Archivio

Posts Tagged ‘Francesco d’Assisi’

FRANCESCO E IL CINEMA: intervista a Liliana Cavani

Il terzo “Francesco” inseguito da Liliana Cavani, un sogno realizzato dopo venticinque anni. E Assisi le conferisce la cittadinanza onoraria   

di Domenico Trischitta 

Sarà Liliana Cavani la protagonista della prossima edizione di “Primo Piano sull’autore”, la rassegna cinematografica curata da Franco Mariotti, che si svolge dal 23 al 28 novembre ad Assisi.
Il programma di Primo Piano sull’Autore prevede la proiezione, al cinema Metastasio di Assisi, dei film dell’autrice e la tradizionale tre giorni  (il  26, 27 e 28 novembre) con la regista, che incontrerà gli studenti dell’Università per Stranieri di Perugia (26 novembre), e quelli delle scuole superiori del comprensorio di Assisi (27 novembre). Il pomeriggio di venerdì 27, con una cerimonia promossa dal sindaco facente funzione Antonio Lunghi, dall’assessore al Turismo Lucio Cannelli e dall’assessore alla Cultura Serena Morosi verrà conferita la Cittadinanza onoraria di Assisi alla regista.
Nel 1990 mi accingevo a completare la mia tesi di filosofia dal titolo “Francesco d’Assisi nel cinema” e fu così che conobbi Franco Mariotti il quale mi suggerì di incontrare la regista. Realizzai un’intervista che successivamente inclusi anche nel mio breve saggio “Francesco. Percorsi cinematografici” (Edizioni Boemi-Prampolini, Catania 1996). Nel 2014 la messa in onda in Rai del terzo “Francesco” mi spinge oggi a riproporla per capire meglio come si arriva alla genesi di quel progetto.

– Signora Cavani, esiste secondo lei, una continuità nella scelta per il ruolo di Francesco, di Lou Castel prima e di Mickey Rourke dopo?
Più che una continuità lo definirei uno scopo: evitare in ogni modo l’iconografia da santerellino anche un po’ intellettuale. Francesco si era preparato per diventare un cavaliere, sapeva maneggiare le armi, doveva avere un fisico ben allenato che oggi chiameremmo “sportivo”. Non veniva da intensi studi e dall’odore dei libri. Non ho amato il viso e il fisico di nessun Francesco nel cinema e poco anche quelli espressi da tanta iconografia che va per la maggiore. Il più bello è quello di Subiaco che almeno rappresenta Francesco in un’epoca nella quale ha ormai consumato il suo corpo nell’esperienza di Dio.

– Lei ha affermato che “Francesco” rappresenta l’epigono di un ciclo; quale sarà il suo nuovo corso? Leggi tutto…