Archivio

Archive for the ‘Articoli e varie’ Category

Solidarietà a LA PECORA ELETTRICA

Solidarietà a LA PECORA ELETTRICA da parte di Letteratitudine

Approfondimenti su: la Repubblica, Il Messaggero, Il Fatto Quotidiano Leggi tutto…

Le Edizioni E/O vincono il “Turjuman Award”, il premio per la traduzione dal valore più alto al mondo

Le Edizioni E/O vincono l’edizione 2019 dello Sharjah Translation Award “Turjuman per la traduzione di un libro dall’arabo.
Ovvero Una piccola morte di Mohamed Hasan Alwan traduzione dall’arabo di Barbara Teresi. Con il suo montepremi da 320.000 euro, è il premio per la traduzione dal valore più alto al mondo.
 * * *

Il valore totale del Premio ammonta a 1,3 milioni di dirham, pari a circa 320.000 euro, e la sua suddivisione rispecchia la missione del Premio di incoraggiare la traduzione di importanti opere arabe: il 30% viene assegnato alla casa editrice araba che originariamente pubblica l’opera (in questo caso l’editore libanese Dar Al Saqi), mentre il 70% viene assegnato a uno degli editori che traducono l’opera nel resto del mondo, in questo caso le Edizioni E/O. Leggi tutto…

Nasce una BIBLIOFARMACIA a Paternò: intervista al neurologo dr. Peci

Nasce a Paternò una Bibliofarmacia per anziani con deficit di memoria.

Comunque, in generale, evidenzia il neurologo Dr. Peci, leggere è salutare per chiunque: “una lettura costante non è solo indicata per potenziare le proprie capacità cognitive, ma è anche uno strumento di riflessione e di serenità, oltre che di crescita culturale e di sviluppo della coscienza individuale e collettiva”. Ne parliamo con il dr. Peci.

* * *

di Massimo Maugeri

Nunzio Antonio Peci è un neurologo interessato alla biblioterapia e ha istituito una vera e propria Bibliofarmacia a Paternò, in provincia di Catania. Per lanciare il progetto ha organizzato un evento di raccolta libri finalizzata a far crescere la Bibliofarmacia destinata ad anziani con deficit di memoria. Per l’occasione verrà chiuso l’ultimo tratto della via Emanuele Bellia a Paternò, sabato 2 novembre, e sarà trasformato in una sorta di salotto culturale a cielo aperto. Ne parliamo con l’ideatore del progetto…

– Dottor Peci, In cosa consiste intanto la “biblioterapia”?
La biblioterapia, come già la parola composta lascia intendere è una terapia non farmacologica attraverso l’utilizzo della lettura o ascolto di libri per patologie neuropsicologiche riguardanti soprattutto i deficit di memoria, l’ansia, la depressione, i disturbi del sonno. La terapia non farmacologica di queste patologie può essere eseguita con tante altre metodiche: la musica (musicoterapia), la danza (danzamovimentoterapia), l’arte (arteterapia), il giardinaggio (ortoterapia), la recita (teatroterapia) e via dicendo. Chiaramente non sono terapie sostitutive della farmacologica che, seppur non dà ancora risultati soddisfacenti, resta comunque la scelta prioritaria. Né tanto più il ricorso alla terapia non farmacologica deve allontanare i pazienti dal monitoraggio clinico con indagini periodiche.
Dovremmo anche considerare che comunque una lettura costante non è solo indicata per potenziare le proprie capacità cognitive, ma è anche uno strumento di riflessione e di serenità, oltre che di crescita culturale e di sviluppo della coscienza individuale e collettiva. E poi insieme al movimento rappresenta sicuramente la forma di svago più salutare che l’uomo possa svolgere durante i momenti di pausa lavorativa.

-Come è nata l’idea della “bibliofarmacia”? Leggi tutto…

PANTAGRUEL: la nuova rivista letteraria fondata da Elisabetta Sgarbi

Nasce Pantagruel, rivista di Letteratura quadrimestrale della Nave di Teseo, fondata da Elisabetta Sgarbi. In libreria dal 17 ottobre (pp. 270, 19 euro)

 * * *

Il primo numero (numero zero) – a cura di Elisabetta Sgarbi e Vincenzo Santochirico, in collaborazione con la Fondazione Sassi di Matera – è dedicato al Pane e sarà presentato nel corso del Festival La Terra del Pane a Matera, in una serie di incontri con gli autori dall’11 fino al 20 ottobre.
Pantagruel ospiterà testi inediti di autori italiani e internazionali, in numeri monografici dedicati a temi che intrecciano arti, discipline, saperi.

 * * *

Risultati immagini per elisabetta sgarbi letteratitudinenews“Fondare una casa editrice genera, a valanga, la bellezza di tanti inizi. Nulla c’era prima, e dunque ogni iniziativa ha il sapore di un’alba. Nasce dunque la rivista di letteratura Pantagruel (il nome viene da una conversazione con enrico ghezzi).
Pantagruel sarà una rivista di “mondi narrati”: i contributi saranno narrazioni dirette di un tema, tra finzione, saggistica, testimonianza, ma anche immagine, racconto fotografico o pittorico.
Pantagruel sarà una rivista˗libro tematica. Il curatore del numero sceglierà chi coinvolgere intorno a quel tema.
Pantagruel sarà una rivista quadrimestrale, forse.
Pantagruel ha in sé una vocazione al disordine, alla voracità, alla fame e sete di un tutto mai veramente circoscrivibile. C’è un principio di anarchia e di sovversione, non gridato, non roboante ma silenzioso e persino pudico. Come La nave di Teseo.”
Elisabetta Sgarbi

Hanno scritto su questo numero: Fulvio Abbate, Gaetano Cappelli, Ermanno Cavazzoni, Ivan Cotroneo, Roberto Cotroneo, Francesca d’Aloja, Dente, Eliana Di Caro, Andrea Di Consoli, Massimo Donà, Claudia Durastanti, enrico ghezzi, Yervan Gianikian, David Grieco, Eberhard Jungel, Camillo Langone, Lucrezia Lerro, Elena Loewenthal, Giuseppe Lupo, Francesca Manfredi, Andrea Moro, Raffaele Nigro, Antonio Rezza, Vittorio Sgarbi, Mariolina Venezia, Massimo Zamboni. Leggi tutto…

IL PREMIO NOBEL PER LA LETTERATURA 2019 SARÀ DOPPIO

Giovedì 10 ottobre a Stoccolma, alle h. 13, saranno annunciati i nomi dei vincitori del Premio Nobel per la Letteratura 2018 e 2019

 

Nel 2018 il Premio Nobel per la Letteratura non fu assegnato a causa dello scandalo per le molestie sessuali che coinvolse la stessa Accademia svedese che assegna il premio.
L’uomo al centro dello scandalo: Jean-Claude Arnault, marito di una giurata, fu accusato di molestie da 18 donne. Si decise, di conseguenza, di assegnare l’ambito riconoscimento letterario per il 2018 insieme a quello per l’anno 2019.

La decisione è passata tutt’altro che inosservata. Anche perché non era mai accaduto dalla Seconda Guerra Mondiale in poi che il premio non venisse assegnato (nei periodi antecedenti, tuttavia, si erano registrati casi di annullamento e/o rinvio nel 1914, 1918, 1935 e poi dal 1940 al 1943… sebbene per ragioni diverse da quella in questione).

Giovedì 10 ottobre a Stoccolma verranno dunque annunciati i nomi dei vincitori delle due edizioni: 2018 e 2019
Pubblichiamo, di seguito, la traduzione in italiano del comunicato ufficiale della Nobel Foundation

LE ASSAGGIATRICI di Rosella Postorino diventa film

Da “Le assaggiatrici” di Rosella Postorino sarà tratto un film per la regia di Cristina Comencini. Sarà prodotto da Lumière and Co., distribuito da Vision Distribution e potrà avvalersi di un cast internazionale.

Comincia, dunque, una nuova fase per questo romanzo vincitore del Premio Campiello 2018, del Premio Rapallo, del Premio Chianti, del Premio Vigevano Lucio Mastronardi, del Premio Pozzale Luigi Russo e del Premio Wondy (e in corso di traduzione in 32 lingue).In Francia ha appena conquistato anche il prestigioso Prix Jean-Monnet.

“Sono molto curiosa di vedere la mia Rosa Sauer in carne e ossa”, ha dichiarato Rosella Postorino all’Ansa. “È sempre entusiasmante quando una storia prende corpo in una forma diversa. Il progetto di Lumière è ambizioso e non posso che esserne felice”.

Per Cristina Comencini “il romanzo, tratto da una storia vera, racconta forse per la prima volta di come ogni guerra passi sul corpo delle donne. Rosella Postorino ha scritto il romanzo a partire dalla testimonianza di una donna anziana, che ha rivelato prima di morire una storia sconosciuta a tutti. Sono molto felice di fare il film e onorare il suo coraggio”.

* * *

Rosella Postorino al Premio Campiello Leggi tutto…

IL PRESIDENTE MATTARELLA ALLA CERIMONIA DEL 150° ANNIVERSARIO DELL’AIE

imageL’intervento del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella alla giornata di celebrazione per i 150 anni dell’Associazione Italiana Editori (AIE) che si è svolta all’Auditorium Parco della Musica (video e testo).

Estratti degli interventi di Ricardo Franco Levi, Gian Arturo Ferrari, Elena Cattaneo e Alessandro Baricco sono disponibili qui

 * * *

Roma, 11/09/2019

di Sergio Mattarella (Presidente della Repubblica)

 * * *

Rivolgo a tutti un saluto molto cordiale, al Ministro e agli Ambasciatori presenti e a tutti i protagonisti di questo appuntamento così significativo e importante.
Centocinquant’anni sono una lunga storia che gli editori, gli stampatori, hanno avuto la capacità di costruire insieme ai tanti autori – poeti, narratori, scienziati – a cui hanno dato la possibilità di esprimersi, di far conoscere il frutto della loro creatività e i risultati della loro scienza e dei loro studi.
La vicenda, che poc’anzi il professor Ferrari ha così brillantemente illustrato, è uno dei pilastri della storia del nostro Paese. Non è un caso che l’Associazione Librai italiani – progenitrice dell’Associazione italiana editori – sia sorta negli anni in cui si andava componendo l’unità del nostro Paese. Leggi tutto…