Home > Articoli e varie, Interviste > IL MIRACOLO DELLA MADONNA DELLE LACRIME DI SIRACUSA IN UN FUMETTO

IL MIRACOLO DELLA MADONNA DELLE LACRIME DI SIRACUSA IN UN FUMETTO

agosto 18, 2021

La Lacrimazione della Madonna a Siracusa è stata rappresentata in un fumetto che sarà presentato nell’ambito delle attività scelte per la celebrazione del 68mo anniversario dell’evento.

La presentazione del fumetto avverrà il prossimo 27 agosto, al termine della Celebrazione Eucaristica delle ore 19, sul sagrato della Cripta, nella piena osservanza di tutte le regole anticontagio. Sarà presente l’Arcivescovo di Siracusa, Mons. Francesco Lomanto, che ha seguito i lavori della composizione del fumetto e ha curato la prefazione allo stesso (qui, la lettera dell’Arcivescovo e il Programma del 68° Anniversario della Lacrimazione).
La scrittrice Simona Lo Iacono ne parla con il Rettore del Santuario, Don Aurelio Russo

* * *

di Simona Lo Iacono

Una storia di fede che balza dalle figure di un fumetto e traduce le atmosfere, le paure, l’incanto e lo stupore provati dai Siracusani 68 anni fa.
Era un agosto rovente come quello che viviamo in questi giorni, e una mamma in attesa si sventagliava senza tregua sul proprio letto, ai piedi di un quadretto semplice, di gesso, un regalo di nozze che riproduceva una Madonna con una manina sul cuore. Stava male, Antonina Lucia Giusto, maritata Iannuso. La creatura che custodiva nel grembo non le dava tregua e una tossicosi gravidica l’aveva quasi privata della vista.
Quando, improvvisamente, verso le prime ore del mattino, la vista sembrò tornarle e consentirle di vedere – con sbigottimento – che dallo sguardo della Madoninna sgorgavano lacrime.
La donna restò senza parole, chiamò la cognata, in poco meno di un’ora la stanza da letto fu invasa da parenti e amici al grido: “La Madonnuzza chianci”.
La lacrimazione si ripeté per ben tre giorni, giorni in cui Siracusa fu invasa da folle di malati, penitenti, fedeli, curiosi. Avvennero miracoli, conversioni, stravolgimenti di vita e di abitudini. Poi il verdetto delle autorità ecclesiastiche.
Sono lacrime umane.
Da quel 1953, ogni anno, la città rivive i giorni del miracolo.
Il 29, 30 e 31 agosto il Santuario (inaugurato da San Giovanni Paolo II) eretto per ricordare l’incredibile evento, si colma di pellegrini e ripercorre con la memoria e con le celebrazioni sacre, quelle ore e quei momenti in cui il cielo versò in terra sia il proprio dolore, sia la propria solidarietà alla condizione umana.
Ecco perché la notizia che quei fatti prodigiosi prendano ora la forma del fumetto non può che aggiungere ulteriore gioia alla festa, soprattutto dopo mesi faticosi e sofferti, in cui la pandemia ha messo alla prova tutti i cittadini e tutti i consacrati.
Chiedo quindi al Rettore del santuario, Don Aurelio Russo, di raccontarmi la genesi di questa bellissima opera divulgativa.

– Spettabile Rettore, da dove è nata l’idea di trasformare in fumetto gli eventi miracolosi di quell’indimenticabile 29 agosto del 1953 in cui un quadretto con l’effigie della Madonna pianse lacrime umane?
Siracusa, Don Aurelio Russo nuovo consulente dell'Ucsi di Siracusa. Subentra al compianto don Giuseppe Lombardo. La nomina dell'arcivescovo S.E. Mons. Salvatore Pappalardo - Radio Una Voce VicinaL’idea del fumetto è “figlia” del periodo della pandemia. Durante il serrato lockdown del 2020, il tempo scorreva lento e si è concesso con più forza e determinazione. È stato un tempo sospeso – quello del lockdown – doloroso, per molti aspetti: la paura per un virus sconosciuto il panico della malattia e il dolore delle morti di tanti fratelli e sorelle. Un tempo che, tuttavia, mi ha concesso di produrre, progettare, lavorare in modalità smart… e la preghiera ha fatto il resto. Il tempo va riempito sempre di bene, anche quando ci costringe ad attraversare momenti dolorosi. Da qui l’idea di raccontare, attraverso il genere letterario del fumetto, i fatti storici della lacrimazione della Madonna del 1953, accaduti nell’abitazione familiare di via degli Orti n. 11, in Siracusa.

– Pensa che la formula del fumetto possa avvicinare con grazia e leggerezza anche i più piccoli a questo grande mistero?
Il linguaggio del fumetto, che per sua natura deve essere diretto ed essenziale, può raggiungere piccoli e grandi. Le immagini infatti “parlano” molto più di tante parole. Forse proprio per questo, a Siracusa, la Madonna ha scelto di comunicare a tutti l’amore di Dio attraverso il segno visivo delle Lacrime.
I disegni del fumetto storico della Lacrimazione della Madonna a Siracusa, poi, sono accompagnati dai semplici dialoghi dei vari personaggi che per primi si sono interrogati sul significato di questo evento storicamente e scientificamente dimostrabile.
Il fumetto della Lacrimazione della Madonna non è solo per i ragazzi, né solo per gli adulti. Oserei dire che è un fumetto per tutta la famiglia. È un fumetto che i genitori e i figli possono leggere insieme. Il fumetto è anche per chi, essendo più avanti negli anni, può fare memoria degli eventi, ricordando come la notizia della lacrimazione della Madonna a Siracusa, in pochissimo tempo, è entrata in tutte le case, raggiungendo ogni angolo della terra.

– Ricorrono in questi giorni i festeggiamenti per l’anniversario della lacrimazione, e nonostante il grande rigore utilizzato in Santuario per la normativa anticovid, saranno molti i momenti di preghiera e di raccoglimento. La presentazione del fumetto verrà inserita in queste giornate così importanti? E quando?
La presentazione del fumetto si inserisce tra le attività scelte per la celebrazione del 68mo anniversario della Lacrimazione della Madonna a Siracusa.
La presentazione del fumetto avverrà il prossimo 27 agosto, al termine della Celebrazione Eucaristica delle ore 19, sul sagrato della Cripta, nella piena osservanza di tutte le regole anticontagio.
Sarà presente l’Arcivescovo di Siracusa, Mons. Francesco Lomanto, che ha seguito i lavori della composizione del fumetto e ha curato la prefazione allo stesso.
Anche quest’anno tutte le celebrazioni comunitarie si svolgeranno all’aperto, sul Sagrato del Santuario della Madonna delle Lacrime, nell’intento di prevenire anche ogni minimo rischio di contagio. Infatti, non è il momento di abbassare la guardia: il virus è ancora pronto a colpire, soprattutto i più fragili.

– Vuol parlarci dell’artista che ha disegnato le tavole e della stampa dell’opera? Sarà possibile trovarla solo in Santuario o ci sarà modo di divulgarla?
L’artista che ha disegnato le tavole è Laura Nicotra, una mamma di fede che ama la Madonna delle Lacrime. Una fedele che, con discrezione e umiltà, svolge il prezioso servizio di preghiera e di catechista nel Santuario di Siracusa. È una donna ispirata con un talento innato. Quando le ho chiesto la disponibilità a interpretare con le immagini il racconto della Lacrimazione, tratto dalle testimonianze storiche raccolte dal Tribunale ecclesiastico della Curia di Siracusa del tempo, si è messa subito a disposizione con semplicità di spirito. Il lavoro si è svolto con singolare naturalezza: Io ho abbozzato la sceneggiatura, Laura ha messo su tavola i disegni e poi sono stati inseriti i dialoghi.
Da subito ho capito che il Signore aveva donato a Laura un talento incredibile. Le immagini si caratterizzano per la semplicità e la profondità del tratto, segno di una mano raffinata.
Il fumetto sarà regalato a tutti i partecipanti alla presentazione di venerdì 27 agosto 2021 e sarà inviato a tutti i benefattori del Santuario che già ricevono la Rivista Madonna della Lacrime. Il fumetto sarà inviato anche a chi ne farà richiesta con un contributo minimo per la stampa e la spedizione, telefonando (0931-21446) o scrivendo al Santuario Madonna delle Lacrime (segreteria@madonnadellelacrime.it). Costi veramente irrisori saranno richiesti alle scuole, alle comunità e alle parrocchie che ci aiuteranno a diffondere il messaggio della Madonna delle Lacrime.

– E infine un omaggio alla Nostra amabile mamma del cielo, che spicca dal fumetto più bella che mai. In che modo le lacrime di Maria di Nazareth parlano al nostro cuore, oggi?
Le Lacrime di Maria a Siracusa sono un segno che parla ancora oggi. Un segno per l’umanità martoriata in ogni parte del mondo. Un segno di sofferenza e di dolore per quanto sta accadendo in questi giorni a Kabul. Maria parla al nostro cuore versando lacrime con noi. Lei è Madre e condivide la fatica e il dolore di ogni suo figlio di Dio. La Madonna soffre con noi e non smette mai di pregare con noi e per noi.
Il tema del 68mo anniversario della Lacrimazione della Madonna, tratto dalle parole di Papa Francesco, sintetizza come ancora oggi la Madonna parla ad ogni uomo e a ogni donna: “La Vergine Maria versa lacrime con chi piange”. Dunque non siamo soli. La Madre di Dio è con noi.

* * *

© Letteratitudine – www.letteratitudine.it

LetteratitudineBlog / LetteratitudineNews / LetteratitudineRadio / LetteratitudineVideo

Seguici su Facebook TwitterInstagram

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: