Archivio

Posts Tagged ‘Tersite Rossi’

GLEBA di Tersite Rossi: incontro con gli autori

“Gleba”, il nuovo romanzo del duo letterario Tersite Rossi pubblicato da Pendagron. Gli autori ci parlano del libro. In coda al post pubblichiamo un estratto

 * * *

Tersite Rossi è un collettivo di scrittura, autore del romanzo d’inchiesta sulla cosiddetta trattativa tra Stato e Mafia, È già sera, tutto è finito (Pendragon 2010), del noir distopico Sinistri (edizioni e/o 2012) e del thriller economico-antropologico I signori della cenere (Pendragon 2016). Lo pseudonimo è un omaggio a Tersite, l’antieroe omerico, che rappresenta l’opposto di ciò che tutti si attendono. È brutto, debole e codardo in un mondo di belli, forti e coraggiosi. È l’ombra che nessuno vede, perché è arrivata troppo presto. O troppo tardi.
È in libreria il quarto romanzo di Tersite Rossi. Si intitola “Gleba” e lo pubblica, come i due precedenti, Pendragon. È un romanzo che ha a che fare con tematiche forti e di grandi attualità. Aziendalismo psicotico, terrorismo cieco, nuove tecnologie soggioganti, strategia della tensione e molto altro nella nuova opera, che mette i personaggi, e il lettore, di fronte a un bivio: vivere o servire. “Un lavoro di ricerca impressionante”, ha detto del romanzo Massimo Carlotto.

Abbiamo incontrato il collettivo Tersite Rossi e gli abbiamo chiesto di parlarci di questo nuovo romanzo… Leggi tutto…

I TERSITE ROSSI raccontano I SIGNORI DELLA CENERE

I TERSITE ROSSI raccontano il loro romanzo I SIGNORI DELLA CENERE (Pendagron)

I Signori della Cenere, genesi di un romanzo

di Tersite Rossi

https://i0.wp.com/www.pendragon.it/images/upload/copertine2016/covertersite2.jpgAttraversare Milano, di notte, dopo aver presentato un libro, il nostro romanzo d’esordio, che parla di trattativa, mafia e Stato. Attraversarla col timore referenziale di chi “diecimila abitanti sono già troppi”. Attraversarla nel 2010 e chiedersi “che ci facciamo qua” e “dove andremo”. Filosofia tascabile, tra uno sbadiglio e la pancia gonfia da trasferta, che ti costringe a fare i conti con la vita e l’età adulta, quella dai trenta in poi per intendersi.
Può nascere anche così un romanzo. Sulle ceneri di un romanzo appena scritto e già desideroso di diventare altro. E con la consueta urgenza di raccontare quello che ci sta attorno e ci inquieta, perché – come ci hanno insegnato i maestri della solita filosofia tascabile – “se ai fantasmi dai un nome, smettono di fare paura”.
L’inquietudine è quella data dalle devastazioni della scienza triste, l’economia del tutto e il contrario di tutto, delle vittime in strada e dei carnefici nei salotti. Ed è data pure da lunghe discussioni tra Tersite e Rossi sui fondamenti della monogamia, sul significato sociologico del calcio, oppure più banalmente sull’origine del male. Leggi tutto…

UNA COLLEZIONE DI CONTENUTI: Sabot/age a Più libri, più liberi

Domani a… Più libri, più liberi
incontro di venerdì, 8 dicembre – h. 15 – Sala Smeraldo

Una collezione di contenuti
Presentazione dei nuovi romanzi della Collana Sabot/age: Una brutta storia, Undercover, Sinistri, Non passare per il sangue
intervengono Massimo Carlotto, Piergiorgio Pulixi, Roberto Riccardi, Tersite Rossi, Eduardo Savarese
a cura di edizioni e/o

* * *

da LA SICILIA di sabato 01/12/2012

Letteratitudine

La ricetta di Sabot/Age: storie che nessuno vuole raccontare
Leggi tutto…