Archivio

Archive for the ‘Articoli e varie’ Category

LE DONNE NELLA SHOAH di Bruna Bertolo (Susalibri)

Le donne nella Shoah - Bruna Bertolo - copertina“Le donne nella Shoah” di Bruna Bertolo (Susalibri)

Un viaggio nella memoria contro la cultura dell’odio e dell’indifferrenza

 * * *

di Gabriella Serravalle

Bruna Bertolo giornalista e scrittrice torinese ha presentato al Salone Internazionale del libro lo scorso 22 maggio il suo ultimo volume “Le donne nella Shoah” edizioni Susalibri.
Presenti: l’editore Angelo Panassi, Nino Boeti già Presidente del Comitato Resistenza e Costituzione della Regione Piemonte e Presidente del Consiglio Regionale, dal 12 marzo 2022 Presidente dell’Anpi Provinciale di Torino e  Pierfranco Quaglieni, giornalista, storico, Direttore generale del Centro Mario Pannunzio.
Il libro di Bruna Bertolo è un vero e proprio viaggio nella memoria, nato da un viaggio in Polonia nel 2018. Un volume in cui l’autrice narra le storie delle donne deportate e molte volte non sopravvissute alla prigionia dei campi di sterminio. Testimonianze che hanno un grande valore storico che nulla ha da invidiare a quelli maschili. Una ricostruzione storica, frutto di una grande ricerca, delle testimoni degli orrori della barbarie nazifascista che vanta una ricca documentazione fotografica. Leggi tutto…

PREMIO BIELLA LETTERATURA E INDUSTRIA 2022: finalisti e vincitore Premio Speciale

Premio Biella Letteratura e Industria 2022 – Ecco i finalisti e il vincitore del Premio Speciale della Giuria

 * * *

Mercoledì 22 giugno, alle 18, presso Città Studi Biella si è tenuta la conferenza stampa/evento di presentazione della XXI edizione del Premio con l’annuncio dei finalisti e la proclamazione del Premio Speciale della Giuria.
L’appuntamento on line, condotto dal regista e attore della compagnia Teatrando Paolo Zanone, è visibile sui canali social del Premio (YouTube e Facebook), e sul sito www.biellaletteraturaindustria.it.

Il Premio Biella Letteratura e Industria è il primo riconoscimento in Italia dedicato a romanzi e saggi capaci di indagare i rapporti tra due mondi apparentemente distanti, quello delle arti e quello dello sviluppo industriale; esso trae la sua ispirazione dal dibattito su Letteratura e Industria, portato avanti all’inizio degli anni Settanta dalla rivista di Elio Vittorini e Italo Calvino, «Il Menabò», dalla lezione di Adriano Olivetti e dagli stimoli intellettuali di Paolo Volponi, Giuseppe Pontiggia, Raffaele Crovi, primo Presidente del Premio Biella Letteratura e Industria. Leggi tutto…

IL PROCURATORE E LA CASA DEL PAVONE di Giorgio Vitari (Morrone)

Il procuratore e la Casa del pavone - Giorgio Vitari - copertina“Il Procuratore e la Casa del Pavone” di Giorgio Vitari (Morrone)

* * *

di Gabriella Serravalle

“Il Procuratore e la Casa del Pavone” è il terzo libro di Giorgio Vitari.
Dopo i primi due romanzi: “Il vestito nuovo del Procuratore” e “Il Procuratore e la bella dormiente”, ambientati rispettivamente nelle Procure di Torino e di Ivrea, accolti dal pubblico con grande entusiasmo, è uscito questo terzo volume della serie, edito da Morrone, che vede il procuratore Francesco Rotari impegnato a risolvere nuovi ed intricati casi giudiziari.
Un libro dedicato a sua moglie Luciana che assomiglia un po’ alla Luisa dei suoi romanzi.
Il luogo in cui si svolge l’intera vicenda, “La casa del Pavone” appunto è una casa di riposo situata poco fuori Asti. Leggi tutto…

“Specchi deformanti”: il debutto editoriale di FuoriAsse

https://www.cooperativaletteraria.it/wp-content/uploads/2022/03/Specchi-deformanti.jpgFuoriAsse Edizioni debutta nell’editoria con una raccolta di racconti di autori vari  dal titolo “Specchi deformanti“.

 * * *

È il frutto del laboratorio di scrittura tenuto da Guido Conti nel 2020: un lavoro di ricerca letteraria e di verifica che ha permesso di giungere a un prodotto coerente con lo spirito della casa editrice

* * *

di Massimo Maugeri

Dopo la pubblicazione di ben 26 numeri (il più recente si intitola La Pietas), il magazine culturale FuoriAsse (di Cooperativa Letteraria), realizzato a Torino e diretto da Caterina Arcangelo (con collaborazioni di pregio del calibro di Daniela Marcheschi e Guido Conti), diventa anche casa editrice. Una giovanissima casa editrice improntata sul binomio ricerca/qualità. Un primo volume è stato dedicato alla figura del grande Giuseppe Pontiggia, intitolato per l’appunto “Giuseppe Pontiggia. Fare letteratura insieme” a cura di Sara Calderoni: un libro che contiene gli atti di un seminario dedicato alla figura di Pontiggia (Attraverso la testimonianza di scrittori diversi, un Pontiggia conosciuto di persona. In rilievo, non solo lo scrittore e l’intellettuale, ma anche il maestro, l’uomo, l’amico capace di sostenere esperienze di valore, in un’intelligente apertura agli altri, alla cultura umana). Leggi tutto…

2 giugno 2022: messaggio del Presidente Mattarella alle Forze Armate

Messaggio del Presidente Mattarella alle Forze Armate in occasione del 76° anniversario della proclamazione della Repubblica Italiana

Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella depone una corona d'alloro sulla Tomba del Milite Ignoto all'Altare della Patria,in occasione della Festa Nazionale della Repubblica

 * * *

Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha inviato al Capo di Stato Maggiore della Difesa, Ammiraglio Giuseppe Cavo Dragone, il seguente messaggio:

«Il 2 giugno di settantasei anni fa, con la scelta della Repubblica, il popolo italiano si incamminò sulla strada della pace, archiviando le avventure belliciste proprie di un regime autoritario come quello fascista. Una opzione che venne poi solennemente ratificata nella Costituzione.
Il nostro contributo – e in esso delle Forze Armate – alla causa della pace e della cooperazione internazionale si è caratterizzato con l’adesione al Trattato del Nord-Atlantico sottoscritto fra Paesi amanti della libertà, con la costruzione graduale e crescente della unità europea, con la partecipazione all’ONU e alle sue iniziative.
Fu possibile realizzare un clima di crescente fiducia che, diminuendo le tensioni, consentiva di ridurre ragioni e clima di un confronto talvolta ai limiti del contrasto, senza tuttavia mai oltrepassare quelli che conducono al conflitto. Leggi tutto…

Anne Berest vince il Grand Prix des lectrices di Elle France

La scrittrice Anne Berest, con il romanzo “La cartolina” (pubblicato in Italia dalle Edizioni E/O) vince il Grand Prix des lectrices di Elle France

 * * *

La cartolina ha venduto più di 150.000 copie in Francia dalla sua uscita nell’agosto 2021, è stato finalista al Premio Goncourt, ha vinto il Choix Goncourt United States, il Prix Renaudot des Lycéens e il Prix Littéraire des Étudiants de Sciences Po.

La cartolina è appena uscito in Italia per le Edizioni E/O e negli Stati Uniti sarà pubblicato da Europa Editions nel 2023. In Francia, è stato pubblicato dall’editore Grasset. Leggi tutto…

NESSUNA SOLITUDINE È PICCOLA di Luisa Parrelli (L’Erudita)

Nessuna solitudine è piccola - Luisa Parrelli - copertina“Nessuna solitudine è piccola” di Luisa Parrelli (L’Erudita – illustrazioni di Alessandro Bertoni)

* * *

di Dario Marsic

A un certo punto del racconto che apre la raccolta Nessuna solitudine è piccola, Luisa Parrelli fa dire a uno dei protagonisti: “Il pane è potente, ma anche fragile, come le persone. Se sei troppo brusco, lo stracci, se perdi tempo, collassa, se hai premura, non matura. Non permette imbrogli, capito?”.
La stessa cosa succede coi racconti, un genere tanto prezioso quanto difficile da maneggiare e per questo poco frequentato nonostante abbia regalato alla nostra letteratura tanti capolavori. I sei racconti che compongono questo libro sono fragili e potenti come il pane, hanno ossa piccole e una scrittura femminile, esiste una scrittura femminile e una scrittura maschile, non credete a chi dice di no, e però quelle ossa piccole li rendono leggeri e scattanti e la loro fragilità è la stessa di certe finestre che fanno da barriera al mondo per mostrarcelo più nitidamente. Leggi tutto…

DOVE GLI ANGELI CAMMINANO DI NOTTE di Lucia Lo Bianco (Swanbook)

“Dove gli angeli camminano di notte” di Lucia Lo Bianco (Swanbook)

* * *

di Gabriella Maggio

Il tema  proprio  della  narrativa  di  Lucia Lo Bianco, già  nei racconti Le donne lo dicono ed. SwanBook, è  la riflessione   sulla vita attraverso l’esperienza di una donna, una come tante, che non posa a eroina né ad icona, ma vive con  semplicità la  quotidianità  consapevole di quello che le sembra necessario per sé :  amore,  lavoro,  affetti familiari, generosità, solidarietà. Beatrice, la protagonista  del romanzo  Dove gli angeli camminano di notte, edito da Swanbook, lotta solitaria per  realizzare il suo progetto di vita, opponendo  alle circostanze  difficili che deve affrontare  una quieta determinazione, individuando di volta in volta la priorità degli obiettivi : fronteggiare  l’incomprensione  dei genitori, l’ improvvisa ed immotivata violenza del marito, il rapporto incrinato con i figli che ama e per i quali fa  grandi sacrifici, la ricerca di un lavoro. Leggi tutto…

AVVENNE A NAPOLI. PASSIONE TRA VOCE E PIANO: Eduardo De Crescenzo, Julian Oliver Mazzariello, Federico Vacalebre (La nave di Teseo)

AVVENNE A NAPOLI. PASSIONE TRA VOCE E PIANO: Eduardo De Crescenzo, Julian Oliver Mazzariello, Federico Vacalebre (La nave di Teseo / Betty Wrong edizioni musicali)

Esce il 26 maggio il CD “AVVENNE A NAPOLI passione per voce e piano” con 20 canzoni tra le più prestigiose del repertorio, dalla voce iconica di Eduardo De Crescenzo e il pianoforte eurocentrico di Julian Oliver Mazzariello. Nel cofanetto il LIBRO di Federico Vacalebre “Le storie del Canzoniere Napoletano” introdotte da Eduardo De Crescenzo.

Pubblicato e distribuito dall’etichetta discografica Betty Wrong edizioni musicali di Elisabetta Sgarbi, in collaborazione con La nave di Teseo

“E’ il mio omaggio ai Maestri che mi hanno insegnato l’Arte dei Sentimenti: perché le emozioni hanno un suono preciso, hanno parole precise ma per riconoscerle, bisogna impararle” (Eduardo De Crescenzo).

Martedì 24 maggio al Teatro Filodrammatici di Milano (via Filodrammatici, 1) alle ore 11 presentazione e showcase di “Avvenne a Napoli passione per voce e piano” di Eduardo De Crescenzo e Julian Oliver Mazzariello, cofanetto CD + libro in uscita il 26 maggio per La nave di Teseo in collaborazione con Betty Wrong Edizioni Musicali.

 * * *

“Sono nato a Napoli nel 1951. “Per quelli della mia generazione è stato come bere da subito a una fonte magica. Quel periodo straordinario tra il 1800 e il 1900 o poco più – che aveva raccolto le sapienze di tanti poeti e musicisti su un genere che definiamo “Canzone Classica Napoletana” – era già all’imbrunire ma forti e vive erano le emozioni che aveva lasciato impresse nel cuore degli uomini. Quelle canzoni erano state nella giovinezza dei nostri genitori, avevano educato e infiammato i loro amori, avevano confortato la loro adolescenza straziata dalla guerra. Le nostre mamme le cantavano mentre ci cullavano o per consolarci dopo un pianto disperato. Leggi tutto…

GIOVANNI FALCONE (libri per ricordarlo)

Libri per ricordare Giovanni Falcone (Palermo, 18 maggio 1939 – Palermo, 23 maggio 1992): a trent’anni dalla sua scomparsa

https://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/6/61/Giovanni_Falcone_2.jpg

Leggi tutto…

QUANDO LE UOVA NON SI TROVAVANO D’INVERNO di Rosalda Schillaci (Algra Editore)

Quando le uova non si trovavano d'inverno - Rosalda Schillaci - copertina“Quando le uova non si trovavano d’inverno” di Rosalda Schillaci (Algra Editore)

 * * *

di Enrico Scandurra

Un romanzo sulla guerra. In particolare sulla Seconda Guerra mondiale. Una guerra non come tante altre, ma che scoppia per uno strano destino e che lega le storie, le esistenze di uomini e donne spesso rubate. Consegnate alla violenza e raccontate, in questo caso, con una maestria e una qualità scritturale molto rare di questi tempi. Una scrittura pulita, resa ancora più fluida dall’incalzante trama di “Quando le uova non si trovavano d’inverno” (Algra Editore), ultima fatica letteraria della scrittrice catanese Rosalda Schillaci, che in questo nuovo romanzo storico, pesca ancora una volta nel suo delicato e possente substrato poetico. Da poetessa acclamata e stimata nel senso più vero, la Schillaci tesse, in questo nuovo ensemble letterario, una storia struggente e, al tempo stesso, legata al territorio della Sicilia Orientale e non solo. Una storia che ha inizio il 9 settembre 1943, ventunesimo anno dell’Era fascista, dopo la firma dell’armistizio e che si svolge in luoghi differenti, tra teatri di guerra, campi di prigionia e paesini saturi di profumi e bellezza, nonostante siano stati fiaccati e prostrati dai bombardamenti e dai rastrellamenti, causati da chi in un rapido cambio del gioco delle parti, da nemico è divenuto amico, oppure nel cambio di casacca ha indossato i panni del traditore o quelli del nuovo carnefice. Leggi tutto…

UN OCCIDENTE PRIGIONIERO di Milan Kundera (Adelphi)

“Un Occidente prigioniero” di Milan Kundera (Adelphi)
Premesse di Jacques Rupnik e Pierre Nora – Traduzione di Giorgio Pinotti

* * *

Segnaliamo con piacere questo volumetto di Milan Kundera intitolato “Un Occidente prigioniero” ed edito da Adelphi con premesse di Jacques Rupnik e Pierre Nora (traduzione di Giorgio Pinotti). Il sottotitolo ha una valenza molto significativa: “O la tragedia dell’Europa centrale”.
«Ci sono congressi di scrittori più importanti, o comunque più memorabili, dei congressi del Partito», scrive Jacques Rupnik nella sua premessa. «Questi ultimi, nella Cecoslovacchia comunista, si susseguivano tutti uguali, mentre i congressi di scrittori potevano essere imprevedibili e talvolta forieri di radicali cambiamenti nei rapporti fra il potere e la società.
Ci sono poi discorsi congressuali che segnano un’epoca e che, riletti oggi, mantengono intatto tutto il loro signi$cato. Subito pensiamo a quello contro la censura pronunciato a Mosca, nel maggio 1967, da Solženicyn, e alla bella canzone di Guy Béart che ha ispirato: « Il poeta ha detto la verità, deve essere giustiziato »… Meno noti sono i sorprendenti discorsi tenuti a Praga, un mese dopo, al Congresso degli scrittori, a cominciare da quello di Milan Kundera. Leggi tutto…

SOTTO IL VULCANO: Fuori luogo (a cura di Andrea Bajani)

Esce il terzo numero della rivista “Sotto il Vulcano”, diretta da Marino Sinibaldi, una pubblicazione a cadenza trimestrale che ha per ogni numero, come ospite, un curatore diverso per la parte monografica.

Il terzo numero “Fuori Luogo” è a cura di Andrea Bajani e illustrato da Nicolò Pellizzon (Maggio – Luglio 2022 – pagg. 144, euro 16 – in uscita il 12 maggio). Tra gli altri segnaliamo i contributi di Jhumpa Lahiri, Cees Nooteboom, Mircea Că rtă rescu, David Szalay e Angelo Ferracuti.

In coda al post, un estratto della rivista: il contributo di Adelelmo Ruggeri

* * *

Racconti, reportage, interviste, riflessioni personali e analisi sociali: i più importanti scrittori, filosofi, artisti, scienziati italiani e stranieri ci accompagnano attraverso i grandi mutamenti di questo nostro tempo inquieto.
Dopo due numeri curati da Helena Janeczek e Melania G. Mazzucco, che hanno ospitato contributi inediti, tra gli altri, di George Saunders, Etgar Keret, Javier Cercas, Colum McCann, Banana Yoshimoto e Paolo Giordano, sarà Andrea Bajani a condividere con Marino Sinibaldi la scelta del tema principale del numero. Che avrà per titolo Fuori luogo e proverà a raccontarci come e perché i flussi umani, ma anche il nostro modo di intendere il mondo attraverso mappe e confini, siano di nuovo al centro della discussione per comprendere l’attualità. Tra gli autori ospitati, Jhumpa Lahiri, Cees Nooteboom, Mircea Cărtărescu, David Szalay e Angelo Ferracuti, oltre a Walter Siti, Fabio Genovesi, Marco Balzano, Juan Gabriel Vásquez, Ilaria Gaspari e Laura Imai Messina, che proseguono la loro collaborazione attraverso le loro rubriche. Leggi tutto…

La casa editrice GUANDA festeggia i 90 anni con Javier Cercas

Javier Cercas presenta il suo nuovo romanzo, Il castello di Barbablù, in occasione dei novant’anni della casa editrice Guanda

L’evento si svolgerà a Milano, al Teatro Franco Parenti, il 26 maggio alle ore 18.30

Intervengono: Stefano Mauri, Luigi Brioschi, Marino Sinibaldi, Giordano Meacci. Letture dalle poesie inedite di Luis Sepúlveda di Annina Pedrini

 * * *

Cadono nel 2022 i novant’anni dalla fondazione della casa editrice Guanda: la creazione di un uomo colto e curioso, che nell’arco di non molti anni seppe raccogliere il meglio della poesia contemporanea, italiana e straniera, al tempo stesso scoprendo scrittori dal tratto originale, e dando spazio e voce a vitali esperienze culturali. Con le sue scelte esemplari (e nel segno della Fenice, donatagli dal parmigiano Carlo Mattioli), Ugo Guanda fissò un modello per ciò che chiamiamo oggi editoria di qualità. Leggi tutto…

Il nuovo numero della rivista letteraria K: “Felicità” (l’editoriale di Nadia Terranova)

K. Linkiesta fiction. Vol. 4: Felicità. - copertinaÈ uscito il nuovo numero di K, la rivista letteraria di Linkiesta curata da Nadia Terranova e Christian Rocca. Dopo i numeri dedicati a Sesso, Memoria e Città ecco il nuovo numero ispirato alla Felicità.

Tutti i numeri sono disponibili qui

Di seguito, l’editoriale di Nadia Terranova

* * *

Capita a volte di sentirsi per un minuto felici. Non fatevi cogliere dal panico: è questione di un attimo e passa.
Gesualdo Bufalino

di Nadia Terranova

C’è un gioco che facciamo, Christian Rocca e io, che va avanti da quando scrissi che tutte le storie sono storie di sesso. “Sesso” era la parola chiave del primo numero e da allora, ogni volta, lui titola idealmente il mio editoriale così: tutte le storie sono storie di… Ecco, no, dopo aver giocato con tutte le parole, per la prima volta con “felicità” non si può. Non funziona. Non solo non è vero che tutte le storie sono storie di felicità, ma di norma è vero il contrario, la letteratura è conflitto, tutte le storie sono storie di infelicità, dissesti, disallineamenti. Nessuna storia è una storia di felicità, eppure qui ne troverete ventuno. Le scrittrici e gli scrittori che hanno raccolto la sfida sono stati coraggiosissimi, anche se mentre accettavano tremavano: aiuto, ma io di felicità non so niente. Pronta la mia risposta tranquillizzante: coraggio, può essere anche un racconto antifrastico. Si può scrivere anche dell’assenza di felicità. Della sua irraggiungibilità. Della sua lontananza. Del suo miraggio. Leggi tutto…

1 maggio 2022: celebrata la Festa del Lavoro al Quirinale. L’intervento del Presidente Mattarella

L’intervento del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella in occasione della Celebrazione della Festa del Lavoro

Il Presidente Sergio Mattarella nel corso della celebrazione della Festa del Lavoro

Si è svolta, al Palazzo del Quirinale, alla presenza del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, la celebrazione della Festa del Lavoro. Nel Salone delle Feste, la cerimonia è stata aperta dagli indirizzi di saluto del Presidente dell’Associazione Nazionale Lavoratori Anziani, Edoardo Patriarca, del Presidente della Federazione Nazionale Maestri del Lavoro, Elio Giovati, del Presidente della Federazione Nazionale dei Cavalieri del Lavoro, Maurizio Sella e del Presidente dell’INAIL, Franco Bettoni. Hanno quindi preso la parola il Direttore generale dell’INAIL, Andrea Tardiola e il Ministro del lavoro e delle politiche sociali, Andrea Orlando. Al termine, il Presidente della Repubblica ha pronunciato un discorso.

* * *

L’intervento del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella Leggi tutto…

Omaggio a Cesare Beccaria al Comitato dei Ministri del Consiglio d’Europa,

Presentata l’opera che celebra il Semestre di Presidenza italiana del Comitato dei Ministri del Consiglio d’Europa, omaggio al pensiero di Beccaria e all’impegno dell’Italia nella tutela dei diritti umani

 * * *

28 aprile 2022. “Se dimostrerò essere la pena di morte né utile, né necessaria, avrò vinto la causa dell’umanità”. Ancora oggi il pensiero del celebre giurista Cesare Beccaria, autore del trattato Dei delitti e delle pene, ispira riflessioni e analisi sulla giustizia e il suo corso. Anticipatore dei principali valori di giustizia ed equità che oggi guidano le maggiori convenzioni internazionali, è stato scelto di raffigurarne il busto nell’opera donata da parte italiana al Consiglio d’Europa grazie alla Fondazione Romualdo Del Bianco per celebrare il Semestre di Presidenza italiana del Comitato dei Ministri del Consiglio d’Europa. L’albero i cui “buoni frutti” danno vita alla vita, questo il titolo scelto, è realizzata dall’artista Dino De Ranieri di Pietrasanta ed è stata presentata oggi a Strasburgo in occasione di una cerimonia di inaugurazione alla presenza del Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale Luigi Di Maio e della Segretaria generale del Consiglio d’Europa Marija Pejcinovic Buric. Leggi tutto…

Intervento del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella in occasione del 77° Anniversario della Liberazione

Il Presidente Mattarella ha celebrato il 77° Anniversario della Liberazione ad Acerra. Riportiamo qui di seguito, il video e il testo integrale del suo intervento

Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ad Acerra depone una corona d’alloro in occasione del 77° anniversario della Liberazione

Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, in occasione del 77° Anniversario della Liberazione, si è recato ad Acerra. Al suo arrivo ha deposto una corona d’alloro presso il cippo commemorativo delle vittime della strage nazifascista del 1° ottobre 1943.

* * *

L’intervento del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ad Acerra: 25 aprile 2022

Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella in occasione della cerimonia del 77° anniversario della Liberazione

Rivolgo un saluto a tutti i presenti, alle Autorità, ai Rappresentanti del Parlamento, ai Ministri degli Esteri e del Mezzogiorno, ai Sottosegretari.
Saluto e ringrazio, per i loro interventi, il Presidente Regione, il Sindaco della città metropolitana di Napoli e il Sindaco di Acerra.
Vorrei pregare il Sindaco di Acerra di trasmettere il mio saluto a tutti gli acerrani, anche con l’assicurazione che la mia presenza è naturalmente legata all’importante occasione che ci riunisce ma è anche il segno della vicinanza alla città, al suo territorio, alla qualità della vita in questo territorio, alle esigenze, ai problemi, alle questioni e ai profili di carattere sociale e ambientale.
È un momento particolarmente ricco di significato celebrare qui ad Acerra il 25 aprile, la ricorrenza della Liberazione. Acerra è Medaglia d’oro al Merito civile; è stata teatro – nell’ottobre del 1943 –, come abbiamo visto e ascoltato poc’anzi, di una strage terribile di civili innocenti. Per molto tempo quella strage è stata quasi dimenticata. Leggi tutto…

UNDICI MORTI NON BASTANO di Raffaele Malavasi (Newton Compton): incontro con l’autore

undefined“Undici morti non bastano” di Raffaele Malavasi (Newton Compton): incontro con l’autore e un brano estratto dal libro

* * *

Raffaele Malavasi è nato a Genova ed esercita la libera professione. Da sempre accanito lettore, ha una passione per i gialli. La Newton Compton ha pubblicato con successo Tre cadaveri, Due brutali delitti, Sei sospetti per un delitto Undici morti non bastano, con protagonista l’ex poliziotto Goffredo Spada.

Abbiamo chiesto all’autore di raccontarci qualcosa proprio sul nuovo romanzo appena uscito: Undici morti non bastano.

 * * *

«Il cimitero di Bargagli non è mai chiuso», ha detto Raffaele Malavasi a Letteratitudine. «Il cancello è solo accostato, i visitatori possono entrare a qualunque ora. È così che funziona nei piccoli paesi dell’entroterra ligure. Bargagli, però, non è un paese come gli altri. E il suo cimitero non è un cimitero come gli altri. Ospita i corpi di chi è caduto sotto i colpi mortali di uno dei più brutali assassini del ventesimo secolo: il mostro di Bargagli. Leggi tutto…

La cerimonia inaugurale di “Procida Capitale della Cultura 2022”: l’intervento del Presidente Mattarella

Pubblichiamo questo approfondimento dedicato all’Intervento del Presidente Mattarella a Procida, capitale della cultura 2022

Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella,in occasione del suo indirizzo di saluto alla cerimonia di inaugurazione di Procida Capitale  della cultura 2022

 * * *

Il 9 aprile il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, è intervenuto agli eventi organizzati in occasione della cerimonia inaugurale di Procida Capitale della Cultura 2022.

Nell’ex convento di Santa Margherita, dopo i saluti del sindaco, Raimondo Ambrosino, del Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, del Presidente della camera dei deputati, Roberto Fico, del Ministro della cultura, Dario Franceschini e del Direttore di Procida Capitale della Cultura, Agostino Riitano, lo studente Giovanni D’Antonio, vincitore delle Olimpiadi di filosofia, ha tenuto una lectio sul tema della speranza.

La cerimonia si è conclusa con l’intervento del Presidente Mattarella che pubblichiamo qui di seguito Leggi tutto…

CRUDELI TENEREZZE di Giuseppe Bella

Crudeli tenerezze - Giuseppe Bella - copertina“Crudeli tenerezze” di Giuseppe Bella (A & B)

 * * *

La scrittura. Un affaire irrevocabile con la vita

di Salvo Sequenzia

Giuseppe Bella, scrittore di colta e seduttiva scrittura, ha recentemente consegnato alle stampe Crudeli tenerezze (A & B, 2021), una raccolta di ventitré raffinatissime prose che  dialogano con opere di artisti siciliani contemporanei.
«Gli scrittori che traggono ispirazione da un dipinto o da una scultura sono tra i più fortunati: – osserva Rocco Giudice nella sapida Prefazione all’opera – un’invenzione letteraria li porterà lontano dall’opera, ma permetterà al lettore di scoprire un capolavoro  o di vederlo, come suol dirsi, con occhi nuovi».
Pippo Bella, psicologo e psicoterapeuta, non è nuovo in simili incursioni nel mondo dell’arte. Leggi tutto…

Un italiano tra i finalisti del premio per la letteratura e cultura araba Sheikh Zayed Book Award

Un italiano tra i finalisti della 16esima edizion del prestigioso premio per la letteratura e cultura araba Sheikh Zayed Book Award

Lo Sheikh Zayed Book Award annuncia un anno da record con oltre 3.000 candidature ricevute da 55 paesi. L’italiano Prof. Arturo Monaco è nella rosa dei finalisti per la categoria Cultura araba in altre lingue con la sua opera sul surrealismo arabo. La cerimonia di premiazione si terrà il 24 maggio al Louvre di Abu Dhabi, in seguito all’annuncio dei vincitori a fine aprile

* * *

Il prestigioso premio letterario dedicato alla cultura araba Sheikh Zayed Book Award, giunto ora alla sua 16esima edizione, ha annunciato i finalisti per 6 delle sue 9 categorie. I 23 autori finalisti, provenienti da 14 paesi diversi, sono stati selezionati tra le oltre 3.000 candidature giunte da ben 55 paesi del mondo – numeri da record nella storia del premio, che mostrano un aumento delle candidature del 28% rispetto alla precedente edizione.
Quest’anno l’Italia torna a brillare nella categoria Cultura araba in altre lingue grazie al Professor Arturo Monaco, finalista della 16esima edizione con il suo libro “Surrealismi Arabi 1938-1970: Il Surrealismo e la letteratura araba in Egitto, Siria e Libano“, edito dall’Istituto per l’Oriente C. A. Nallino (2020). Leggi tutto…

UN MESE A “IL MAGGIO DEI LIBRI” 2022

Un mese a “Il Maggio dei Libri”: apre oggi la banca dati della dodicesima edizione

Il maggio dei libri

* * *

22 marzo 2022. Interrogare il passato, interpretare il presente e immaginare il futuro orientandosi attraverso l’unica bussola che non indica una direzione ma aiuta a riflettere per trovare la propria: il libro. È ispirata a questa idea la dodicesima edizione de Il Maggio dei Libri, la campagna del Centro per il libro e la lettura che torna dal 23 aprile al 31 maggio con iniziative ispirate al tema istituzionale ContemporaneaMente. Leggere per comprendere. Un invito alla lettura che emerge con forza e vitalità anche dall’immagine coordinata realizzata dall’illustratrice Gaia Cardinali in collaborazione con Romics, in cui simboli di epoche e generi letterari si fondono, uscendo dalle pagine dei libri.

Un turbinio di storie da cui lasciarsi travolgere organizzando iniziative in presenza e in digitale da svolgere nella finestra temporale compresa tra il 23 aprile, giornata mondiale UNESCO del libro e del diritto d’autore, e il 31 maggio e lasciandosi eventualmente ispirare dalle tre declinazioni tematiche suggerite: leggere per comprendere il passato, che si muove tra romanzi storici, epopee e racconti mitologici, secolari saghe medievali e avvincenti biografie; leggere per comprendere il presente, filone tematico ampio come la proposta di titoli, autori e argomenti che lo popolano, tra narrativa, saggistica, poesia, divulgazione medica e scientifica e giornalismo; leggere per comprendere il futuro, con letture “fantastiche” che permettono di spalancare le porte della fantasia per sbirciare in un mondo che ancora non è, ma forse sarà. Tre prospettive, tre approcci e tre bibliografie, presto disponibili, ognuna divisa per genere e fascia d’età, ricche di spunti e suggestioni sempre nuove. Leggi tutto…

PESARO è Capitale Italiana della Cultura 2024

Pesaro è la Capitale Italiana della Cultura 2024: oggi l’annuncio del Ministro Franceschini

Pesaro è Capitale Italiana della Cultura 2024: La città è stata proclamata oggi all’unanimità dalla commissione del Mic.
* * *
L’annuncio del Ministro Dario Franceschini: «La valorizzazione del rapporto tra città e territorio, con un programma esteso a tutta la provincia, rende corale il riconoscimento»
La dedica del sindaco Ricci e del vicesindaco Vimini all’ucraina Kharkiv, come Pesaro Città della Musica UNESCO.

Si è svolta oggi a Roma, alla presenza del Ministro della Cultura Dario Franceschini, della Commissione e dei 10 Sindaci finalisti la cerimonia di proclamazione della Capitale Italiana della Cultura 2024, che sarà Pesaro.

Queste le motivazioni della vittoria – proclamata all’unanimità dalla commissione del Mic – lette dal Ministro: Leggi tutto…

TAOBUK / FONDAZIONE TAORMINA ARTE SICILIA – LO SPAZIO DELLE ARTI 2022

Taobuk/Fondazione Taormina Arte: “Lo spazio delle arti” seconda edizione del concorso internazionale di progettazione architettonica

image

 * * *

L’arte che unisce le arti, stimola la creatività degli architetti di domani e rafforza il dialogo tra i paesi del mondo. Taobuk-Taormina International Book Festival e Fondazione Taormina Arte Sicilia presentano Lo spazio delle arti, seconda edizione del concorso internazionale di progettazione architettonica. Rivolto agli studenti delle Accademie di Belle Arti e dei Corsi di Laurea in Architettura e in Ingegneria delle Università italiane e straniere, il concorso prevede la realizzazione di una architettura urbana, che sarà collocata durante le giornate dei festival Taobuk (16 – 20 giugno 2022) e Taormina Film Fest (26 giugno – 2 luglio 2022) in uno dei luoghi più simbolici e scenografici di Taormina: Piazza IX Aprile, il belvedere che fa da ideale punto di congiunzione tra le acque dello Jonio, le vicine alture in cui prende forma la suggestiva  cavea del Teatro Antico e il dominante paesaggio dell’Etna. Leggi tutto…

Premio Letterario “Paolo Prestigiacomo” 2022

IX Edizione del Premio Letterario “Paolo Prestigiacomo” – San Mauro Castelverde

 * * *

Il Comune di San Mauro Castelverde (PA) indice la IX Edizione del Premio Letterario “Paolo Prestigiacomo” per promuovere e riportare all’attenzione l’opera dello scrittore maurino Paolo Prestigiacomo (San Mauro Castelverde, 1947 – Roma, 1992).

Il Premio, indetto nel 1993 su iniziativa di Gabriella Sica e Nunzio Prestigiacomo, si è protratto per un totale di sei edizioni fino al 2007. Ripreso nel 2019 da Fabrizio Ferreri in collaborazione con Grazia Calanna e con il sostegno dell’amministrazione comunale, di Gabriella Sica e di Nunzio Prestigiacomo, annovera tra i vincitori figure fondamentali della scena poetica italiana contemporanea: Patrizia Cavalli (1993), Franco Loi (1994), Franco Marcoaldi (1995), Valerio Magrelli (1996), Iolanda Insana (1997), Maurizio Cucchi (2007), Tiziano Broggiato e Giuseppe Grattacaso (2019), Milo De Angelis e Umberto Piersanti (2021). Leggi tutto…

INDAGINE SU UNA DONNA IN NERO di Mariceta Gandolfo (Kimerik)

“Indagine su una donna in nero” di Mariceta Gandolfo (Kimerik)

 * * *

di Gabriella Maggio

La Sicilia e in particolare Palermo, le donne, la famiglia, l’impegno civile contro la violenza ed il sopruso, il valore  dell’istruzione, sono i temi che individuano la scrittura di Mariceta Gandolfo nel panorama della cultura contemporanea. Nell’ultimo romanzo ”Indagine su una donna in nero”, edito da Kimerik, questi temi sono abilmente intrecciati. L’indagine  a cui allude il titolo del romanzo riguarda un quadro.  Enzo ha ereditato dai nonni il quadro, riprodotto  nella copertina del libro, e vuole  conoscere il nome della pittrice  e il titolo  originario dell’opera,  che gli è sempre piaciuta tanto : “era stato affascinato da quel quadro  fin da quando, ancora piccolo, passava ore a contemplarlo in silenzio”. Leggi tutto…

SETTE PICCOLI SOGNI di Enrico Scandurra (Algra) – incontro con l’autore

“Sette piccoli sogni” Enrico Scandurra (Algra): incontro con l’autore e un brano tratto dal libro

 * * *

Enrico Scandurra, 28 anni, è giornalista pubblicista dal gennaio 2016. Dopo aver conseguito la licenza liceale classica, inizia a collaborare con vari giornali on-line locali. Per un breve periodo è corrispondente da Letojanni (Me) per il “Giornale di Sicilia” e, dall’aprile del 2012, per il settimanale messinese d’inchiesta “Centonove”. Nel 2013 inizia la sua collaborazione con “La Sicilia”, oltre a lavorare per un’agenzia di comunicazione. Dall’ottobre 2016 è corrispondente cronista da Giardini Naxos per la “Gazzetta del Sud”. Nel dicembre 2011 esordisce con la sua prima raccolta di poesie, Tra ospedale e paradiso, mentre è dell’agosto 2014 la seconda silloge, D’amore e d’altre notti insonni. Scrive racconti ancora inediti e organizza eventi culturali con l’associazione “Cinit Cineforum-Primo Piano”, di cui è presidente.

Il suo nuovo libro si intitola “Sette piccoli sogni” (Algra). Abbiamo chiesto all’autore di parlarcene…

 * * *

«“Sette piccoli sogni” è una raccolta di sette racconti di genere fantastico e onirico ambientati nei più disparati luoghi di una irrealtà a tratti reale, a tratti metafisica», ha detto Enrico Scandurra a Letteratitudine. «Si tratta, appunto, di storie che ho scritto tra il 2016 e il 2019 e che sembrano voler pescare nel buio virtuale della coscienza l’illuminazione della fantasia, percorrendo analogicamente sorte e contraddizioni di un’umanità indistinta. Leggi tutto…

“Giornata Internazionale della Donna” 2022: l’ntervento del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella

Intervento del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella in occasione della “Giornata Internazionale della Donna” 2022

* * *

Il palazzo del Quirinale in occasione della Giornata Internazionale della DonnaÈ stata celebrata al Palazzo del Quirinale la Giornata Internazionale della Donna, quest’anno dedicata al tema “Giovani donne che progettano il futuro”.
La cerimonia, trasmessa in diretta su Rai 1, è stata condotta da Matilda De Angelis che ha letto alcuni brani di Maria Montessori, Filippo Maria Battaglia ed Elena Loewenthal.
Nel corso della celebrazione hanno portato la loro testimonianza Oksana Lyniv, Direttrice d’orchestra ucraina del Teatro Comunale di Bologna, e alcune giovani donne impegnate in diversi campi dell’economia e del sociale: Tania Di Giovanni, Fabrizia Grassi, Giada Dalle Vedove, Evelyn Pereira e Federica Vasapollo.
E’ poi intervenuta la Ministra per le Pari Opportunità e la Famiglia, Elena Bonetti e a conclusione il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha pronunciato un discorso.
Durante l’evento è stato proiettato un filmato realizzato da Rai Cultura dal titolo “Giovani donne per il futuro” e il trio composto dalla cantante e interprete Lucia Minetti, Andrea Zani, al pianoforte e Martino Maina, al violoncello, ha eseguito i brani “La canzone di Marinella”, “De cara a la pared” e “La vie en rose”.
Erano presenti alla cerimonia il Presidente del Senato della Repubblica, Maria Elisabetta Alberti Casellati, la Vice Presidente della Camera dei Deputati, Maria Edera Spadoni e rappresentanti del governo, delle istituzioni, della politica, della cultura e della società civile.
In precedenza, nella Sala degli Specchi del Quirinale, il Presidente Mattarella e il Ministro dell’Istruzione, Patrizio Bianchi, avevano premiato le scuole vincitrici del Concorso nazionale “Giovani donne che progettano il futuro” promosso dal Ministero dell’Istruzione, e visitato, nel Salone delle Feste, le opere vincitrici, illustrate dagli studenti degli istituti premiati.
Al femminile, come di consueto, la Guardia d’Onore del Palazzo del Quirinale.

* * *

L’intervento del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella

 

Ringrazio Matilda De Angelis. Essere introdotto anche da La vie en rose è davvero suggestivo.
Rivolgo un saluto al Presidente del Senato, alla Vicepresidente della Camera, alle Ministre presenti, alle Vicepresidenti del Senato, alla Giudice della Corte di giustizia dell’Unione europea. E a tutti i presenti benvenuti al Quirinale.
Sono certo di interpretare il sentimento di tutte le italiane e di tutti gli italiani rivolgendo il primo pensiero di questo 8 marzo alle donne ucraine. Madri, lavoratrici, giovani, colpite da una violenza inattesa, crudele, assurda. Donne che partecipano coraggiosamente alla difesa della loro comunità, donne costrette a ripararsi nei rifugi d’emergenza, che lasciano le loro case e il loro Paese, che hanno paura per i loro figli, che prestano cura ai più deboli, che piangono morti innocenti.
E tante, troppe, sono le donne già cadute in questo ingiustificabile conflitto. Nelle guerre le donne pagano sempre prezzi altissimi. Come donne, come madri, come compagne di vita. Vittime dell’insensatezza della guerra, vittime spesso di violenze brutali. Eppure la loro forza nel dolore, la loro dignità, si sono sempre rivelate energie insostituibili di resistenza, di coesione, di pacificazione, di ricostruzione. Leggi tutto…

DA RADIO AUT A RADIO 100 PASSI di Danilo Sulis (Navarra) – incontro alla Sala Stampa Camera dei Deputati

Immagine da LETTERATITUDINE (di Massimo Maugeri)Da Radio Aut a Radio 100 Passi: Peppino Impastato – una storia ancora in cammino

23 febbraio 2022 – Sala Stampa Camera dei Deputati

 * * *

di Alessandra Angelucci

Si è tenuta lo scorso mercoledì 23 febbraio 2022, alla Sala Stampa della Camera dei Deputati, a Roma, la presentazione del libro “Da Radio Aut a Radio 100 Passi” di Danilo Sulis, edito da Navarra Editore per la collana Passi della Memoria.
L’incontro, voluto e introdotto dall’On. Francesco D’Uva, Questore alla Camera, ha visto la partecipazione di voci autorevoli: oltre all’autore, pioniere delle radio libere degli anni ’70 e storico compagno di Peppino Impastato, si sono susseguiti gli interventi di Francesco Impastato, responsabile di Casa Memoria e di Rete 100 Passi in Germania, Lirio Abbate, vice direttore de L’Espresso e scrittore, Don Luigi Ciotti, presidente dell’Associazione “Libera”. L’evento è stato suggellato dalla trasmissione del video “I cento passi”, realizzato dal Coro del Liceo classico “F. Maurolico” di Messina, diretto dalla maestra Agnese Carrubba, che ha anche arrangiato il celebre brano dei Modena City Ramblers. Leggi tutto…

Pier Paolo Pasolini: i progetti dedicati della Farnesina, sul web e nel mondo

Dalla dimensione poetica a quella fotografica, i progetti che la Farnesina dedica a Pier Paolo Pasolini sul web e nel mondo

 * * *

3 marzo 2022. Una lettura multidimensionale che abbraccia la sfera poetica e quella artistica, la narrazione personale e quella collettiva, mettendo al centro uno dei più influenti protagonisti della storia del ‘900, Pier Paolo Pasolini. Nell’anno in cui si celebra il centenario della sua nascita, il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale omaggia l’artista attraverso iniziative e progetti diffusi in tutto il mondo: sul web dal portale italiana, che ospita il progetto video Pasolini undici#ventidue (11 luoghi della poesia e del mito di Pier Paolo Pasolini a Casarsa #11 poeti giovani in ascolto del mito e della poesia dei loro luoghi), e all’estero grazie alle mostre diffuse dagli Istituti Italiani di Cultura, a partire da La lunga strada di sabbia.

Il primo, Pasolini undici#ventidue, consiste in una serie di undici video e relativi trailer, appositamente realizzati per la Farnesina e la sua rete diplomatica e culturale dalla Fondazione Pordenonelegge.it – che collabora per il triennio 2021- 2023 alla direzione artistica del Centro Studi Pier Paolo Pasolini di Casarsa della Delizia – pensati per comporre una microstoria poetica di Pasolini e, allo stesso tempo, offrire una panoramica di undici significative giovani voci della poesia italiana da valorizzare e promuovere. Leggi tutto…

Il caso Dostoevskij: Paolo Nori, il suo nuovo libro e l’Università Bicocca

Sui suoi profili social, Paolo Nori aveva annunciato la cancellazione di un suo corso su Dostoevskij presso l’Università Bicocca. In mattinata l’università milanese ha deciso di fare retromarcia

Ne approfittiamo per evidenziare che, nei mesi precedenti, Paolo Nori è stato ospite della nostra rubrica Autoracconti d’Autore, dove ci ha raccontato la genesi del suo romanzo “Sanguina ancora. L’incredibile vita di Fëdor M. Dostojevskij”, (Mondadori)

* * *

Ieri, suoi suoi social, Paolo Nori (autore del romanzo “Sanguina ancora. L’incredibile vita di Fëdor M. Dostojevskij”, edito da Mondadori, finalista al Premio Campiello 2021), aveva annunciato il rinvio di un suo corso all’Università Bicocca su Dostoevskij (per via della guerra in Ucraina).
Ciò dopo aver ricevuto una mail dall’università in cui gli veniva comunicata la decisione di rimandare, per l’appunto, il percorso su Dostoevskij allo scopo di “evitare qualsiasi forma di polemica, soprattutto interna, in questo momento di forte tensione” a seguito dell’invasione russa in Ucraina. Nori ha stigmatizzato la decisione sostenendo quanto segue: “Quello che sta accadendo in Ucraina è una cosa orribile e mi viene da piangere solo a pensarci. Ma quello che sta succedendo in Italia di conseguenza, molte cose, non tutte, queste cose qua, sono cose ridicole: una università italiana che proibisce un corso su Dostoevskij… io non ci credo, non ci credevo. Io credo anzi che in questi giorni bisognerebbe parlare dì più di Dostoevskij”, ha sottolineato. Leggi tutto…

USC Scripter Awards: Ferrante e Gyllenhaal vincono il premio per il miglior adattamento

Maggie Gyllenhaal ed Elena Ferrante vincono il premio per il miglior adattamento cinematografico agli USC Libraries Scripter Awards 2022 per la sceneggiatura di The Lost Daughter

 

Il primo premio agli USC Libraries Scripter Awards 2022 per il miglior adattamento cinematografico è andato alla sceneggiatrice Maggie Gyllenhaal e alla scrittrice Elena Ferrante per The Lost Daughter.

Come negli anni passati, i premi vengono consegnati sia agli sceneggiatori che agli autori del materiale originale.

Il ringraziamento dell’autrice: Leggi tutto…

GLI 80 ANNI DI OLIVIERO TOSCANI – 80 rose rosse + 1 dalla Nave di Teseo di Elisabetta Sgarbi a Milano

OLIVIERO TOSCANI COMPIE 80 ANNI E MILANO LO CELEBRA CON UNA MOSTRA (A SORPRESA) DIFFUSA IN CITTÀ

Oltre 150 fotografie, realizzate in sessant’anni di carriera, per celebrare l’artista che con le sue campagne ha cambiato il mondo della comunicazione

80 rose rosse + 1 dalla Nave di Teseo di Elisabetta Sgarbi a Milano

 * * *

Oggi – 28 febbraio  – Oliviero Toscani compie 80 anni e per celebrare al meglio questo anniversario è stata organizzata una mostra sui generis: non un’esposizione in una galleria o in un museo, ma una mostra diffusa per Milano, la città dove il celebre fotografo è nato nel 1942.

Oltre 150 fotografie questa mattina sono comparse sui supporti messi a disposizione dal Comune di Milano e sui grandi wall di Urban Vision e saranno visibili fino a domani.

«Oliviero Toscani ha segnato in maniera unica la storia della comunicazione pubblicitaria del nostro Paese – dice l’Assessore alla Cultura Tommaso Sacchi – portando nelle campagne di una vita non solo la bellezza dei suoi scatti e la ricchezza del suo pensiero creativo, ma anche istanze sociali, drammi collettivi, lotta alle ingiustizie e temi universali, suscitando ogni volta al tempo stesso stupore e riflessione. La città lo vuole festeggiare oggi per i suoi 80 anni, con questa mostra a sorpresa delle sue fotografie più iconiche sparse per la città. Buon compleanno, Oliviero, e grazie per aver parlato al mondo dalla tua Milano!» Leggi tutto…

AUGURI DI PRONTA RIPRESA, ALESSANDRO BARICCO!

Il mese scorso, su Facebook, lo scrittore Alessandro Baricco aveva voluto rendere pubblica la notizia di una malattia con cui sta facendo i conti da cinque mesi. Da parte di Letteratitudine, ci eravamo premurati di porgere gli auguri di una prontissima guarigione.

Con grande sollievo apprendiamo oggi la notizia (anche questa divulgata dallo stesso Baricco su Facebook) che le cose si stanno mettendo bene. Ne siamo lieti!

 * * *

“A casa, finalmente”, ha scritto Alessandro Baricco sulla sua pagina Facebook. “Grande gioia. Devo ringraziare lo staff medico e paramedico dell’Istituto di Candiolo: da loro ho solo ricevuto cura, attenzione e gentilezza. È andato proprio tutto liscio, col trapianto, e so che se questo è successo è anche per l’ondata di affetto e energia che tante persone mi hanno mandato, spesso da lontano. A loro va tutta la mia gratitudine, la più sincera. Ora si tratta di andare avanti a ricostruire, con pazienza e disciplina, sperando di vedere arrivare presto l’ora dei festeggiamenti. Nel caso, intendo farli durare per anni.
AB” Leggi tutto…

LA DIVINA COMMEDIA DI DON PROCOPIO BALLACCHERI di Nino Martoglio

“La Divina Commedia di don Procopio Ballaccheri – Inferno (Canti I-XXI)” di Nino Martoglio (Maimone editore) – a cura di Sarah Zappulla Muscarà e Enzo Zappulla

Il volume è promosso dall’Assessorato Regionale dei Beni Culturali e dal Comitato nazionale per le celebrazioni del centenario della morte di Nino Martoglio

* * *

Nino Martoglio (Belpasso, 3 dicembre 1870 – Catania, 15 settembre 1921) è stato un regista, sceneggiatore, scrittore e poeta italiano.
In occasione del centenario della sua morte si sono svolte varie iniziative. Tra le altre cose, con il supporto del “Comitato nazionale Nino Martoglio”, è stato pubblicato questo splendido volume di Nino Martoglio, curato da Sarah Zappulla Muscarà ed Enzo Zappulla per i tipi di Maimone, intitolato La Divina Commedia di don Procopio Ballaccheri – Inferno (Canti I-XXI)”.
Un’opera eccelsa, sorprendente e caustica. Un vero e proprio gioiello letterario che desideriamo far assaggiare ai nostri lettori nell’ambito di questo servizio.

Come ci ha comunicato il segretario del “Comitato nazionale Nino Martoglio”, «con questa iniziativa si vuole ricordare e valorizzare la figura poliedrica di Martoglio che è stato non solo poeta, giornalista, commediografo ma anche impresario cinematografico quando la settima arte era ai suoi albori. Riteniamo che Martoglio abbia ancora tanto da dire ai contemporanei e per questo vogliamo farlo conoscere non solo ad un pubblico più specialista ma anche ai tanti lettori o studenti che lo sconoscono e che con questa parodia della Commedia di Dante, nella ricorrenza dei due anniversari centenari, possono apprezzarlo in particolare anche per l’uso della lingua dialettale». Leggi tutto…

TOMÁS NEVINSON di Javier Marías (Einaudi)

“Tomás Nevinson” di Javier Marías (Einaudi – Traduzione di Maria Nicola)

È in libreria da oggi, il nuovo romanzo di Javier Marías

 * * *

di Claudio Fabella

Lo scrittore spagnolo Javier Marías (Madrid, 20 settembre 1951) è noto e tradotto in tutto il mondo. Ha vinto molti dei più prestigiosi Premi letterari, tra i quali il premio internazionale di letteratura IMPAC, il Nelly Sachs, il Premio Internazionale Bottari Lattes Grinzane, ha vinto con Domani nella battaglia pensa a me il premio Rómulo Gallegos e il Prix Femina Etranger. Nel 2011 ha ricevuto inoltre il Premio Nonino.
La grande attesa per l’arrivo di questo nuovo romanzo di Marías (in Italia esce per Einaudi, con la traduzione di Maria Nicola, il primo febbraio), intitolato “Tomás Nevinson“, è dunque più che giustificata.  Anche perché gli apprezzamenti autorevoli non mancano. Per El País, per esempio, «Tomás Nevinson è il miglior romanzo tra tutti quelli che Javier Marías ha pubblicato finora». Ma di cosa parla questo libro?

Due uomini, uno nella finzione e uno nella realtà, ebbero la possibilità di uccidere Hitler prima che questi scatenasse la Seconda guerra mondiale. A partire di qui, Javier Marías esplora il rovescio del comandamento «Non uccidere». Quegli uomini avrebbero fatto bene a sparare al Führer: è forse lecito fare lo stesso contro qualcun altro? Come dice il narratore di “Tomás Nevinson”, «uccidere non è un gesto così estremo se si ha piena nozione di chi si sta uccidendo». Si tratta di un tema interessantissimo, affrontato peraltro in un altro celebre romanzo di Stephen King: “La zona morta“. Leggi tutto…

TERZO TEMPO: nuova collana di Lidia Ravera per HarperCollins Italia

La casa editrice HarperCollins Italia e il suo marchio Harmony lanciano il progetto congiunto TERZO TEMPO: COLLANA IDEATA E DIRETTA DA LIDIA RAVERA

La collana è nata per combattere il luogo comune che considera la scelta di amare, il sogno di essere amate, il gioco della seduzione e del desiderio interdetti alle donne che non sono più giovani.

 * * *

“Vuoi una vita che duri tutta la vita. Ne hai diritto.
E vuoi immaginarla, la penultima parte, e poi anche l’ultima. Vuoi sognarla.
Perché si incomincia immaginando e sognando. E poi le cose accadono.”
Lidia Ravera

HarperCollins Publishers

Leggi tutto…

Il Presidente Mattarella nel Giorno della Memoria 2022

Mattarella nel Giorno della Memoria: «Combattere, oggi e nel futuro, ogni germe di razzismo, antisemitismo, discriminazione e intolleranza»

 * * *

Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, in occasione delle celebrazioni del Giorno della Memoria, ha inviato il seguente messaggio:

«Signor Ministro dell’Istruzione,
Gentile Presidente dell’Unione delle Comunità ebraiche,
Nel Giorno della Memoria, che ricorda le vittime dei campi di sterminio nazisti e il folle e criminale progetto di genocidio degli ebrei d’Europa, voglio far giungere a tutti i partecipanti alla cerimonia ufficiale – che si svolge quest’anno al Ministero dell’Istruzione – agli studenti, ai telespettatori la mia vicinanza e il mio sostegno.
Quando le truppe russe entrarono nel campo di Auschwitz – la più imponente e sciagurata macchina di morte mai costruita nella storia dell’umanità – si spalancarono di fronte ai loro occhi le porte dell’Inferno.
Nel cuore dell’Europa si era aperta una voragine che aveva inghiottito secoli di civiltà, di diritti, di conquiste, di cultura. Una delirante ideologia basata su grottesche teorie di superiorità razziale aveva cancellato, in poco tempo, i valori antichi di solidarietà, convivenza, tolleranza e perfino i più basilari sentimenti umani: quelli della pietà e della compassione. Leggi tutto…

10 LIBRI PER IL GIORNO DELLA MEMORIA 2022

Il 27 gennaio ricorre il Giorno della Memoria: ricorrenza internazionale sancita per commemorare le vittime dell’Olocausto e per non dimenticare una delle pagine più buie e atroci della Storia.

Auschwitz I entrance snow.jpg

Proponiamo, di seguito, dieci titoli per il Giorno della Memoria 2022

[Le notizie sui libri segnalati per il Giorno della Memoria dello scorso anno sono disponibili qui]

Leggi tutto…

Il 39esimo Seminario della Scuola per Librai Umberto e Elisabetta Mauri

Scuola per Librai Umberto e Elisabetta Mauri

Il 39esimo Seminario della Scuola per Librai Umberto e Elisabetta Mauri si svolgerà online: venerdì 28 gennaio 2022, dalle ore 10 alle ore 13

Il nuovo futuro

Interverranno:
Porter Anderson, Michael Busch, James Daunt, Ferruccio de Bortoli, Dario Franceschini, Andrew Franklin, Doris Janhsen, Ricardo Franco Levi, Achille Mauri, Stefano Mauri, Alberto Ottieri, Angelo Tantazzi.

Verranno assegnati il sedicesimo Premio per Librai Luciano e Silvana Mauri alla Libreria Ultima Spiaggia di Ventotene di Fabio Masi e la terza Borsa di lavoro Nick Perren ad Alessandro Tridello della Libreria Ubik di Mestre. Verranno inoltre presentati i dati AIE del mercato del libro e della lettura 2021 (che anticipiamo in maniera sintetica qui in coda)

 * * *

17 gennaio 2022. Anche quest’anno, a causa dell’emergenza sanitaria tuttora in corso, la Fondazione Umberto e Elisabetta Mauri ha scelto di organizzare online l’ormai tradizionale appuntamento annuale con il Seminario di Perfezionamento della Scuola per Librai, modalità che l’anno precedente è stata occasione di ulteriore apertura internazionale.

In un momento in cui tutti si interrogano su cosa accadrà dopo la pandemia, il convegno, che si terrà venerdì 28 gennaio dalle ore 10 alle ore 13, avrà come tema Il nuovo futuro, e coinvolgerà come sempre editori e librai italiani e internazionali. Leggi tutto…

FORZA, ALESSANDRO BARICCO!

Su Facebook, lo scrittore Alessandro Baricco ha voluto rendere pubblica la notizia di una malattia con cui sta facendo i conti da cinque mesi. Da parte di Letteratitudine, gli auguri di una prontissima guarigione

* * *

Ehm, c’è una notizia da dare e questa volta la devo proprio dare io, personalmente“, ha scritto Alessando Baricco sulla sua pagina Facebook. “Non è un granché, vi avverto. Quel che è successo è che cinque mesi fa mi hanno diagnosticato una leucemia mielomonocitica cronica. Ci sono rimasto male, ma nemmeno poi tanto, dai. Quando hai una malattia del genere la cosa migliore che puoi fare è sottoporti a un trapianto di cellule staminali del sangue, cosa che farò tra un paio di giorni (be’, non è così semplice, ci stiamo lavorando da mesi, è un lavoro di pazienza). Leggi tutto…

VOCE FEMMINILE E POTERE DELLA SCRITTURA NELLA LETTERATURA MIGRANTE

Voce femminile e potere della scrittura nella letteratura migrante

I casi di Nassera Chohra, Assia Djebar, Sumaya Abdel Qader, Shirin Fazel

 * * *

di Alaa Dabboussi

Da tanti anni, l’italiano non è più esclusivamente la lingua letteraria degli scrittori migranti ma spazia anche alla comunità femminile straniera, dopo i primi uomini vengono le donne immigrate a cimentarsi nella scrittura. L’attività letteraria femminile è un tratto peculiare della letteratura migrante in Italia, risaltando una massiccia presenza di scrittrici La banca dati Basili sugli scrittori migranti in lingua italiana elenca che ci sono 438 scrittori: 248 donne e 190 uomini di 92 nazionalità diverse. Da un’analisi statistica delle opere pubblicate, appare che le autrici migranti rappresentano circa il trenta per cento della produzione totale della letteratura della migrazione, una percentuale maggiore rispetto anche alla presenza femminile nella letteratura italiana contemporanea, che raggiunge solo il dieci per cento.
Anche Armando Gnisci confessa: “nonostante le difficoltà, le donne scrivono di più”.[1] L’alto numero di scrittrici è una delle importanti caratteristiche di questo ‘corpus’ letterario (letteratura migrante).
Tutti affrontano il tema dell’interculturalità, ma anche di un’identità radicata in più punti, dalle molteplici sfaccettature, spalmata nello spazio, su diversi continenti, ma ancorata all’Italia come luogo di partenza della scrittura, di dispiego della forza creativa e di adozione della lingua.
Essi affrontano spesso temi inediti per questo ramo della letteratura italiana, e fanno parte di un fermento che Armando Gnisci già anni fa ha definito “l’incipiente creolizzazione dell’Europa”.
In alcuni casi la produzione migrante femminile diverge da quella maschile, per le ideologie, per letematiche, evoluzione stilistica – narrativa e poetica – per varia creatività artistico-letteraria: le autrici allargano le proprie creazioni attraverso diversi generi e linguaggi letterari.
La voce femminile è considerata l’aspetto più importante e più maturo nella letteratura migrante. Le narratrici e le poetesse migranti sono accomunate, molto differenti in questo lato dagli autori migranti, dall’elevato livello d’istruzione: la maggior parte ha fatto e compiuto gli studi universitari nel paese nativo o in Italia, molte erano intellettuali prima del viaggio migratorio. È chiaro come in tal aspetto le autrici in generale possiedono una grande padronanza della lingua italiana e non incontrano difficoltà o problemi insormontabili. Leggi tutto…

THE BEATLES – GET BACK (Mondadori)

The Beatles: Get back“The Beatles: Get Back. Edizione illustrata” (Mondadori, 2021 – traduzione di Valeria Gorla)

* * *

Il 2021 segna, tra le altre cose, la venuta alla luce dell’ultimo (“definitivo”) progetto mediatico sui Beatles. Il riferimento è a The Beatles: Get Back. Si tratta di un documentario offerto al pubblico in forma di miniserie televisiva in sei puntate diretto da Peter Jackson: regista, sceneggiatore e produttore cinematografico neozelandese notissimo per sua la trasposizione cinematografica de “Il Signore degli Anelli” di J. R. R. Tolkien.
Jackson, tra le altre cose, è un grande fan dei Beatles. E per questo ha deciso di mettere mano alle storiche riprese che si svolsero in quel di Londra nel gennaio del 1969 e che sarebbero state proposte nel film “Let It Be” (mentre le registrazioni delle sessioni musicali sarebbero state utilizzate per la realizzazione dell’omonimo album uscito nel 1970).
Nel suo documentario Peter Jackson rimescola tutto e ri-racconta queste sessioni utilizzando le 55 ore di ripresa originaria e le 120 ore di registrazione audio per lo più mai ascoltate. Ne viene fuori un documento straordinario e di altissima qualità, sia per il grandioso montaggio, sia per la digitalizzazione di audio e video ad alta definizione, sia per la proposta di un quantitativo enorme di materiale del tutto inedito.
Ad accompagnare il documentario, un libro imperdibile (non solo per i milioni di fan dei Beatles). Dal 12 ottobre è infatti disponibile in Italia, in contemporanea mondiale, il volume The Beatles: Get Back, pubblicato dalla Mondadori. 240 pagine che raccontano la storia della creazione dell’album Let it be, arricchite da centinaia di immagini inedite e dalla trascrizione di quasi 120 ore di registrazioni delle sessioni in studio della band.
Il libro accompagna il lettore in un viaggio indietro nel tempo fino al gennaio del 1969, l’ultimo anno prima dello scioglimento della band. In questo volume si ha il privilegio di assistere alle loro prime prove, agli errori, alla noia, all’esaltazione, e alle improvvisazioni che hanno portato alla nascita dell’album Let It Be.
The Beatles: Get Back è quindi il libro definitivo sulla band, che ne documenta queste sessioni storiche. Riporta le conversazioni, trascritte da John Harris, e propone delle immagini inedite scattate da due persone che avevano un accesso speciale a questi incontri: Ethan A. Russell e Linda Eastman, futura moglie di Paul McCartney.

* * *

Un volume prezioso, in cui i Beatles si raccontano attraverso le loro stesse parole, raccolte dalle sessioni di registrazione di Let it be, esclusive e mai ascoltate, e illustrato con centinaia di immagini inedite, tra cui foto di Ethan A. Russell e Linda McCartney Leggi tutto…

Premio “Le Città delle Donne” 2021 a Laura Boldrini, Tiziana Ferrario, Loredana Lipperini, Elisabetta Sgarbi, Luigia Sorrentino, Nadia Terranova

Premiate a Roma – dal Ministro Dario Franceschini – Laura Boldrini, Tiziana Ferrario, Loredana Lipperini, Elisabetta Sgarbi, Luigia Sorrentino, Nadia Terranova: protagoniste di “Le Città delle Donne” 2021

* * *

Si è svolta a Roma, ieri pomeriggio presso il palazzo Altemps nel teatro del Museo Nazionale Romano, la cerimonia di conferimento dei premi ‘Città delle Donne’, per la prima edizione dell’evento organizzato dal magazine online ‘Le Città delle Donne’, la rivista diretta da Mariagloria Fontana che ha come caratteristica lo sguardo delle donne sulla cultura, sul costume e sulla società e firme d’autore come le scrittrici Nadia Terranova, Viola Di Grado, Marilù Oliva, Veronica Tomassini, Ilaria Palomba, Aisha Cerami, Valentina Della Seta, Anna Giurickovic Dato.

Leggi tutto…

LIBRIAMOCI 2021: Si è conclusa l’ottava edizione

Si è conclusa l’ottava edizione di Libriamoci. Giornate di lettura nelle scuole

libriamoci

Libriamoci. Giornate di lettura nelle scuole ha tagliato un nuovo record: 4.261 le scuole partecipanti, con 29.705 attività e il coinvolgimento di 474.631 alunni e 9.303 lettori volontari!

 * * *

29 novembre 2021. Leggere è un gioco, declinabile in innumerevoli modi diversi e ancor più appassionante se condiviso: il tema istituzionale dell’ottava edizione di Libriamoci si è trasformato in un invito che mai come quest’anno ha entusiasmato e coinvolto partecipanti da tutta Italia e dall’estero. Le Giornate di lettura nelle scuole (15-20 novembre), la campagna nazionale promossa dal Ministero della Cultura, attraverso il Centro per il libro e la lettura e dal Ministero dell’Istruzione – Direzione generale per lo Studente, l’Integrazione e la Partecipazione, hanno rinnovato il piacere della lettura a voce alta, sia in presenza che online, contribuendo a restituire alla comunità di insegnanti e studenti un senso di gioiosa normalità e di socialità pienamente vissuta.

Abbiamo fatto tesoro delle sfide affrontate lo scorso anno e, già allora ma ancor più in questa edizione, l’impegno, la creatività e la passione di tutti i partecipanti hanno consentito di armonizzare la forma tradizionale e quella digitale, tornando a incontrarsi sul territorio come pure a gettare ponti oltre i confini geografici grazie al web, dimostrando come le due dimensioni siano in realtà un’unica grande rete”, spiega Angelo Piero Cappello, direttore del Centro per il libro e la lettura. E aggiunge: “Dai lettori volontari e dagli insegnanti ci sono arrivate numerosissime testimonianze di accoglienza calorosa nelle classi, di grande fermento organizzativo fra colleghi e di conversazioni e riflessioni corali che, a partire dalla voce dei libri, proseguiranno sotto forma di ulteriori attività o progetti per il futuro. È proprio questo lo spirito di Libriamoci: seminare curiosità, voglia di continuare a leggere e ad interrogarsi, divertendosi con i libri e sfruttando al meglio il loro potere”. Leggi tutto…

GIORNATA MONDIALE CONTRO LA VIOLENZA ALLE DONNE: 25 novembre 2021

Dichiarazione del Presidente Mattarella in occasione della “Giornata Internazionale per l’Eliminazione della Violenza contro le Donne 2021″

Leggi tutto…

E TI VENGO A CERCARE. Voli imprevedibili e ascese velocissime di Franco Battiato

Andrea Scanzi omaggia Franco Battiato al Teatro Circus di Pescara

 * * *

di Alessandra Angelucci

PESCARA: Sabato 20 novembre 2021 al Teatro Circus c’è emozione. Le sedie rosse sono finalmente tutte occupate e stare vicini non spaventa come prima. Si è a teatro, si è insieme.
In molti pensano alla stessa cosa. Si percepisce dal senso di attesa che accomuna i presenti. Tutte le bocche lo hanno cantato. Hanno conosciuto la profondità di Franco Battiato: il maestro. Quando lo si nomina è solo così che si può dire, anche se a lui non sarebbe piaciuto. A Franco Battiato le definizioni non piacevano perché la sua anima, come la sua musica, era netta e lieve, in continuo divenire. Uno “scorrere lento” dentro “il tempo di altre leggi”, quelle che ai più non è dato conoscere. Un’esistenza straordinaria nel senso letterale del termine, come quelle destinate a comprendere la propria evoluzione nel passaggio sulla terra.
Visto così potremmo dire che Battiato fosse un extra-terrestre: al di sopra della mediocrità terrena, al di sopra della banalità e di quel Male che lui aveva saputo riconoscere nell’uomo, rifuggendolo. Leggi tutto…

LA CITTÀ NERA di Domenico Trischitta (Algra)

image“La città nera” di Domenico Trischitta (Algra)

* * *

di Maria Rita Pennisi

La città nera è un romanzo giovanile di Domenico Trischitta pubblicato anni dopo la sua stesura, con la Casa Editrice Algra di Viagrande (CT).

Si tratta di un romanzo intenso e ben strutturato, in cui già si coglie la tempra forte e decisa dell’autore. Nel libro si intrecciano diverse avventure e anche diverse culture. Dalla siciliana a quella europea e a quella africana. Un romanzo a colori, che ha come sfondo la città nera di Catania, costruita in pietra lavica, ma anche Nizza, la città chiara dal mare turchese e abbagliante.

Un contrasto di colori appropriato e significativo, per la storia che vi si snoda. Quella del giovane biondo con tanti sogni in testa, molta gente intorno e un profondo senso di vuoto dentro. Quel vuoto che immancabilmente prova l’artista. Leggi tutto…

LE SCRITTRICI DELLA NOTTE a cura di Loredana Lipperini: il racconto di Matilde Serao

“Le scrittrici della notte” a cura di Loredana Lipperini (Il Saggiatore)

Loredana Lipperini ha curato per Il Saggiatore il volume “le scrittrici della notte“, firmando anche una intensa e interessantissima prefazione. Pubblichiamo qui di seguito la scheda del libro e, per gentile concessione dell’editore, il racconto “Leggenda di Capodimonte” di Matilde Serao

 * * *

Instancabile esploratrice di libri, Loredana Lipperini scava nella terra del nostro passato letterario e ne riemerge con nuove possibilità per il lettore del presente e del futuro, componendo con Le scrittrici della notte l’antologia definitiva dell’orrore al femminile; il canone inverso dell’inquietudine più dolce e terribile che la nostra letteratura abbia conosciuto.

«C’è uno strano equivoco che, specie negli ultimi anni, coinvolge il romanzo: pretendere che la letteratura racconti la realtà. Tuttavia bisogna cercare, tramite il fantastico, forme di reincanto, tra cui il confronto, continuo, con il Male.»

Cimiteri infestati, bare inchiodate troppo in fretta, corpi palpitanti di terrore, simulacri in cui albergano divinità intrappolate e spettri assassini di donne innamorate. Loredana Lipperini indice una seduta spiritica e chiama a raccolta le scrittrici della notte: donne che hanno sfidato il canone letterario, che si sono cimentate con il fantastico e con il perturbante e ancora terrorizzano chi mette gli occhi sulle loro pagine. La corona di racconti composta da Loredana Lipperini mostra tutte le sfumature nella palette del buio letterario. Troviamo il gotico spettrale di Carolina Invernizio e Marchesa Colombi, la tensione al sublime e all’eroico di Paola Masino, il fantastico frammisto al folklore di Grazia Deledda e Matilde Serao, la fusione di ricordo e fantasticheria di Anna Maria Ortese, la visionarietà poetica di Gilda Musa e Chiara Palazzolo – due autrici che hanno scardinato i cancelli della letteratura di genere e che, come Paola Capriolo, hanno saputo aprire il fantastico a nuove, contemporanee vastità.

 * * *

Leggenda di Capodimonte

di Matilde Serao Leggi tutto…

Doppio appuntamento a Parigi per Elisabetta Sgarbi e La Milanesiana – 14 e 15 novembre 2021

“Deserto Rosa – Luigi Ghirri” e “Extraliscio. Punk da balera”. Il doppio appuntamento a Parigi di Elisabetta Sgarbi e della sua Milanesiana: 14 e 15 novembre 2021

 * * *

«Cinque appuntamenti per chiudere questa lunga Milanesiana. Cinque incontri che incrociano la scienza, la filosofia, la storia dell’arte, la letteratura, la musica. Particolare menzione a due appuntamenti centrati su altrettante figure anomale del mondo scientifico, capaci di dialogare con le discipline umanistiche, in nome di un sapere ampio e non solo settoriale: Peter Galison (in dialogo con Paolo Giordano e Guido Brera) e Ervin László in dialogo con Riccardo Illy. Renderemo omaggio anche a un’altra figura di straordinaria importanza come Havel, a 10 anni dalla sua morte, umanista, drammaturgo e Presidente della Cecoslovacchia post-comunista. Apriremo con una mostra omaggio al ‘700 lombardo e in particolare a Pietro Magatti, curata da Vittorio Sgarbi, e chiuderemo con un incontro, a Parigi, all’Istituto Italiano di Cultura, con Ermanno Cavazzoni, Pacifico e il CONCERTO DI EXTRALISCIO»: è quanto aveva affermato Elisabetta Sgarbi in occasione del lancio della stagione autunnale di La Milanesia 2021.

E dunque, ci siamo. Per la prima volta La Milanesiana, che da sempre accoglie personalità da tutto il mondo, a sua volta varca i confini nazionali e giunge a Parigi. E, nella capitale francese, si svolgeranno due incontri che coinvolgeranno Elisabetta Sgarbi.

Intanto, domenica 14 novembre alle 19:30, presso L’Entrepôt l Cinema & Concerti (Rue Francis de Pressensé, 7, Parigi) ci sarà la proiezione del film “Deserto Rosa – Luigi Ghirri” di Elisabetta Sgarbi.

Il giorno successivo, lunedì 15 novembre alle 19:00, presso l’Istituto Italiano di Cultura di Parigi (50, Rue de Varenne, 75007 Paris La Milanesiana) si svolgerà l’evento “Extraliscio. Punk da balera”. Leggi tutto…

GRANDE FESTA PER I 90 ANNI DI LIA LEVI

Il 9 novembre, la scrittrice Lia Levi compirà novant’anni.

Quello stesso giorno, a Roma, a partire dalle h. 11, presso il Teatro Ghione di via delle Fornaci n. 37, si svolgerà una grande festa in suo onore.

 * * *

Abbiamo chiesto ad Antonio Oliveri, direttore di Demea Eventi Culturali (che organizza l’incontro), di raccontarci qualcosa su questo evento.

  * * *

“Sono molto felice e orgoglioso di aver avuto l’opportunità di organizzare questo evento per omaggiare Lia, proprio nel giorno del suo compleanno” ha detto Antonio Oliveri (nelle foto in basso, con Lia Levi). “Sarà una vera e propria festa, con studenti da tutta Italia, ma anche molti autori ed amici.
D’altra parte, sono sincero, Lia occupa un posto speciale nel mio cuore poiché con lei la Demea Eventi Culturali ha mosso i primi passi nel mondo delle scuole, iniziando – oramai diversi anni fa – un percorso che mi appassiona e che reputo sempre più fondamentale perché ci consente di accompagnare i giovani nel loro percorso di crescita, scolastica ed umana, lavorando a fianco a tanti autori, dirigenti scolastici e docenti illuminati.” Leggi tutto…

BOOKER PRIZE 2001: vince Damon Galgut con (“The promise”) “La promessa” (pubblicato in Italia dalle Edizioni E/O)

Damon Galgut vince il Booker Prize 2021 con “La promessa”, in uscita domani per le Edizioni E/O

 * * *

La promessa” di Damon Galgut è dunque il romanzo vincitore del Booker Prize 2021. Il libro è pubblicato in Italia da Edizioni E/O (traduzione dall’inglese di Tiziana Lo Porto), e sarà in tutte le librerie a partire da domani (4 novembre). Negli Stati Uniti è pubblicato da Europa Editions.

Damon Galgut, nato a Pretoria nel 1963, due volte finalista al Booker Prize, è tra gli scrittori di maggior successo della generazione letteraria sudafricana post-apartheid. Ed è il terzo scrittore sudafricano a vincere il Booker, dopo Nadine Gordimer e Coetzee, che ha vinto due volte.

“La promessa” di Damon Galgut (Edizioni E/O) è una saga familiare moderna…
Ecco di cosa parla questo romanzo, ambientato in Sudafrica… Leggi tutto…

Esce il terzo numero della rivista letteraria K: si intitola CITTÀ

Uscirà il 4 novembre il nuovo numero di “K”, rivista letteraria de “Linkiesta” curata da Nadia Terranova. Si intitola: “Città”

Tutti i numeri sono disponibili qui

 * * *

Nadia Terranova | Premio Strega 2021«Arriva con colori e grafica così chic che ci possiamo finalmente permettere il nero», ha dichiarato la scrittrice Nadia Terranova, «il terzo numero di K, la rivista letteraria di cui ho la gioia di essere curatrice, e di cui solo in formato cartaceo escono due numeri l’anno.
Dopo “Sesso” e “Memoria”, ho scelto la parola “Città”. C’entra con gli anni che viviamo, con come è cambiato il nostro rapporto con lo spazio in pandemia, c’entra con i luoghi in cui siamo nati e cresciuti, che abbiamo odiato scelto abbandonato inventato.
Di città leggerete nel mio editoriale, in quello di Christian Rocca direttore de Linkiesta insieme a cui è nato tutto questo perché è di Alcamo come quel Cielo lì, e nei racconti degli scrittori, che per questo numero sono: Chiara Barzini, Annalisa Camilli, Cristiano Cavina, Claudia Durastanti, Tito Faraci, Viola Lo Moro, Francesca Marciano, Cristina Marconi, Davide Mosca, Francesco Pacifico, Giacomo Papi, Antonio Pascale, Giulio Perrone, Andrea Pomella, Emanuele Trevi, Matteo Trevisani, Alice Urciuolo, Valeria Usala.

C’è anche un’intervista larga della strepitosa Simonetta Sciandivasci ad Alessandro Piperno. Leggi tutto…

ABDULRAZAK GURNAH, Premio Nobel per la Letteratura 2021, sarà pubblicato in Italia da La nave di Teseo

La nave di Teseo ha annunciato l’acquisizione delle opere di ABDULRAZAK GURNAH: Premio Nobel per la Letteratura 2021

Le dichiarazioni di Elisabetta Sgarbi, publisher de La nave di Teseo

* * *

“Con grande orgoglio posso annunciare – a seguito di una lunga trattativa con l’agenzia inglese Roger Coleridge & White, alla Fiera di Francoforte – che sarà La nave di Teseo a pubblicare le opere del Premio Nobel per la Letteratura 2021, Abdulrazak Gurnah. Inizieremo con By the Sea, nella traduzione rivista di Alberto Cristofori, e Paradise, nella traduzione di Laura Noulian, a dicembre di quest’anno. Continueremo nel ‘22, pubblicando il suo romanzo più recente, Afterlife, in maggio.
Il catalogo della Nave di Teseo si arricchisce non solo di una straordinaria voce della Letteratura mondiale, ma di un’altra autorevole voce delle Letterature del Continente Africano, cui La nave di Teseo ha rivolto sin dall’inizio la massima attenzione. Leggi tutto…

I GRECI E L’ARTE DI FARE I CONTI di Giovanni Marginesu inaugura la nuova serie degli Struzzi di Einaudi

Gli Struzzi di Einaudi riprendono con una nuova serie, che viene inaugurata da Giovanni Marginesu con il titolo “I greci e l’arte di fare i conti. Moneta e democrazia nell’età di Pericle”

* * *

Gli struzzi nascono nel 1970 e il numero 1 è la nuova edizione  di Il Maestro e Margherita  di Michail Bulgakov. L’intenzione è quella di “riproporre libri essenziali: dai classici alla narrativa, alla poesia e al teatro contemporanei”, ma  Gli struzzi non vogliono trascurare la “memorialistica” e  neppure “i volumi destinati ai ragazzi”. Così recita la breve descrizione del Catalogo storico Einaudi.

Detto in altre parole sono i tascabili prima degli Et. Elsa Morante volle imporre Gli struzzi per la prima edizione di “ La storia”, Struzzo numero 58. La collana sospende le novità nel 2008, al titolo 642.
Il nome, però –Gli struzzi- era troppo bello per non trattenere un’idea di futuro, e i titoli pubblicati troppo memorabili per non fare ponte con oggi. Leggi tutto…

AL VIA LA 27^ EDIZIONE DEL CAMPIELLO GIOVANI

AL VIA LA 27^ EDIZIONE DEL CAMPIELLO GIOVANI: INCONTRI NELLE SCUOLE PER PROMUOVERLO E MENZIONI SPECIALI DEDICATE ALLA CULTURA D’IMPRESA, ALLA SOSTENIBILITÀ E AL TEMA DEL VIAGGIO

I ragazzi tra i 15 e 22 anni residenti in Italia e all’estero avranno tempo fino al 13 gennaio 2022 per presentare il loro racconto. Ad aprile la Selezione della Cinquina finalista

 * * *

Ha ufficialmente aperto i battenti la 27^ edizione del Campiello Giovani, il concorso letterario dedicato ai ragazzi di età compresa fra i 15 e i 22 anni residenti in Italia e all’estero, istituito dalla Fondazione Il Campiello – Confindustria Veneto. L’obiettivo del Premio è promuovere la lettura e la scrittura tra i giovani e nelle scuole e aiutare gli aspiranti scrittori a trovare una prima opportunità per far emergere il loro talento.
Il 13 gennaio 2022 è il termine ultimo per poter partecipare all’edizione 2022. Leggi tutto…

STATO PASSIVO di Sebastiano Martini (un estratto)

Un brano estratto dal romanzo “Stato passivo” di Sebastiano Martini (Edizioni Ensemble)

 * * *

  Nella settimana seguente riprese la conduzione di una quotidianità opaca, automatica. Ritornò a passare intere giornate avvolto nella semioscurità di casa. Senza nutrirsi in modo adeguato rispondeva solo agli impulsi di sopravvivenza che il corpo gli trasmetteva. Metteva il naso fuori solo per comprare qualche scatoletta di cibo e il tabacco. A volte, prima di rincasare, si fermava a fumare sulla panchina in cemento nei pressi della fontana di Piazza Santo Spirito. Con le gambe accavallate inspirava indolente la propria dose di miscela di Virginia. Fissava il vuoto, perdendosi alla ricerca di una soluzione impossibile da trovare. Ad attirare la sua attenzione non erano gli studenti o gli artisti di passaggio, ma i pochi pensionati che si aggiravano per il quartiere. Pensò alla loro condizione e provò invidia di un’esistenza senza più ambizioni particolari, legata assieme da piccoli gesti, semplici, essenziali, come fare la spesa, pagare le bollette, portare i nipotini a scuola. Ciò che sentiva in quei momenti era una sensazione che non aveva mai provato, qualcosa a che vedere con il desiderio di raggiungere la pace interiore, la serenità di chi ha già combattuto per guadagnarsi un posto nel mondo e non può far altro che soccombere a una dolce rassegnazione. Leggi tutto…

Il Premio Nobel per la Letteratura 2021 va a Abdulrazak Gurnah

Lo scrittore Abdulrazak Gurnah vince il Premio Nobel per la Letteratura 2021

Il premio Nobel per la letteratura per il 2021 viene assegnato al romanziere Abdulrazak Gurnah (nato a Zanzibar nel 1948) “”per la sua intransigente e compassionevole penetrazione degli effetti del colonialismo e del destino del rifugiato nel divario tra culture e continenti“.

Gurnah è nato nel 1948 ed è cresciuto sull’isola di Zanzibar nell’Oceano Indiano, ma è arrivato in Inghilterra come rifugiato alla fine degli anni ’60. Ha pubblicato dieci romanzi e alcuni racconti. Il tema del disfacimento del rifugiato percorre tutto il suo lavoro.

Leggi tutto…

FuoriAsse: La Pietas

È disponibile il n. 26 del magazine FuoriAsse di Cooperativa Letteraria. Il tema di questo numero è: “La Pietas”.

Pubblichiamo l’editoriale della direttrice, Caterina Arcangelo

* * *

di Caterina Arcangelo

Pietas è una parola lontana dal nostro “fare” quotidiano, richiama una molteplicità di concetti oggi molto difficili da indagare e da recuperare, e proprio a causa della perdita di una più profonda dimensione storica e della capacità di muoversi tra i diversi «quadri concettuali». Popper nella sua critica a Kuhn ― il quale suggerisce che la razionalità della scienza presuppone l’accettazione di un quadro comune ― sostiene, invece, che una discussione è sempre possibile: «è solo un dogma, un dogma pericoloso quello secondo cui diversi quadri concettuali sono come lingue reciprocamente intraducibili» (1). La società capitalistica oggi affermatasi, in cui non solo viviamo l’allontanamento dal passato, ma anche l’accelerazione di processi tecnologici e umani, sta perdendo ogni attenzione per i valori della tradizione, che sono stati soppiantati da interessi meramente pratici e utilitaristici. Leggi tutto…

DOVE BATTE LA LINGUA OGGI?

Dove batte la lingua oggi?

Esce per Iacobelli, in formato e-book, il Quaderno n. 1 del Centro di documentazione internazionale di Alma Sabatini, che avrà cadenza annuale.
Il Quaderno n. 1 ha come filo conduttore la domanda “Dove batte la lingua oggi?”.

Alla stesura di questo numero hanno partecipato, fra le altre, nomi prestigiosi come Edda Billi, fondatrice e prima presidente del Centro, Maria Rosa Cutrufelli, attuale presidente del Centro, Alessandra Pigliaru, Bianca Pomeranzi, Giulia Caminito, Laura Fortini, Sara De Simone, che compongono il comitato scientifico.

 * * *

Visualizza immagine di origine«Ci siamo chieste “Dove batte la lingua oggi?”», ha scritto Giulia Caminito (vincitrice del Premio Campiello 2021) sul suo profilo Facebook,  «riprendendo e provando ad attualizzare il grande lavoro di Sabatini sul sessismo nella lingua italiana. Ci siamo domandate a che punto siamo nella nostra lingua per inclusività, per dibattito, per vocabolario, per scelte e proposte. E come siamo messe e messi nella pratica, nell’uso e nella scrittura rispetto alle forme nuove e sperimentali e discusse degli asterischi, dello schwa, dei femminili professionali. Un lavoro di gruppo a cui sono tanto grata di aver partecipato con un saggio in cui ho seguito l’evolversi quest’anno della voce “donna” sul vocabolario Treccani. Mi sono anche interrogata sull’uso della parola “scrittore” in quella che viene definita una posizione “neutra” e nel saggio troverete come mai io rigetto tale uso. Abbiamo provato a essere critiche, ma anche propositive, troverete saggi, inchieste, e approfondimenti su chi era Sabatini e perché il suo lavoro è sempre attuale».

Pubblichiamo, di seguito, la prima parte dell’introduzione firmata da Maria Rosa Cutrufelli e il “Sommario” del quaderno

* * *

La prima parte dell’Introduzione: dove “batte la lingua” oggi Leggi tutto…

VENT’ANNI DALL’11 SETTEMBRE 2001: le parole del Presidente Mattarella

Dichiarazione del Presidente della Repubblica in occasione del ventesimo anniversario degli attentati dell’11 settembre 2001

Il Presidente Sergio Mattarella depone un mazzo di fiori al Memoriale dell'11 settembre

Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, in occasione del ventesimo anniversario degli attentati dell’11 settembre 2001, ha rilasciato la seguente dichiarazione:

«In occasione del ventesimo anniversario dell’attacco terroristico dell’11 settembre 2001, desidero anzitutto esprimere la vicinanza del popolo italiano alle famiglie delle vittime di quel feroce attentato e a tutto il popolo degli Stati Uniti, nel segno della profonda e storica amicizia che lega i nostri due Paesi. Leggi tutto…

PREMIO NERI POZZA 2021: vince Pierpaolo Vettori

PIERPAOLO VETTORI VINCE LA V EDIZIONE DEL PREMIO DI LETTERATURA NERI POZZA

STEFANO AMATO vince la Sezione Giovani con il romanzo L’ULTIMA CANDELA DI KRUJË

 * * *

Va allo scrittore torinese Pierpaolo Vettori il Premio Nazionale di Letteratura Neri Pozza. Laureato in lingue e letterature straniere all’Università di Torino con una tesi sul cinema della Swinging London, già due volte finalista al Premio Calvino, Vettori ha pubblicato nel 2012 il romanzo Le sorelle Soffici, e nel 2018 Lanterna per illusionisti. Vettori è stato proclamato vincitore durante la cerimonia conclusasi ieri (10 settembre) presso il Teatro Olimpico di Vicenza, con il romanzo Un uomo sottile. È un libro dedicato alla figura dello scrittore appena scomparso Daniele Del Giudice: il narratore dialoga con i personaggi dei libri di Del Giudice, come fossero persone reali, per raccontare una storia privata di sofferenza, simile a quella che ha colpito l’autore de Lo stadio di Wimbledon e gli ha impedito di continuare a scrivere. Leggi tutto…

A KARINE TUIL il Premio Kinéo per il romanzo “Le cose umane” (La nave di Teseo)

Ieri 9 settembre Karine Tuil è stata al Lido di Venezia per ritirare il premio Kinéo Arte e Letteratura per “Le cose umane”, pubblicato in Italia da La nave di Teseo.

Contestualmente l’omonimo film di Yvan Attal con Charlotte Gainsbourg, Pierre Arditi e Mathieu Kassovitz, è stato presentato nella selezione ufficiale della 78° Mostra del Cinema. Seguono dettagli sul libro e foto degli eventi indicati

* * *

Karine Tuil è nata nel 1972 a Parigi. Con L’invenzione della vita (2015), finalista al premio Goncourt, e candidato al premio delle Lettrici di “Elle”, al Prix des Libraires e al Prix Interallié, ha avuto uno straordinario successo, affermandosi come una delle voci più interessanti della narrativa di oggi. Nel 2016 ha pubblicato L’incoscienza (La Tartaruga, 2019), selezionato per numerosi premi tra cui il Prix Goncourt, il Prix Interallié e il Grand Prix du Roman de l’Académie française. Si occupa anche di teatro e cinema e collabora con diverse riviste, tra cui “Le Monde 2” e “Livres Hebdo”. Le cose umane è il suo undicesimo romanzo; vincitore del Prix Interallié e del Prix Goncourt des Lycéens 2019 è in corso di traduzione in 12 lingue e ha venduto oltre 300.000 copie in Francia. Da questo romanzo il regista Yvan Attal ha tratto l’omonimo film con Charlotte Gainsbourg, Matthieu Kassovitz e Pierre Arditi, selezionato per la settantottesima Mostra del Cinema di Venezia. Leggi tutto…

Elena Ferrante vince il premio Belle van Zuylen

A Elena Ferrante il premio Belle van Zuylen dell’International Literature Festival  di Utrecht per l’insieme della sua opera

Giovedì 23 settembre Elena Ferrante sarà protagonista della tredicesima conferenza Belle van Zuylen dell’ILFU, l’International Literature Festival di Utrecht.

 * * *

Durante l’evento Elena Ferrante verrà insignita dell’anello Belle Van Zuylen, uno dei più prestigiosi riconoscimenti letterari dei Paesi Bassi, che verrà consegnato ad Ester Hueting in rappresentanza delle Edizioni e/o. Negli anni passati il premio è stato assegnato a importanti autrici del panorama letterario mondiale come Margaret Atwood, Chimamanda Ngozi Adichi e Jeanette Winterson.

Le parole con cui la giuria del premio Belle van Zuylen ha motivato la sua scelta: Leggi tutto…

MICHELE PLACIDO interpreta ARNOLDO MONDADORI nella docu-fiction ‘Arnoldo Mondadori’

MICHELE PLACIDO È ARNOLDO MONDADORI NELLA DOCU-FICTION “ARNOLDO MONDADORI”

Michele Placido sarà Arnoldo Mondadori nella docu-fiction “Arnoldo Mondadori”, prodotta da Gloria Giorgianni per Anele in collaborazione con Rai Fiction, in onda prossimamente su Rai1, le cui riprese sono iniziate a Roma per proseguire sul Lago Maggiore e a Torino. 

 * * *

Una docu-fiction da 90’ diretta da Francesco Miccichè che ripercorre la storia esemplare del pioniere dell’industria editoriale italiana, un “self made man”, figlio di un ciabattino di Ostiglia, che con la sua straordinaria visione imprenditoriale ha creato una delle più importanti industrie culturali d’Europa, partendo da un grande sogno: portare i libri e la lettura nelle case di tutti gli italiani. Leggi tutto…

Doppio riconoscimento per Elisabetta Sgarbi: Premio San Valentino e Premio Franco Enriquez

Due Premi in due giorni per Elisabetta Sgarbi: Premio San Valentino ‘Un gesto d’amore’ e Premio Nazionale Franco Enriquez 2021

* * *

Doppio riconoscimento per Elisabetta Sgarbi: regista, editrice de La Nave di Teseo e direttrice de La Milanesiana.

Il primo è stato conferito ieri, 29 agosto. Si tratta del Premio San Valentino ‘Un gesto d’amore’, tributato dal Comune di Terni a Elisabetta Sgarbi in quanto “presenza tra le più significative nel panorama della cultura italiana contemporanea, regista di rara sensibilità, autrice di importanti sceneggiature cinematografiche” che “con La nave di Teseo è riuscita a coniugare la modernità con la dignità d’un linguaggio letterario che non volta mai le spalle ai valori della tradizione“. Nell’albo d’oro del Premio San Valentino figurano personaggi del mondo della politica, della cultura e dell’economia quali Ibrahim Rugova, Michail Gorbaciov, Paul Batty e John Fitzgerald Kennedy Jr. La consegna del Premio avrà luogo oggi a Carsulae (Terni). Leggi tutto…

OMAGGIO A GAIA SERVADIO

È morta all’età di 83 anni la giornalista e scrittrice Gaia Servadio (Padova, 1938 – Roma, 20 agosto 2021).

La ricordiamo in questa pagina riproponendo il nostro servizio dedicato al volume “MOZIA. Fenici in Sicilia” di Gaia Servadio (Feltrinelli) con recensione e intervista all’autrice a cura di Daniela Sessa

 * * *

Approfondimenti: la Repubblica, Il Corriere della Sera, SkyTg24, Il Sole24Ore, Il Foglio

 * * *

MOZIA. Fenici in Sicilia” di Gaia Servadio (Feltrinelli)

L’intervista. “I Fenici erano un popolo fantasioso”: Gaia Servadio, Mozia e altre storie.

a cura di Daniela Sessa

* * *

Quello che colpisce di Gaia Servadio sono gli occhi da gatta. Non è solo il colore di un verde trasparente e striato di viola. È quel guizzo ironico e nient’affatto dolce di una donna che ne ha viste tante, ne ha raccontate tante. “Io ho incontrato tutti”: mi dice con un pizzico d’orgoglio e con uno sguardo schietto, citando le persone che ha incontrato nella sua gaia vita e, credeteci, citarle sarebbe un elenco troppo lungo. Leggi tutto…

In anteprima a Venezia, il nuovo ‘piccolo’ film di Elisabetta Sgarbi (sulle note di “La nave sul monte” degli Extraliscio)

L’8 SETTEMBRE IN ANTEPRIMA A VENEZIA IL NUOVO PICCOLO FILM DI ELISABETTA SGARBI SULLE NOTE DEL BRANO “LA NAVE SUL MONTE” DEGLI EXTRALISCIO

Evento speciale promosso da Isola Edipo in accordo con le Giornate degli Autori nell’ambito della 78sima MOSTRA DEL CINEMA DI VENEZIA – 8 settembre, h. 19

 * * *

[Leggi l’intervista di Massimo Maugeri a Elisabetta Sgarbi: “Gli Extraliscio, tra Sanremo e il nuovo album”]

* * *

Arriva In anteprima l’8 settembre a Venezia il nuovo ‘piccolo’ film in due capitoli di ELISABETTA SGARBI sulle note del brano “La nave sul monte” degli Extraliscio (Mirco Mariani, Moreno il Biondo e Mauro Ferrara), canzone estratta dal loro album “È bello perdersi” (Betty Wrong Edizioni Musicali / Sony Music).

Il filmino “La nave sul monte” verrà proiettato durante l’evento speciale promosso da Isola Edipo in accordo con le Giornate degli Autori, nell’ambito della 78a MOSTRA INTERNAZIONALE D’ARTE CINEMATOGRAFICA Di VENEZIA (ore 19.00). Leggi tutto…

IL MIRACOLO DELLA MADONNA DELLE LACRIME DI SIRACUSA IN UN FUMETTO

La Lacrimazione della Madonna a Siracusa è stata rappresentata in un fumetto che sarà presentato nell’ambito delle attività scelte per la celebrazione del 68mo anniversario dell’evento.

La presentazione del fumetto avverrà il prossimo 27 agosto, al termine della Celebrazione Eucaristica delle ore 19, sul sagrato della Cripta, nella piena osservanza di tutte le regole anticontagio. Sarà presente l’Arcivescovo di Siracusa, Mons. Francesco Lomanto, che ha seguito i lavori della composizione del fumetto e ha curato la prefazione allo stesso (qui, la lettera dell’Arcivescovo e il Programma del 68° Anniversario della Lacrimazione).
La scrittrice Simona Lo Iacono ne parla con il Rettore del Santuario, Don Aurelio Russo

* * *

di Simona Lo Iacono

Una storia di fede che balza dalle figure di un fumetto e traduce le atmosfere, le paure, l’incanto e lo stupore provati dai Siracusani 68 anni fa.
Era un agosto rovente come quello che viviamo in questi giorni, e una mamma in attesa si sventagliava senza tregua sul proprio letto, ai piedi di un quadretto semplice, di gesso, un regalo di nozze che riproduceva una Madonna con una manina sul cuore. Stava male, Antonina Lucia Giusto, maritata Iannuso. La creatura che custodiva nel grembo non le dava tregua e una tossicosi gravidica l’aveva quasi privata della vista.
Quando, improvvisamente, verso le prime ore del mattino, la vista sembrò tornarle e consentirle di vedere – con sbigottimento – che dallo sguardo della Madoninna sgorgavano lacrime. Leggi tutto…

ADDIO A PIERA DEGLI ESPOSTI

È morta, all’età di 83 anni, la grande attrice italiana Piera Degli Esposti (Bologna, 12 marzo 1938 – Roma, 14 agosto 2021). Le dedichiamo questa pagina

 

* * *

Approfondimenti su: la Repubblica, Il Corriere della Sera, Ansa, La Stampa, Il Fatto Quotidiano, Libero Quotidiano, Rai News, SkyTg24 

* * *

Piera Degli Esposti (Bologna, 12 marzo 1938 – Roma, 14 agosto 2021) è stata un’attrice italiana.

Formatasi in gruppi sperimentali, Piera Degli Esposti si è imposta tra il 1969 e il 1976 al Teatro Stabile dell’Aquila, lavorando con registi come Antonio Calenda (Operetta di Witold Gombrowicz, 1969), Aldo Trionfo (Arden di Feversham di anonimo elisabettiano, 1971) e Giancarlo Cobelli (La pazza di Chaillot di Jean Giraudoux, 1972; La figlia di Iorio di Gabriele D’Annunzio, 1973; Antonio e Cleopatra di William Shakespeare, 1974).
La sua carriera inizia nel Teatro dei 101 diretto da Antonio Calenda, dove muove i primi passi insieme ad altri ragazzi che diverranno pilastri del teatro italiano come Nando Gazzolo e Gigi Proietti. Nel 1966 avviene il suo esordio in TV con uno sceneggiato di grande successo, Il conte di Montecristo. La sua carriera cinematografica inizia invece l’anno successivo con il film Trio per la regia di Gianfranco Mingozzi, a cui seguirà Questi fantasmi di Renato Castellani. Leggi tutto…

Sarà Claudia Durastanti la nuova curatrice de La Tartaruga

Sarà Claudia Durastanti a curare La Tartaruga, storica casa editrice fondata da Laura Lepetit nel 1975

[La Tartaruga fa parte del Gruppo Editoriale de La nave di Teseo]

Di seguito le dichiarazioni di Elisabetta Sgarbi e Claudia Durastanti
 

 * * *

“Da diversi mesi ragionavano con Mario Andreose e Eugenio Lio sulla necessità di restituire una identità autonoma alla Tartaruga, di vera e propria casa editrice, che facesse tesoro della sua storia ma che fosse in grado di parlare a nuovi lettori e, nello stesso tempo fosse distinta, nella sua proposta editoriale, da La nave di Teseo, pur dialogando con essa. Leggi tutto…

LA MILANESIANA, la Mostra “Mario Cavaglieri” a Venezia e “Ecce Caravaggio” di Vittorio Sgarbi

L’arte di Mario Cavaglieri giunge a Venezia grazie alla Milanesiana. In libreria, “Ecce Caravaggio” di Vittorio Sgarbi

Fino al 2 settembre, a Venezia, una mostra dedicata a Mario Cavaglieri con opere provenienti dalla Collezione Cavallini-Sgarbi

Segnaliamo l’articolo di Vittorio Sgarbi pubblicato su “Il Giornale”, con il titolo “Cavaglieri, l’arte difficile di essere un vero dandy”

 * * *

Lunedì 9 agosto, nell’ambito dell’evento conclusivo della parte estiva della Milanesiana 2021, il festival diretto da Elisabetta Sgarbi, presso il Ca’ Sagredo Hotel in Campo S. Sofia, a Venezia, si è svolta l’inaugurazione della mostra “Mario Cavaglieri. Alla ricerca del tempo perduto” con la partecipazione della stessa Elisabetta Sgarbi, di Vittorio Sgarbi, di Nuccio Ordine e di Lorenza Lain. La mostra sarà disponibile fino al 2 settembre a Ca’ Sagredo, Venezia, di Lorenza Lain. Leggi tutto…

LA CITTÀ NERA e UNA RAGGIANTE CATANIA di Domenico Trischitta (intervista)

“La città nera” e “Una raggiante Catania” di Domenico Trischitta (Algra): intervista all’autore

I due libri saranno presentati martedì 10 agosto alle 18.30, presso Catania libri, viale Regina Margherita 2, Catania. Con l’autore saranno presenti Orazio Caruso (uno dei curatori della collana assieme a Maria Rita Pennisi) e l’editore Alfio Grasso

 * * *

di Massimo Maugeri

Lo scrittore Domenico Trischitta torna in libreria con ben due volumi pubblicati da Algra: una nuova edizione di “Una raggiante Catania” (con prefazione inedita di Manlio Sgalambro) e “La città nera” (con nota di Giuseppe Pontiggia).
Ho avuto il piacere di discuterne con lui nell’ambito di questa intervista…

– Caro Mimmo, cosa significa per te tornare in libreria con ben due libri dedicati alla tua/nostra Catania?
Non ti nascondo che è una grande emozione dopo cinque anni di silenzio, avevo messo in discussione me stesso, le ragioni della scrittura. Poi il lockdown paradossalmente mi ha restituito nuova linfa, nuove motivazioni. La nostra città è una provincia anomala, caratterizzata da molte contraddizioni, che io ho vissuto nel pieno della mia formazione, nella strada ma anche nelle aule universitarie, tra sconvolgimenti politici e musicali. Tutte ragioni che mi hanno spinto a raccontarla da un avamposto periferico, privilegio creativo per il parto liberatorio di “Una raggiante Catania” e ora, finalmente de “La città nera”, fulgore giovanile e impetuoso che rientra a pieno titolo nella mia personale trilogia catanese.

– Ripartiamo dall’inizio. Parlaci del tuo intero progetto letterario dedicato a Catania. Come è nato? E come si è sviluppato? Leggi tutto…

VOGLIA DI LIBRI di Mario Andreose (La nave di Teseo) – Andreose vince il premio NotoCultura per l’editoria

Mario Andreose si aggiudica il Premio Letterario Internazionale NotoCultura per l’editoria. Sarà premiato il 4 agosto a Noto, presso il Convitto delle Arti di Corso Vittorio Emanuele 91, h. 18:30

Gli altri premiati: Roberto Andò (per la narrativa e la regia) e Donatella Finocchiaro (per lo spettacolo)

Pubblichiamo, di seguito, un estratto del nuovo libro di Mario Andreose, “Voglia di libri” (La nave di Teseo), di cui anticipiamo la scheda

 * * *

Dopo Uomini e libri (2015), vincitore del premio Estense, del premio Biella della Giuria e del premio Rhegium Julii per la Saggistica, Mario Andreose ritorna, con il suo piglio narrativo, ai vagabondaggi tra editoria e letteratura di una lunga, inimitabile carriera. Il declino di imperi editoriali, visto dietro le quinte, in contrasto con il nascere di nuove coraggiose realtà, le storie di capolavori riproposti, assieme a protagonisti quali Joyce, T.S. Eliot, Warburg, Moravia, Sciascia, Eco, Lévi-Strauss, Tondelli e Woody Allen, sono tra gli ingredienti di un libro che si può aprire con gusto a ogni pagina.

“Tutti si chiedono, non solo noi editori, se il nostro modo di lavorare si sia ormai avviato a un punto di non ritorno, aggrappati a computer e telefonini, protagonisti involontari, a distanza, di una mutazione genetica in atto. Il libro per fortuna rimane, come diceva Umberto Eco, uno strumento indispensabile, al pari della ruota e del cucchiaio.” Leggi tutto…

DAREIDE di Ippolita Luzzo (pezzi su Domenico Dara dal regno della litweb)

Pubblichiamo la prefazione, firmata da Domenico Dara, del volume “DAREIDE: pezzi su Domenico Dara dal regno della litweb” di Ippolita Luzzo (Citta del Sole Edizioni), preceduta da uno stralcio dell’introduzione

 * * *

La Dareide di Dara, la raccolta dei pezzi già pubblicati sul blog Il Regno della Litweb“, scrive Ippolita Luzzo nella sua introduzione al volume, “nasce subitanea nel 2018, nello sfogliare il libro Pezzi e non trovare nemmeno un pezzo di Domenico. Il “di” è voluto ed è sorridente.
Annuncio più volte nel corso di questi due anni la raccolta, aspettando la stagione delle messi e, durante il dicembre 2020, sembra che tutti i pezzi mi spingano a vincere la pigrizia e a farli uscire. Prepotentemente. Chiedo il conforto di Domenico, di Rosy, di Antonella che lo pubblicherà, e pronti via, sul nastro di partenza siamo. Usciamo, anzi escono loro, i pezzi, perché noi non possiamo per il momento.
E uscendo ci diranno cosa vuol dire leggere, cosa vuol dire scrivere, cosa vuol dire incontrarsi, quale esigenza abbiamo tutti di sorriderci e toccarci, di avere la stima degli altri, di stimare a nostra volta, di entrare in relazione uno con gli altri con un libro in mano. Leggi tutto…

BUONA ESTATE

LetteratitudineNews va in pausa per qualche giorno. Vi auguriamo buona prosecuzione di vacanze (per chi è già in vacanza) e buone letture

Buona estate da Letteratitudine

Leggi tutto…

PAOLO BORSELLINO, anno 2021 (per non dimenticare)

PAOLO BORSELLINO (Palermo, 19 gennaio 1940 – Palermo, 19 luglio 1992)

Leggi tutto…

VIRITÀ di Giusy Sciacca (recensione)

“Virità, femminile singolare-plurale”di Giusy Sciacca (Kalòs)

 * * *

di Emma Di Rao

Se l’isola di Sicilia è “la meravigliosa terra della fecondità e della floridità”, come si legge nell’Introduzione di “Virità” di Giusy Sciacca, edito da Kalòs, anche le parole cui l’autrice ricorre per veicolare tale immagine risultano altrettanto feconde di promesse e floride di traboccante bellezza. E l’isola diviene così la splendida cornice in cui vengono incastonati gli struggenti monologhi ai quali venti personaggi femminili affidano le loro verità. Pronunciate con estremo coraggio e sottratte a una trama più ampia ed oscura, quelle piccolissime schegge di verità, quelle particelle minimali di vita, divengono simili a meteore che attraversano l’orizzonte informe dell’insignificanza, accendendolo di luce.
Ognuna delle figure che affollano le pagine di “Virità” nutre infatti un unico, irrinunciabile desiderio: condensare l’arco temporale della propria esistenza in un momento rivelatore, in un palpito segreto, che la emancipi dai ferrei vincoli imposti dall’apparenza o da un’anonima collettività. Mormorare con un filo di voce o gridare a perdifiato la propria verità è anche riconquista di un modo d’essere autentico e ancora intatto, troppo a lungo sepolto sotto la coltre dell’ignoranza e del pregiudizio. Leggi tutto…

VOCI: i podcast de Il Saggiatore

Nasce Voci: la piattaforma di produzione podcast de il Saggiatore

https://64.media.tumblr.com/68a92305e43d0fafc8263189d78f0908/0bebab014b21af36-2f/s1280x1920/6fea19306b4b046976d3781ca8655cc331c50999.jpg

 

Dal 5 luglio disponibile il primo podcast “Il mondo come meditazione” di Chandra Candiani

 * * *

Che ruolo ha un editore oggi? La sua visione si limita solo al mondo dei libri o può spingersi oltre? Leggi tutto…

PREMIO GRIFO 2021

Premio Grifo 2021: prima edizione. La premiazione si svolgerà a Palazzo Nicolaci Noto (SR) il 10 luglio alle ore 21

* * *

È tutto pronto per la prima edizione del Premio Grifo, che unisce la realtà calabra a quella siciliana tramite il connubio di due associazioni culturali, Piazza Dalì e Altera Domus, costituita sotto l’egida del Comune di Noto.
Il 10 luglio alle ore 21, Palazzo Nicolaci si veste di una nuova luce per accogliere un premio inedito fortemente voluto dai suoi ideatori come espressione di un riconoscimento all’arte intesa nelle sue sfumature più ampie, per accogliere personalità eccellenti che si sono distinte nel campo dell’arte, dello spettacolo, del giornalismo, della moda, del cinema, del teatro. Leggi tutto…

Categorie:Articoli e varie

EDITH BRUCK nuova Vicepresidente della Società Dante Alighieri

L’italiano è la mia famiglia, la mia casa”, dice Edith Bruck in occasione della sua nomina come Vicepresidente della Società Dante Alighieri

Roma, 23 giugno 2021 – Con la nomina a Vicepresidente della Società Dante Alighieri della scrittrice ungherese Edith Bruck, finalista al Premio Strega con il libro Il pane perduto, Andrea Riccardi ha dato il via al nuovo corso dell’antica istituzione preposta alla diffusione della lingua italiana nel mondo.  Leggi tutto…

BOOKCITY 2021: i consumi culturali ai tempi di Covid-19

Bookcity

I consumi culturali ai tempi di Covid-19: con Giulia Cogoli, Luca Formenton, Guido Guerzoni, Ricardo Franco Levi, Piergaetano Marchetti, Fabrizio Paschina, Giovanni Peresson 


Leggi tutto…

PREMIO STREGA 2021: i cinque finalisti e il vincitore del Premio Strega Giovani

I finalisti del Premio Strega 2021 e il vincitore del Premio Strega Giovani 2021

immagine per I finalisti del Premio Strega 2021 e il vincitore del Premio Strega Giovani 2021

Sono Emanuele Trevi, Edith Bruck, Donatella Di Pietrantonio, Giulia Caminito e Andrea Bajani i cinque finalisti dell’edizione 2021 del Premio Strega. Edith Bruck è la vincitrice del Premio Strega Giovani
Leggi tutto…

Edith Bruck vince il Premio Strega Giovani 2021

È Edith Bruck la vincitrice del Premio Strega Giovani 2021

Benevento 10 06 2021 Edith Bruck, Premio Strega Giovani 2021
©Musacchio, Ianniello & Pasqualini

* * *

Edith Bruck con il romanzo Il pane perduto  (La nave di Teseo) è la vincitrice dell’ottava edizione del Premio Strega Giovani, promosso dalla Fondazione Maria e Goffredo Bellonci e da Strega Alberti con il contributo della Camera di Commercio di Roma e in collaborazione con BPER Banca. La Vincitrice è stata annunciata in apertura della diretta dal Presidente della Camera dei Deputati Roberto Fico, collegato da remoto, rispettando la tradizione che negli anni precedenti ha visto svolgersi la cerimonia di proclamazione sempre a Palazzo Montecitorio. È stato Giuseppe D’Avino, presidente di Strega Alberti Benevento a consegnare il premio. Leggi tutto…

LA ZECCA ITALIANA CONIA UNA MONETA DEDICATA A GRAZIA DELEDDA NEL 150° ANNIVERSARIO DELLA NASCITA

Il 150° anniversario della nascita della scrittrice Grazia Deledda (1871-1936) celebrato con il conio di una moneta in argento

 * * *

imageRoma, 10 giugno 2021 – Una moneta in argento, emessa oggi dal Ministero dell’Economia e delle Finanze nell’ambito della Collezione Numismatica 2021 e coniata dalla Zecca italiana, celebra il 150° anniversario della nascita della scrittrice nuorese Grazia Deledda (1871-1936). Leggi tutto…

C’ERA UNA VOLTA A HOLLYWOOD di Quentin Tarantino – esce il 1° luglio per La nave di Teseo

“C’era una volta a Hollywood” di Quentin Tarantino (La nave di Teseo)

* * *

Ecco la copertina del primo, attesissimo romanzo del regista americano. Diversa dalle altre edizioni nel mondo e molto apprezzata dallo stesso Tarantino.

Il romanzo (uscita in contemporanea mondiale) sarà in libreria dal 1° luglio per i tipi de La nave di Teseo. I diritti sono stati venduti in 25 Paesi.

In libreria anche la nuova edizione di Pulp fiction,
la sceneggiatura del capolavoro con cui vinse la Palma d’Oro e il premio Oscar.

 * * *

“Sono felice e onorata – dichiara Elisabetta Sgarbi, Publisher della Nave di Teseo – di annunciare la pubblicazione del romanzo di Quentin Tarantino, C’era una volta a Hollywood con La nave di Teseo. Leggi tutto…

Premio saggistica “Città delle Rose” 2021 – Sezione italiana vince: Andrea Gentile con “Apparizioni”

Premio saggistica “Città delle Rose” – XIX edizione – Sezione italiana vince: Andrea Gentile con “Apparizioni” (Edizione Nottetempo). Premiazione a Roseto degli Abruzzi il 26 giugno

* * *

Giunto alla XIX edizione quest’anno, il Premio di saggistica italiano “Città delle rose” nella sezione Saggistica autore italiano premia Andrea Gentile con l’assegnazione del riconoscimento il 26 giugno a Roseto degli Abruzzi.

Apparizioni, il libro premiato ed edito da Nottetempo nelle apparizioni stesse consegna a lettori e lettrici il luogo di ciò che appare e crea mutamento, quel novero di esperienze che hanno bisogno di consapevolezza come di capacità di contemplazione nel presente, quando le cose accadono. “Il campo d’elezione delle apparizioni, allora, è quello artistico, perché la letteratura, il cinema, la musica, l’arte sono apparizioni. Spaziose, meditative, contemplative, possono raccontare un’altra storia e andare nell’“altra direzione”. Leggi tutto…

Al cinema EXTRALISCIO. PUNK DA BALERA di Elisabetta Sgarbi

Il nuovo film di Elisabetta Sgarbi EXTRALISCIO. PUNK DA BALERA il 14-15-16 giugno a cinema in tutta Italia come evento speciale Nexo Digital all’interno del programma di La Milanesiana. Ideata e diretta da Elisabetta Sgarbi

https://64.media.tumblr.com/8ca1759c97c15d5e72e5d92f643ea0d3/b223d3c0f5e643f4-ef/s1280x1920/fd443ad069533b969c06c8b2f9293448d681a73b.jpg

Leggi tutto…

La tragedia dei migranti: l’intervento della scrittrice Maria Grazia Calandrone al TG3 del 25.5.2021

La scrittrice Maria Grazia Calandrone interviene al TG3 del 25.5.2021 (delle h. 19) sulla tragedia dei migranti e contro l’assuefazione e l’indifferenza che potrebbero avvolgerci
Leggi tutto…

I QUANTI della Einaudi: una collana, una rivista, un laboratorio

I QUANTI Einaudi: un nuovo progetto di editoria digitale

 * * *

I quanti sono le particelle fondamentali dell’universo, l’informazione minima le cui infinite combinazioni vanno a comporre gli atomi, le molecole e tutto il resto. In una parola: la realtà. Abbiamo bisogno di conoscere, scoprire e capire una realtà mai come oggi confusa e oscura. Abbiamo bisogno di smontarla e osservarla nei suoi elementi fondamentali.

È per rispondere a questa esigenza che nascono i Quanti Einaudi, un progetto editoriale inedito sia nella forma che nei contenuti: una collana/rivista nuova per i tempi nuovi che stiamo vivendo. Leggi tutto…

L’intervento del Presidente Mattarella alla cerimonia commemorativa per le ricorrenze delle stragi di Capaci e di Via d’Amelio

Intervento del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella alla cerimonia commemorativa in occasione dell’anniversario delle stragi di Capaci e di Via d’Amelio

Il Presidente Sergio Mattarella durante il suo intervento in occasione della cerimonia commemorativa dell’anniversario delle stragi di Capaci e di Via d’Amelio.

Mattarella a Palermo ricorda le stragi di Capaci e di Via d’Amelio

Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella si è recato a Palermo in occasione dell’anniversario delle stragi di Capaci e di Via d’Amelio. Il Presidente Mattarella è intervenuto alla cerimonia commemorativa che si è svolta nell’Aula Bunker del carcere dell’Ucciardone, nel corso della quale hanno preso la parola: Maria Falcone, Presidente della Fondazione Falcone; Luciana Lamorgese, Ministro dell’interno; Marta Cartabia, Ministro della giustizia; Lamberto Giannini, Capo della Polizia-Direttore generale della pubblica sicurezza; Patrizio Bianchi, Ministro dell’istruzione.

Leggi tutto…

23 maggio 1992 – 23 maggio 2012: GRAZIE, GIOVANNI

PREMIO VIAREGGIO–RÈPACI 2021: a Roberto Benigni il Premio Speciale Città di Viareggio

PREMIO VIAREGGIO – RÈPACI 2021 – 92° EDIZIONE

 

A Roberto Benigni il Premio Speciale Città di Viareggio

 * * *

imageSarà il regista, attore e sceneggiatore Roberto Benigni – alla vigilia del Leone d’oro alla carriera che gli verrà conferito alla 78. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica – a ricevere il Premio Speciale Città di Viareggio che gli verrà consegnato nel corso della serata finale del Viareggio – Rèpaci 92° edizione prevista il 28 agosto 2021 a Viareggio.

L’antico legame affettivo di Roberto Benigni con la cittadina toscana raccontato anche nel suo film vincitore di tre premi Oscar® “La vita è bella” (1997), riceve un tributo che raggiunge il suo massimo valore simbolico nell’anno delle celebrazioni dantesche con un’assegnazione decisa dal Sindaco Giorgio Del Ghingaro insieme al Presidente del premio Paolo Mieli. Leggi tutto…

OMAGGIO A FRANCO BATTIATO: All’ombra della luce

Pubblichiamo, come omaggio a Franco Battiato (che ci ha lasciati oggi), questo contributo del poeta e scrittore Sebastiano Bulgaretta tratto dal suo volume “Alle soglie del témenos”

* * *

All’ombra della luce

di Sebastiano Burgaretta

Difendimi dalle forze contrarie/…quando il mio percorso si fa incerto/…e non mi abbandonare mai./ Riportami nelle zone più alte/ in uno dei tuoi regni di quiete. Solo qualche anno, allorché avvenne il nostro primo incontro, era passato da quando aveva scritto e pubblicato questa sublime preghiera, che è pure diventata mia preghiera costante lungo il tempo. Ci incontrammo nel febbraio del ’94, quando, previo contatto telefonico, andai a trovarlo a Milo, per invitarlo a tenere una relazione al Convegno “Gli orizzonti di Giufà”, che si sarebbe tenuto a Noto alla fine del successivo aprile. Fu molto cordiale nell’accoglienza che fece a me e a chi mi accompagnava, Giovanni Di Maria, curatore del Convegno, che a me si era rivolto per contattarlo, e Dario, mio figlio, allora sedicenne.

Nelle battute preliminari si meravigliò lì per lì compiaciuto del fatto che, gli dissi, conoscevo la sua produzione sin dalle incisioni di Fetus e Pollution, anche se mostrò subito di considerare queste due incisioni cose del suo passato, che s’era lasciato dietro come superate e lontane da ciò che ormai artisticamente egli era. Passando al motivo del nostro incontro, dopo averci attentamente ascoltato, accettò con entusiasmo l’invito e poi ci intrattenne per più di un’ora in una interessante conversazione che toccò vari argomenti. Leggi tutto…

È Vibo Valentia la Capitale italiana del libro per il 2021

Vibo Valentia: Capitale italiana del libro per il 2021

Il Ministro Dario Franceschini: Una bellissima competizione

 * * *

“È Vibo Valentia la Capitale italiana del libro per il 2021. È stata proclamata all’unanimità”. Lo ha comunicato in diretta zoom il ministro della cultura, Dario Franceschini al termine della selezione svolta da una giuria di esperti presieduta da Romano Montroni. “Una bellissima competizione: 23 città, 6 finaliste, una vincitrice. Tutti insieme per sostenere il libro e la lettura. Dopo Chiari e Vibo Valentia, seguiranno per tanti e tanti anni altre città. La Capitale del libro nasce dall’esperienza molto importante della Capitale italiana della Cultura che ha mostrato nelle diverse edizioni la capacità della cultura di
mettere in moto meccanismi virtuosi” ha dichiarato il ministro Franceschini dopo aver letto le motivazioni della scelta. Leggi tutto…

EDITH BRUCK riceve l’onorificenza di Cavaliere di Gran Croce dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana

Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha ricevuto questa mattina al Quirinale Edith Bruck alla quale ha conferito l’onorificenza di Cavaliere di Gran Croce dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana

Dopo la calorosa visita del Pontefice, Papa Francesco, un’altra bella notizia legata all’ultimo libro di Edith Bruck, candidato alla LXXV edizione del Premio Strega.

Ne approfittiamo per riproporre l’ascolto della puntata radiofonica di Letteratitudine, curata e condotta da Massimo Maugeri (e trasmessa da Radio Polis), dedicata al romanzo di Edith Bruck”Il pane perduto” (La nave di Teseo) con ospite la stessa autrice.

Di seguito, il video dell’incontro tra il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ed Edith Bruck e le dichiarazioni di Elisabetta Sgarbi (direttore editoriale de La nave di Teseo)

Leggi tutto…

25 APRILE 2021: l’Intervento del Presidente Mattarella alla Cerimonia in occasione del 76° anniversario della Liberazione

L’intervento del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella alla Cerimonia in occasione del 76° anniversario della Liberazione

Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella in occasione del suo intervento alla cerimonia del 76° Anniversario della Liberazione

* * *

Palazzo del Quirinale, 25/04/2021

Rivolgo un saluto ai Presidenti del Senato, della Camera, del Consiglio, della Corte Costituzionale. Ai rappresentanti dell’Anpi e delle Associazioni combattentistiche e partigiane e d’arma.

Sono passati settantasei anni da quando – il 25 aprile del 1945 – la voce di Sandro Pertini lanciava, dai microfoni Radio Milano Liberata, a nome del Comitato di Liberazione Nazionale Alta Italia e del Corpo Volontari della Libertà il proclama di insurrezione nazionale contro le truppe nazifasciste.

Una data simbolica della guerra di Liberazione, scelta dalla Repubblica Italiana per ricordare la conclusione del conflitto sanguinoso, la fine della brutale e spietata occupazione nazista, il crollo definitivo del fascismo. Leggi tutto…

ALLE SOGLIE DEL TÉMENOS di Sebastiano Burgaretta

“Alle soglie del témenos” di Sebastiano Burgaretta (Le Fate Editore)

Pubblichiamo un contributo critico di di Doroty Armenia dedicato al nuovo volume di Sebastiano Burgaretta, edito da Le Fate, intitolato “Alle soglie del témenos“. A seguire, un estratto del libro

* * *

QUAL DENSO SCIAME AVVOLTO IN FITTO VOLO di Doroty Armenia  

…quae cum se extulit et ostendit suum lumen

et idem aspexit agnovitque in alio,

ad id se admovet vicissimque accipit illud,

quod in altero est; ex quo exardescit

sive amor sive amicitia.[1]

  1. T. Cicerone, Laelius de amicitia.

 

 

Nel cuore del mito più tragico e oscuro, nella parabola infera dell’antieroe greco per antonomasia, la cui colpa giovanile sprofonda un’intera città nella rovina, ecco penetrare una nota di luce che reca i colori dei fiori di satra, il timo selvatico, e la trasparente dolcezza del miele ibleo, cantato da poeti e prosatori, dai tempi dell’antica Grecia fino ai nostri giorni: nell’Œdipus di Lucio Anneo Seneca, cui il titolo di questa nota fa riferimento, il cieco indovino Tiresia scende nel regno di Ade insieme a Creonte, per attingere lume di verità sulle ragioni delle disgrazie tebane, dalla stessa bocca di Laio; questi accorre al richiamo del vate insieme ad una moltitudine di ombre, tanto numerosa da superare, nel paragone del poeta latino, tutti i fiori dell’Ibla e le api che attorno vi sciamano, volando in fitto nugolo ravvolto[2]. Leggi tutto…

Taobuk 2021: dal Mediterraneo il nuovo patto per l’Europa

TAOBUK 2021: il nuovo patto per l’Europa parte dal Mediterraneo

Nelle ore in cui si progetta la ripresa, «Taobuk Festival – annuncia la Presidente Antonella Ferrara – lancia un segnale forte dal microcosmo della cultura, confermando le sue date in presenza dal 17 al 21 giugno a Taormina».

 * * *

Focus sulla Metamorfosi di Europa, tema della 2^ Conferenza di Messina e Taormina presentata oggi: «dobbiamo trasformare la struttura oppressiva dell’Unione in qualcosa di molto diverso e, sperabilmente, di autenticamente solidale», auspica lo storico Luciano Canfora. Mentre l’editorialista britannico Bill Emmott, chair della 2^ Europe Conference di Taobuk, commenta: in Europa è mancata la strategia di produzione dei vaccini, ma dagli errori si può imparare per ripartire. La Conferenza di Taobuk potrà dare idee e risposte tempestive per la costruzione di un’Europa migliore». Leggi tutto…