Archivio

Archive for the ‘Eventi’ Category

SALONE INTERNAZIONALE DEL LIBRO DI TORINO 2018: il bilancio dell’edizione

31° Salone Internazionale del Libro di Torino. Il Salone 2018, un primo bilancio

Salone Internazionale del Libro di Torino 2018

Anzitutto i numeri: 144.386 visitatori unici al Lingotto contro i 143.815 del 2017, cui vanno aggiunti i 26.400 al Salone Off contro i 25.000 del 2017. Per un totale di 170.786 visitatori. Poi le date: il 32° Salone si terrà da giovedì 9 a lunedì 13 maggio 2019. E naturalmente il bilancio dell’edizione appena conclusa e gli scenari per il futuro. Sono i temi toccati nella conferenza stampa di chiusura del 31° Salone, lunedì 14 maggio alle 17.30 in Sala Azzurra, alla quale hanno partecipato il Presidente della Cabina di Regia Massimo Bray, la Sindaca di Torino Chiara Appendino, l’Assessora alla Cultura della Regione Piemonte Antonella Parigi che ha portato il saluto del presidente Sergio Chiamparino convalescente per un intervento chirurgico, e il Direttore editoriale del Salone, Nicola Lagioia.

pressconf2018

 * * *

Il video della conferenza stampa di chiusura

Di seguito, tutti i dati e le conclusioni finali sull’edizione 2018 del Salone Internazionale del Libro di Torino

* * *

Bray: il Salone, bene comune Leggi tutto…

Annunci

RIVOLUZIONI A FONDO PERDUTO? – un progetto di Evelina Santangelo e Paola Caridi

RIVOLUZIONI A FONDO PERDUTO? è il primo appuntamento di Città Crudeli?, uno dei contenitori tematici del Panormos International Weeks, un progetto ideato e concepito da Evelina Santangelo e Paola Caridi in collaborazione con il Cinema Rouge et Noir di Palermo.

Dal 15 al 17 maggio una serie di incontri, approfondimenti e proiezioni che, prendendo le mosse dalla Storia, arrivano al ’68 e si proiettano verso il futuro: dal Novecento raccontato da Bertolucci al 1968 e al 1977, dalla rivoluzione di Piazza Tahrir alla «rivoluzione più lunga», quella del femminismo. 

 * * *

Risultati immagini per evelina santangelo letteratitudine«Non si tratterà di un festival», hanno spiegato Evelina Santangelo (nella foto) e Paola CaridiLetteratitudine,  «ma di settimane della cultura della città-tutto-porto, immaginate come un sistema di moli  in cui approdano o da cui partono idee e ragionamenti su temi sensibili della contemporaneità. Allo stesso tavolo, indagine scientifica e immaginazione, cultura politica, cinema e letteratura. La cultura va radicata nel tempo, indagata nella sua poliedricità, e seminata intessendo trame di relazioni con realtà con cui condividere visioni e pratiche. Gli appuntamenti di maggio, dal 15 al 17, sono dunque l’inizio di un percorso che si propone di riunire e promuovere buone pratiche di condivisione. Il Panormos International Weeks vorrebbe essere infatti anche un aggregatore di tante realtà che a vario titolo e con tenacia seminano Cultura o hanno la lungimiranza di sponsorizzarla e promuoverla».
* * *

Rivoluzioni a Fondo Perduto?, assieme alle ideatrici Paola Caridi ed Evelina Santangelo, e al Rouge et Noir, vede la partecipazione e la collaborazione dell’Institut français Palermo, di Una Marina di Libri, di Anime Arabe, di Guanda Editore, e dell’Associazione Le Onde – Onlus.

 * * *
IL PROGRAMMA

Leggi tutto…

CETTI CURFINO di Massimo Maugeri al Salone del Libro di Torino 2018

CETTI CURFINO di Massimo Maugeri (La nave di Teseo) doppio appuntamento al Salone Internazionale del Libro di Torino 2018  – [sarà presente l’autore]

 * * *

Firma copie presso lo stand de La nave di Teseo (STAND G64 – pad./pav. 2), al Lingotto, venerdì 11 maggio alle h. 12

– Presentazione del libro, nell’ambito degli eventi Salone Off, venerdì 11 maggio, h. 18, presso la Libreria Belgravia, Via Vicoforte 14/d – Torino

 * * *

Di seguito, ulteriori informazioni sul libro e il booktrailer.

Leggi tutto…

ADRANO – Mese della Cultura 2018

È cominciato il Mese della Cultura della città di Adrano (CT): Primavera delle Arti e delle Scienze

Di seguito: l’intero Programma degli eventi e la locandina

Leggi tutto…

NOSTOS 2018 – Festival del viaggio e dei viaggiatori

“Fisica e metafisica del luoghi”. Prende avvio la III edizione di Nostos. Festival del viaggio e dei viaggiatori

Fisica e Metafisica dei luoghi” è il titolo scelto per la III edizione di Nostos. Festival del viaggio e dei viaggiatori, ideato e realizzato da Naxoslegge, con la direzione artistica di Fulvia Toscano. Il festival, inserito nel maggio dei libri e già facente parte della neonata Rete dei festival del Sud, con la stessa filosofia che sottende Naxoslegge, dalla prima edizione, vuole essere un evento diffuso, un vero viaggio nel viaggio in diversi luoghi dell’isola e non solo. L’evento vede la partecipazione di moltissimi ospiti e la collaborazione di comuni (Palazzolo Acreide, Floridia, Scaletta Zancle, Barcellona Pozzo di Gotto) e di molteplici associazioni e istituzioni scolastiche.

Il festival prende avvio il 3 maggio, al museo di Naxos, con la presentazione del nuovo libro di Marinella Fiume e Piero Romano “Viaggio in Sicilia”. Leggi tutto…

ÈSTORIA 2018 – FESTIVAL INTERNAZIONALE DELLA STORIA

ÈSTORIA
FESTIVAL INTERNAZIONALE DELLA STORIA
XIV EDIZIONE

Risultati immagini per ÈSTORIA 2018

MIGRAZIONI
Gorizia, 17-20 maggio 2018
Con due anteprime di èStoria cinema lunedì 14 e martedì 15 maggio

Il Premio èStoria ad Alessandro Barbero

L’intero programma di ÈSTORIA è disponibile cliccando qui

 * * *

Sono un tema cruciale della quotidianità. Rappresentano il dramma e la speranza per milioni di persone, dominano la conversazione pubblica, animano la polemica sui social network e influenzano la discussione politica. Eppure, le migrazioni non sono un’invenzione o una novità del XXI secolo: hanno interessato più o meno l’intero percorso dell’umanità sulla Terra. Ecco perché a questo tema è dedicata la XIV edizione di èStoria, il Festival internazionale della Storia, organizzato dall’Associazione culturale èStoria e in programma a Gorizia da giovedì 17 a domenica 20 maggio, nella cornice dei Giardini Pubblici in centro e in altri luoghi della città, con due anteprime della sezione èStoria cinema lunedì 14 e martedì 15 maggio.

Le migrazioni non sono certo un fenomeno di oggi o un’emergenza passeggera: i movimenti dei popoli, e quindi di culture e costumi, hanno radici storiche profonde e lontane, riguardano l’evoluzione stessa e le naturali tendenze dei popoli umani“, spiega Adriano Ossola, ideatore e curatore del Festival, che prosegue: “Ecco perché abbiamo voluto centrare l’edizione di quest’anno di èStoria proprio sulle migrazioni: ripercorrere i passi, il significato e l’eredità dei flussi migratori è una via essenziale per la comprensione del nostro presente e dell’attuale contesto geopolitico. Inoltre, riflettere sulle diversità che i migranti introducono, sulle realtà che fuggono e con le quali ci costringono a confrontarci, significa tornare a pensare la nostra stessa identità, ciò che consideriamo cultura, diritto, cittadinanza, dialogo interculturale e religioso“. E conclude: “L’appuntamento con èStoria e il suo focus sulle migrazioni è in effetti un appuntamento con il nostro futuro“. Leggi tutto…

Categorie:Eventi Tag:

SENTIMI di Tea Ranno (un estratto)

Pubblichiamo un estratto del romanzo SENTIMI di Tea Ranno (Frassinelli)

“Sentimi” sarà presentato venerdì 27 aprile 2018, alle h. 17, al Castello di Aci Castello (Ct). Sarà presente l’autrice che converserà con Massimo Maugeri. L’evento è organizzato dall’Associazione “Art design eventi”.

Di seguito, le prime pagine del romanzo.

 * * *

Era febbraio, pioveva da giorni. Sui vetri il fiato si rapprendeva per il freddo e la mattina il prato era tutto una brina. Ogni tanto qualche giornata di sole prendeva il sopravvento sul grigio e allora sembrava che un’improvvisa primavera venisse a fare la sua comparsa per rallegrarci con canti d’uccelli e profumi d’erbe.
Partii da Roma ch’era domenica. La sveglia puntata alle cinque, il caffè bollente nel thermos, la borsa coi libri e i quaderni già pronta dalla sera prima, così la piccola valigia.
Mi piace molto viaggiare in treno, arrivare in Sicilia con lentezza, godere del paesaggio che scorre oltre il finestrino, vedere il mare che orla quasi tutto il percorso – ora fermo come una lastra di piombo, ora mosso e spumeggiante –, i panni che sventolano appesi ai fili, la vita che s’indovina oltre le finestre. Mi piace leggere, poi chiudere gli occhi e proseguire la storia nella mente, come se fosse un film, magari cambiando personaggi o ambientazione.
Durante quel viaggio pensai molto alle donne di cui avrei dovuto parlare l’indomani a Siracusa. Viola, Vincenzina, Stèfana, Teresa: le diverse sfaccettature del femminile, il diverso modo di porgersi alla vita, comunque il coraggio, la necessità di affermarsi come esseri dotati di una volontà che non si lascia piegare dal male. Viola venne addirittura a sedermisi di fronte nei panni di una gran bella signora salita a Sapri; parlò del tempo e del freddo, così, per gentilezza, poi si avvolse in uno scialle e cominciò a leggere. Che buon profumo aveva. Ne sbirciai il viso, le gambe accavallate, le mani eleganti, la grossa perla all’anulare destro. La mia Viola avrebbe scelto gli zaffiri in tono coi suoi occhi; la signora però aveva gli occhi castani e quelle perle – pure alle orecchie – aggiungevano al suo aspetto un tocco luminoso. Avrei voluto chiederle di Paolo: aveva smesso di farla soffrire o ancora ne pervadeva i ricordi riportandola al tempo in cui l’amore per lui era stato un fuoco che divora e rende impossibile la pace? Avrei voluto pure chiederle di Lietta: era poi riuscita a pubblicarlo uno dei suoi racconti? Aveva avuto il coraggio di spedirlo a un editore, a un concorso letterario? Leggi tutto…