Archivio

Posts Tagged ‘Joanne Ramos’

LA FABBRICA di Joanne Ramos (un estratto)

Pubblichiamo le prime pagine del romanzo “La Fabbrica” di Joanne Ramos (Ponte alle Grazie – traduzione di Michele Piumini)

* * *

JANE

Il pronto soccorso è un calvario. Troppa gente, un assordante frastuono di voci. Jane è sudata: fuori fa caldo, ha camminato a lungo per arrivare dalla metropolitana. All’ingresso si ferma, paralizzata dal rumore, dalle luci e dalla ressa. D’istinto, con una mano copre Amalia, ancora addormentata sul suo petto.
Ate è qui da qualche parte. Jane si avventura nella sala d’attesa. Vede una figura che somiglia a sua cugina. È vestita di bianco – Ate avrà l’uniforme da infermiera – ma è americana, e troppo giovane. Jane studia la gente seduta e cerca Ate fila per fila, sforzandosi di controllare l’ansia. Ate le dice sempre che si preoccupa troppo, prima ancora di sapere che qualcosa non va. E sua cugina non è un tipo cagionevole. L’estate scorsa non si è nemmeno buscata il virus intestinale che ha messo in ginocchio l’intero dormitorio. Sebbene parecchie compagne avessero la metà dei suoi anni e fossero quasi tutte molto più giovani, era stata lei a rimetterle in sesto, portando il tè allo zenzero ai letti a castello e lavando i vestiti macchiati.
Jane osserva la nuca di un’altra donna: capelli neri striati d’argento. Si avvicina, fiduciosa ma non del tutto convinta, perché dall’inclinazione della testa sembra che stia dormendo, e Ate non dormirebbe mai qui, sotto queste luci abbaglianti e in mezzo a tanti sconosciuti. Leggi tutto…