Home > Articoli e varie, Segnalazioni > DOVE BATTE LA LINGUA OGGI?

DOVE BATTE LA LINGUA OGGI?

settembre 24, 2021

Dove batte la lingua oggi?

Esce per Iacobelli, in formato e-book, il Quaderno n. 1 del Centro di documentazione internazionale di Alma Sabatini, che avrà cadenza annuale.
Il Quaderno n. 1 ha come filo conduttore la domanda “Dove batte la lingua oggi?”.

Alla stesura di questo numero hanno partecipato, fra le altre, nomi prestigiosi come Edda Billi, fondatrice e prima presidente del Centro, Maria Rosa Cutrufelli, attuale presidente del Centro, Alessandra Pigliaru, Bianca Pomeranzi, Giulia Caminito, Laura Fortini, Sara De Simone, che compongono il comitato scientifico.

 * * *

Visualizza immagine di origine«Ci siamo chieste “Dove batte la lingua oggi?”», ha scritto Giulia Caminito (vincitrice del Premio Campiello 2021) sul suo profilo Facebook,  «riprendendo e provando ad attualizzare il grande lavoro di Sabatini sul sessismo nella lingua italiana. Ci siamo domandate a che punto siamo nella nostra lingua per inclusività, per dibattito, per vocabolario, per scelte e proposte. E come siamo messe e messi nella pratica, nell’uso e nella scrittura rispetto alle forme nuove e sperimentali e discusse degli asterischi, dello schwa, dei femminili professionali. Un lavoro di gruppo a cui sono tanto grata di aver partecipato con un saggio in cui ho seguito l’evolversi quest’anno della voce “donna” sul vocabolario Treccani. Mi sono anche interrogata sull’uso della parola “scrittore” in quella che viene definita una posizione “neutra” e nel saggio troverete come mai io rigetto tale uso. Abbiamo provato a essere critiche, ma anche propositive, troverete saggi, inchieste, e approfondimenti su chi era Sabatini e perché il suo lavoro è sempre attuale».

Pubblichiamo, di seguito, la prima parte dell’introduzione firmata da Maria Rosa Cutrufelli e il “Sommario” del quaderno

* * *

La prima parte dell’Introduzione: dove “batte la lingua” oggi

di Maria Rosa Cutrufelli

Visualizza immagine di origineVerso Alma Sabatini tutte noi abbiamo uno speciale debito di riconoscenza. Alma, infatti, è stata la prima, in Italia, a indicare una connessione fra il linguaggio e il “sessismo” (termine piuttosto recente, coniato tra la fine degli anni Sessanta e l’inizio dei Settanta dal neo-femminismo). E l’ha fatto con due opere che restano ancor oggi fondamentali per affrontare quel problema: Raccomandazioni per un uso non sessista della lingua italiana (novembre 1986) e Il sessismo nella lingua italiana (aprile 1987).
Non mi soffermo qui sulla figura di Alma e sulla sua importanza nel più ampio panorama politico e culturale, perché in questo numero trovate due ritratti che ce la presentano da varie angolature.
Alessandra Pigliaru ricostruisce la sua vita e il suo lavoro di studiosa e di femminista, mentre Bianca Maria Pomeranzi ci racconta, attraverso una testimonianza diretta, la sua attività politica e i suoi legami con il femminismo transnazionale.
Quello che a me preme dire, invece, è che sono passati ben 35 anni dall’uscita delle “Raccomandazioni” e, nel frattempo, gli interrogativi sulla funzione della lingua e il suo intimo scambio (per così dire) con il sessismo si sono complicati e moltiplicati. La parola d’ordine, oggi, sembra essere: inclusività. Chi non viene “nominato” non esiste e il diritto all’esistenza, a essere “visibile” anche attraverso la parola, è ciò che chiedono tutti i soggetti finora esclusi, per l’appunto, dalla “nominazione”: le donne, come sempre, però anche le persone non binarie, il mondo lgbtq+ eccetera eccetera.
Sì, gli interrogativi si sono decisamente complicati e la discussione sul linguaggio pure. E anche l’impazienza rivendicativa…

(…)

(Riproduzione riservata)

© Iacobelli editore

* * *

Sommario

Esergo
Edda Billi
5

Introduzione: dove batte la lingua oggi?
Maria Rosa Cutrufelli
7

Alma Sabatini: un ritratto femminista
Alessandra Pigliaru
13

Alma Sabatini: domande radicali sul mondo
Bianca Maria Pomeranzi
22

Scrittore non è neutro
Piccolo saggio sulle donne, i significati e la scrittura
Giulia Caminito
31

Scrivere all’università: la sfida della differenza
Laura Fortini
45

Che genere di parole
Inchiesta sulla lingua in forma di rubrica
a cura di Sara De Simone
in questo numero interventi di: Maria Attanasio, Laura Pugno
54

 * * *

Il Centro Internazionale Alma Sabatini, fondato nel 1999, ha ripreso da quest’anno le sue attività. Nato per proseguire l’opera di Sabatini, ha come obiettivo, oltre alla ricerca attorno al tema della lingua, la documentazione e la promozione del pensiero e della cultura femminista. I Quaderni di Alma Sabatini vogliono essere una testimonianza di questo impegno.

* * *

© Letteratitudine – www.letteratitudine.it

LetteratitudineBlog / LetteratitudineNews / LetteratitudineRadio / LetteratitudineVideo

Seguici su Facebook TwitterInstagram

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: