Archivio

Posts Tagged ‘alberto moravia’

MORAVIA, GODARD E “IL DISPREZZO”

Risultati immagini per Jean- Luc Godard “Le mépris” (1963) locandinaMetanarrazioni: Moravia, Godard e “Il disprezzo”

di Daniela Sessa

Da qualche mese è nelle sale la versione integrale del film di Jean- Luc Godard “Le mépris” (1963). Film dal cast importante- Brigitte Bardot, Michel Piccoli, Jack Palance, Fritz Lang- , dalla sceneggiatura e dalla regia dissacranti ed emotive che stravolgono in gran parte il libro da cui il film è tratto, “Il disprezzo” di Alberto Moravia. I 20’ in più della versione integrale, concessi da un prudente produttore Carlo Ponti, sono dominati dal nudo di Brigitte Bardot: il filtro rosso illumina il mezzo primo piano dei particolari del corpo bellissimo di una Bardot, finalmente a suo agio.  In quei 20’ si giocò la dura competizione tra Godard e Ponti, in quei 20’ minuti strappati via alla pellicola godardiana si manifesta una sorta di fantasma dell’opera che esige la messa in scena della competizione tra i protagonisti del romanzo di Moravia e tra Moravia e Godard, tra cinema e letteratura. Rileggiamo qui qualche passo del romanzo di Moravia per riflettere sul fascino della metanarrazione.
Il regista francese definì il romanzo di Moravia un’opera da ferrovieri amandola e detestandola allo stesso tempo proprio per questo. Amandola e disprezzandola, verrebbe da dire. Perché è tenendo come capo di una matassa da sbrogliare la parola “disprezzo” che possiamo leggere non solo la storia di Emila e Riccardo ma anche quella di Alberto Moravia e il cinema.
‹‹Io ti disprezzo… ecco quello che provo per te, ed ecco il motivo per cui non ti amo più… Ti disprezzo e mi fai schifo ogni volta che mi tocchi… Eccola la verità… ti disprezzo e mi fai schifo››. Leggi tutto…

Annunci

ALBERTO MORAVIA TRA ITALIA ED EUROPA – 3 aprile (Perugia)

ALBERTO MORAVIA TRA ITALIA ED EUROPA – 3 aprile (Perugia)

Convegno Internazionale di Studi realizzato dall’Associazione Fondo Alberto Moravia – Onlus in collaborazione con il Dipartimento di Lettere dell’Università di Perugia, per analizzare e riflettere sulla straordinaria esperienza del Moravia scrittore e intellettuale, che seppe e volle essere testimone del suo tempo proprio nella dialettica tra un’opera radicata prevalentemente in Italia e nella sua Roma e una cultura profondamente europea e cosmopolita, che potremmo definire “globale”. Ripensare Moravia è un momento necessario per capire il Novecento, la nostra storia e il nostro presente. Con la collaborazione del Circolo dei Lettori di Perugia, la Fondazione PerugiAssisi 2019, l’Università per Stranieri di Perugia, e con il contributo dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Perugia e di Bompiani RCS Libri.

In una doppia sessione mattutina e pomeridiana, che si terrà nell’Aula Magna della Facoltà di Lettere dell’Università di Perugia, dopo i saluti istituzionali interverranno: Roberto Barzanti (già Membro e Vice-presidente del Parlamento Europeo) su “Moravia a Strasburgo”, Raffaele Manica (Università di Roma “Tor Vergata”) su “Il Diario europeo”, René de Ceccatty (scrittore) su “Moravia e la cultura francese”, Annalisa Volpone (Università di Perugia ) su “Moravia e la cultura inglese”, Enrico Terrinoni (Università per Stranieri di Perugia) su “Il Joyce europeo di Moravia”, Dacia Maraini (scrittrice) su “Moravia in Europa”, Massimiliano Tortora (Università di Perugia) su “Moravia, un mese in URSS”, Salvatore Silvano Nigro (Università IULM) su “Moravia, Manzoni e il romanzo europeo”, Simone Casini (Università di Perugia, curatore del convegno e della raccolta delle Opere di Moravia per Bompiani) su “Moravia e Roma”, Giuseppe Nicoletti (Università di Firenze) su “Moravia e Firenze”, Alessandra Grandelis (UniversitàdiPadova) su “Moravia e Perugia”. A seguire, nel Palazzo dei Priori, un incontro tra Dacia Maraini e René de Ceccatty, moderato da Mario Andreose (Direttore Letterario RCS Libri). Per concludere, presso il Cinema Zenith, la proiezione del film “Il conformista” di Bernardo Bertolucci (1970).

Leggi tutto…

Categorie:Eventi Tag:,