Home > Eventi > I BOREALI NORDIC FESTIVAL 2022

I BOREALI NORDIC FESTIVAL 2022

aprile 26, 2022

I BOREALI NORDIC FESTIVAL 2022: letteratura, cinema, musica, attualità, food, laboratori, reading / 29 aprile – 1° maggio 2022 / Ottava edizione

Iperborea

in presenza al Teatro Franco Parenti di Milano e al Cinemino, e in live streaming.

 * * *

I BOREALI è il più grande festival italiano interamente dedicato alla cultura del Nord Europa, ideato e organizzato da Iperborea, in collaborazione con il Teatro Franco Parenti e con il patrocinio del Comune di Milano. L’ottava edizione si terrà da venerdì 29 aprile a domenica 1° maggio, in presenza al Teatro Franco Parenti di Milano e al Cinemino, e in live streaming.

Anche quest’anno il festival è l’occasione per un’istantanea nel mondo nordico, attraverso un’esplorazione dei diversi ambiti artistici e culturali del Nord Europa: letteratura, cinema e serie TV, musica, laboratori per bambini, food, mitologia, approfondimenti sulla contemporaneità.

A partire dal 2015 il festival ha raggiunto anche altre città italiane (Venezia, Firenze, Torino, Cagliari, Trento, Rovereto, Bologna, Matera, Cernobbio/Lugano); quest’anno, dopo la tappa milanese, I Boreali approderà a Urbino a fine maggio, in collaborazione con il festival Urbino e le città del libro.

 * * *

Programma

Per quanto riguarda la LETTERATURA, sono in programma incontri con grandi autori dal Nord Europa e non solo, con presentazioni di libri, talk e approfondimenti.

La serata inaugurale (venerdì 29 aprile ore 18.30, ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria) è dedicata a Mathijs Deen, scrittore e giornalista olandese che si è fatto conoscere in Italia con il libro Per antiche strade (Iperborea, 2020), uno straordinario viaggio nel tempo e nella cultura d’Europa in cui sono le strade a essere protagoniste. Al festival conversa con Matteo Caccia del suo nuovo romanzo La nave faro (Iperborea, 2022), che con umorismo, profondità letteraria e atmosfere conradiane racconta il viaggio di una nave che non può andare da nessuna parte, i cui membri dell’equipaggio sono ognuno a modo suo intrappolati nel proprio passato. Si prosegue con l’autrice norvegese Vigdis Hjorth, per la prima volta in Italia, che, dopo Eredità (Fazi, 2020), il libro che l’ha resa celebre a livello internazionale, definito dal New Yorker la più grande storia letteraria scandinava degli ultimi vent’anni, torna a esplorare il genere dell’autofiction con il romanzo Lontananza (Fazi, 2021), dedicato al rapporto tra una madre e una figlia che non riescono a comunicare, il racconto di una famiglia in cui le bugie, i silenzi e i segreti si sciolgono lentamente sotto il flebile sole norvegese dopo decenni di gelo (sabato 30 aprile, ore 15.15, con Natascha Lusenti). Sabato 30 aprile alle ore 18 è la volta dello scrittore olandese Frank Westerman, che insieme all’antropologo Andrea Staid racconta il suo ultimo libro Noi, umani (Iperborea, 2022), un viaggio nella storia, un’indagine per capire che cosa ci rende umani, un reportage al confine tra saggio e memoir che ricorda Chatwin e Kapuściński, in cui l’autore, con un antico teschio come punto di partenza, si mette in viaggio alla ricerca di una risposta alle domande fondamentali dell’umanità. Domenica 1° maggio alle 15.15 torna ai Boreali Björn Larsson, uno dei più noti scrittori svedesi, che con Valerio Millefoglie racconta il suo ultimo libro Nel nome del figlio (Iperborea 2021), un intimo e doloroso omaggio al padre prematuramente scomparso e una riflessione sulle sue radici. Chiude il programma di letteratura (domenica 1° maggio ore 16.30) l’autore svedese Tom Malmquist, in dialogo con Piero Colaprico sul suo nuovo libro L’aria intorno a noi (NN Editore, 2022), un’inchiesta narrativa guidata dall’ossessione frenetica di rivelare la verità e trovare il senso della vita nei luoghi della propria infanzia.

Tra gli EVENTI SPECIALI, un incontro organizzato in collaborazione con Il Post è dedicato alle questioni di genere e al modello nordeuropeo, a partire da Questioni di un certo genere, secondo numero della collana Cose spiegate bene (Iperborea, 2022). Partecipano Ludovica Lugli, co-curatrice del libro; la scrittrice e psicologa svedese Jenny Jägerfeld, autrice del libro per ragazzi La mia vita dorata da re (Iperborea, 2021); e la linguista norvegese Siri Nergaard. Modera il giornalista Paolo Armelli (sabato 30 aprile ore 16.30).

In programma anche un “reading al buio”, in collaborazione con Fondazione LIA – Libri Italiani Accessibili, un’esperienza altamente partecipativa che accende i sensi e la fantasia, quest’anno dedicata a Bandito della scrittrice svedese più nota e amata Selma Lagerlöf (Iperborea, 2022), durante il quale si alterneranno nelle letture Emilia Lodigiani ed Elisabetta Corradin. Modera Laura Pezzino (sabato 30 aprile ore 14).

Sabato 30 aprile alle 19.15 si prosegue con un approfondimento sul grande successo a livello internazionale delle serie e sull’immaginario televisivo scandinavo, con Sarah Rezakhan e Fabio Guarnaccia. Evento a cura di Link. Idee per la tv.

A proposito di cultura e mitologia nordica, Luisella Sari e Anna Brännström ci accompagnano alla scoperta di alcuni aspetti peculiari dello scambio, sempre più frequente, tra il mondo dell’intrattenimento e quello della cultura accademica attraverso l’esempio di due produzioni di grande successo: Vikings e Ragnarok. Incontro a cura dell’Istituto Culturale Nordico di Milano, in programma sabato 30 aprile alle ore 12.

Ad arricchire il programma anche due appuntamenti dedicati al CINEMA, in collaborazione con Il Cinemino, dove si terranno le proiezioni. La serata inaugurale è dedicata a Scompartimento N.6In viaggio con il destino (2021), diretto dal regista finlandese Juho Kuosmanen, film vincitore all’ultimo Festival di Cannes del Gran Prix Speciale della Giuria e scelto per rappresentare la Finlandia al Premio Oscar 2022, ispirato all’omonimo romanzo di Rosa Liksom (Iperborea, 2014). Evento in collaborazione con BiM Distribuzione (venerdì 29 aprile ore 21). Segue sabato 30 aprile alle ore 21 la presentazione di Lamb (2021), opera prima del regista e sceneggiatore islandese Valdimar Jóhannsson, nella shortlist degli Oscar per il Miglior Film Internazionale​ ​e​ vincitore ​de​l Premio​ ​Originalità al Festival di Cannes 202​1, una fiaba dark ispirata ai miti del profondo Nord con Noomi Rapace. Evento in collaborazione con il distributore Wanted Cinema. Entrambi i film saranno commentati in sala dal critico Andrea Chimento.

Sempre per quanto riguarda il cinema, in occasione de I Boreali – Nordic festival abbiamo collaborato per la prima volta con MUBI, creando una selezione di film dal Nord Europa visibili sulla piattaforma streaming. Si trovano a questo link dove, iscrivendosi a MUBI, si ha diritto a 30 giorni di prova gratuita.

Come nelle scorse edizioni anche quest’anno non mancherà la MUSICA. Federico Bernocchi ci accompagna in un viaggio attraverso il Black Metal norvegese, una musica rivoluzionaria quanto estrema divenuta popolare nelle fredde e glaciali foreste della Norvegia verso la fine degli anni Ottanta (domenica 1° maggio ore 18). A seguire, un incontro tra musica e parole dedicato a Stig Dagerman: Giorgio Fontana legge Il nostro bisogno di consolazione (Iperborea, 1991), opera più conosciuta dello scrittore di culto svedese, considerata il suo testamento spirituale, in dialogo con la musica originale di Matteo Pirola, composta per dare ancora più risalto e forza drammatica alle parole di Dagerman (domenica 1° maggio ore 19.15).

L’evento conclusivo del festival è infine con la musicista danese Hannah Schneider e Siri Ranva Hjelm Jacobsen, che si esibiscono live in un concerto-spettacolo nel quale le letture dell’autrice danese si mescolano ai brani elettro-pop tratti dall’album Ocean Letters, eseguito in anteprima da Hannah Schneider e ispirato dal libro Lettere tra due mari (Iperborea 2021). In collaborazione con I Distratti (domenica 1° maggio ore 21).

Infine, il tradizionale Nordic Brunch nelle giornate di sabato e domenica (ore 12.30-14.30) e gli APPUNTAMENTI DEDICATI AI PIÙ PICCOLI, con laboratori e letture animate, a cura di Martina Folena, Irene Gandolfi e Tomàs Acosta, Consolato e Ambasciata dei Paesi Bassi, ispirati alle storie della collana I Miniborei, come Bimbo Birbone e la sua mamma (Iperborea, 2022) e Storia di un signore piccolo piccolo (Iperborea, 2021) di Barbro Lindgren, Il bambino portentoso di Ulf Stark (Iperborea, 2022), Lo scarabeo vola al tramonto di Maria Gripe (Iperborea, 2022).

 

* * *

© Letteratitudine – www.letteratitudine.it

LetteratitudineBlog / LetteratitudineNews / LetteratitudineRadio / LetteratitudineVideo

Seguici su Facebook TwitterInstagram

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: