Home > Articoli e varie > “Giovanni dalle Bande Nere” di Marco Rastrelli e Lorenzo Nuti (KleinerFlug)

“Giovanni dalle Bande Nere” di Marco Rastrelli e Lorenzo Nuti (KleinerFlug)

ottobre 31, 2022

Giovanni dalle Bande Nere - copertina“Giovanni dalle Bande Nere” (ed. KleinerFlug) – Albo singolo a fumetti testi: Marco Rastrelli;
disegni: Lorenzo Nuti

 * * *

[Leggi i nostri contributi da Lucca Comics & Games 2022]

* * *

di Linda Lercari

La storia comincia con la morte di Papa Leone X a cui Ludovico (Detto Giovanni) di Giovanni de’ Medici era profondamente legato. Le prime tavole a seguire vertono sui ricordi remoti legati alla nascita di questo emblematico personaggio storico ricordato dai più come l’ultimo capitano delle compagnie di ventura durante il tramontare della cosiddetta cavalleria pesante. Giovanni nasce come Ludovico da Caterina Sforza la famosa “Madona tigre di Forlì” e anche nella graphic novel si parla del fatto che la madre gli cambiò il nome in onore del marito morente. Fu così che Ludovico venne da tutti chiamato Giovanni di Giovanni de’ Medici. Le tavole sono molto ben curate e lo stile di Nuti ricorda in alcuni tratti sia Dino Battaglia che Sergio Toppi, ma sviluppando uno stile del tutto personale e avvincente. Una delle tavole che più mi è piaciuta è quella inerente la morte di Brancaccio a Castel Sant’Angelo a pag 23. Fra ricordi della madre e stralci di vita vissuta in pericolo e precarietà la storia si dipana fra scene di violenza o di grande tenerezza come la nascita del figlio di Giovanni stesso sino al finale – che ovviamente posso dirvi in quanto la storia è nota a tutti – ovvero il motivo per il quale Giovanni fu chiamato “Dalle Bande Nere”.
Un fumetto ricco, appassionante, disegnato con dovizia di particolari senza però stancare l’occhio del lettore. Una dinamicità fluida e un testo particolarmente curato e accessibile al grande pubblico che non potrà non incuriosirsi e cercare di approfondire la storia dei personaggi ivi narrati. Forse complice il fatto che Caterina Sforza è uno dei miei personaggi storici favoriti non posso che consigliarvi caldamente questo fumetto “evergreen” in cui si percepisce lo studio accurato di costumi e architetture, ma anche le espressioni umane e piene di emozioni dei personaggi.
Assolutamente da leggere.

* * *

© Letteratitudine – www.letteratitudine.it

LetteratitudineBlog / LetteratitudineNews / LetteratitudineRadio / LetteratitudineVideo

Seguici su Facebook TwitterInstagram

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: