Archivio

Posts Tagged ‘Roberto Carboni’

LA COLLINA DEI DELITTI di Roberto Carboni: incontro con l’autore

“La collina dei delitti” di Roberto Carboni (Newton Compton): incontro con l’autore e un brano estratto dal libro

* * *

Roberto Carboni Classe 1968, è nato a Bologna e vive sulle colline di Sasso Marconi. È autore di numerosi romanzi e docente di scrit­tura creativa a tempo pieno. Nel 2015 è stato premiato con il Nettuno d’Oro (in precedenza attribuito, tra gli altri, a Lucio Dalla e Carlo Lucarelli), nel 2016 con il premio speciale Fondazione Marconi Radio Days (precedentemente premiati Enzo Biagi, Lilli Gruber). Nel 2017 ha vinto il Garfagnana in Giallo, nella sezione Romanzo Classic. Nel 2018 è stato vincitore del SalerNoir Festival di Salerno. Con la Newton Compton ha pubblicato con successo Il giallo di Villa Nebbia. Il suo sito è robertocarboni.com.

Il nuovo libro di Roberto Carboni si intitola “La collina dei delitti” (Newton Compton). Abbiamo chiesto all’autore di parlarcene…

* * *

«L’amore e la paura uniscono gli esseri umani», ha detto Roberto Carboni a Letteratitudine. «L’angoscia invece disperde la ragione e ci frantuma, ma allo stesso tempo ci affascina. Non sappiamo resisterle. Le dedichiamo opere d’arte, la ricerchiamo nel cinema e nella letteratura. Leggi tutto…

IL DENTISTA – di Roberto Carboni (recensione)

IL DENTISTA (delitti alle sette chiese) – di Roberto Carboni (Fratelli Frilli editore)

di Ivo Tiberio Ginevra

Io sono siciliano, amo la mia terra e mi piace molto leggere romanzi ambientati nei luoghi dove sono nato, cresciuto, e tuttora spendo la mia vita, ma da un po’ di tempo a questa parte ho un’altra terra nel cuore, che oramai conosco bene, e poi, soprattutto ho imparato ad amare una città come se fosse mia: Bologna. Per scherzo ho detto più volte che mi spetterebbe la cittadinanza onoraria Bolognese, per quanti romanzi ho letto ambientati nel capoluogo Emiliano, segno evidente e consolidato del fermento culturale che brulica nella regione. Fra questi scrittori radicati nel territorio ce n’è uno che mi fa vivere la città appiccicandomela addosso, donandomi la sensazione di essere a casa. Parlo di Roberto Carboni, classe ’68, bolognese doc. Innamorato della sua città, unica protagonista indiscussa di ogni suo romanzo. Quello che mi piace di più della sua scrittura è che sa trattare magistralmente le sensazioni del luogo, senza invadere le pagine con toponomastica eccessiva, con nutrite descrizioni di usanze, luoghi, ecc. ecc.. C’è aria, tanta o poca aria, che respiri fino in fondo e riesci pure a vederla. Leggi tutto…