Archivio

Posts Tagged ‘Premio Viareggio-Rèpaci 2021’

PREMIO VIAREGGIO–RÈPACI 2021: le terne dei finalisti

PREMIO VIAREGGIO–RÈPACI 2021: scelte le terne dei finalisti nelle tre sezioni narrativa, poesia e saggistica

* * *

Sono stati selezionati i finalisti che si contenderanno la vittoria della 92esima edizione  del Premio Viareggio-Rèpaci, la cui cerimonia finale si terrà sabato 28 agosto a Viareggio (con la proclamazione dei vincitori delle tre sezioni del premio).

Ecco le terne finaliste:

Sezione Narrativa:
Edith Bruck con “Il pane perduto” (La nave di Teseo), Gilda Policastro con “La parte di Malvasia” (La nave di Teseo), Alice Urciuolo con “Adorazione” (66thand2nd).

Sezione Poesia:
Andrea Bajani con “Dimora naturale” (Einaudi), Vittorino Curci con “Poesie 2020-1997” (La Vita Felice), Flavio Santi con “Quanti (truciolature, scie, onde) 1999-2019” (Edizioni Industria & letteratura). Leggi tutto…

PREMIO VIAREGGIO – RÈPACI 2021: ad Annalena Benini il Premio Giornalistico e a Igiaba Scego il Premio Internazionale

Viareggio – Rèpaci 92°: ad Annalena Benini il Premio Giornalistico e a Igiaba Scego il Premio Internazionale

image

 * * *

Sono autrici poliedriche, intellettuali attive e sensibili le premiate speciali dell’edizione di quest’anno del Viareggio – Rèpaci. Leggi tutto…

PREMIO VIAREGGIO–RÈPACI 2021: a Roberto Benigni il Premio Speciale Città di Viareggio

PREMIO VIAREGGIO – RÈPACI 2021 – 92° EDIZIONE

 

A Roberto Benigni il Premio Speciale Città di Viareggio

 * * *

imageSarà il regista, attore e sceneggiatore Roberto Benigni – alla vigilia del Leone d’oro alla carriera che gli verrà conferito alla 78. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica – a ricevere il Premio Speciale Città di Viareggio che gli verrà consegnato nel corso della serata finale del Viareggio – Rèpaci 92° edizione prevista il 28 agosto 2021 a Viareggio.

L’antico legame affettivo di Roberto Benigni con la cittadina toscana raccontato anche nel suo film vincitore di tre premi Oscar® “La vita è bella” (1997), riceve un tributo che raggiunge il suo massimo valore simbolico nell’anno delle celebrazioni dantesche con un’assegnazione decisa dal Sindaco Giorgio Del Ghingaro insieme al Presidente del premio Paolo Mieli. Leggi tutto…