Home > Premi Letterari > ALICE SCALAS BIANCO VINCE LA 26^ EDIZIONE DEL CAMPIELLO GIOVANI

ALICE SCALAS BIANCO VINCE LA 26^ EDIZIONE DEL CAMPIELLO GIOVANI

settembre 4, 2021

ALICE SCALAS BIANCO VINCE LA 26^ EDIZIONE DEL CAMPIELLO GIOVANI

18 anni, di Vigevano (PV) si è aggiudicata il concorso con il racconto “Ritratto di Parigi”.

 Assegnata anche la menzione speciale del Gruppo Giovani di Confindustria a Lorenzo Molinetti, 21 anni di Chiavenna (SO), per il racconto “Fandango cinema”

 * * *

Venezia, 4 settembre 2021 Alice Scalas Bianco è la vincitrice della 26^ edizione del Campiello Giovani, il concorso riservato ai giovani tra i 15 e i 22 anni organizzato dalla Fondazione Il Campiello – Confindustria Veneto.

Alice Scalas Bianco, 18 anni di Vigevano (PV) si è aggiudicata il premio con il racconto “Ritratto di Parigi” scelto dalla Giuria dei Letterati, presieduta da Walter Veltroni, tra i cinque racconti arrivati in finale. Il premio è stato consegnato da Marco Dalla Bernardina, Presidente dei Giovani Imprenditori di Confindustria Veneto.

Di seguito la motivazione della Giuria: «Il racconto di Alice Scalas Bianco ha la qualità di unire in un solo gesto ingenuità e intelligenza, dispersione e lampi di lucidità ironica. Ai luoghi comuni inevitabilmente vincenti, l’autrice ha cercato di resistere con la dolcezza di un racconto che si fa leggere fino alla fine.»

 Gli altri finalisti di questa edizione del Campiello Giovani erano: Salvatore Lamberti, 19 anni di Scisciano (NA), con il racconto “Roman”, Shannon Magri, 22 anni di Castel Gabbiano (CR) con il racconto “Kiyoshi nella tempesta”, Martina Sangalli, 21 anni di Carugo (CO) con il racconto “Blu colomba” e Camilla Tibaldo, 21 anni di Trecenta (RO) con il racconto “La somiglianza”.

La vincitrice è stata proclamata sabato 4 settembre durante la conferenza stampa – che si è svolta al Fondaco dei Tedeschi – grazie a Intesa Sanpaolo, partner del Premio Campiello Giovani.

Il vincitore del Campiello Giovani, si aggiudica un viaggio studio in un paese europeo e, grazie alla collaborazione con il MIUR, viene inserito nella giuria delle Olimpiadi di Italiano, mentre il vincitore delle Olimpiadi entra nella Giuria allargata del Campiello Giovani.

Durante la conferenza stampa è stata inoltre assegnata da Riccardo Di Stefano Presidente nazionale dei Giovani Imprenditori la menzione speciale del Gruppo Giovani di Confindustria per il miglior racconto che ha trattato il tema della cultura di impresa. La menzione è stata attribuita a Lorenzo Molinetti, 21 anni, di Chiavenna (SO), per il racconto “FANDANGO CINEMA”. Di seguito la motivazione della Giuria:

«La menzione speciale Giovani Imprenditori sulla cultura di impresa intende premiare l’ambientazione e lo scenario che fanno da sfondo al rituale del Maestro nel racconto “Fandango Cinema”. Attraverso la sua narrazione si osserva come il progresso e le innovazioni contribuiscano a modificare il volto delle città e come, di conseguenza, cambia nel tempo la percezione che si ha di esse. Il passaggio dal neon ai led, in quest’ottica, simboleggia la trasformazione tecnologica e l’attenzione al risparmio energetico e all’ambiente.»

Il Campiello Giovani si avvale del patrocinio della Regione Veneto, del patrocinio dell’Ufficio Scolastico Regionale per il Veneto, delle Olimpiadi di Italiano del Ministero dell’Istruzione, della partnership con Intesa Sanpaolo, della rete dei Giovani Imprenditori di Confindustria, oltre a beneficiare del costruttivo interesse di molti presidi e docenti delle scuole.

* * *

© Letteratitudine – www.letteratitudine.it

LetteratitudineBlog / LetteratitudineNews / LetteratitudineRadio / LetteratitudineVideo

Seguici su Facebook TwitterInstagram

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: