Home > Premi Letterari > ALICE ZANOTTI vince il Premio Fiesole Narrativa Under 40 con “Tutti gli appuntamenti mancati” (Bompiani)

ALICE ZANOTTI vince il Premio Fiesole Narrativa Under 40 con “Tutti gli appuntamenti mancati” (Bompiani)

ottobre 22, 2021

Alice Zanotti si aggiudica il XXX Premio Fiesole Narrativa Under 40

image

 * * *

Alice Zanotti si è aggiudicata il XXX Premio Fiesole Narrativa Under 40 con Tutti gli appuntamenti mancati, edito da Bompiani.

Ritirerà l’ambito riconoscimento sabato 30 ottobre alle ore 17.30 a Fiesole, nella Sala del Basolato.

L’opera di Alice Zanotti ha conquistato la giuria – presieduta da Franco Cesati e composta da Caterina Briganti, Francesco Tei, Silvia Gigli, Marcello Mancini, Gloria Manghetti, Fulvio Paloscia e Lorella Romagnoli – che ha scelto lei tra le altre finaliste, Lorenza Gentile con Le piccole libertà, edito da Feltrinelli e Valeria Usala con La rinnegata, edito da Garzanti.

Durante la cerimonia verranno consegnati anche i Premi speciali a Giunti Editore, per i 180 di attività della casa editrice fiorentina, a Matteo Biagi, per la creazione del progetto Qualcunoconcuicorrere e a Francesca Crescentini, per la sua brillante attività di blogger e promotrice della lettura.

Giunto alla sua trentesima edizione, il Premio Fiesole Narrativa Under 40, nato su iniziativa di un gruppo di intellettuali fiesolani e organizzato dal Comune di Fiesole, è diventato negli anni uno dei più importanti premi di letteratura in Italia.

Il Premio promuove, sin dalle sue origini, giovani scrittori; spesso scoprendoli per ritrovarli, in seguito, consacrati nel mondo della letteratura. Tra i vincitori delle edizioni passate: Sandro Veronesi, Roberto Cotroneo, Silvia Ballestra, Diego De Silva, Pietro Grossi, Paolo Sorrentino, Paolo Giordano, Mario Calabresi, Ascanio Celestini, Chiara Valerio e Nadia Terranova.

* * *

Il libro premiato: “Tutti gli appuntamenti mancati. Un ritratto immaginario di Amelia Rosselli” di Alice Zanotti (Bompiani)

È figlia di Carlo e nipote di Nello Rosselli, grandi antifascisti uccisi nel 1937. Cresce tra la Francia, l’Inghilterra, gli Stati Uniti e l’Italia. Studia composizione ed etnomusicologia, suona il violino e il pianoforte, parla tre lingue. È in contatto con i massimi intellettuali italiani del suo tempo eppure vive sempre in un altrove intimo e letterario, fatto di profonda sofferenza psichica e al tempo stesso di straordinaria sperimentazione linguistica. È Amelia Rosselli, e su di lei molto è stato scritto. Questo però non è un libro su di lei, ma attraverso di lei. È la testimonianza di un incontro, quello tra una ragazza di oggi e la sua opera, e di uno dei modi possibili di leggere la poesia: entrando in risonanza con il suo dettato, cercando per questo tramite di dare voce alle lacune e agli strappi presenti nella vita reale. In queste pagine Alice Zanotti racconta Amelia Rosselli non con il metro del biografo ma con la partecipazione di una giovane innamorata, che illumina dettagli minimi e liberamente immagina ciò che la storia non dice. La lacerante relazione con i genitori, le molte lingue ascoltate e parlate, le case, i libri, gli appuntamenti mancati: tutto si scompone e si ricompone come in una risacca che a ogni pagina rende viva la memoria di una donna dall’esistenza dolorosa e dalla voce inimitabile.

* * *

[Aiuta le librerie indipendenti. Acquista il libro su Bookdealer: lo riceverai direttamente a casa]

 

 * * *

Alice Zanotti, nata a Bologna nel 1985, vive e lavora a Torino. Tutti gli appuntamenti mancati è il suo primo libro.

* * *

© Letteratitudine – www.letteratitudine.it

LetteratitudineBlog / LetteratitudineNews / LetteratitudineRadio / LetteratitudineVideo

Seguici su Facebook TwitterInstagram

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: