Archivio

Posts Tagged ‘giovanna barone’

IL RUNNER 2.0 (uno stralcio del libro)

Il runner 2.0In esclusiva per Letteratitudine, pubblichiamo l’introduzione del volume IL RUNNER 2.0 di Giovanna Barone (Aracne)

La scheda del libro
Come sono cambiati lo sport e l’essere sportivo ai tempi del web 2.0? Chi è il runner 2.0? Cosa lo identifica? Che cosa è cambiato e cosa si è “conservato” nel suo stile di vita e nelle sue abitudini con la diffusione dei media digitali, tra app, post, tweet, condivisioni, commenti e ogni altra possibilità di comunicazione? Dopo una panoramica generale delle caratteristiche del Web 2.0, tra vantaggi e svantaggi, uno studio empirico, attraverso un questionario e l’analisi dell’uso delle società di atletica del web, ha permesso di individuare e definire le caratteristiche sociologiche, tecniche e pratiche del runner 2.0 e il suo mondo “allargato” attraverso la rete. È uno studio alla scoperta del runner 2.0, del body hacking, del branding sportivo e del marketing 2.0.

* * *

L’introduzione del volume IL RUNNER 2.0 di Giovanna Barone (Aracne)

Com’è cambiato lo sport e l’essere sportivo ai tempi del web 2.0? Chi è il runner 2.0? Cosa lo identifica? Cosa è cambiato e cosa si è “conservato” nello stile di vita e nelle abitudini dell’uomo la diffusione dei Media digitali, tra app, post, tweet, condivisioni, commenti, e ogni altra possibilità di comunicare e di condividere momenti di vita, traguardi personali e di gruppo, idee ed opinioni?

È assodato che l’avvento di internet e dei Social Network ha cambiato il modo di pensare, di comunicare e di relazionarsi dell’uomo, e ha creato una nuova generazione sempre in continua trasformazione: la “Generazione 2.0”. Cosa la contraddistingue? La possibilità di utilizzare il web, la Rete, e le sue applicazioni per partecipare, essere presenti, protagonisti, liberi di esprimersi, modificare e aggiungere dati ed informazioni, ma soprattutto condividere e confrontarsi su idee ed esperienze di vita con chiunque navighi e sia presente in Rete, in base alle proprie possibilità e capacità.

I Media Digitali, in tal senso, si collocano in un contesto di libertà, di fiducia e fluidità, inteso come possibilità per chiunque, gli user generator, di comunicare, progettare, porre modifiche, aggiungere ed aggiornare informazioni senza alcun vincolo, se non quello dell’interesse, del valore, del linguaggio, delle consuetudini personali[1].

Ai tempi della riproducibilità tecnologica[2], dove tutto è a portata di tutti e fruito con immediatezza, dove tutto cambia e si trasforma, e non solo per mano di una singola persona ma in alcuni casi grazie alla partecipazione e collaborazione di più soggetti, la Rete diventa la location ideale dove chiunque – protagonisti, coprotagonisti e seguaci – può dare il proprio contributo e metterlo a disposizione dell’altro. Ciò significa, in breve, che le informazioni pubblicate sul web si trasformano in un vantaggio finalizzato alla comunicazione di massa.
Leggi tutto…