Home > Premi Letterari > PREMIO NAPOLI 2021: I VINCITORI

PREMIO NAPOLI 2021: I VINCITORI

dicembre 22, 2021

I vincitori del Premio Napoli 2021 sono: Nicola Lagioia (per la narrativa), Carmen Gallo (per la poesia), Riccardo Falcinelli (per la saggistica)

Per i premi speciali: Premio Napoli Internazionale a Emmanuel Carrère; Premio Napoli per la Cultura a Franco Arminio; Premio Napoletani Illustri a Silvio Orlando

 * * *

Emmanuel Carrère ha ricevuto il Premio Napoli, ieri, martedì 21 dicembre, durante la serata finale del Premio tenutasi al Teatro Mercadante a partire dalle ore 19.

Ogni anno la Fondazione  assegna il premio speciale per la letteratura internazionale durante la serata finale del Premio.

Per la 67esima edizione il riconoscimento è stato per l’appunto assegnato ad Emmanuel Carrère, scrittore francese autore di alcune tra le più amate opere contemporanee.
A partire da L’avversario Emmanuel Carrère ha inaugurato un genere nuovo: la sua scrittura è un lungo confronto tra realtà e soggettività, un costante dialogo tra la vita degli altri e la vita stessa dello scrittore, i suoi pensieri, le suoi preoccupazioni, finanche i suoi fantasmi. L’opera di Emmanuel Carrère chiama in causa il lettore inducendolo a guardare sé stesso, a specchiarsi nell’io del narratore. Nella sua ultima opera, Yoga, pubblicata come tutti i suoi libri da Adelphi, Carrère si mette a nudo raccontando con disarmante sincerità anni difficili della propria esistenza: la depressione, il ricovero e la lenta risalita verso la normalità.
Ed è per questa sincerità, questa lucidità nell’osservare sé stesso e il mondo che la Fondazione Premio Napoli ha deciso di assegnare il premio internazionale della città a Emmanuel Carrère (“da osservatore attento, analista consapevole, ci invita a riflettere sul mondo in cui viviamo, sulle atrocità della vita nostra e degli altri”).
Per quanto concerne le altre sezioni speciali, il Premio Napoli per la Cultura è stato assegnato a Franco Arminio (“dà voce ai dolori e alle aspirazioni delle genti che abitano le aree interne del Paese trascurate dal flusso ininterrotto delle narrazioni odierne che privilegiano invece una modernità metropolitana e cosmopolita, omologata e impersonale”); il Premio Napoletani Illustri a Silvio Orlando (“rifuggendo la deriva della napoletaneria, con intelligenza e cultura ha ribaltato ogni cliché sulla napoletanità, riuscendo con percorsi e scavi in profondità a raggiungere la caratura di interprete mitteleuropeo conservando sempre, con grande naturalezza ed ironica leggerezza, l’anima e la creatività partenopea”).

I vincitori delle tre sezioni sono:

Nicola Lagioia (per la narrativa),con il romanzo “La città dei vivi” (Einaudi)

Carmen Gallo (per la poesia), con la silloge “Le fuggitive” (Nino Aragno)

Riccardo Falcinelli (per la saggistica), con il volume “Figure”

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: