Archivio

Posts Tagged ‘Domenico Sanfilippo editore’

CIELO, LA MIA MUSICA! di Leonardo Lodato (Domenico Sanfilippo Editore) – intervista

Nell’ambito di “Cielo, la mia musica!” (la nuova rubrica di Letteratitudine tra dischi, libri, film, strumenti musicali, personaggi, capolavori dimenticati, vintage e novità), riproponiamo l’intervista a Leonardo Lodato, curatore della rubrica medesima, nonché autore dell’omonimo volume pubblicato da Domenico Sanfilippo Editore nella nuova versione sorta in collaborazione con CNI Compagnia Nuove Indye

 * * *

“Cielo, la mia musica!” di Leonardo Lodato (Domenico Sanfilippo Editore): intervista all’autore

di Massimo Maugeri

Esiste una relazione tra Cielo e Musica? Sì, esiste. E ce lo dimostra il nuovo libro del giornalista – capo servizio Cultura e Spettacolo del quotidiano “La Sicilia” di Catania – Leonardo Lodato. Il volume, intitolato “Cielo, la mia musica!” (Domenico Sanfilippo Editore), contiene interviste a dodici musicisti siciliani (tutte inedite e strutturate in maniera originale e incisiva): da Bob Salmieri a Andrea Cantieri, da Caterina Anastasi (Babil On Suite) alla Compagnia D’Encelado Superbo, da Giuseppina Torre a Lello Analfino (Tinturia), da Marian Trapassi all’ex Denovo Mario Venuti, da Paolo Buonvino a i Pupi di Surfaro, da Roberta Finocchiaro a Rosalba Bentivoglio.
La prefazione del libro è firmata dal tastierista dei mitici Rockets, Fabrice Quagliotti.

E di recente, il libro si arricchisce di una seconda edizione che nasce grazie alla collaborazione tra due case editrici: la DSE Domenico Sanfilippo Editore, e la CNI Compagnia Nuove Indye (che ne cura la distribuzione sulle piattaforme digitali Amazon e Hi-Qu Store) che ha rieditato il volume senza stravolgerne l’origine ma arricchendolo con l’aggiornamento di alcune biografie, una copertina “riveduta e corretta” e, soprattutto, un QR Code con la playlist (in progress) scelta dall’autore, che fa da colonna sonora alla lettura del libro.
Ho avuto il piacere di rivolgere a Leonardo Lodato (che passa, dunque, dal ruolo di intervistatore a quello di intervistato) qualche domanda sul libro. Una chiacchierata incentrata sulla musica pop (e non solo) siciliana, nazionale e internazionale…

Caro Leonardo, partiamo dall’inizio: come nasce il tuo interesse per la musica? Leggi tutto…

CIELO, LA MIA MUSICA! di Leonardo Lodato (intervista)

“Cielo, la mia musica!” di Leonardo Lodato (Domenico Sanfilippo Editore)

Venerdì 13 marzo presso la Sala Harpago (Via Vittorio Emanuele II, 67, Catania) si svolgerà la presentazione ufficiale del libro e l’apertura delle celebrazioni per il 75° anniversario del quotidiano La Sicilia.

* * *

di Massimo Maugeri

Esiste una relazione tra Cielo e Musica? Sì, esiste. E ce lo dimostra il nuovo libro del giornalista – capo servizio Cultura e Spettacolo del quotidiano “La Sicilia” di Catania – Leonardo Lodato. Il volume, intitolato “Cielo, la mia musica!” (Domenico Sanfilippo Editore), contiene interviste a dodici musicisti siciliani (tutte inedite e strutturate in maniera originale e incisiva): da Bob Salmieri a Andrea Cantieri, da Caterina Anastasi (Babil On Suite) alla Compagnia D’Encelado Superbo, da Giuseppina Torre a Lello Analfino (Tinturia), da Marian Trapassi all’ex Denovo Mario Venuti, da Paolo Buonvino a i Pupi di Surfaro, da Roberta Finocchiaro a Rosalba Bentivoglio.
La prefazione del libro è firmata dal tastierista dei mitici Rockets, Fabrice Quagliotti.
Ho avuto il piacere di rivolgere a Leonardo Lodato (che passa, dunque, dal ruolo di intervistatore a quello di intervistato) qualche domanda sul libro. Una chiacchierata incentrata sulla musica pop (e non solo) siciliana, nazionale e internazionale…

– Caro Leonardo, partiamo dall’inizio: come nasce il tuo interesse per la musica? Leggi tutto…

IL MIO NOVECENTO di Nino Milazzo

IL MIO NOVECENTO. Memorie del Secolo breve” di Nino Milazzo (Domenico Sanfilippo editore) – Il volume raccoglie oltre 50 scritti per “La Sicilia” e per il “Corriere della Sera”

il mio novecento - Nino Milazzo

Pubblichiamo, di seguito, la scheda del libro e la prefazione firmata da Ferruccio de Bortoli

Risultati immagini per nino milazzo il mio novecentoIl volume di Nino Milazzo “Il mio Novecento. Memorie del Secolo breve” (Domenico Sanfilippo editore) è in vendita da venerdì 31 marzo in abbinamento al quotidiano La Sicilia al prezzo di euro 7,70 (più il prezzo del giornale). Il volume raccoglie più di cinquanta articoli, reportages e commenti scritti per La Sicilia e per il Corriere della Sera (di cui Milazzo è stato rispettivamente condirettore e vicedirettore) fra il 1963 e il 2009. Il volume permette di compiere un viaggio della memoria in un pezzo del Novecento, che coincide (ma non esclusivamente) con gli anni della guerra fredda. Attraverso i pezzi di Milazzo rivivono gli eventi, i protagonisti, le idee che hanno dominato il panorama della seconda metà del Secolo breve. Non solo politica, però, ma anche costume e curiosità di un’epoca evocando la quale si comprendono meglio i cambiamenti che, fra ieri e oggi, sono intervenuti nella vita dei popoli e delle persone. Nelle pagine di Milazzo c’è anche spazio per i sentimenti, che vibrano quando egli rivolge il pensiero e i ricordi alle figure di quattro personaggi della letteratura e del giornalismo che gli sono stati amici: Leonardo Sciascia, Enzo Biagi, Candido Cannavò e Pippo Fava.

* * *

di Ferruccio de Bortoli

Negli anni più drammatici della vita del Corriere – e lui se li fece tutti quasi fosse predestinato – gli chiesi come facesse a reggere la tensione della direzione. Ne parlo oggi a ragion veduta. All’epoca io ero un semplice graduato dell’economia mentre lui, Nino, ricopriva un ruolo guida della redazione sia con la direzione Cavallari sia con quella di Ostellino. Alla mia domanda ingenua e forse impertinente, Milazzo mi rispose che alla domenica mattina, quando poteva permettersi il “lusso” di venire al giornale un po’ più tardi, si rilassava vedendo un vecchio film western in bianco e nero. Me lo diceva, nella sua cortese timidezza mediterranea, quasi con un moto di colpa. In tanti anni di comune militanza giornalistica ho ammirato molto – ma non è la sola qualità ovviamente – il religioso senso del dovere, l’etica del lavoro praticata con l’esempio. Un grande giornalista non molla mai, nemmeno quando è in corta, ovvero di riposo. Leggi tutto…