CLASSIFICA: dal 27 maggio al 2 giugno 2019 – segnaliamo “Il sussurro del mondo” di Richard Powers (La nave di Teseo)

Il sussurro del mondo - Richard Powers - copertinaI primi 40 titoli in classifica nella settimana dal 27 maggio al 2 giugno 2019

Questa settimana segnaliamo: “Il sussurro del mondo” di Richard Powers (La nave di Teseo – traduzione di Licia Vighi) – al 34° posto nella classifica generale: vincitore del Premio Pulitzer 2019 per la narrativa

* * *

[variazioni rispetto alla settimana precedente]

Entra in top ten al 1° posto “Il cuoco dell’Alcyon” di Andrea Camilleri (Sellerio)

Al 2° posto (la settimana precedente era in 1^ posizione) “Entra nel mondo di Luì e Sofì. Il fantalibro dei Me contro Te” di Me contro Te (Mondadori Electa)

Conferma il 3° posto “I leoni di Sicilia. La saga dei Florio” di Stefania Auci (Nord)

Al 4° posto (la settimana precedente era in 2^ posizione) “Nella notte” di Concita De Gregorio (Feltrinelli)

Entra in top ten al 5° posto “Ninfa dormiente” di Ilaria Tuti (Longanesi)

Entra in top ten al 6° posto “Genesi. Il grande racconto delle origini” (Guido Tonelli)

Al 7° posto (la settimana precedente era in 8^ posizione) “La versione di Fenoglio” di Gianrico Carofiglio (Einaudi)

Entra in top ten all’8° posto “Tutto sarà perfetto” di Lorenzo Marone (Feltrinelli)

Al 9° posto (la settimana precedente era in 4^ posizione) “Nel silenzio delle nostre parole” di Simona Sparaco (DeA Planeta)

Al 10° posto (la settimana precedente era in 10^ posizione) “La gabbia dorata” di Camilla Läckberg (Marsilio)

* * *

Il sussurro del mondo - Richard Powers - copertinaQuesta settimana segnaliamo: “Il sussurro del mondo” di Richard Powers (La nave di Teseo – traduzione di Licia Vighi) – al 34° posto nella classifica generale: vincitore del Premio Pulitzer 2019 per la narrativa

Un’opera immensa, un appassionato atto di resistenza e impegno, un inno d’amore alla letteratura, al potere delle storie, alla grandiosità della natura.

«Un romanzo dalla costruzione geniale, rigoglioso e ramificato come gli alberi di cui racconta: la meraviglia della loro interazione evoca quella degli uomini che vi vivono accanto.»Dalla motivazione della giuria del Pulitzer

Patricia Westerford – “Patty-la-Pianta” – comincia a parlare all’età di tre anni. Quando finalmente le parole iniziano a fluire, assomigliano piuttosto a un farfugliare incomprensibile. L’unico che sembra capire il mondo di Patricia, sin da piccola innamorata di qualsiasi cosa avesse dei ramoscelli, è suo padre – “la sua aria e la sua acqua” – che la porta con sé nei viaggi attraverso i boschi e le foreste d’America, a scoprire la misteriosa e stupefacente varietà di alberi. Cresciuta, dottorata ribelle in botanica, Patty-la-Pianta fa una scoperta sensazionale che potrebbe rappresentare l’alfa e l’omega della natura, il disvelamento del mistero del mondo: il compimento di una vita spesa ad ascoltare e guardare gli alberi, sin dalla nascita. Ma in realtà questo è solo l’inizio. Intorno a Patty-la-Pianta si intrecciano i destini di nove indimenticabili personaggi che a poco a poco convergono in California dove una sequoia gigante rischia di essere abbattuta da uomini sordi e ciechi. Il sussurro del mondo è un’opera immensa, un appassionato atto di resistenza e impegno, un inno d’amore alla letteratura, al potere delle storie, alla grandiosità della natura.

* * *

Posizioni dal n. 1 al n. 10

Pos. Titolo Autore Editore Prezzo Tasc. Note
1 Il cuoco dell’Alcyon Andrea Camilleri Sellerio Editore Palermo 14,00
2 Entra nel mondo di Luì e Sofì. Il fantalibro dei Me contro Te Me contro Te Mondadori Electa 16,90
3 I leoni di Sicilia. La saga dei Florio Stefania Auci Nord 18,00
4 Nella notte Concita De Gregorio Feltrinelli 16,50
5 Ninfa dormiente Ilaria Tuti Longanesi 18,60
6 Genesi. Il grande racconto delle origini Guido Tonelli Feltrinelli 17,00
7 La versione di Fenoglio Gianrico Carofiglio Einaudi 16,50
8 Tutto sarà perfetto Lorenzo Marone Feltrinelli 16,50
9 Nel silenzio delle nostre parole Simona Sparaco DeA Planeta Libri 18,00
10 La gabbia dorata Camilla Läckberg Marsilio 19,90

 

Posizioni dal n. 11 al n. 40

Leggi tutto…

MARCO POLO di Gianluca Barbera (recensione)

MARCO POLO di Gianluca Barbera (Castelvecchi)

di Gianni Bonina

Quando il cardinale d’Este, letto l’Orlando furioso, chiedeva ad Ariosto «Messer Lodovico, da dove avete tratto tutte queste corbellerie?», la tradizione aristotelica faceva ancora da freno al romance in ambito soprattutto odeporico: la letteratura di viaggio era fondata sul combinato principio della realtà e della verità, per cui superare la soglia della verosimiglianza comportava, mancando la possibilità di riscontri, il discredito del narratore o il salto nel fantasy. Un secolo dopo Don Chisciotte avrebbe sancito la legittimità dell’avventura fantastica ma quasi trecento anni prima le corbellerie che poteva permettersi Ariosto, mandando gente sulla luna pur pavesando battaglie di crudo realismo, erano invece severamente vietate a un viaggiatore come Marco Polo che, dettando le sue memorie al compagno di prigionia, contava di essere creduto, ancorché le avventure raccontate ben potessero avere il carattere delle corbellerie. Leggi tutto…

OLTRE IL TEMPO di Lorenzo Marotta

OLTRE IL TEMPO di Lorenzo Marotta (Castelvecchi): incontro con l’autore

Lorenzo Marotta, originario di Aidone, abita ad Acireale. Ha collaborato fin da giovane a riviste culturali e testate giornalistiche nazionali, occupandosi di libri, spettacoli e convegni letterari. Scrive per la pagina Cultura del quotidiano «La Sicilia» e «La Nuova Tribuna Letteraria». È autore di opere di narrativa: Le ali del Vento, Il sogno di Chiara, Mailén Una verità nascosta, Isabel Amare a Salina, di poesia e del libro-testimonianza Io non sono il mio cancro. Diario di un malato.
È appena uscito il nuovo libro di Lorenzo Marotta: un romanzo edito da Castelvecchi e intitolato “Oltre il tempo“.
Abbiamo incontrato l’autore per chiedergli di parlarcene. A seguire: un estratto della prefazione di Antonio Di Grado e un estratto del romanzo.

Leggi tutto…

Chiude il Maggio dei Libri 2019: dati e cifre

Con oltre 7.000 eventi e 515.000 partecipanti si è concluso il Maggio dei Libri 2019

Lazio, Veneto, Lombardia, Puglia e Sicilia le regioni più attive

 * * *

Roma, 7 giugno 2019. In un Paese che mostra qualche cenno di ripresa ma occupa ancora le ultime posizioni nelle classifiche europee di consumo editoriale e culturale, un gran bel segnale arriva dal Maggio dei Libri. La nona edizione della campagna nazionale di promozione della lettura organizzata dal Centro per il libro e la lettura in collaborazione con il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca si è conclusa il 31 maggio con numeri da record: 4.010 iniziative “ufficiali” registrate nella banca dati della campagna, che hanno coinvolto oltre mezzo milione di persone in librerie, biblioteche, scuole e spazi inediti, a cui si aggiungono quasi altrettanti eventi emersi dal monitoraggio stampa e sul territorio. Uno straordinario network di idee, persone e libri che ha animato in modo uniforme tutte le regioni d’Italia, impreziosito da eventi di apertura e chiusura in luoghi dal grande prestigio e dall’importante significato istituzionale. Come da tradizione, il Maggio dei Libri non ha interessato solo le librerie, le biblioteche, le scuole, i festival e gli altri spazi che tradizionalmente e quotidianamente si impegnano nella promozione del libro e della lettura. Esplorando il menù delle iniziative emerge la varietà dei luoghi coinvolti, che comprendono ambulatori medici e veterinari, reparti ospedalieri, carceri, negozi, parchi e altri spazi all’aperto, bar, ristoranti. Per quanto riguarda i temi affrontati, se molti organizzatori hanno adottato i filoni tematici proposti dal Centro per il libro e la lettura (il claim di questa edizione era Se voglio divertirmi leggo), altrettanti si sono mossi liberamente, definendo percorsi e strategie che hanno permesso di raggiungere il più ampio ventaglio di target diversi. Leggi tutto…

Tayari Jones vince il Women’s Prize for Fiction con “Un matrimonio americano”

Un matrimonio americano“, quarto romanzo dell’autrice americana Tayari Jones, è il vincitore dell’edizione 2019 del Women’s Prize for Fiction. In Italia lo pubblica “Neri Pozza” (traduzione di Ada Arduini)

Descritto dalla presidente della giuria Kate Williams come un libro che “illumina l’America di oggi”, scritto in “una prosa luminosa, forte e commovente”, Un matrimonio americano è il racconto dell’ingiusta incarcerazione di un giovane uomo afroamericano, Roy, e delle devastanti conseguenze che ciò ha sul suo matrimonio.

Già amato da lettori come Barack Obama e Oprah Winfrey, Un matrimonio americano è stato selezionato come vincitore in una rosa di sei finalisti che includeva le opere di Pat Barker, Anna Burns (entrambe vincitrici del Premio Pulitzer), Madeline Miller, Diana Evans e Oyinkan Braithwaite.

Tayari Jones sarà a Roma martedì 25 giugno, alle 21, presso la Basilica di Massenzio (Clivo di Venere Felice) per il Festival Internazionale delle Letterature.

* * *

IL LIBRO: “Un matrimonio americano” di Tayari Jones (Neri Pozza – traduzione di Ada Arduini) Leggi tutto…

LETTERATURE 2019: Festival Internazionale di Roma

È in corso LETTERATURE, il Festival Internazionale di Roma: dal 4 al 28 giugno 2019, storica manifestazione della Capitale a cura dell’Istituzione Biblioteche di Roma, promossa da Roma Capitale – Assessorato alla Crescita culturale di Roma e organizzata da Zètema Progetto Cultura.

Il tema scelto per l’edizione 2019, che farà da filo rosso a tutti gli incontri, è “Il domani dei classici – Quand’è che un testo contemporaneo si dà come classico?

 * * *

L’edizione 2019 di LETTERATURE. Festival Internazionale di Roma alla Basilica di Massenziopromosso dall’ Assessorato alla Crescita culturale di Roma Capitale e a cura delle Biblioteche di Roma continua a indagare sui paesaggi e sulle forme della letteratura, cogliendone la contemporaneità attraverso i testi dei loro autori più significativi.

La domanda alla quale quest’anno chiediamo agli autori ospiti di rispondere attraverso il testo inedito che, come tradizione, scriveranno appositamente e leggeranno nel corso delle serate del Festival, è: quand’è che un testo e quindi il suo autore viene riconosciuto come classico? Le risposte possibili sono ovviamente diverse e le ascolteremo da autori che avranno inevitabilmente differenti prospettive di analisi e differenti rapporti con la tradizione. E se, come ha scritto Italo Calvino, un classico è un libro che non ha mai finito di dire quel che ha da dire i classici sono quei libri che ci arrivano portando su di sé la traccia delle letture che hanno preceduto la nostra e dietro di sé la traccia che hanno lasciato nella cultura o nelle culture che hanno attraversato (o più semplicemente nel linguaggio o nel costume), ecco che queste indagini contemporanee potranno offrirci una ricchezza tale da farci riflettere sull’attualità con grande libertà critica. Leggi tutto…

PREMIO BRANCATI 2019: i finalisti

I finalisti dell’edizione 2019 del Premio Brancati: sezioni narrativa, poesia e giovani

Il Premio Brancati, dedicato nel 1967 dal Comune di Zafferana Etnea, allo scrittore che amava soggiornare nel paese con la famiglia e trarre spunti creativi per le sue opere, è giunto alla sua cinquantesima edizione.

La prima edizione del Premio nel 1968 fu vinta da Elsa Morante con  il libro “Il mondo salvato dai ragazzini” ( Einaudi).

Oggi la Giuria della cinquantesima edizione, composta da esponenti della cultura letteraria italiana, vincitori delle edizioni precedenti e gruppi di lettura scelti di anno in anno sull’intero territorio nazionale, ha decretato i finalisti per le tre categorie: Narrativa, Poesia e Giovani.

 

La finale per la Narrativa è tutta al femminile, sono state selezionate tre scrittrici: Leggi tutto…