Archivio

Posts Tagged ‘premio strega’

PREMIO STREGA 2016: vince EDOARDO ALBINATI con “La scuola cattolica” (Rizzoli)

È EDOARDO ALBINATI IL VINCITORE DEL LXX PREMIO STREGA

Edoardo Albinati vince Il Premio Strega

Ascolta la voce di EDOARDO ALBINATI nel programma radiofonico LETTERATITUDINE IN FM

Roma, 8 luglio 2016. Nella nuova cornice dell’Auditorium Parco della Musica è stato proclamato il vincitore del settantesimo Premio Strega. Al termine dello scrutinio dei 395 voti espressi (pari all’85,86% degli aventi diritto al voto; 319 voti online e 76 cartacei) il Presidente di seggio Nicola Lagioia, vincitore del Premio Strega 2015, e Tullio De Mauro, presidente della Fondazione Bellonci, hanno proclamato vincitore:

La scuola cattolica (Rizzoli) di Edoardo Albinati, con voti 143

Link logo alla Home

L’autore ha ricevuto da Giuseppe D’Avino, amministratore delegato di Strega Alberti Benevento, il premio di 5.000 euro e la classica bottiglia formato magnum di Liquore Strega. Gli altri libri finalisti hanno totalizzato i seguenti voti:

L’uomo del futuro (Mondadori) di Eraldo Affinati, voti 92

Se avessero (Garzanti) di Vittorio Sermonti, voti 89

Il cinghiale che uccise Liberty Valance (minimum fax) di Giordano Meacci, voti 46

La femmina nuda (La nave di Teseo) di Elena Stancanelli, voti 25 Leggi tutto…

Letteratura e Web: il Premio Strega

Letteratura e Web: il Premio Strega (qui, l‘elenco dei 12 finalisti dell’edizione 2015)

[Oggi conosceremo il vincitore del PREMIO STREGA GIOVANI  – Luogo: lunedì 8 giugno, ore 17.30, Camera dei deputati. E, a proposito di web, la cerimonia di premiazione sarà trasmessa in diretta streaming su http://webtv.camera.it/home ]

di Massimo Maugeri

Abbiamo evidenziato più volte come l’avvento delle nuove tecnologie – e di Internet, in particolare – abbia rivoluzionato le nostre vite già da qualche anno a questa parte. Una ulteriore conferma della mutazione in corso, per ciò che concerne l’ambito letterario/editoriale, la fornisce anche lo Strega: il più noto e ambito premio letterario italiano.
stefano-petrocchi-la-polverieraNe parlo con Stefano Petrocchi, direttore della Fondazione Bellonci (che gestisce il Premio) nonché autore del romanzo “La polveriera” (Mondadori) incentrato proprio sul premio Strega e sulla sua storia. È interessante evidenziare, per esempio, in che modo l’evoluzione del web abbia inciso sullo stesso sistema di voto (la puntata di “Letteratitudine in Fm” con Stefano Petrocchi, dedicata a “La polveriera”, è disponibile qui). «Abbiamo cominciato a sperimentare il voto elettronico due anni fa», dice Petrocchi, «e ora viene utilizzato in media da due terzi dei 460 votanti. Consente di votare da casa in forma sicura e anonima, accedendo sul sito www.premiostrega.it a un’area riservata alla giuria del premio. Il voto elettronico ci ha consentito di non dover inviare più per posta le schede in formato cartaceo, abbattendo sia i costi di spedizione sia il rischio di dispersione. I giurati che desiderano venire in casa Bellonci o a Villa Giulia a votare con la tradizionale scheda cartacea, possono ritirarla direttamente al seggio. Aggiungo che dall’area riservata è possibile recuperare facilmente le comunicazioni inviate e anche scaricare i libri concorrenti in formato elettronico, avendoli subito disponibili non appena selezionati. Anche qui c’è un guadagno di tempo che va a beneficio della lettura».
Il web, tra le altre cose, ha consentito la predisposizione di dirette in streaming come quella relativa alla presentazione ufficiale dei candidati da Benevento, la città dove ha sede l’azienda Strega Alberti che dà il nome al premio. Idem per la prima votazione in casa Bellonci. «È vero. Ciò è possibile grazie alla struttura Rai Educational. La Rai lo scorso anno ci ha fatto sapere che è stata una delle dirette più seguite della stagione. In effetti abbiamo voluto restituire anche agli appassionati che ci seguono via web le emozioni della serata in cui si definisce la cinquina dei finalisti, con le interviste ai protagonisti che commentano le fasi dello scrutinio». Leggi tutto…

LE NUOVE REGOLE DEL PREMIO STREGA

LE NUOVE REGOLE DEL PREMIO STREGA

Roma, 24 febbraio 2015. Cambia il regolamento del Premio Strega, il riconoscimento promosso dalla Fondazione Maria e Goffredo Bellonci e da Liquore Strega con il patrocinio di Roma Capitale e il sostegno di Unindustria (Unione delle Imprese e degli Industriali di Roma Frosinone Latina Rieti Viterbo). Nuovo meccanismo di voto, salvaguardia dei piccoli e medi editori, spazio agli autori stranieri che scrivono in italiano e alle diverse forme di narrazione: pluralità, bibliodiversità e accoglienza sono le parole che riassumono lo spirito delle norme introdotte dal Comitato direttivo del Premio, che si è riunito lunedì 23 febbraio.

“In un panorama librario che muta seguendo i tempi, con un’offerta in continua ridefinizione, modalità di lettura e fruizione dei libri inedite e nuove forme di autorialità, è fondamentale continuare a garantire una pluralità di voci e idee, salvaguardando quelle specificità e differenze che costituiscono la ricchezza del mercato editoriale italiano”, dichiara il presidente del Comitato Tullio De Mauro.

La prima importante novità nel regolamento riguarda il meccanismo di voto per la Cinquina dei finalisti: i giurati del Premio – gli Amici della domenica, lo storico corpo elettorale di 400 donne e uomini di cultura, ai quali si aggiungono sessanta lettori forti che ruotano ogni anno e quindici gruppi di lettura costituiti da scuole, università e Istituti Italiani di Cultura all’Estero – nella prima votazione dovranno esprimere la loro preferenza per tre dei dodici libri in concorso, non più per uno solo. Grazie all’introduzione di questa regola, aumenterà il numero di voti necessario per accedere alla finale, delineando un giudizio più meditato e attendibile.

La seconda innovazione istituisce una clausola di salvaguardia che favorisce la presenza nella Cinquina dei piccoli e medi editori, assumendo la bibliodiversità come valore in sé e riconoscendo l’opera di promozione degli autori emergenti e della letteratura di ricerca condotta da questo importante segmento di mercato (pari a circa il 40%). Se nella Cinquina non sarà compreso almeno un libro pubblicato da un editore medio-piccolo, si procederà all’inclusione di quel libro – o, in caso di ex aequo, quei libri – che avrà ottenuto il maggior numero di voti, determinando così una finale a sei o più candidati.

Un altro cambiamento importante consiste Leggi tutto…

ROBERTO SAVIANO candida ELENA FERRANTE al PREMIO STREGA

In una lettera aperta pubblicata sulle pagine del quotidiano la Repubblica di oggi, ROBERTO SAVIANO candida ELENA FERRANTE al PREMIO STREGA 2015.

 SERENA DANDINI risponde all’appello dello scrittore e si offre come secondo “Amico della domenica” per la candidatura della Ferrante al Premio Strega

In esclusiva per Letteratitudine, un capitolo del quarto volume de “L’amica geniale”

* * *

Cara Elena Ferrante, ti scrivo non conoscendoti di persona, ma come lettore, e credo sia il tipo di conoscenza che prediligi“. Con queste parole, Roberto Saviano – sulle pagine del quotidiano la Repubblica di oggi 21 febbraio 2015 – apre la sua lettera aperta rivolta a Elena Ferrante, offrendo il suo sostegno per candidare l’autrice de “L’amica geniale” al Premio Strega. “Non mi ha mai incuriosito scovare chi si celasse dietro il tuo nome“, prosegue Saviano, “perché sin da ragazzo ho sempre avuto le tue pagine a disposizione, e quello mi bastava e mi basta ancora per credere di conoscerti, di sapere chi sei. Una persona vicina e famigliare“.
E poi, ancora: “Insomma, per non farla troppo lunga, ti scrivo perché vorrei invitarti a partecipare al premio Strega ben sapendo che non ci sarai, che non presenzierai, che non farai nulla per accompagnare il tuo L’amica geniale.
Come autore mi sento fortunato e condivido la tua indifferenza alle logiche dei premi letterari, ma come lettore credo che la tua presenza allo Strega sarebbe un modo per fare finalmente quanto tanti auspicano da anni: mettere fine alle logiche di spartizione, fare in modo che anche altri editori possano aspirare al podio.
Allo Strega siamo affezionati perché fa parte della nostra storia, ma negli anni ha perso fascino, perché ormai è diventato un gioco sfacciatamente combinato. Io propongo te perché ti leggo e propongo te perché hai avuto l’attenzione della critica internazionale, cosa tutt’altro che scontata.”

La lettera prosegue, offrendo altre considerazioni…

In effetti, quello di Elena Ferrante è uno dei casi internazionali di maggior successo che abbiano riguardato la letteratura italiana in epoca recente. Ricordiamo che Foreign Policy, una delle più autorevoli riviste mondiali dedicate alle relazioni internazionali, ha inserito la Ferrante fra i 100 “global thinkers” più importanti del 2014. Unico altro italiano, il presidente del consiglio Matteo Renzi.

Riportiamo gli stralci di alcuni dei riscontri internazionali di cui ha beneficiato Elena Ferrante (gli altri, sulla quarta di copertina del libro qui in basso): Leggi tutto…

È Francesco Piccolo il vincitore del LXVIII Premio Strega

È Francesco Piccolo il vincitore del LXVIII Premio Strega

[Ascolta lo speciale di “Letteratitudine in Fm”, con la voce dei cinque finalisti, cliccando qui]

Roma, 3 luglio 2014 (comunicato stampa).
Come da tradizione al Ninfeo di Villa Giulia a Roma, dopo la mezzanotte del 3 luglio, è stato proclamato il vincitore del sessantottesimo Premio Strega. Al termine dello scrutinio dei 415 espressi su 460 votanti (pari al 90,2% degli aventi diritto al voto; 329 voti online) il Presidente di seggio Walter Siti, vincitore del Premio Strega 2013, e Tullio De Mauro, presidente della Fondazione Bellonci, hanno proclamato vincitore:

Francesco Piccolo vince premio stregaIl desiderio di essere come tutti (Einaudi) di Francesco Piccolo con voti 140

[Ascolta la puntata radiofonica di “Letteratitudine in Fm” con Francesco Piccolo, cliccando qui]

L’autore ha ricevuto da Giuseppe D’Avino, amministratore delegato di Strega Alberti Benevento, il premio di cinquemila euro e la classica bottiglia formato magnum di Liquore Strega. Gli altri libri finalisti hanno totalizzato i seguenti voti:

Il padre infedele (Bompiani) di Antonio Scurativoti 135

La vita in tempo di pace (Ponte alle Grazie) di Francesco Pecorarovoti 60

Non dirmi che hai paura (Feltrinelli) di Giuseppe Catozzellavoti 48

Lisario o il piacere infinito delle donne (Mondadori) di Antonella Cilentovoti 30

L’esito della votazione è emerso dalle preferenze espresse degli Amici della Domenica, il corpo votante storico del premio, ai quali si aggiungono quelle di 60 lettori forti selezionati ogni anno da librerie indipendenti italiane e 15 voti collettivi espressi da scuole, università e Istituti Italiani di Cultura all’estero, per un totale di 460 aventi diritto.

Le preferenze dei voti collettivi sono state così espresse: Leggi tutto…

PREMIO STREGA – CLASSICO CONTEMPORANEO

PREMIO STREGA – CLASSICO CONTEMPORANEO

Auditorium Parco della Musica
Viale Pietro De Coubertin, 30 – Roma
Ingresso 5 euro

* * *

16 febbraio
Teatro Studio ore 11
Melania Mazzucco 
L’isola di Arturo di Elsa Morante

23 marzo
Teatro Studio ore 11
Domenico Starnone 
Cinque storie ferraresi di Giorgio Bassani

13 aprile
Sala Petrassi ore 11
Walter Siti 
Sillabario n. 2 di Goffredo Parise

4 maggio 
Teatro Studio ore 11
Alessandro Barbero 
Il dolore perfetto di Ugo Riccarelli

Quattro partiture letterarie per i vincitori dello Strega Leggi tutto…

I 12 LIBRI DELLO STREGA 2013

premio stregaIl Comitato direttivo del Premio Strega, promosso dalla Fondazione Maria e Goffredo Bellonci in collaborazione con Liquore Strega, ha selezionato i dodici libri che si disputeranno la sessantasettesima edizione tra i 26 presentati lo scorso 5 aprile dagli Amici della domenica:

1 Apnea (Fandango) di Lorenzo Amurri: Presentato da Clara Sereni e Sandro Veronesi

2 – El especialista de Barcelona (Dalai editore) di Aldo Busi: Presentato da Alessandro Barbero e Stefano Bartezzaghi

3 – Romanzo irresistibile della mia vita vera (Marsilio) di Gaetano CappelliPresentato da Gian Arturo Ferrari e Marina Valensise

4 – Cate, io (Fazi) di Matteo Cellini: Presentato da Filippo La Porta e Paola Mastrocola

5 – Sofia si veste sempre di nero (minimum fax) di Paolo Cognetti: Presentato da Diego De Silva e Lorenzo Pavolini

6 – Mandami tanta vita (Feltrinelli) di Paolo Di Paolo: Presentato da Gad Lerner e Rosetta Loy

7 – Il cielo è dei potenti (e/o) di Alessandra FioriPresentato da Giovanna Botteri e Paolo Sorrentino

8 – Atti mancati (Voland) di Matteo MarchesiniPresentato da Massimo Onofri e Silvia Ronchey

9 – Le colpe dei padri (Piemme) di Alessandro Perissinotto: Presentato da Gianluigi Beccaria e Eva Cantarella

10 – Figli dello stesso padre (Longanesi) di Romana PetriPresentato da Alberto Asor Rosa e Salvatore S. Nigro

11 – Resistere non serve a niente (Rizzoli) di Walter SitiPresentato da Alessandro Piperno e Domenico Starnone

12 – Nessuno sa di noi (Giunti) di Simona SparacoPresentato da Valeria Parrella e Aurelio Picca

Il Comitato direttivo del Premio Strega – composto da due esponenti della Fondazione Bellonci, Tullio De Mauro e Valeria Della Valle, due rappresentanti di Strega Alberti S.p.A., Giuseppe D’Avino e Alberto Foschini, dall’assessore alle Politiche culturali di Roma Capitale, Dino Gasperini, da due autori premiati nelle precedenti edizioni, Melania Mazzucco e Ugo Riccarelli, e da due personalità rappresentative dei quattrocento Amici della domenica, Giuseppe De Rita e Fabiano Fabiani ha selezionato i dodici libri in gara. “Siamo stati piacevolmente sorpresi dal gran numero e dalla qualità complessiva dei libri presentati dagli Amici della domenica, che riflettono i caratteri di una stagione letteraria ricca di proposte letterariamente mature,” dichiara Tullio De Mauro, presidente del Comitato direttivo e della Fondazione Bellonci, “le scelte del Direttivo sono state perciò il frutto di una discussione accurata e appassionante. Ora spetta alla giuria del premio, nelle sue varie articolazioni, il compito di selezionare i finalisti prima e il vincitore poi, quest’anno avvalendosi anche dell’opportunità di votare telematicamente”.
Leggi tutto…

I 26 LIBRI PRESENTATI ALLO STREGA 2013

premio stregaEcco l’elenco dei 26 libri presentati dagli “Amici della domenica” per partecipare all’edizione 2013 del Premio Strega. Sarà compito del Comitato Direttivo (che si riunirà il 16 aprile), selezionare i 12 libri che si contenderanno la sessantasettesima edizione.
Leggi tutto…

PREMIO STREGA 2013: i nuovi giurati e le date

premio stregaIl Comitato direttivo del Premio Strega – composto da Alessandro Barbero, Giuseppe D’Avino, Valeria Della Valle, Tullio De Mauro (presidente), Giuseppe De Rita, Fabiano Fabiani, Alberto Foschini, Dino Gasperini, Melania G. Mazzucco, Ugo Riccarelli – ha designato 8 nuovi Amici della domenica. Oltre ad Alessandro Piperno, Premio Strega 2012, che entra di diritto a far parte della giuria, sono stati scelti: Laura Bosio, scrittrice, finalista al Premio Strega 2007 con il romanzo Le stagioni dell’acqua (Longanesi); Massimo Gramellini, vicedirettore de “La Stampa” e scrittore; Sergio Luzzatto, saggista e docente di Storia moderna all’Università di Torino; Massimo Maugeri, giornalista e scrittore, fondatore del blog Letteratitudine; Maria Laura Rodotà, editorialista del “Corriere della Sera”; Mirella Serri, saggista, giornalista e docente di Letteratura e giornalismo presso La Sapienza – Università di Roma; Chiara Valerio, scrittrice.

I nuovi componenti entrano a far parte dello storico corpo votante del Premio Strega – promosso dalla Fondazione Maria e Goffredo Bellonci in collaborazione con Liquore Strega – che comprende circa 400 tra uomini e donne di cultura e dal 1947 attribuisce il riconoscimento a un libro di narrativa italiana pubblicato tra il 1° aprile dell’anno precedente e il 31 marzo dell’anno in corso. Concorre ad assegnare il Premio Strega anche un gruppo di 60 lettori forti, che ruotano di anno in anno, selezionati dalle librerie indipendenti italiane. A questi si aggiungono i voti collettivi espressi dalle 40 scuole del progetto 2013. Un anno stregato, dal Liceo Einstein di Berlino e dai gruppi di lettura coordinati da 10 Istituti Italiani di Cultura all’estero. Il LXVII Premio Strega sarà dunque assegnato da un totale di 460 votanti.
Leggi tutto…

Premio Strega ad Atene

L’Istituto Italiano di Cultura di Atene in collaborazione
con Megaron Plus, le Edizioni Patakis e le Edizioni Kastanioti

organizza la Serata Letteraria

“Premio Strega ad Atene”

Giovedì 29 novembre 2012, ore 19.00

presso il Megaron Mousikis di Atene, Vas. Sofias & Kokkali 115 21,

Sala Skalkota

Giovedì 5 luglio 2012 lo scrittore Alessandro Piperno è stato proclamato vincitore, a Roma, della 66a edizione del Premio Strega, promosso dalla Fondazione Bellonci in collaborazione con Liquore Strega. Alla votazione della cinquina dei finalisti e del vincitore del Premio letterario più ambito d’Italia ha partecipato il Comitato di Lettura ateniese, recentemente fondato dall’Istituto Italiano di Cultura di Atene.

Fin dal 1944, in una Roma non ancora liberata, cominciò a prendere vita intorno a Maria e Goffredo Bellonci l’alleanza culturale degli Amici della domenica, che nel 1947, grazie all’illuminata adesione del giovane industriale Guido Alberti, decisero di fondare con il Premio Strega un’istituzione capace fin da subito di riaccendere il dibattito culturale nella nuova stagione della democrazia e della libertà. Grazie all’impegno della Fondazione Bellonci, presieduta da Tullio De Mauro, il Premio continua a riunire i protagonisti della società culturale italiana che negli anni hanno raccolto il testimone dei primi Amici della domenica (nell’edizione del 1947 erano presenti, tra gli altri, Aleramo, Alvaro, Banti, Brancati, Debenedetti, Flaiano, Longhi, Maccari, Manzini, Morante, Moravia, Palazzeschi, Pannunzio, Piovene).

Alessandro Piperno, il vincitore del Premio Strega di quest’anno con il romanzo Inseparabili (Edizioni Mondadori), accompagnato da Edoardo Nesi vincitore dell’edizione 2011 con il romanzo Storia della mia gente (Edizioni Bompiani), incontra il pubblico ateniese al Megaron Plus.
Leggi tutto…

ALESSANDRO PIPERNO VINCE L’EDIZIONE 2012 DEL PREMIO STREGA

ALESSANDRO PIPERNO VINCE L’EDIZIONE 2012 DEL PREMIO STREGA

Lo scrittore romano vince con 126 voti, superando per due lunghezze Emanuele Trevi (124 voti). Seguono: Carofiglio 119 voti, Fois 48 e Ghinelli 16

di Massimo Maugeri

Una battaglia all’ultimo voto, quella che ha visto contrapposti Alessandro Piperno e Emanuele Trevi. Alla fine l’ha spuntata Piperno, con 126 voti, autore del romanzo Inseparabili. Il fuoco amico dei ricordi (Mondadori): è lui il vincitore dell’edizione 2012 del Premio Strega. A due soli voti di distacco, Emanuele Trevi con Qualcosa di scritto (Ponte alle Grazie)… seguito da Gianrico Carofiglio con Il silenzio dell’onda (Rizzoli). Un po’ più distanziato,  Marcello Fois con Nel tempo di mezzo (Einaudi). Chiude la cinquina, Lorenza Ghinelli con La colpa (Newton Compton).
I libri della cinquina…

Il libro vincitore dell’edizione 2012 del Premio Strega Leggi tutto…

I 12 dello Strega 2012

premio stregaIl Comitato direttivo del Premio Strega  ha selezionato le dodici opere che si disputeranno la LXVI edizione del Premio. Eccole:

La logica del desiderio (Giiulio Perrone editore) di Giuseppe Aloe
Il silenzio dell’onda (Rizzoli) di Gianrico Carofiglio
Così in terra (Dalai editore) di Davide Enia
Nel tempo di mezzo (Einaudi) di Marcello Fois
La colpa (Newton Compton) di Lorenza Ghinelli
Malacrianza (Nutrimenti) di Giovanni Greco
Il corridoio di legno (Voland) di Giorgio Manacorda
La rabbia (Transeuropa) di Marco Mantello
La scomparsa di Lauren Armstrong (Fandango) di Gaia Manzini
La sesta stagione (Cavallo di ferro) di Carlo Pedini
Inseparabili. Il fuoco amico dei ricordi (Mondadori) di Alessandro Piperno
Qualcosa di scritto (Ponte alle Grazie) di Emanuele Trevi

© Letteratitudine

Segui Letteratitudine Radio

I 18 libri candidati allo STREGA 2012

premio stregaSono 18 le opere presentate al LXVI Premio Strega – promosso dalla
Fondazione Maria e Goffredo Bellonci in collaborazione con Liquore Strega – dagli Amici della domenica,  lo storico corpo votante che dal 1947 attribuisce il riconoscimento a un libro di narrativa italiana pubblicato tra il 1° aprile dell’anno precedente e il 31 marzo dell’anno in corso.
Il Comitato direttivo del Premio, composto da due esponenti della Fondazione Bellonci, due rappresentanti di Strega Alberti S.p.A., tre autori premiati e due personalità dei 400 Amici della domenica, si riunirà martedì 17 aprile per selezionare tra le proposte degli Amici i 12 libri che si disputeranno la sessantaseiesima edizione.

Il Comitato è composto da Alessandro Barbero, Giuseppe D’Avino, Valeria Della Valle, Tullio De Mauro (presidente), Giuseppe De Rita, Fabiano Fabiani, Alberto Foschini, Dino Gasperini, Melania G. Mazzucco, Ugo Riccarelli.

Questi i libri candidati:
1. La logica del desiderio (Perrone) di Giuseppe Aloe
Presentato da Alessandro Masi e Walter Mauro

2. Il silenzio dell’onda (Rizzoli) di Gianrico Carofiglio
Presentato da Rosellina Archinto e Ferruccio De Bortoli

3. La fame delle donne (Manni) di Marosia Castaldi
Presentato da Cesare Milanese e Francesca Pansa

4. Piccolo testamento (Laurana) di Gabriele Dadati
Presentato da Gherardo Colombo e Romano Montroni

5. Così in terra (Dalai) di Davide Enia
Presentato da Roberto Alajmo e Gianni Borgna

6. Nel tempo di mezzo (Einaudi) di Marcello Fois
Presentato da Marino Sinibaldi e Domenico Starnone

7. La colpa (Newton Compton) di Lorenza Ghinelli
Presentato da Giuseppe Leonelli e Sergio Santoro

8. Malacrianza (Nutrimenti) di Giovanni Greco
Presentato da Paolo Di Stefano e Gabriele Pedullà

9. L’ultima passeggiata (Mursia) di Gabriella Guidi Gambino
Presentato da Gianni Letta e Paolo Marconi

10. Il corridoio di legno (Voland) di Giorgio Manacorda
Presentato da Enzo Golino e Claudio Strinati

11. La rabbia (Transeuropa) di Marco Mantello
Presentato da Raffaella Morselli e Lorenzo Pavolini

12. La scomparsa di Lauren Armstrong (Fandango) di Gaia Manzini
Presentato da Luca Canali e Giuseppe Patota

13. Luna di notte (Gremese) di Amos Mattio
Presentato da Maurizio Cucchi e Stefano Giovanardi

14. La sesta stagione (Cavallo di ferro) di Carlo Pedini
Presentato da Arnaldo Colasanti e Renato Minore

15. Inseparabili. Il fuoco amico dei ricordi (Mondadori) di Alessandro Piperno
Presentato da Giorgio Ficara e Raffaele Manica

16. Amorino (Bompiani) di Isabella Santacroce
Presentato da Enrico Ghezzi e Angelo Guglielmi

17. Qualcosa di scritto (Ponte alle Grazie) di Emanuele Trevi
Presentato da Raffaele La Capria e Francesco Piccolo

18. Il vuoto intorno (Il foglio letterario) di Claudio Volpe
Presentato da Dacia Maraini e Paolo Ruffilli

Martedì 17 aprile, al termine della riunione del Comitato direttivo, verrà annunciata la rosa dei 12 libri candidati, che saranno presentati giovedì 26 aprile al Teatro San Marco di Benevento.

© Letteratitudine

Segui Letteratitudine Radio