nave di Teseo +)

* * *

Decidiamo di fare il bagno. Ci spogliamo, poggiamo le nostre cose su un masso, entriamo in acqua, e per un attimo esiste solo l’istante in cui mi trovo. Mi sento leggerissimo e beato, e il mare sorregge al mio posto tutto l’ultimo anno.

Tra la fine di luglio e l’inizio di settembre del 2020, Giovanni Truppi ha caricato il suo pianoforte smontabile su un camper ed è partito per una manciata di concerti resi possibili dall’allentamento delle restrizioni dopo la prima ondata della pandemia. Cercando di evitare le strade principali e tenendo il più possibile il mare a vista, Giovanni e i suoi due compagni di viaggio hanno percorso l’intero perimetro della costa italiana, dal confine con la Francia a quello con la Slovenia, immergendosi ogni giorno dentro un paesaggio impercettibile o in chiassoso mutamento. Dalle sponde contratte e burbere della Liguria, alla macchia assordante di cicale della Maremma toscana; dai litorali piatti e densi attorno Roma, alla costa del Cilento – quella dell’infanzia di Giovanni – e poi alla Calabria selvaggia, malinconica; da Taranto ad Ancona, superando gli uliveti infiniti della Puglia, la frugalità generosa e quieta dell’Abruzzo, i lidi romagnoli, fino alla curva geografica che rende il nostro mare una faccenda più orientale.
Tappa dopo tappa, la costa italiana si delinea come un lento e ineludibile film famigliare dentro le parole semplici ed essenziali con i gestori dei campeggi, i turisti locali, gli amici e i parenti rintracciati lungo il percorso, osservando lo sciamare dei ragazzini sui lungomari e le processioni di santi, gli anziani stretti davanti ai tramonti, i braccianti nei campi e nelle baracche nascoste, le piccole folle illanguidite dal caldo, con le infradito affondate dentro spiagge di tardo approdo e i chilometri addosso verso bagni limpidi e solitari.
Giovanni Truppi racconta un’Italia solo apparentemente minore e perfettamente contemporanea, risvegliando una memoria che ci raccoglie tutti, nelle generazioni di ogni estate, e ci sospinge verso il desiderio della prossima a venire.

 * * *

Un brano estratto dal volume “L’avventura” di Giovanni Truppi (La nave di Teseo +) Leggi tutto…

VOCI: i podcast de Il Saggiatore

Nasce Voci: la piattaforma di produzione podcast de il Saggiatore

https://64.media.tumblr.com/68a92305e43d0fafc8263189d78f0908/0bebab014b21af36-2f/s1280x1920/6fea19306b4b046976d3781ca8655cc331c50999.jpg

 

Dal 5 luglio disponibile il primo podcast “Il mondo come meditazione” di Chandra Candiani

 * * *

Che ruolo ha un editore oggi? La sua visione si limita solo al mondo dei libri o può spingersi oltre? Leggi tutto…

PREMIO NEBBIAGIALLA 2021: I finalisti sezioni Romanzi e Racconti inediti

PREMIO NEBBIAGIALLA 2021 PER LA LETTERATURA NOIR E POLIZIESCA  E PER ROMANZI E RACCONTI INEDITI

I finalisti della dodicesima edizione: sezioni Romanzi e Racconti inediti. Cerimonia di assegnazione il 18 settembre 2021 Leggi tutto…

PREMIO VIAREGGIO–RÈPACI 2021: le terne dei finalisti

PREMIO VIAREGGIO–RÈPACI 2021: scelte le terne dei finalisti nelle tre sezioni narrativa, poesia e saggistica

* * *

Sono stati selezionati i finalisti che si contenderanno la vittoria della 92esima edizione  del Premio Viareggio-Rèpaci, la cui cerimonia finale si terrà sabato 28 agosto a Viareggio (con la proclamazione dei vincitori delle tre sezioni del premio).

Ecco le terne finaliste:

Sezione Narrativa:
Edith Bruck con “Il pane perduto” (La nave di Teseo), Gilda Policastro con “La parte di Malvasia” (La nave di Teseo), Alice Urciuolo con “Adorazione” (66thand2nd).

Sezione Poesia:
Andrea Bajani con “Dimora naturale” (Einaudi), Vittorino Curci con “Poesie 2020-1997” (La Vita Felice), Flavio Santi con “Quanti (truciolature, scie, onde) 1999-2019” (Edizioni Industria & letteratura). Leggi tutto…

50 ANNI SENZA JIM MORRISON

50 anni fa moriva Jim Morrison (Melbourne, 8 dicembre 1943 – Parigi, 3 luglio 1971): cantautore e poeta statunitense, leader carismatico e frontman della band statunitense The Doors

Leggi tutto…

CLASSIFICA: dal 21 al 27 giugno 2021 – questa settimana segnaliamo “La mano” di Georges Simenon (Adelphi)

I primi 40 titoli in classifica nella settimana dal 21 al 27 giugno 2021

Questa settimana segnaliamo: “La mano” di Georges Simenon (Adelphi)

 * * *

In prima posizione: “Vecchie conoscenze” di Antonio Manzini (Sellerio)

In seconda posizione: L’inverno dei Leoni. La saga dei Florio” di Stefania Auci (Nord)

In terza posizione: “La canzone di Achille” di Madeline Miller (Marsilio)

* * *

La scheda del libro: “La mano” di Georges Simenon (Adelphi)

Se Donald Dodd ha sposato Isabel anziché, come il suo amico Ray, una di quelle donne che fanno «pensare a un letto», se vive a Brentwood, Connecticut, anziché a New York, è perché ha sempre voluto che le cose, attorno a lui, «fossero solide, ordinate». Isabel è dolce, serena, indulgente, e in diciassette anni non gli ha mai rivolto un rimprovero. Eppure basta uno sguardo a fargli capire che lei intuisce, e non di rado disapprova, le sue azioni – perfino i suoi pensieri. Forse Isabel intuisce anche che gli capita di desiderarle, le donne di quel genere, «al punto da stringere i pugni per la rabbia». E quando, una notte che è ospite da loro, Ray scompare durante una terribile bufera di neve e Donald, che è andato a cercarlo, torna annunciando a lei e a Mona, la moglie dell’amico, di non essere riuscito a trovarlo, le ci vuole poco a intuire che mente, e a scoprire, poi, che in realtà è rimasto tutto il tempo nel fienile, a fumare una sigaretta dopo l’altra: perché era sbronzo, perché è vile – e perché cova un odio purissimo per quelli che al pari di Ray hanno avuto dalla vita ciò che a lui è stato negato. Isabel non dirà niente neanche quando Ray verrà trovato cadavere: si limiterà, ancora una volta, a rivolgere al marito uno di quei suoi sguardi acuminati e pieni di indulgenza. Né gli impedirà, pur non ignorando quanto sia attratto da Mona, di occuparsi, in veste di avvocato, della successione di Ray, e di far visita alla vedova più spesso del necessario. Ma Donald comincerà a non sopportare più quello sguardo che, giorno dopo giorno, lo spia, lo giudica – e quasi lo sbeffeggia.

* * *

Posizioni dal n. 1 al n. 10

Pos. Titolo Autore Editore Prezzo Tasc. Note
1 Vecchie conoscenze Antonio Manzini Sellerio Editore Palermo 15,00
2 L’inverno dei Leoni. La saga dei Florio Stefania Auci Nord 20,00
3 La canzone di Achille Madeline Miller Marsilio 11,00 T
4 Io posso. Due donne sole contro la mafia Pif; Marco Lillo Feltrinelli 15,00
5 Cambiare l’acqua ai fiori Valérie Perrin E/O 18,00
6 I leoni di Sicilia. La saga dei Florio Stefania Auci Nord 18,00
7 Io sono Giorgia. Le mie radici le mie idee Giorgia Meloni Rizzoli 18,00
8 Il tempo del diavolo Glenn Cooper Nord 20,00
9 Harry Potter e la pietra filosofale. Ediz. papercut MinaLima J. K. Rowling; S. Bartezzaghi (cur.) Salani 39,00
10 Sulla tua parola. Messalino. Santa Messa quotidiana e letture commentate per vivere la parola di Dio. Luglio-agosto 2021 Editrice Shalom 5,00

 

Posizioni dal n. 11 al n. 40

Leggi tutto…

Festival dal Mississippi al Po 2021

Festival dal Mississippi al Po, XVII edizione dal 15 al 18 luglio con: Eugenio Finardi, Treves Blues Band, Joeffry Deaver, Pupi Avati, Kirk Fletcher

* * *

Dai Negrita a Eugenio Finardi, da Irene Grandi a Fabio Treves con “contaminazioni” letterarie e artistiche (com’è peraltro caratteristica di questo genere musicale) che vedranno anche ospiti del calibro del regista Pupi Avati e del maestro del thriller, lo scrittore americano Jeffery Deaver: la XVII edizione del Festival Blues dal Mississippi al Po riparte a Fiorenzuola dopo lo stop forzato causato dalla pandemia e lo fa alla grande con un calendario che mescola stili e generi, nomi famosi e giovani musicisti, grandi eventi e iniziative diffuse sul territorio. Leggi tutto…