Home > Articoli e varie, Catania e dintorni > LA CITTÀ NERA di Domenico Trischitta (Algra)

LA CITTÀ NERA di Domenico Trischitta (Algra)

novembre 19, 2021

image“La città nera” di Domenico Trischitta (Algra)

* * *

di Maria Rita Pennisi

La città nera è un romanzo giovanile di Domenico Trischitta pubblicato anni dopo la sua stesura, con la Casa Editrice Algra di Viagrande (CT).

Si tratta di un romanzo intenso e ben strutturato, in cui già si coglie la tempra forte e decisa dell’autore. Nel libro si intrecciano diverse avventure e anche diverse culture. Dalla siciliana a quella europea e a quella africana. Un romanzo a colori, che ha come sfondo la città nera di Catania, costruita in pietra lavica, ma anche Nizza, la città chiara dal mare turchese e abbagliante.

Un contrasto di colori appropriato e significativo, per la storia che vi si snoda. Quella del giovane biondo con tanti sogni in testa, molta gente intorno e un profondo senso di vuoto dentro. Quel vuoto che immancabilmente prova l’artista.

Nel romanzo di Trischitta la famiglia, l’amicizia, le donne e l’amore rivestono un ruolo importante, ma sottolineano ancor più il senso di solitudine del protagonista, che non si sente mai compreso fino in fondo, neanche dalle persone più vicine e più care. Questo lo porta ad avere uno sguardo distante e spesso disincantato.

Centrale, nel romanzo, è il rapporto, forte e intenso, tra il protagonista e la sua città. Una città nera, che di giorno brilla al sole e la notte scompare nei vicoli, inghiottita dalle tenebre. La luce intensa della via Etnea e del Viale, si contrappone al buio di certi quartieri di notte. Catania, però, è una Fenice. Infatti rinasce sempre al mattino bella e luminosa nella voce dei venditori della Pescheria e della “Fera o luni”, degli acquirenti, di quelli che litigano sul prezzo di un pesce o di un capo di abbigliamento. Nel romanzo si racconta anche una storia d’amore più delicata, tra il protagonista – autore e una giovane francese, dagli occhi blu come il mare di Nizza, che porta una ventata di freschezza, solo al suo apparire.

 

 * * *

imageLa scheda del libro: “La città nera” di Domenico Trischitta (Algra)

«Un romanzo che darà modo ai catanesi di gettare uno sguardo meno superficiale alla realtà che li circonda e ai non catanesi l’opportunità di penetrare nel cuore d’una città che ammanta di bellezza le pulsioni più oscure e vitali del cuore umano, di tutti i cuori, quali che siano il colore della pelle, le fedi, le abitudini pregresse». (Domenico Seminerio)

 * * *

Domenico Trischitta (Catania 1960) è scrittore e drammaturgo. Ha pubblicato romanzi (Una raggiante Catania, Premio Martoglio 2009, Glam city, 2014) e raccolte di racconti (1999, 2013, e Le lunghe notti, 2016). I lavori teatrali Sabbie mobili e Bellini a Puteaux sono stati trasmessi da Rai international e Cult.

 

* * *

© Letteratitudine – www.letteratitudine.it

LetteratitudineBlog / LetteratitudineNews / LetteratitudineRadio / LetteratitudineVideo

Seguici su Facebook TwitterInstagram

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: