LA NOTTE DEL SANTO di Remo Bassini: incontro con l’autore

LA NOTTE DEL SANTO di Remo Bassini (Time Crime – Fanucci)

Remo Bassini, scrittore vercellese, è un vecchio amico di Letteratitudine sin dai tempi del suo romanzo “La donna che parlava con i morti” (Newton Compton, Roma, 2007), allorquando organizzammo questo interessante dibattito online (stiamo parlando all’incirca di una decina di anni fa). È dunque con grande piacere che torniamo a occuparci di Bassini in occasione dell’uscita del suo più recente romanzo initolato “La notte del Santo” pubblicato per il marchio Time Crime della Fanucci. Protagonista della storia è il commissario Dallavita che, in una fase complicata della propria esistenza, si trova a dover fare i conti con una serie di omicidi perpetrati ricorrendo alla decapitazione. La storia, che si gioca sul crinale sottile che – a volte – divide il male dal bene, è ambientata a Torino.
Abbiamo incontrato Remo Bassini chiedendogli di raccontarci qualcosa su questo suo nuovo libro…

«La notte del Santo”, allora: il santo è il patrono di Torino, San Giovanni Battista, e la vicenda ha il suo cuore pulsante proprio nella notte dei festeggiamenti del santo patrono», dice Bassini a Letteratitudine. «Ho creato un protagonista che per certi versi mi somiglia e per altri no, un attempato commissario, Pietro Dallavita. Mi somiglia perché è un uomo tormentato, perché di notte, invece di tornare a casa dalla moglie, vaga per Torino ascoltando canzoni di Tenco, di Paolo Conte, Ciampi, De Andrè. Non mi somiglia perché è un indeciso, e soprattutto perché convive con un amore segreto, vissuto anni prima ma che non riesce a cacciare dalla testa. Leggi tutto…

Annunci

SALONE INTERNAZIONALE DEL LIBRO DI TORINO 2018: il bilancio dell’edizione

31° Salone Internazionale del Libro di Torino. Il Salone 2018, un primo bilancio

Salone Internazionale del Libro di Torino 2018

Anzitutto i numeri: 144.386 visitatori unici al Lingotto contro i 143.815 del 2017, cui vanno aggiunti i 26.400 al Salone Off contro i 25.000 del 2017. Per un totale di 170.786 visitatori. Poi le date: il 32° Salone si terrà da giovedì 9 a lunedì 13 maggio 2019. E naturalmente il bilancio dell’edizione appena conclusa e gli scenari per il futuro. Sono i temi toccati nella conferenza stampa di chiusura del 31° Salone, lunedì 14 maggio alle 17.30 in Sala Azzurra, alla quale hanno partecipato il Presidente della Cabina di Regia Massimo Bray, la Sindaca di Torino Chiara Appendino, l’Assessora alla Cultura della Regione Piemonte Antonella Parigi che ha portato il saluto del presidente Sergio Chiamparino convalescente per un intervento chirurgico, e il Direttore editoriale del Salone, Nicola Lagioia.

pressconf2018

 * * *

Il video della conferenza stampa di chiusura

Di seguito, tutti i dati e le conclusioni finali sull’edizione 2018 del Salone Internazionale del Libro di Torino

* * *

Bray: il Salone, bene comune Leggi tutto…

L’IMPATTO ECONOMICO E SOCIALE DEL SALONE DEL LIBRO

Valutazione dell’impatto economico e sociale del Salone del Libro 2018

Salone Internazionale del Libro di Torino 2018

Oltre 29 milioni di euro: le ricadute del Salone sull’economia del territorio

 * * *

Le ricadute economiche dirette sull’economia del territorio del 30° Salone Internazionale del Libro di Torino sono state stimate in circa 14,2 milioni di euro. E se si guarda l’impatto moltiplicatore con i suoi effetti anche indiretti, si parla di valori medi fra i 29,494 e i 29,586 milioni di euro. Sono fra i risultati che emergono da uno studio sulla valutazione economica e sociale della scorsa edizione della manifestazione svolto dall’Università di Torino e presentato al 31° Salone domenica 13 maggio.

Sono intervenuti Mario Montalcini, già presidente della Fondazione per il Libro, la Musica e la Cultura, Germano PainiPiervincenzo Bondonio, Giovanna Segre, Marcello Bogetti e Giuseppe Tipaldo, dell’Università di Torino, e Francesca Leon, assessore alla Cultura della Città di Torino.

«Il fatto che il 60% del pubblico sia fidelizzato vuol dire che il Salone ha un valore economico significativo – ha commentato Mario Montalcini – e stiamo cercando di organizzare una collaborazione stretta, di medio lungo-termine, con il mondo delle università».

Il lavoro è stato condotto da tre gruppi di ricerca coordinati dal professor Germano Paini nell’ambito del Progetto innovazione e competitività, e facenti capo rispettivamente al Centro interdipartimentale di Studi Urbani e sugli Eventi Omero, che si è occupato della valutazione del profilo dei visitatori e dell’impatto economico; a LabNet – Laboratorio di Applied Network Science della Scuola di Amministrazione Aziendale, che si è occupato della valutazione dei sistemi relazionali della filiera editoriale e dei profili di fruizione da parte delle utenze professionali; e a Quaerys, che ha analizzato gli Users Generated Content, ossia i contenuti social generati dagli utenti. Per il Centro Omero la supervisione della ricerca è stata svolta da Piervincenzo Bondonio e Giovanna Segre con la collaborazione di Enrico Bertacchini e degli studenti del corso di Laurea Magistrale in Economia dell’ambiente, della cultura e del territorio; per LabNet la supervisione è stata svolta da Marcello Bogetti; per Quaerys da Sergio Scamuzzi e Giuseppe Tipaldo. Leggi tutto…

CLASSIFICA: dal 30 aprile al 6 maggio 2018 – segnaliamo “Una donna” di Annie Ernaux

I primi 40 titoli in classifica nella settimana dal 30 aprile al 6 maggio 2018

* * *

Conquista il 1° posto in classifica (la settimana scorsa era in 2^ posizione) “L’anello mancante. Cinque indagini di Rocco Schiavone” di Antonio Manzini (Sellerio)

Al 2° post (la settimana scorsa era al 1°) il nuovo romanzo di Maurizio de Giovanni: “Sara al tramonto” (Rizzoli)

Entra in top ten al 3° posto, Il tatuatore di Alison Belsham (Newton Compton)

In 4^ posizione (la settimana scorsa era al 3° posto) “Macbeth” di Jo Nesbø (Rizzoli)

In 5^ posizione (la settimana scorsa era al 7° posto), “Storie della buonanotte per bambine ribelli 2. Ediz. a colori ” di Francesca Cavallo e Elena Favilli (Mondadori)

Al 6° posto: “Sulla tua parola. Messalino maggio-giugno 2018. Letture della messa commentate per vivere la parola di Dio” (Editrice Shalom)

In 7^ posizione (la settimana scorsa era al 9° posto) “Storie della buonanotte per bambine ribelli. 100 vite di donne straordinarie. Ediz. a colori” di Francesca Cavallo e Elena Favilli (Mondadori)

All’8° posto (la settimana scorsa era in 6^ posizione) “Mio caro serial killer” di Alicia Giménez Bartlett (Sellerio)

Entra in top ten in 9^ posizione “La vita e i giorni. Sulla vecchiaia” di Enzo Bianchi (Il Mulino)

Rientra in top ten al 10° posto Iris Ferrari con “Una di voi” (Mondadori Electa)

 

* * *

Questa settimana segnaliamo: “Una donna” di Annie Ernaux (L’orma) – al n. 50 in classifica generale

 

Niente del suo corpo è sfuggito al mio sguardo. Credevo che crescendo sarei diventata lei.

«Una domenica fanno un picnic sul ciglio di una scarpata, vicino a un bosco. Il ricordo di essere in mezzo a loro, in un nido di voci e di carne, di continue risate. Sulla strada del ritorno veniamo sorpresi da un bombardamento, io sono sulla canna della bicicletta di mio padre e lei scende lungo il pendio davanti a noi, la schiena dritta sul sellino affondato tra le natiche. Ho paura delle granate e che lei muoia. Credo che fossimo entrambi innamorati di mia madre.»

Pochi giorni dopo la morte della madre, Annie Ernaux traccia su un foglio la frase che diventerà l’incipit di questo libro. Le vicende personali emergono allora dalla memoria incandescente del lutto e si fanno ritratto esemplare di una donna del Novecento. La miseria contadina, il lavoro da operaia, il riscatto come piccola commerciante, lo sprofondare nel buio della malattia, e tutt’attorno la talvolta incomprensibile evoluzione del mondo, degli orizzonti, dei desideri. Scritte nella lingua «più neutra possibile» eppure sostanziate dalle mille sfumature di un lessico personale, famigliare e sociale, queste pagine implacabili si collocano nella luminosa intersezione tra Storia e affetto, indagano con un secco dolore – che sconvolge più di un pianto a dirotto – le contraddizioni e l’opacità dei sentimenti per restituire in maniera universale l’irripetibile realtà di un percorso di vita.

* * *

Posizioni dal n. 1 al n. 10

Pos. Titolo Autore Editore Prezzo Tasc. Note
1 L’anello mancante. Cinque indagini di Rocco Schiavone Antonio Manzini Sellerio Editore Palermo 14,00
2 Sara al tramonto Maurizio De Giovanni Rizzoli 19,00
3 Il tatuatore Alison Belsham Newton Compton 12,00
4 Macbeth Jo Nesbø Rizzoli 20,00
5 Storie della buonanotte per bambine ribelli 2. Ediz. a colori Francesca Cavallo; Elena Favilli Mondadori 19,00
6 Sulla tua parola. Messalino maggio-giugno 2018. Letture della messa commentate per vivere la parola di Dio Editrice Shalom 4,00
7 Storie della buonanotte per bambine ribelli. 100 vite di donne straordinarie. Ediz. a colori Francesca Cavallo; Elena Favilli Mondadori 19,00
8 Mio caro serial killer Alicia Giménez Bartlett Sellerio Editore Palermo 15,00
9 La vita e i giorni. Sulla vecchiaia Enzo Bianchi Il Mulino 13,00
10 Una di voi Iris Ferrari Mondadori Electa 14,90

 

Posizioni dal n. 11 al n. 40

Leggi tutto…

GLAM CITY: dal romanzo al teatro

GLAM CITY DI TRISCHITTA AL TEATRO DELLA TOSSE DI GENOVA (il 18 maggio) – incontro con l’autore

* * *

Glam City racconta la rivoluzione mancata di Gerry Garozzo, artista diverso e trasgressivo che ha portato una ventata di novità e colore nella buia e carnale Catania degli anni Settanta.

Adesso, a due anni dall’uscita, il romanzo approda in teatro, sarà Silvio Laviano a dare corpo e anima al protagonista, evocando tra i molti fantasmi anche il suo alter ego, Marc Bolan, padre del glam rock inglese.

 * * *

Glam City (Avagliano editore) è un romanzo di formazione che usa il pretesto della diversità per raccontare la nostra città in quegli anni”, racconta Domenico Trischitta a Letteratitudine. “Sono 120 pagine, ma ne condensano 500,  una discesa in apnea fatta da un recordman della profondità, una grande e vertiginosa caduta.
Ci ho messo quasi tre anni per pensarlo e tre mesi per scriverlo, quando la storia ha trovato il momento giusto per essere raccontata. Il protagonista  tenta di presentare le atmosfere londinesi ai catanesi: l’ambiguità, la libertà, il travestitismo. Ma i conterranei non lo capiscono. Del resto, io per primo, quando ho avuto tra le mani il primo disco di David Bowie, sono rimasto disorientato: capelli lunghi, trucco, non capivo chi fosse l’artista che avevo davanti. Gerry Garozzo vuole che Catania diventi una città glam rock, si impegna, ma non ci riesce”. Leggi tutto…

RIVOLUZIONI A FONDO PERDUTO? – un progetto di Evelina Santangelo e Paola Caridi

RIVOLUZIONI A FONDO PERDUTO? è il primo appuntamento di Città Crudeli?, uno dei contenitori tematici del Panormos International Weeks, un progetto ideato e concepito da Evelina Santangelo e Paola Caridi in collaborazione con il Cinema Rouge et Noir di Palermo.

Dal 15 al 17 maggio una serie di incontri, approfondimenti e proiezioni che, prendendo le mosse dalla Storia, arrivano al ’68 e si proiettano verso il futuro: dal Novecento raccontato da Bertolucci al 1968 e al 1977, dalla rivoluzione di Piazza Tahrir alla «rivoluzione più lunga», quella del femminismo. 

 * * *

Risultati immagini per evelina santangelo letteratitudine«Non si tratterà di un festival», hanno spiegato Evelina Santangelo (nella foto) e Paola CaridiLetteratitudine,  «ma di settimane della cultura della città-tutto-porto, immaginate come un sistema di moli  in cui approdano o da cui partono idee e ragionamenti su temi sensibili della contemporaneità. Allo stesso tavolo, indagine scientifica e immaginazione, cultura politica, cinema e letteratura. La cultura va radicata nel tempo, indagata nella sua poliedricità, e seminata intessendo trame di relazioni con realtà con cui condividere visioni e pratiche. Gli appuntamenti di maggio, dal 15 al 17, sono dunque l’inizio di un percorso che si propone di riunire e promuovere buone pratiche di condivisione. Il Panormos International Weeks vorrebbe essere infatti anche un aggregatore di tante realtà che a vario titolo e con tenacia seminano Cultura o hanno la lungimiranza di sponsorizzarla e promuoverla».
* * *

Rivoluzioni a Fondo Perduto?, assieme alle ideatrici Paola Caridi ed Evelina Santangelo, e al Rouge et Noir, vede la partecipazione e la collaborazione dell’Institut français Palermo, di Una Marina di Libri, di Anime Arabe, di Guanda Editore, e dell’Associazione Le Onde – Onlus.

 * * *
IL PROGRAMMA

Leggi tutto…

CETTI CURFINO di Massimo Maugeri al Salone del Libro di Torino 2018

CETTI CURFINO di Massimo Maugeri (La nave di Teseo) doppio appuntamento al Salone Internazionale del Libro di Torino 2018  – [sarà presente l’autore]

 * * *

Firma copie presso lo stand de La nave di Teseo (STAND G64 – pad./pav. 2), al Lingotto, venerdì 11 maggio alle h. 12

– Presentazione del libro, nell’ambito degli eventi Salone Off, venerdì 11 maggio, h. 18, presso la Libreria Belgravia, Via Vicoforte 14/d – Torino

 * * *

Di seguito, ulteriori informazioni sul libro e il booktrailer.

Leggi tutto…