Home > Eventi > – 3 a LIBRIAMOCI 2015

– 3 a LIBRIAMOCI 2015

ottobre 23, 2015

– 3 a LIBRIAMOCI 2015

72 ore al via della seconda edizione di Libriamoci. Giornate di lettura nelle scuole (26-31 ottobre 2015)

Mancano solo 3 giorni  all’inizio: da lunedì 26 a sabato 31 ottobre 2015 si svolge la seconda edizione di Libriamoci. Giornate di lettura nelle scuole, un’iniziativa promossa dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (MIUR) attraverso la Direzione Generale per lo Studente e dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo (MIBACT) – attraverso il Centro per il libro e la lettura. Romano Montroni, presidente del Centro per il Libro e la Lettura, commenta così il conto alla rovescia: “La lettura è il più efficace strumento di promozione sociale. Leggere dà il potere di comprendere il mondo, difendersi dalle ingiustizie, perseguire i propri sogni. Chi legge impara inoltre qualcosa su se stesso, sul cittadino che vuole essere, su cosa intende fare della propria vita e del proprio ruolo nel mondo”. E spiega lo spirito di Libriamoci: “Sull’onda dell’entusiasmo che l’anno scorso ha conquistato tutto il Paese, con questa seconda edizione di Libriamoci puntiamo a portare la magia e il potere della lettura in ancora più classi, coinvolgendo il maggior numero possibile di giovani e meno giovani. Si legge già molto e molto bene nelle nostre scuole ma occorre diffondere questa buona pratica più capillarmente e progettare occasioni sempre nuove e coinvolgenti per leggere di più”. Con questa appassionante missione di promozione della lettura, Libriamoci si rivolge alle scuole di ogni ordine e grado, dalle elementari alle superiori, invitandole a inserire nelle attività scolastiche delle sei giornate momenti di lettura ad alta voce.

Numerosi i protagonisti del panorama istituzionale e culturale italiano che hanno già confermato la loro collaborazione: la Presidenza del Consiglio dei Ministri; il Ministero degli Affari Esteri, l’ANCIAssociazione Nazionale Comuni Italiani; la SIAE: la Fondazione per il Libro, la Musica e la Cultura; la Fondazione Maria e Goffredo Bellonci; la Fiera del Libro per Ragazzi di Bologna; il Coordinamento delle Associazioni di promozione della lettura; la Coop Adriatica; RAI Fiction; il Corriere della Sera.

 

I LETTORI SPECIALI DI LIBRIAMOCI

Il programma delle iniziative, coordinato dal Centro per il libro e che conta già circa 2.000 eventi, dà spazio alla creatività più sfrenata e mette sul tavolo un menu irresistibile: fra reading e maratone, incontri speciali e flash mob, si aggireranno nelle scuole tanti lettori speciali. Oltre 300 ad oggi gli scrittori, giornalisti e cantanti che si sono offerti con entusiasmo di andare a leggere nelle classi: andranno a condividere la propria passione per la lettura Alessandro Barbero (Torino), Marco Buticchi (Lerici – La Spezia), Paola Cereda (Torino), Francesco Costa (Casal Bertone, Roma), Giuseppe Culicchia (Torino), Valentina D’Urbano (Roma e Frascati), Paolo Di Paolo (Roma), Gian Luca Favetto (Torino), Ernesto Ferrero (Torino), Carlotta Fruttero (Roma), Carlo Gabardini (Torino), Fabio Geda (Torino), Lorenza Ghinelli (Rimini), Marco Gobetti (Torino), Carlo Greppi (Torino), Francesco Gungui (Milano), Paolo Interdonato (Milano), Roberto Ippolito (Roma), Stefania Limiti (Roma), Maurizio Maggiani (Faenza), Alessandro Mari (Milano), Lorenzo Marone (Napoli), Carlo Adolfo Martigli (Rapallo), Lorenza Mazzetti (Roma), Margherita Oggero (Torino), Gianni Oliva (Torino), Demetrio Paolin (Torino), Stefania Parmeggiani (Frascati), Silvio Perrella (Napoli), Angelo Petrosino (Torino), Lavinia Petti (Torre del Greco – Napoli), Sandro Provvisionato (Civitavecchia – Roma), Simone Regazzoni (Genova), Mirella Serri (Grottaferrata – Roma), Beppe Severgnini (Milano), Bobby Solo (Pinzano al Tagliamento – Pordenone), Salvatore Striano (Bagnoli, Napoli), Licia Troisi (Monterotondo – Roma), Massimo Vitali (Bologna).

Numerosi anche gli attori segnalati da Rai Fiction e pronti a declamare a voce alta tra i banchi i loro libri preferiti: fra questi, sono già confermati presso le scuole Francesca Agostini (Roma), Dario Aita (Roma), Pupi Avati (Roma), Ettore Bassi (Roma), Valentina Corti (Roma), Stefano Dionisi (Roma), Manlio Dovì (Palermo), Alessia Gazzola (Messina), Enrico Lo Verso (Marina di Ragusa), Francesca Nunzi (Settecamini – Roma), Veronica Pivetti (Roma), Edoardo Purgatori (Roma), Ruben Riggillo (Roma) e Fabrizio Rispo (Casa circondariale di Pozzuoli).

Libriamoci Ad Alta Voce

Altra adesione ricca di contenuti è quella del festival Ad Alta Voce, di Coop Adriatica, che dal 26 al 31 ottobre propone uno speciale dedicato all’iniziativa: Libriamoci/Ad Alta Voce, una serie di incontri per gli studenti delle superiori con letture e accompagnamenti musicali nelle città di Cesena, Ravenna, Ancona, Bologna, Venezia e Mestre inclusi reading in luoghi inusuali come carceri, mense per i poveri, Cittadella della scienza. In veste di lettori parteciperanno, fra gli altri: Marco Balzano, Camilla Baresani, Anna Bonaiuto, Patrizia Cavalli, Alessandro D’Avenia, Nando dalla Chiesa, Giorgio Fontana, Marcello Fois, Fabio Genovesi, Enrico Ianniello, Nicola Lagioia, Marco Malvaldi, Marco Missiroli, Piergiorgio Odifreddi, Paola Senesi, Simona Vinci. I titoli degli incontri, inoltre, sono un programma nel programma, costituendo essi stessi degli inviti ai più giovani, degli slogan per affrontare il futuro: si va infatti da Inventare il futuro: breve guida per realizzare l’impossibile (26 ottobre, Cesena), a Sopravvivere al pessimismo: l’Italia nuova i nuovi italiani (27 ottobre, Ravenna), da La letteratura al tempo di Google (29 ottobre, Bologna) a Trapassati dal futuro, Ricettario per uomini liberi, La scienza di essere se stessi: incontri fra matematica e poesia (tutti il 29 ottobre a Bologna). Si lancia la sfida a Starci dentro: storie di cultura e integrazione (30 ottobre, Ancona), e si assiste allo spettacolo Ladro di rose (30 ottobre, Mestre), mentre l’attualità sale sul palcoscenico con i Viaggiatori: le migrazioni fra racconto e realtà (31 ottobre, Mestre e Venezia) per poi riflettere sulle diverse forme di espressione con Font: la scrittura fra segno e parola (31 ottobre, Venezia), su L’eterna bellezza (31 ottobre, Venezia), e chiudere con un ricordo della Grande Guerra nel concerto-spettacolo Mille papaveri rossi (31 ottobre, Mestre).

Il flash-mob dantesco

Altra coinvolgente novità di questa seconda edizione, la giornata speciale di giovedì 29 ottobre: i versi di Dante risuoneranno in tutta Italia per celebrare il 750° anniversario dalla sua nascita. Nell’ambito di Libriamoci, il Centro per il libro e la lettura e il progetto Compita (Competenze dell’Italiano) del Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca insieme all’ADI, Associazione Degli Italianisti, hanno lanciato il progetto Dante a mezzogiorno, invitando le scuole superiori e le università a organizzare – a mezzogiorno del 29 ottobre 2015 – un evento di letture ad alta voce di passi dall’opera dantesca o di riflessione sul sommo poeta. Promossa sul territorio nazionale anche da molte Università – tra cui le Università di Roma “Sapienza”, Torino, Milano IULM, Padova, Verona, Bologna, Firenze, Siena, Bari, Catania, Palermo – l’iniziativa sta raccogliendo molte adesioni e il calendario degli appuntamenti si arricchisce a vista d’occhio: l’Università “Sapienza” di Roma, ad esempio, ha organizzato un reading collettivo a mezzogiorno in punto, seguito dallo spettacolo di e con Monica Guerritore Dall’Inferno all’Infinito, e l’Università IULM di Milano ha in programma, insieme alle letture a mezzogiorno, un incontro con il dantista Marco Santagata. All’Università di Firenze, nell’Aula Magna del Rettorato, l’intera mattinata sarà dedicata a Dante con interventi, fra gli altri, di Eraldo Affinati e Maria Pace Ottieri e il flash-mob, incentrato sull’Inferno, negli Istituti Superiori di Prato ed Empoli. Fervono i preparativi anche nelle scuole: solo per citarne qualcuno, tra i flash-mob già ai blocchi di partenza, Tutto Dante per bambini alla scuola Primaria “Caduti per la Libertà” di Alessandria prevede, fra una lettura e l’altra, la costruzione di un “Giuoco Infernale” stile gioco dell’oca seguendo i castighi della Divina Commedia e inventandone di nuove per le marachelle quotidiane. Con lettori più cresciuti, il Liceo Classico “Tommaso Campanella” di Reggio Calabria ha ideato un flash-mob itinerante e in costume sulla Divina Commedia, che partendo da diversi luoghi della scuola si snoda per la città fino a raggiungere, canto dopo canto, la cattedrale. A Montevarchi (Arezzo) nel frattempo, sempre il 29 ottobre, l’I.S.I.S. “Benedetto Varchi” ha organizzato letture della Commedia in varie lingue, insieme alla proiezione di filmati a cura degli studenti e letture scelte. E ancora: il Liceo Scientifico “Enrico Fermi” di Muro Lucano (Potenza) fa evadere Dante dalla scuola e lo porta in piazza, per una maratona di letture tra Inferno, Purgatorio e Paradiso. Insieme ai flash-mob sincronizzati per mezzogiorno, sono in programma convegni, letture, recite e approfondimenti nelle scuole di tutta Italia, fra le quali: Bergamo (ISIS “Giulio Natta”), Mestre (Liceo “U. Morin”), Rovigo (Liceo “P. Paleocapa”), Venezia (Liceo “M. Foscarini”), Prato (I.T.S. “T. Buzzi”), Empoli (I.I.S. “Ferraris – Brunelleschi”), Roma (Liceo “B. Russell”), Napoli (Liceo “E. Pimentel), Foggia (Liceo “G. Marconi”, Liceo “C. Poerio”, Scuola media “Murialdo”, Liceo “don L. Milani” di Acquaviva delle Fonti), Acireale (Liceo “Archimede”). Questi sono solo alcuni esempi: molto altro è ancora in preparazione!

Il Corriere della Sera: lettori e campagna per condividere l’esperienza della lettura

Già impegnato l’anno scorso con lo Speciale #unamoredilibro, per la seconda edizione di Libriamoci il Corriere della Sera lancia la campagna social #unlibroper2: il libro non è un esercizio solitario bensì esperienza condivisa, di scambio e dono. Sarà realizzata una serie di brevi video con testimonial (scrittori, attori, cantanti, sportivi, chef) che raccontano il loro #libroper2: quello consigliato da una professoressa, quello di un amico, di un amore, quello consigliato da un compagno di viaggio o da un vicino di treno. Dal mondo social direttamente nelle classi, fra i giornalisti che già hanno dato la loro disponibilità, andranno nelle scuole di Milano Paolo Di Stefano (IT-Liceo scientifico Nicola Moreschi), Michele Farina (Liceo Volta), Paolo Mereghetti (Liceo Carducci) e Mario Porqueddu (scuola media Ricci); a Roma Alessandra Arachi (Liceo Machiavelli) e Paolo Conti (Liceo Righi).

Il concorso letterario del Centro Astalli: La scrittura non va in esilio

Fra le novità di questa seconda edizione di Libriamoci, è particolarmente significativa per i temi affrontati l’adesione del Centro Astalli, il Servizio dei Gesuiti per i Rifugiati in Italia, che da oltre trent’anni aiuta chi arriva in Italia in fuga da guerre e violenze e da più di dieci anni propone a migliaia a migliaia di studenti italiani di oltre 100 istituti delle scuole secondarie superiori di 15 città italiane, con il patrocinio dell’Alto Commissariato delle nazioni Unite per i Rifugiati, progetti didattici e di promozione della lettura sul diritto d’asilo e i rifugiati in Italia. Nell’ambito di questo impegno, il 29 ottobre dalle ore 10.30 alle 12.00 presso l’Auditorium del Massimo a Roma (Zona Eur) è in programma l’incontro con i 1.000 studenti che hanno partecipato al concorso letterario La scrittura non va in esilio e la premiazione dei primi 10 classificati, che riceveranno valigie di libri sul tema dell’asilo, dell’immigrazione, delle guerre nel mondo e dell’intercultura. Nella giuria del concorso, tra gli altri, vi sono Carlotta Sami e la scrittrice Melania Mazzucco e il giornalista Giovanni Anversa che presenterà l’evento. I racconti pervenuti alla Fondazione Astalli sono la prova che, tra le nuove generazioni c’è ancora terreno fertile per una società diversa, per una cultura dell’accoglienza e del rispetto reciproco.

BookSound incontra Libriamoci

Fra le adesioni più entusiaste, sul fronte extra-scolastico, quest’anno si segnala BookSound, l’iniziativa Marcos y Marcos, LaAV, Letteratura rinnovabile, Nausika e Libreria Leggere che si propone proprio di incoraggiare la lettura a voce alta nelle scuole. Una comunione d’intenti che si è concretizzata in BookSound incontra Libriamoci: tra il 26 e il 31 ottobre letture speciali nelle scuole di BresciaCampi Bisenzio (Firenze), Cecina (Livorno), Milano, MonzaPietrasanta (Lucca) e Sesto Fiorentino (Firenze). Ecco il programma: Fulmine di Lello Gurrado sarà letto da Shasa Mari, Federico Rossi, Francesco Ghelli, tre giovanissimi lettori BookSound, e raccontato dall’autore al Liceo “Annibale Calini” di Brescia e al Liceo “Donatelli-Pascal” di Milano, mentre Daniela Bertini lo leggerà al Liceo “Agnoletto” di Campi Bisenzio (Firenze). La grande battaglia musicale di Carlo Boccadoro risuonerà con la voce di Cladia Bellana nell’Istituto Comprensivo di Pietrasanta (Lucca). Inutile tentare imprigionare sogni di Cristiano Cavina letto da Antonella Bavetta accenderà i ragazzi del istituto tecnico “Mosè Bianchi” di Monza. La commedia umana di William Saroyan sarà portato da Filippo Nicosia (ideatore della libreria itinerante “Pianissimo”) nel Liceo “A. M. E. Agnoletti” di Sesto fiorentino. Alla grande di Cristiano Cavina grazie a Cristina D’Amato e Elena Pelamatti sarà ascoltato dai ragazzi della scuola media “Galileo Galilei” di Cecina (Livorno).

Il coinvolgimento dei teatri

A grande richiesta degli studenti, affascinati, nella prima edizione dell’iniziativa, dalle interpretazioni degli attori, quest’anno Libriamoci ha esteso a tutti i Teatri d’Italia l’invito a partecipare, chiedendo agli attori di andare a leggere nelle scuole delle città in cui sono impegnati. Fra le prime adesioni, Il Piccolo Teatro di Milano – Teatro d’Europa, che in occasione delle rappresentazioni al Piccolo Teatro Strehler dello spettacolo Odyssey da Omero (di Simone Armitage, con la regia di Robert Wilson), organizzerà la lettura in greco antico di alcuni passi dall’Odissea con attori del Teatro Nazionale di Atene presso il liceo Virgilio di Milano e, nella stessa settimana, la lettura di alcune pagine di Carlo Goldoni, con gli attori dello spettacolo Le donne gelose, del medesimo autore (messo in scena da Giorgio Sangati e prodotto dal Piccolo Teatro). Sempre a Milano, il Teatro Elfo Puccini aderisce con un reading (il 29 ottobre alle ore 9) dell’attrice Elena Russo Arman, che alla scuola secondaria di primo grado “Ascoli” recita un brano da Palomar di Italo Calvino. Cambiando regione, il Teatro Bambam di Verona presso la Casa Circondariale allestirà (il 29 ottobre) una doppia replica della lettura animata Il libro di tutte le cose con l’attore Lorenzo Bassotto e il musicista Pierre Todorovitch. Hanno aderito anche il Teatro Kismet di Bari, il Teatro della Maruca di Crotone e il Teatro Stabile del Veneto.

Da Libriamoci a Scriviamoci

Nello spirito più autentico della lettura, che sempre riserva sorprese e nuove avventure, Libriamoci propone ai giovani lettori il progetto Da Libriamoci a Scriviamoci, promosso dal Centro per il libro e la lettura in collaborazione con la SIAE, organizzato in quattro tappe che collegheranno Libriamoci alla campagna nazionale Il Maggio dei libri: la prima, Libriamoci, con l’obiettivo di reclutare ambasciatori della lettura che invadano pacificamente ma con passione le scuole di ogni ordine e grado testimoniando il valore dell’esperienza umana, di conoscenza e condivisione dei valori che accompagna la lettura. La seconda, l’interazione con il sito/blog Libriamociascuola.it, da arricchire con nuove funzionalità, contenuti e collaboratori, mettendo anche in comunicazione l’attività del portale con i social media. Terza tappa: i premi per le scuole e per gli studenti, pensati per dare concretezza e spessore (di contenuti e di pagine) alle tante occasioni di lettura nelle scuole di tutta Italia e collegare la rete delle scuole partecipanti attraverso il concorso Vinci il tuo scaffale. Il premio? Venticinque scaffali di libri per ogni ordine scolastico per un totale di cento scaffali. Quarta e ultima tappa, le azioni per gli insegnanti, ovvero la continuazione del percorso di sensibilizzazione sul tema specifico dell’educazione alla lettura già iniziato in autunno.

In un’ottica di condivisione e coinvolgimento a 360 gradi del mondo scolastico, le Associazioni culturali hanno dato vita a un coordinamento nazionale appositamente costituitosi per supportare Libriamoci e hanno organizzato in tutta Italia 20 corsi di educazione alla lettura, da ottobre a dicembre, realizzati da esperti e rivolti agli insegnanti, per fornire spunti e strumenti innovativi utili a conquistare l’attenzione e la passione dei ragazzi che ancora non hanno scoperto il potere magico dei libri. Il programma completo è scaricabile dal sito/blog www.libriamociascuola.it.

* * *

© Letteratitudine

LetteratitudineBlog / LetteratitudineNews / LetteratitudineRadio / LetteratitudineVideo

Annunci
Categorie:Eventi Tag:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: