Archivio

Posts Tagged ‘Maria Luisa Spaziani’

OMAGGIO A MARIA LUISA SPAZIANI

Ieri, 30 giugno 2014, è scomparsa MARIA LUISA SPAZIANII funerali il 2 luglio alle 16 nella Chiesa degli Artisti in Piazza del Popolo a Roma. La ricordiamo così…

Ieri, 30 giugno 2014, a Roma, è morta la poetessa Maria Luisa Spaziani.
Era nata a Torino il 7 dicembre 1922 da un’agiata famiglia borghese. Ancora studentessa, a soli diciannove anni, dirige una piccola rivista, prima chiamata «Il Girasole» e poi «Il Dado», il cui redattore capo era Guido Hess Seborga, che la fa conoscere negli ambienti letterari; ottiene e pubblica inediti di grandi nomi nazionali come Umberto Saba, Sandro Penna, Sinisgalli, Pratolini, e internazionali, come Virginia Woolf.
Frequenta l’Università di Torino, facoltà di Lingue, laureandosi con una tesi su Marcel Proust.
Nel gennaio del 1949 conosce Eugenio Montale durante una conferenza del poeta al teatro Carignano di Torino, e fra i due nasce, dopo un periodo d’assidua frequentazione a Milano, un sodalizio intellettuale caratterizzato anche da un’affettuosa amicizia.
Inizia anche la prima stagione poetica di Maria Luisa Spaziani, che mette insieme un gruppo di liriche e le invia alla Mondadori. Durante il soggiorno francese del 1953 scrive nuovi testi, che vengono aggiunti all’originario disegno della raccolta. La casa editrice Mondadori risponde favorevolmente e pubblica nel 1954 “Le acque del Sabato”, nella prestigiosa collana “Lo Specchio”.

E' morta la poetessa Maria Luisa Spaziani

Nel 1956 la fabbrica del padre subisce un tracollo economico, che costringe la giovane, di ritorno da un viaggio premio negli Stati Uniti promosso per giovani di talento da Henry Kissinger, a cercare un impiego stabile, come insegnante di francese in un collegio di Torino. Il contatto con studenti adolescenti le fa vivere una stagione di luminosa felicità che traspare nelle poesie più originali della sua prima produzione poetica, “Luna lombarda” (1959), poi confluite nel volume complessivo “Utilità della memoria” (1966).
Leggi tutto…

MARIA LUISA SPAZIANI, madrina del Premio Asti d’Appello 2012

Sale l’attesa per la giornata conclusiva del Premio Asti d’Appello 2012.

Sarà la poetessa Maria Luisa Spaziani, tre volte candidata al Premio Nobel per la letteratura, l’ospite d’onore cui verrà consegnato il riconoscimento di Madrina del Premio d’Appello 2012 durante la cerimonia finale al Teatro Alfieri, domenica 25 Novembre.

A lei sarà dedicato l’incontro del pomeriggio di sabato 24 Novembre alle ore 17 presso la sala conferenze di Palazzo Mazzetti (Corso Alfieri, 357) riservato ai membri della Associazione Premio Asti d’Appello: un’occasione unica per ripercorrere le tappe più significative della vita di una delle presenze più importanti della poesia e della cultura italiana.

Domenica mattina alle 11 altra celebrazione riservata alla illustre ospite a Mongardino: le verrà consegnata la cittadinanza onoraria del paese, di cui era originaria la madre, corso di una cerimonia che avrà luogo presso il Salone Consigliare del Municipio.

Maria Luisa Spaziani nasce a Torino nel 1922. Mentre la città natale compare pochissimo nella sua poesia, molto presenti sono i paesaggi tra il Piemonte e la Liguria, e le campagne dell’Astigiano, dove vive gli anni dello sfollamento. È lì che impara a conoscere «gli odori, i profumi, le scorze degli alberi, i ritmi della semina», e tutto questo la avvicina al mondo dei contadini: una delle sue poesie più antiche, inserita nella silloge d’esordio, Le acque del Sabato (1954), racconta il paese della madre, Mongardino d’Asti:

Alberi nudi dentro un tempo nudo
sul cielo del paese di mia madre.
Dove s’ingorga l’acqua nei canali
tra l’erba rinsecchita
e la vite s’attorce nella bruma
con mani disperate. […]

A diciannove anni dirige la rivista «Il dado», senza avere mai il coraggio di scrivere su quelle pagine. Tra i collaboratori figurano Vasco Pratolini, Sandro Penna, Vincenzo Ciaffi. Virginia Woolf, poco prima di morire, invia alla giovane Maria Luisa un capitolo del romanzo Le onde, con una dedica autografa: «Alla piccola direttrice». È in quegli anni che conosce anche Leonardo Sinisgalli, presenza importante nella sua formazione letteraria, ed Ezra Pound, incontrato a Rapallo.
Leggi tutto…