Archivio

Posts Tagged ‘Carthago Edizioni’

IL MISTERO E LE SUE MASCHERE

IL MISTERO E LE SUE MASCHERE

Majorana. Mistero in due scene” (Carthago Edizioni 2015) – di Paolo Manganaro

di Anna Vasta

Si può raccontare il mistero, senza disperderne le tenebre? Si può esplorarlo senza oltrepassare la soglia d’inviolabilità che lo separa dal conoscibile, e non macchiarsi d’empietà?
Il mistero non è l’ignoto. L’ignoto è il non conosciuto; il mistero, il non conoscibile. E di conseguenza l’indicibile, il non raccontabile. Ma ciò che non è possibile raccontare, si può rappresentare. Un’antica tradizione letteraria, quella dei Misteri religiosi, utilizza l’azione teatrale per narrare il mysterium iniquitatis: la passione e la morte dell’uomo-dio, l’enigma del nascere e del morire, il dolore, l’iniquità, il male. Anche Paolo Manganaro (foto in basso), l’autore della pièce teatrale “Majorana. Mistero in due scene (Carthago Edizioni 2015), mette su una performance con coro, personaggi, musiche di fondo per rappresentare una vicenda di mistero, la scomparsa di Ettore Majorana, il giovane fisico catanese dileguatosi a poco più di trent’anni, un giorno di marzo del 38, senza lasciare tracce. Nella pièce di Manganaro la sacralità dei Misteri medievali si dissolve nelle provocazioni, nei paradossi di un moderno teatro dell’assurdo o della follia. Così che il mistero sia salvo, che resti tale. Consegnato all’ essenzialità scenica del drammaturgia contemporanea, si cristallizza in una forma che ne garantisce l’insolvibilità.
Inevitabile per Paolo Manganaro il rendez- vous con Leonardo Sciascia e il suo Majorana.
Sciascia sceglie il romanzo, l’indagine, per scandagliare il mistero di Ettore.
La forma del romanzo di per sé indulge all’umano. Ne viene fuori un personaggio che, pur conservando la sua statura di superiorità rispetto ai propri simili, resta comunque un uomo, coi suoi dubbi, le laceranti contraddizioni, un’idea della scienza alta, malgrado le sue demoniche potenzialità. Lo schema del giallo presuppone la volontà di venire a capo del mistero, o quanto meno di indicare una pista, di indirizzare il lettore verso frammenti di verità, che emergono da episodi della vita di Majorana, e che assumono, alla luce del dopo, sentori di presagio. Leggi tutto…