Archivio

Archive for the ‘Premi Letterari’ Category

PREMIO VIAREGGIO – RÈPACI 2020: le terne finaliste

I FINALISTI DELLE TRE SEZIONI DI NARRATIVA, POESIA E SAGGISTICA DEL PREMIO VIAREGGIO – RÈPACI 2020

Sono stati selezionati i finalisti delle tre sezioni (narrativa, poesia, saggistica) dell’edizione 2020 del Premio Viareggio-Rèpaci. La serata finale si svolgerà a Viareggio per la fine di agosto.

* * *

La Giuria del Premio Letterario Viareggio-Rèpaci ha selezionato le terne dei vincitori del premio “Giuria-Viareggio” nonché finalisti del premio “Viareggio-Rèpaci”.

Narrativa
Paolo Di Paolo, Lontano dagli occhi, Feltrinelli
Lorenzo Mondo, Felici di crescere, Sellerio
Romana Petri, Figlio del lupo, Mondadori

Poesia
Luciano Cecchinel, Da sponda a sponda, Arcipelago Itaca
Mariangela Gualtieri, Quando non morivo, Einaudi
Paolo Ruffilli, Le cose del mondo, Mondadori

Saggistica
Giulio Ferroni, L’Italia di Dante. Viaggio nel paese della “Commedia”, La Nave di Teseo
Aldo Grasso, Storia e critica della televisione italiana, Il Saggiatore
Vincenzo Trione, L’opera interminabile. Arte e XXI sec., Einaudi Leggi tutto…

PREMIO VIAREGGIO – RÈPACI 2020: i libri selezionati

SELEZIONATA LA ‘ROSA’ PER LE TRE SEZIONI DI NARRATIVA, POESIA E SAGGISTICA DEL PREMIO VIAREGGIO – RÈPACI 2020

Sono stati selezionati i libri che si contenderanno la vittoria dell’edizione 2020 del Premio Viareggio-Rèpaci. Entro la fine del mese la Giuria del premio si riunirà per decretare i finalisti. La serata finale si svolgerà a Viareggio per la fine di agosto.

* * *

Il Premio Letterario “Viareggio – Rèpaci” nato in Versilia nel 1929 sulla spiaggia e “sotto un ombrellone” per iniziativa dei tre amici Leonida Rèpaci, Carlo Salsa e Alberto Colantuoni, giunge quest’anno alla sua 91° edizione.

I libri segnalati dai giurati per le tre sezioni di Narrativa, Poesia e Saggistica rispondono alle seguenti caratteristiche: sono scritti in italiano come lingua originale, di autore vivente e usciti tra l’1 maggio 2019 e il 30 aprile 2020. Tra essi quest’anno sono stati prescelti, per la prima selezione, otto libri per la sezione narrativa, dieci libri per la sezione poesia e dieci libri per la sezione saggistica.

Ecco l’elenco dei libri selezionati: Leggi tutto…

PREMIO CALVINO 2020: vince “Lingua madre” di Maddalena Fingerle

“Lingua madre” di Maddalena Fingerle vince la XXXIII edizione del Premio Italo Calvino

image

 * * *

Lingua madre di Maddalena Fingerle è l’opera vincitrice della XXXIII edizione del Premio Italo Calvino. Considerata la qualità delle opere finaliste, sono state inoltre assegnate due coppie di menzioni speciali della Giuria: la prima coppia di menzioni va a Oceanides di Riccardo Capoferro e a Il valore affettivo di Nicoletta Verna; la seconda coppia di menzioni va a Schikaneder e il labirinto di Benedetta Galli e a Vita breve di un domatore di belve di Daniele Santero. La menzione speciale Treccani viene attribuita a Giardino San Leonardo di Gian Primo Brugnoli. Leggi tutto…

PREMIO ANDERSEN 2020: i vincitori

I vincitori del Premio Andersen 2020

 * * *

La rivista Andersen ha annunciato stamattina i vincitori della 39esima edizione del PREMIO ANDERSEN, il più ambito riconoscimento attribuito ai libri per ragazzi, ai loro autori, illustratori ed editori: un’occasione per riflettere sull’annata editoriale con particolare attenzione alle produzioni più innovative e originali.

L’annuncio dei vincitori è stato trasmesso venerdì 19 giugno (ore 12) su Facebook e Youtube: un’occasione per incontrarsi, almeno virtualmente, con tutti gli autori ed editori premiati, ascoltare le loro voci e conoscere le motivazioni della giuria.


Leggi tutto…

PREMIO BIELLA LETTERATURA E INDUSTRIA 2020: i finalisti

PREMIO “BIELLA LETTERATURA e INDUSTRIA”- XIX edizione

I finalisti:  Michele AINIS, Maria Paola MERLONI, Adriano PROSPERI, Luca RICOLFI, Salvatore ROMEO – PREMIO SPECIALE DELLA GIuria a Giulio TREMONTI

 * * *

In occasione di un evento digitale aperto a stampa e pubblico, alla presenza di Paolo Piana, Presidente del Premio Biella Letteratura e Industria, di Pier Francesco Gasparetto, presidente della Giuria Tecnica e del sindaco di Biella, dott. Claudio Corradino, sono stati annunciati i nomi dei cinque finalisti del Premio Biella Letteratura e Industria XIX edizione, quest’anno dedicato alla SAGGISTICA. Leggi tutto…

PREMIO STREGA 2020: il 9 giugno conosceremo la cinquina finalista

Il 9 giugno conosceremo i cinque finalisti del Premio Strega 2020. Diretta streaming a partire dalle ore 18.30 

 * * *

La prima votazione del Premio Strega 2020, promosso dalla Fondazione Maria e Goffredo Bellonci e da Liquore Strega con il contributo della Camera di Commercio di Roma e in collaborazione con BPER Banca, si concluderà martedì 9 giugno. Gli autori finalisti alla LXXIV edizione del Premio saranno annunciati sul sito di Rai Cultura  (www.raicultura.it) e su quello del Premio Strega (www.premiostrega.it) a partire dalle ore 18.30 in diretta streaming dalla Camera di Commercio di Roma – Sala del Tempio di Adriano.

Secondo le attuali disposizioni governative lo scrutinio non potrà avvenire alla presenza del pubblico. Per questa ragione i giurati potranno esprimere il loro voto unicamente per via telematica entro le ore 13 del 9 giugno stesso. Saranno presenti tuttavia gli autori candidati, intervistati da Loredana Lipperini, scrittrice e giornalista di Radio Tre. Leggi tutto…

PREMIO CAMPIELLO 2020: i cinque libri finalisti

PREMIO CAMPIELLO 2020: i cinque libri finalisti della 58^ edizione

I cinque finalisti del Premio Campiello 2020 sono: Patrizia Cavalli con “Con passi giapponesi” (Einaudi), Sandro Frizziero con “Sommersione” (Fazi Editore), Francesco Guccini con “Trallumescuro. Ballata per un paese al tramonto” (Scrittori Giunti), Remo Rapino con “Vita, morte e miracoli di Bonfiglio Liborio” (minimum fax), Ade Zeno con “L’incanto del pesce luna” (Bollati Boringhieri). Assegnato il Premio Campiello Opera Prima a Veronica Galletta per “Le isole di Norman (Italo Svevo)

 * * *

Venezia, 1° giugno 2020 – È stata annunciata oggi, nel corso del programma su Rai 5 “Terza pagina”, la cinquina finalista della 58^ edizione del Premio Campiello, concorso di letteratura italiana contemporanea promosso dalla Fondazione Il Campiello ‐ Confindustria Veneto. Nel corso della votazione la Giuria dei Letterati ha votato tra gli oltre 200 libri ammessi al concorso dal Comitato Tecnico: al 1° turno con 7 voti Patrizia Cavalli, “Con passi giapponesi” (Einaudi), al 2° turno con 7 voti Sandro Frizziero, “Sommersione” (Fazi Editore), al 3° turno con 6 voti Francesco Guccini, “Trallumescuro. Ballata per un paese al tramonto” (Scrittori Giunti), al 4° turno con 7 voti Remo Rapino, “Vita, morte e miracoli di Bonfiglio Liborio” (minimum fax) e con 7 voti Ade Zeno, “L’incanto del pesce luna” (Bollati Boringhieri).

image

Durante la trasmissione è stato inoltre annunciato il vincitore del Premio Campiello Opera Prima, riconoscimento attribuito dal 2004 ad un autore al suo esordio letterario. Il premio è stato assegnato a Veronica Galletta per “Le isole di Norman” (Italo Svevo). Leggi tutto…

PREMIO GREGOR VON REZZORI 2020: vince Richard Powers

È lo scrittore statunitense Richard Powers, con il suo romanzo “Il sussurro del mondo” (The Overstory), pubblicato in Italia da La nave di Teseo (traduzione di Licia Vighi) ad aggiudicarsi il Premio Gregor Von Rezzori 2020. La pagina dedicata ai romanzi finalisti è disponibile qui

Image from LETTERATITUDINE (di Massimo Maugeri)

 * * *

La recensione di Massimo Maugeri de “Il sussurro del mondo” di Richard Powers è disponibile cliccando qui

* * *

Richard Powers nasce a Evanston, nell’Illinois, nel 1957, e cresce tra la Tailandia e l’America. Si interessa di Fisica, che comincia a studiare alla University of Illinois, ma cambia idea e si laurea in Lettere. Inizia a scrivere. Il suo primo libro, scritto quando Powers ha ventotto anni, s’intitola Tre contadini che vanno a ballare, ed esce nel 1985. Scrive il secondo nel 1988, Il dilemma del prigioniero, con il quale gli viene assegnata la prestigiosa MacArthur Fellowship (Genius Grant). Nel corso della sua carriera scrive altri dieci libri. L’ultimo, Il sussurro del mondo, uscito l’anno scorso in Italia con La Nave di Teseo, gli è valso il Premio Pulitzer.
La caratteristica dei suoi libri è di esplorare il rapporto tra gli esseri umani, la tecnologia e il mondo naturale.

Il romanzo di Richard Powers, The Overstory, pubblicato da La Nave di Teseo con il titolo Il sussurro del mondo, è un’opera monumentale per la sua architettura complessa che ricorda quella di una cattedrale o di una sinfonia, si potrebbe anche definire omerica. Leggi tutto…

I finalisti del Premio Gregor von Rezzori – Città di Firenze 2020

Premio Gregor von Rezzori – Città di Firenze 2020 – XIV Edizione – Firenze, 26 – 28 maggio 2020

Image from LETTERATITUDINE (di Massimo Maugeri)

CINQUINA NARRATIVA STRANIERA E TRADUZIONE

 * * *

Il Premio Gregor von Rezzori – Città di Firenze è ideato dalla Fondazione Santa Maddalena presieduta da Beatrice Monti della Corte, è sostenuto dal Comune di Firenze, promosso dal Centro per il libro e la lettura del MiBACT e patrocinato da Regione Toscana.

La giuria del Premio Gregor von Rezzori – Città di Firenze composta da Beatrice Monti della Corte, Ernesto Ferrero (presidente) Andrea Bajani, Andrea Landolfi, Alberto Manguel, Maylis de Kerangal e Edmund White annuncia la cinquina per la sezione narrativa straniera e traduzione: Leggi tutto…

PREMIO DEAPLANETA 2020: vince FEDERICA DE PAOLIS con “Le imperfette”

FEDERICA DE PAOLIS VINCE LA SECONDA EDIZIONE DEL PREMIO LETTERARIO DEA PLANETA CON IL ROMANZO LE IMPERFETTE

Federica De Paolis ha vinto il premio DeA Planeta 2020

La conferenza stampa si è tenuta stamattina nell’ambito di una videoconferenza sulla piattaforma Zoom.us alla presenza di circa un’ottantina tra giornalisti e addetti ai lavori. Oltre alla vincitrice, Federica De Paolis, hanno partecipato la vincitrice della scorsa edizione del Premio, Simona Sparaco (quest’anno in giuria), che ha effettuato una sorta di virtuale e affettuoso “passaggio di consegne”, Gian Luca Pulvirenti (Amministratore Delegato di DeA Planeta Libri) e Stefano Izzo (editor e responsabile della narrativa italiana in DeA Planeta)

 * * *

https://i1.wp.com/www.premiodeaplaneta.it/uploads/sites/14/2020/05/cover-con-fascetta.jpgMilano, 11 maggio 2020Federica De Paolis è la vincitrice della seconda edizione del Premio letterario DeA Planeta, promosso da DeA Planeta Libri, con l’opera inedita Le imperfette, un romanzo familiare centrato sul tema delle apparenze e sulla necessità di prendere coscienza di se stessi.

 

A causa dell’emergenza sanitaria nazionale e dei provvedimenti in corso, quest’anno non si è potuta tenere la cerimonia di premiazione inizialmente prevista. La giuria composta da Pietro Boroli (Presidente De Agostini Editore), Claudio Giunta (docente e scrittore), Rosaria Renna (conduttrice radiofonica e televisiva), Simona Sparaco (vincitrice della precedente edizione) e Manuela Stefanelli (direttrice Libreria Hoepli) si è riunita in videoconferenza e, dopo un ampio confronto, ha proclamato Federica De Paolis vincitrice del Premio DeA Planeta 2020 cui ha concorso con lo pseudonimo di Paola Punturieri con l’opera Le imperfette, presentata sotto il titolo provvisorio Apri gli occhi.

 

La vincitrice, Federica De Paolis, già autrice di alcuni romanzi pubblicati da Fazi, Bompiani e Mondadori, si è aggiudicata la dotazione del premio pari a 150.000 Euro, la pubblicazione in Italia con DeA Planeta e in lingua spagnola presso case editrici del Gruppo Planeta, insieme alle traduzioni in inglese e francese. Leggi tutto…

COLSON WHITEHEAD VINCE IL PREMIO PULITZER PER LA NARRATIVA 2020

Lo scrittore statunitense Colson Whitehead, nato a New York nel 1969, vince il Premio Pulitzer per la Narrativa 2020 con il romanzo “I ragazzi della Nickel” (The Nickel Boys). Aveva già vinto il Premio con il precedente romanzo

Gen pulitzer.jpg

 * * *

Il Premio Pulitzer per la Narrativa 2020 va a Colson Whitehead (New York, 6 novembre 1969) per il romanzo “I ragazzi della Nickel” (The Nickel Boys) edito in Italia da Mondadori con la traduzione di Silvia Pareschi. L’anno scorso era stato premiato Richard Powers per “Overstory” (edito in Italia da La nave di Teseo con il titolo “Il sussurro del mondo”). A giocarsi l’ambito premio insieme a “I ragazzi della Nickel” erano “Topeka School” (The Topeka School) di Ben Lerner e “The Dutch House” di Ann Patchett.

Alla fine il premio se lo aggiudica Colson Whitehead (già autore del capolavoro “La ferrovia sotterranea”, con cui aveva già vinto il Pulitzer oltre al National Book Award) per la scrittura di un’altra opera magistrale capace di far luce, ancora una volta, su un angolo buio di storia americana. È la prima volta nella storia che un autore vince il Pulitzer con due romanzi consecutivi.

 * * *

Colson Whitehead è nato e cresciuto a New York. Dopo essersi laureato all’Università Harvard, ha cominciato a scrivere di libri, televisione e musica per il settimanale The Village Voice.
Nel 1999 ha pubblicato il suo primo romanzo, “L’intuizionista” (The Intuitionist), finalista del Premio PEN/Hemingway, pubblicato in Italia da Mondadori: romanzo dove gli ascensori diventano simbolo di sviluppo verticale e di un’ansia di promozione sociale che seduce anche i neri. Leggi tutto…

PREMIO STREGA 2020: i dodici libri candidati

I 12 libri candidati alla LXXIV Edizione del Premio Strega

Il Premio Strega – promosso da Fondazione Maria e Goffredo Bellonci e Liquore Strega con il contributo della Camera di Commercio di Roma e in collaborazione con BPER Banca e con Ibs.it, sponsor tecnico – ha annunciato la selezione dei dodici candidati alla LXXIV edizione.

Il Comitato direttivo del Premio – composto da Pietro Abate, Valeria Della Valle, Giuseppe D’Avino, Ernesto Ferrero, Alberto Foschini, Paolo Giordano, Helena Janeczek, Melania G. Mazzucco, Gabriele Pedullà, Stefano Petrocchi, Marino Sinibaldi e Giovanni Solimine – preso atto delle misure prescritte per contrastare la diffusione del contagio da COVID-19 (DPCM 9 marzo 2020), si è riunito in videoconferenza per scegliere i candidati tra i cinquantaquattro titoli di narrativa proposti quest’anno dagli Amici della domenica.

Questi i dodici libri selezionati: Leggi tutto…

PREMIO STREGA 2020: I cinquantaquattro titoli proposti dagli Amici della domenica

Sono cinquantaquattro i libri proposti dagli Amici della domenica per la LXXIV edizione del Premio Strega, il riconoscimento letterario promosso da Fondazione Maria e Goffredo Bellonci e Liquore Strega con il contributo di Camera di Commercio di Roma, in collaborazione con Bper Banca, sponsor tecnico Ibs.it.

Spetta ora al Comitato direttivo del premio – composto da Pietro Abate, Valeria Della Valle, Giuseppe D’Avino, Ernesto Ferrero, Alberto Foschini, Paolo Giordano, Helena Janeczek, Melania G. Mazzucco, Gabriele Pedullà, Stefano Petrocchi, Marino Sinibaldi e Giovanni Solimine – scegliere i dodici titoli che si disputeranno l’edizione 2020, sia tenendo conto delle proposte degli Amici, sia sulla base di valutazioni proprie che potranno eventualmente integrare la lista iniziale.

I dodici candidati saranno annunciati giovedì 12 marzo, alle ore 12.00, sul sito del Premio Strega: www.premiostrega.it.

Interverranno Giuseppe D’Avino, Presidente di Strega Alberti Benevento, Valeria Della Valle, Presidente del Comitato scientifico della Fondazione Bellonci, Melania G. Mazzucco, Presidente del Comitato direttivo del Premio Strega e Giovanni Solimine, Presidente della Fondazione Bellonci. Coordinerà l’incontro Stefano Petrocchi, Direttore della Fondazione Bellonci.

I libri candidati saranno letti e votati da una giuria composta dai 400 Amici della domenica, ai quali si aggiungono 200 voti espressi da studiosi, traduttori e intellettuali italiani e stranieri selezionati da 20 Istituti italiani di cultura all’estero, 40 lettori forti selezionati da 20 librerie indipendenti distribuite in tutta Italia, 20 voti collettivi espressi da scuole, università e 15 circoli di lettura presso le Biblioteche di Roma, per un totale di 660 aventi diritto.

I finalisti saranno annunciati martedì 9 giugno al termine della prima votazione. La proclamazione del vincitore avverrà giovedì 2 luglio 2020.

L’elenco dei cinquantaquattro libri segnalati: Leggi tutto…

PREMIO BAGUTTA 2020: vince Enrico Deaglio (a Jonathan Bazzi il Premio Opera Prima)

È Enrico Deaglio il vincitore dell’edizione 2020 del Premio Bagutta, con il volume “La bomba” (Feltrinelli). A Jonathan Bazzi il Premio Opera Prima per “Febbre” (Fandango)

 * * *

Enrico DeaglioEnrico Deaglio ha vinto il premio Bagutta con La bomba.C inquant’anni di Piazza Fontana (Feltrinelli), resoconto delle vicende di piazza Fontana scritto in occasione del cinquantesimo anniversario della strage. Il libro è stato scelto a larghissima maggioranza dalla giuria presieduta da Isabella Bossi Fedrigotti. Il valore del testo di Deaglio, secondo la giuria, è anche didattico: in un’Italia ormai così diversa, dove la storia recente a scuola non viene studiata, “una ricostruzione tanto precisa svela a molti ragazzi un passato di cui sanno poco o nulla”.

Jonathan Bazzi vince il Premio Opera Prima per “Febbre” (Fandango): Un libro importante che racconta “un’esistenza difficile, tra la durezza della periferia, la scoperta dell’omosessualità e l’irrompere dell’HIV”.

 * * *

“La bomba. Cinquant’anni di Piazza Fontana” di Enrico Deaglio (Feltrinelli) Leggi tutto…

PREMIO LETTERARIO INTERNAZIONALE CEPPO 2020

64 edizione – Pistoia, Firenze – 14 febbraio>15 marzo 2020

Con il patrocinio del Ministero per i beni e le attività culturali

“Premi Speciali Ceppo”: i vincitori

GEORGI GOSPODINOV: Premio Ceppo Internazionale Racconto

LUISA MATTIA: Premio Ceppo per l’Infanzia e l’Adolescenza

MARTA MORAZZONI: Premio Ceppo Letteratura e Vita Leone Piccioni

MARION POSCHMANN: Premio Ceppo Internazionale Poesia Piero Bigongiari Leggi tutto…

PREMIO SCERBANENCO 2019: vince Piergiorgio Pulixi

Con il romanzo L’isola delle anime edito da Rizzoli, Piergiorgio Pulixi vince l’edizione 2019 del Premio Scerbanenco

 * * *

La Giuria Letteraria del Premio Giorgio Scerbanenco, composta da Cecilia Scerbanenco (Presidente), Maurizio Ascari, Alessandra Calanchi, Valerio Calzolaio, Luca Crovi, Loredana Lipperini, Sergio Pent, Ranieri Polese, Alessandra Tedesco, Sebastiano Triulzi e John Vignola assegna a maggioranza il Premio Giorgio Scerbanenco 2019 al romanzo

L’isola delle anime
di Piergiorgio Pulixi, edito da Rizzoli

con la seguente motivazione: Leggi tutto…

PREMIO SCERBANENCO 2019: i cinque finalisti

I cinque finalisti del PREMIO SCERBANENCO 2019

 * * *

È stata pubblicata la cinquina dei romanzi italiani finalisti del Premio Giorgio Scerbanenco 2019, risultata dalla sommatoria dei voti dei lettori sul sito, che quest’anno hanno partecipato numerosissimi, con ben 2.281 registrazioni, e di quelli ponderati della Giuria letteraria, che ha votato in questa formazione: Cecilia Scerbanenco (Presidente), Maurizio AscariAlessandra CalanchiValerio Calzolaio, Luca CroviLoredana LipperiniSergio PentSebastiano Triulzi e John Vignola.

I cinque finalisti saranno presentati il 9 dicembre alle ore 17:30 presso la libreria Feltrinelli di piazza Duomo (Via Ugo Foscolo, 1, Milano).
Leggi tutto…

PREMIO SILA ’49 edizione 2019: i vincitori

I VINCITORI PREMIO SILA ’49 | DURASTANTI/FERRAJOLI/MARINI e omaggio a ROSI – Cosenza 29,30 novembre, 2 dicembre 2019

image

Il Premio Sila ’49, giunto alla sua VIII edizione, si svolgerà a Cosenza nelle sale di Palazzo Arnone venerdì 29 e sabato 30 novembre 2019. La Giuria ha annunciato i vincitori:

Claudia Durastanti con La straniera (La nave di Teseo) è la vincitrice del Premio Letteratura.

[Ascolta lu puntata radiofonica di Letteratitudine: Claudia Durastanti – in conversazione con Massimo Maugeri – su “La straniera” (La nave di Teseo)]

Motivazione:  “Come indica il suo titolo, al centro del romanzo di Claudia Durastanti sta una vita segnata da eccezionali esperienze di straniamento, a livello sia familiare e geografico, sia culturale e linguistico. Tuttavia, nell’elaborare dati tanto singolari, la scrittura non si ferma al semplice resoconto, ma alterna all’andamento narrativo originali inserti meditativi. Da qui l’interesse di un’opera che, con uno spiccato senso del montaggio, sa muoversi a cavallo fra saggio e autobiografia”. Leggi tutto…

PREMIO MONDELLO 2019: vince Giulia Corsalini

PREMIO MONDELLO 2019: Marco Franzoso vince il Mondello Giovani 2019. Il SuperMondello va a Giulia Corsalini

 

Marco Franzoso vince il Mondello Giovani 2019. Il SuperMondello a Giulia CorsaliniÈ Giulia Corsalini ad aggiudicarsi il SuperMondello con La lettrice di Čechov (Nottetempo), mentre Marco Franzoso conquista il Mondello Giovani con il romanzo L’innocente (Mondadori): i due riconoscimenti sono stati assegnati giovedì 14 novembre 2019 presso la Società Siciliana per la Storia Patria nell’ambito della 45a edizione del Premio Letterario Internazionale Mondello. Leggi tutto…

PREMIO GONCOURT 2019: vince Jean-Paul Dubois

Jean-Paul Dubois vince il prestigioso Premio Goncourt. Il premio Renaudot va a Sylvain Tesson

Il Goncourt premia « Tous les hommes n’habitent pas le monde de la même façon » (“Tutti gli uomini non vivono il mondo allo stesso modo”), edito da L’Olivier: un romanzo sul fallimento e sull’arte di “rovinarsi la vita”.
Il Premio Renaudot è stato assegnato a Sylvain Tesson per « La Panthère des neiges » (“La Pantera delle Nevi”).

Insieme a Jean-Paul Dubois concorrevano per il Gouncourt: “Soif” di Amélie Nothomb (Albin Michel), “Outside world” di Olivier Rolin (Gallimard ) e La parte del figlio di Jean-Luc Coatalem (Stock) . Come ogni anno la notizia è stata proclamata dal ristorante parigino Drouant, dove si incontrano i giurati (la proclamazione è avvenuta lunedì 4 novembre). Leggi tutto…

VIOLA ARDONE vince il Premio Amo questo Libro 2019

A Viola Ardone il Premio “Amo Questo Libro” dei librai e delle libraie Giunti al Punto

Il treno dei bambini di Viola Ardone (Einaudi) è l’opera vincitrice della seconda edizione del Premio Amo Questo Libro. Il riconoscimento è attribuito dalle libraie e dai librai della catena Giunti al Punto.

 * * *

Ascolta la puntata radiofonica di Letteratitudine con Viola Ardone, e il suo “Il treno dei bambini” (Einaudi), in conversazione con Massimo Maugeri

Con una partecipazione, quest’anno, più che mai sorprendente:

sono stati circa 500 i voti provenienti da tutta Italia – Giunti al punto è la sola catena ad essere presente in tutte le regioni del Paese. Netta l’affermazione della Ardone nell’ambito di una cinquina di finalisti, preselezionata da un gruppo di esperti librai GAP. Leggi tutto…

Le Edizioni E/O vincono il “Turjuman Award”, il premio per la traduzione dal valore più alto al mondo

Le Edizioni E/O vincono l’edizione 2019 dello Sharjah Translation Award “Turjuman per la traduzione di un libro dall’arabo.
Ovvero Una piccola morte di Mohamed Hasan Alwan traduzione dall’arabo di Barbara Teresi. Con il suo montepremi da 320.000 euro, è il premio per la traduzione dal valore più alto al mondo.
 * * *

Il valore totale del Premio ammonta a 1,3 milioni di dirham, pari a circa 320.000 euro, e la sua suddivisione rispecchia la missione del Premio di incoraggiare la traduzione di importanti opere arabe: il 30% viene assegnato alla casa editrice araba che originariamente pubblica l’opera (in questo caso l’editore libanese Dar Al Saqi), mentre il 70% viene assegnato a uno degli editori che traducono l’opera nel resto del mondo, in questo caso le Edizioni E/O. Leggi tutto…

PREMIO PAVESE 2019. Premiati Elisabetta Sgarbi, Susanna Basso, Giuseppe Patota

Oggi, domenica 27 ottobre, si è svolta la cerimonia di premiazione dei vincitori del PREMIO PAVESE 2019

Susanna Basso, Giuseppe Patota, Elisabetta Sgarbi sono i vincitori della 36a edizione del Premio Cesare Pavese

La traduttrice Susanna Basso, il linguista Giuseppe Patota e l’editrice Elisabetta Sgarbi sono i vincitori del Premio Cesare Pavese 2019, nato trentasei anni fa a Santo Stefano Belbo.

Organizzato a partire da quest’anno dalla Fondazione Cesare Pavese, il riconoscimento si è rinnovato nella giuria, nelle sezioni in cui è suddiviso e negli appuntamenti proposti, per meglio rendere omaggio alla complessa figura di Pavese, che non fu solo scrittore, ma anche poeta, traduttore, direttore editoriale e ideatore di una storica collana di saggi.

«Il Premio Cesare Pavese è un premio globale – spiega Gian Arturo Ferrari, che insieme a Claudio Marazzini, Giulia Boringhieri, Alberto Sinigaglia e Pierluigi Vaccaneo fa parte della giuria rinnovata – perché comprende tutte le “arti del libro”, fatta eccezione per quelle materiali, arti che hanno avuto in Cesare Pavese un rappresentante di statura altissima e soprattutto capace di praticarle e fonderle tutte insieme». Le nuove sezioni del Premio sono dedicate all’Editoria e alla Traduzione, che vanno ad arricchire quelle dedicate alla Saggistica e alla Narrativa (in questa fase di transizione il premio per la Narrativa sarà assegnato dall’edizione 2020).
I tre vincitori hanno incontrato il pubblico e ricevuto il Premio Cesare Pavese oggi, domenica 27 ottobre 2019 alle ore 10 a Santo Stefano Belbo nell’auditorium della Fondazione Cesare Pavese, che ha sede nella Chiesa dei Santi Giacomo e Cristoforo (Piazza Confraternita 1), sconsacrata negli anni ’20 del ‘900, in cui fu battezzato Cesare Pavese. Leggi tutto…

PREMIO CAVALLINI 2019: i vincitori

I vincitori del Premio Cavallini 2019: Pupi Avati, Franco Cordelli, Erminia Dell’Oro, Laura Pariani

Il 25 ottobre alle 17.30 nella saletta degli incontri del convento di San Francesco a Pordenone si è svolta l’edizione 2019 del Premio Cavallini.

 * * *

Elisabetta Sgarbi e Vittorio Sgarbi hanno conferito: a Pupi Avati il premio alla carriera, a Franco Cordelli il premio per la saggistica, a Erminia Dell’Oro quello Speciale e a Laura Pariani il premio per la narrativa.

Il Premio Bruno Cavallini è stato istituito da Vittorio Sgarbi nel 1996 a Barcis in occasione di un altro importante evento letterario, il “Premio di poesia Giuseppe Malattia della Vallata”, e consegnato nel 1997 per la prima volta a Gaio Fratini.

L’iniziativa è organizzata con il sostegno della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, dei Comuni di Pordenone e di Barcis e della Pro Barcis. Il premio, seppur nato a Barcis, da qualche anno è stato trasferito a Pordenone, al convento di San Francesco.

 

Le motivazioni

Leggi tutto…

PREMIO MARTOGLIO 2019: i vincitori

imagePREMIO MARTOGLIO 2019: sabato 26 ottobre, alle h. 17:30, al Teatro Comunale di Belpasso, la cerimonia di consegna della XXXIII Edizione del Premio Letterario Internazionale “Nino Martoglio”. Tra i premiati: Nadia Terranova, Massimo Onofri e Agostino Zumbo

 * * *

Si svolgerà sabato 26 ottobre, con inizio alle ore 17.30, al Teatro Comunale di Belpasso – presentata dalla giornalista Flaminia Belfiore – la cerimonia di consegna della XXXIII Edizione del Premio Letterario Internazionale “Nino Martoglio”, organizzato dal Circolo Athena con la consulenza scientifica dell’Istituto di Storia dello Spettacolo Siciliano e la collaborazione del Comune di Belpasso. Leggi tutto…

MARGARET ATWOOD E BERNARDINE EVARISTO VINCONO IL BOOKER PRIZE 2019

Particolarità tripla per il Booker Prize 2019: due vincitori, la più anziana vincitrice del premio, la prima donna nera a conquistarlo. Dopo una lunghissima discussione, infatti, la giuria del prestigioso premio inglese ha deciso di conferire il riconoscimento a due autrici entrambe meritevoli: Margaret Atwood con “The testaments” e Bernardine Evaristo con “Girl, woman, other. Le due scrittrici, dunque, si divideranno il ricco montepremi di 50.000 sterline. Leggi tutto…

PREMIO DEA PLANETA 2020: il bando

IL PREMIO LETTERARIO DI NARRATIVA DELLA CASA EDITRICE DEA PLANETA – II EDIZIONE

Edizione 2020 del Premio Letterario della casa editrice DeA Planeta

 

Milano, 14 ottobre 2019 – Dopo il successo della prima edizione, si apre oggi il bando di partecipazione alla seconda edizione del Premio DeA Planeta, con scadenza il 29 febbraio 2020.

Il Premio DeA Planeta è un premio letterario di narrativa in lingua italiana creato nel 2018 dalla casa editrice DeA Planeta Libri, joint venture tra il Gruppo De Agostini e il Grupo Planeta, che prende spunto dal successo del Premio Planeta – il maggior premio letterario in lingua spagnola giunto oggi alla sua 68° edizione – e che si distingue nel panorama dei premi letterari italiani per la forte spinta internazionale e l’importante valore economico del riconoscimento assegnato al vincitore, pari a 150.000 Euro. Leggi tutto…

ALESSANDRO PERISSINOTTO VINCE IL PREMIO LATTES GRINZANE 2019

Alessandro Perissinotto con Il silenzio della collina (Mondadori) vince il Premio Lattes Grinzane 2019 

È Alessandro Perissinotto con Il silenzio della collina (Mondadori) il vincitore del Premio Lattes Grinzane 2019 per la sezione Il Germoglio, dedicata ai migliori libri di narrativa italiana o straniera pubblicati nell’ultimo anno. Gli altri finalisti al Premio erano: Roberto Alajmo con L’estate del ’78 (Sellerio), Jean Echenoz (Francia) con Inviata speciale (Adelphi, traduzione di Federica e Lorenza Di Lella), Yewande Omotoso (Sud Africa) con La signora della porta accanto (66thand2nd, traduzione di Natalia Stabilini), e Christoph Ransmayr (Austria) con Cox o Il corso del tempo (Feltrinelli, traduzione di Margherita Carbonaro). Leggi tutto…

Premio NebbiaGialla 2019: vincono Antonio Paolacci e Paola Ronco

Vincono il Premio NebbiaGialla 2019 per la letteratura noir e poliziesca Antonio Paolacci e Paola Ronco con Nuvole barocche (Piemme)

Segnaliamo il post di Letteratitudine con il “tandem letterario” tra Antonio Paolacci e Paola Ronco, dove  i due autori raccontano “Nuvole barocche” (Piemme) Leggi tutto…

PREMIO SCIASCIA RACALMARE 2019: vincono Evelina Santangelo e Cristina Cassar Scalia

Evelina Santangelo, con “Da un altro mondo” (Einaudi) e Cristina Cassar Scalia, con “Sabbia nera” (Einaudi) vincono in ex aequo la trentesima edizione del premio letterario “Sciascia – Racalmare”

L’altro libro finalista: “L’estate del 1978” (Sellerio) di Roberto Alajmo

La cerimonia di consegna del premio si è svolta domenica sera 1 settembre nell’atrio del Palazzo comunale di Grotte. Nel corso della serata è stato anche assegnato il premio speciale a Salvatore Silvano Nigro per il libro “La funesta docilità” (Sellerio).

 * * *

I libri vincitori Leggi tutto…

NADIA TERRANOVA vince il Premio Alassio Centolibri

Con il romanzo “Addio fantasmi” (Einaudi), già finalista al Premio Strega, Nadia Terranova vince la venticinquesima edizione del prestigioso “Premio Alassio Centolibri – Un autore per l’Europa”.
La cerimonia di premiazione si svolgerà il 7 settembre in Piazza Partigiani.

 * * *

Ascolta la puntata radiofonica di Letteratitudine dedicata ad “Addio fantasmi” (Einaudi), con Nadia Terranova in conversazione con Massimo Maugeri, cliccando qui

* * *

“Lo hanno votato gli italianisti all’estero e questa per me è la cosa più bella” ha dichiarato Nadia Terranova, “pari con il passaggio di testimone dall’autore di uno dei libri più belli di questi anni, che ha vinto la scorsa edizione”. Il riferimento è al libro di Roberto Alajmo “L’Estate del 78” (Sellerio), vincitore della scorsa edizione.

La Cerimonia di premiazione della 25° edizione si svolgerà il 7 settembre e sarà presentata da Gerry Scotti. La Giuria del premio, come di consueto per il Premio Alassio, decreta il romanzo vincitore secondo il parere di prestigiosi professori delle migliori università europee. Leggi tutto…

PREMIO VIAREGGIO – RÈPACI 2019: i vincitori

I vincitori del PREMIO VIAREGGIO – RÈPACI 2019

I vincitori del 90° Premio letterario ‘Viareggio-Repaci’ sono stati proclamati sabato 24 agosto 2019 alle 21 presso il “Principino” di Viareggio. Hanno vinto: Emanuele Trevi per la narrativa, Renato Minore per la poesia, Saverio Ricci per la saggistica

La giuria, presieduta da Simona Costa, ha scelto i vincitori fra le terzine finaliste.

Emanuele Trevi ha vinto la sezione narrativa con il volume “Sogni e favole” (Ponte alle Grazie), Renato Minore ha vinto la sezione poesia con la silloge “O caro pensiero” (Aragno), Saverio Ricci ha vinto la sezione saggistica con il volume “Tommaso Campanella” (Salerno).

Nel corso della cerimonia di premiazione, condotta dallo scrittore Paolo di Paolo, Walter Veltroni ha illustrato i premi speciali andati a Riccardo Muti (premio Viareggio 90), Marco Bellocchio (premio internazionale Viareggio-Versilia), Sabino Cassese (premio del presidente della giuria), Gino Paoli (Città di Viareggio), Eugenio Scalfari (premio giornalistico). Giovanna Cristina Vivinetto ha vinto il premio ‘Viareggio Opera prima’.

 * * *

I libri vincitori Leggi tutto…

PREMIO BANCARELLA 2019: vince ALESSIA GAZZOLA

Alessia Gazzola vince il Premio Bancarella 2019 con il romanzo Il ladro gentiluomo, Longanesi

Vince la sessantasettesima edizione del Premio Bancarella Alessia Gazzola con il romanzo Il ladro gentiluomo, Longanesi. La scrittrice messinese si aggiudica il riconoscimento dei librai indipendenti italiani con un totale di 149 voti su 160 schede pervenute. A seguire, Marco Scardigli Évelyne (Interlinea) con 88 voti, Marino Magliani Prima che te lo dicano altri (Chiarelettere) con 68 voti, Giampaolo Simi Come una famiglia (Sellerio) con 66 voti, Tony Laudadio Preludio a un bacio (NN Editore) con 57 voti e Elisabetta Cametti, Dove il destino non muore (Cairo) con 49 voti.

Sono felicissima, piena di gratitudine, nei confronti dei librai per un onore così grande e del mio editore per il sostegno immancabile“, ha dichiarato la vincitrice. Leggi tutto…

PREMIO BERTO 2019: vince ALESSIO FORGIONE

ALESSIO FORGIONE VINCE IL PREMIO BERTO 2019 con Napoli mon amour, NN Editore

È Alessio Forgione, con Napoli mon amour, NN Editore, il vincitore della XXVII edizione del Premio letterario per esordienti Giuseppe Berto.

 * * *

E’ stato proclamato a Mogliano Veneto (sabato 29 giugno) dal Presidente della Giuria Ernesto Ferrero e ha prevalso sugli altri finalisti, Jonathan Bazzi, con Febbre, Fandango Libri, Alice Cappagli, con Niente caffè per Spinoza, Einaudi, Francesca Maccani, con Fiori senza destino, SEM, Lorenzo Moretto, con Una volta ladro, sempre ladro, Minimum Fax.

Alessio Forgione è nato a Napoli nel 1986 e ora vive a Londra e lavora in un pub. Scrive perché ama leggere e ama leggere perché crede che una sola vita non sia abbastanza. Leggi tutto…

PREMIO VIAREGGIO – RÈPACI 2019: i finalisti

I finalisti del PREMIO VIAREGGIO – RÈPACI 2019

I vincitori saranno proclamati sabato 24 agosto 2019 alle 21 presso il “Principino” di Viareggio.

La Giuria del Premio Letterario Viareggio-Rèpaci ha selezionato le terne dei vincitori del premio “Giuria-Viareggio” nonché finalisti del premio “Viareggio-Rèpaci”.
«Il premio Viareggio da sempre è caratterizzato da uno spirito indomito, a tratti contradditorio, in ogni caso sempre coraggioso: tra le ormai leggendarie baruffe dei giurati, ha visto passare sul suo palcoscenico la storia della letteratura del novecento» commenta l’assessore alla Cultura del Comune di Viareggio Sandra Mei. «In questi giorni di inizio estate il lavoro della giuria ha selezionato, non senza le ‘storiche’ baruffe, una rosa di scrittori che saranno testimoni e fotografi dei prossimi anni del Paese – continua l’assessore -. Sembra surreale, in questi ‘tempi social’, parlare di letteratura, di saggistica, di poesia. Eppure è dagli occhi attenti degli intellettuali che possiamo imparare a dare interpretazioni nuove alla realtà». «Viareggio è tornata protagonista del suo tempo e così ha fatto questo Premio, la cui storia è indissolubilmente legata a quella della città. Invito tutti i cittadini al Principino, per la serata finale ricchissima di ospiti e di soprese – conclude l’assessore Mei -. Una bellissima festa della cultura, là dove il premio è nato: in riva al mare». Leggi tutto…

Tayari Jones vince il Women’s Prize for Fiction con “Un matrimonio americano”

Un matrimonio americano“, quarto romanzo dell’autrice americana Tayari Jones, è il vincitore dell’edizione 2019 del Women’s Prize for Fiction. In Italia lo pubblica “Neri Pozza” (traduzione di Ada Arduini)

Descritto dalla presidente della giuria Kate Williams come un libro che “illumina l’America di oggi”, scritto in “una prosa luminosa, forte e commovente”, Un matrimonio americano è il racconto dell’ingiusta incarcerazione di un giovane uomo afroamericano, Roy, e delle devastanti conseguenze che ciò ha sul suo matrimonio.

Già amato da lettori come Barack Obama e Oprah Winfrey, Un matrimonio americano è stato selezionato come vincitore in una rosa di sei finalisti che includeva le opere di Pat Barker, Anna Burns (entrambe vincitrici del Premio Pulitzer), Madeline Miller, Diana Evans e Oyinkan Braithwaite.

Tayari Jones sarà a Roma martedì 25 giugno, alle 21, presso la Basilica di Massenzio (Clivo di Venere Felice) per il Festival Internazionale delle Letterature.

* * *

IL LIBRO: “Un matrimonio americano” di Tayari Jones (Neri Pozza – traduzione di Ada Arduini) Leggi tutto…

PREMIO BRANCATI 2019: i finalisti

I finalisti dell’edizione 2019 del Premio Brancati: sezioni narrativa, poesia e giovani

Il Premio Brancati, dedicato nel 1967 dal Comune di Zafferana Etnea, allo scrittore che amava soggiornare nel paese con la famiglia e trarre spunti creativi per le sue opere, è giunto alla sua cinquantesima edizione.

La prima edizione del Premio nel 1968 fu vinta da Elsa Morante con  il libro “Il mondo salvato dai ragazzini” ( Einaudi).

Oggi la Giuria della cinquantesima edizione, composta da esponenti della cultura letteraria italiana, vincitori delle edizioni precedenti e gruppi di lettura scelti di anno in anno sull’intero territorio nazionale, ha decretato i finalisti per le tre categorie: Narrativa, Poesia e Giovani.

 

La finale per la Narrativa è tutta al femminile, sono state selezionate tre scrittrici: Leggi tutto…

PREMIO BERTO 2019: I FINALISTI

Sono stati selezionati i cinque libri finalisti del PREMIO BERTO 2019

Premio Berto 2019 - Cinquina fonalisi cover

Il vincitore della XXVII edizione del Premio Berto sarà proclamato sabato 29 giugno a Mogliano Veneto

 * * *

Jonathan Bazzi, con Febbre, Fandango Libri, Alice Cappagli, con Niente caffè per Spinoza, Einaudi, Alessio Forgione, con Napoli mon amour, NN Editore, Francesca Maccani, con Fiori senza destino, SEM, Lorenzo Moretto, con Una volta ladro, sempre ladro, Minimum Fax.

E’ questa la cinquina dei finalisti della XXVII edizione del Premio Letterario Giuseppe Berto selezionati dalla Giuria, presieduta da Ernesto Ferrero, riunitasi a Milano. Leggi tutto…

PREMIO CAMPIELLO 2019: i cinque libri finalisti

PREMIO CAMPIELLO 2019: i cinque libri finalisti della 57^ edizione

Laura Pariani, Paolo Colagrande, Giulio Cavalli, Francesco Pecoraro, Andrea Tarabbia sono i vincitori del Premio Selezione Campiello. Il 14 settembre a Venezia, avverà la proclamazione del vincitore che si aggiudicherà il cosiddetto SuperCampiello.

Lo speciale di Letteratitudine dedicato al vincitore del Premio Campiello 2019 è disponibile qui

 * * *

Venezia, 31 maggio 2019 – È stata selezionata la cinquina della 57^ edizione del Premio Campiello.

Dopo una panoramica sulla letteratura italiana dell’anno e dei libri presentati i giurati hanno proceduto alle votazioni giungendo a definire i seguenti cinque libri finalisti:

– “Il gioco di Santa Oca” Laura Pariani, La Nave di Teseo
– “La vita dispari” Paolo Colagrande, Einaudi editore
– “Carnaio” Giulio Cavalli, Fandango Editore
– “Lo stradone” Francesco Pecoraro, Ponte alle Grazie
– “Madrigale senza suono” Andrea Tarabbia, Bollati Boringhieri editore
 
Il libro vincitore del Premio Opera Prima è Hamburg” Marco Lupo, il Saggiatore.

Leggi tutto…

PREMIO CALVINO 2019: vince Gennaro Serio

Gennaro Serio è il vincitore della XXXII edizione del Premio Italo Calvino con il romanzo L’attività letteraria a Gibilterra nel secolo XXI

Risultati immagini per premio calvino letteratitudine

Gennaro Serio è il vincitore della XXXII edizione del Premio Italo Calvino con il romanzo L’attività letteraria a Gibilterra nel secolo XXI. Una prima menzione speciale della Giuria va a Cristina Gregorin, per il romanzo L’ultima testimone, e una seconda a Daniela Gambaro, per la raccolta di racconti Dieci storie quasi vere.

La “menzione speciale Treccani” è stata attribuita a Sergio La Chiusa per il romanzo I Pellicani.

 

Il romanzo vincitore e le menzioni speciali sono stati proclamati martedì 28 maggio al Circolo dei lettori di Torino dai giurati Peppe Fiore, Giuseppe Lupo, Rossella Milone, Davide Orecchio e Sandra Petrignani.

La Giuria ha deciso di assegnare il Premio a L’attività letteraria a Gibilterra nel secolo XXI di Gennaro Serio «per il coraggioso esperimento metaletterario condotto nel testo con lingua poliedrica, sulla scia dei modelli cosmopoliti di Vila-Matas e Bolaño. Un giallo sofisticato dal gusto ironico e parodistico che vede i protagonisti in viaggio per l’Europa dei luoghi di culto della scrittura terminando nella Gibilterra dell’immortale Molly Bloom.» Leggi tutto…

PREMIO LETTERARIO CHIANTI 2019: vince ROSELLA POSTORINO

ROSELLA POSTORINO, con il romanzo “Le assaggiatrici” (Feltrinelli), vince la 32esima edizione 2018-2019 del PREMIO LETTERARIO CHIANTI

Risultati immagini per le assaggiatrici letteratitudine

E’ Rosella Postorino con il suo romanzo “Le assaggiatrici” (Ed. Feltrinelli, con una trama costruita sulle donne che dovevano assaggiare i cibi del Fuhrer e restare sotto osservazione per un’ora affinché le guardie si accertassero che non fossero avvelenati) la vincitrice della XXXII edizione del Premio letterario Chianti.

Le votazioni, con gli oltre 300 giurati, si sono svolte nei locali del “Giardino di Zago” a Greve in Chianti. I cinque autori finalisti della XXXII edizione del Premio erano: Carlo Carabba (Come un giovane uomo, ed. Marsilio), Valentina Farinaccio (Le poche cose certe, Mondadori), Lia Levi (Questa sera è già domani, E & O), Massimo Maugeri (Cetti Curfino, La nave di Teseo) e Rosella Postorino (Le assaggiatrici, Feltrinelli).
Gli autori finalisti hanno incontrato in cinque Comuni del territorio chiantigiano fiorentino e senese la giuria popolare di 350 lettori (con il coinvolgimento delle biblioteche locali), in confronti che si sono tenuti di sabato in località del Chianti fiorentino e senese

I cinque finalisti del Premio letterario Chianti Leggi tutto…

PREMIO BIELLA LETTERATURA E INDUSTRIA 2019: i finalisti

PREMIO “BIELLA LETTERATURA e INDUSTRIAXVIII edizione

proclamazione dei finalisti: Rossana BALDUZZI GASTINI, Giorgio FALCO, Maurizio GAZZARRI, Alberto PRUNETTI, Eugenio RASPI. PREMIO SPECIALE DELLA Giuria a Silvino Gonzato

  * * *

Torino, 13 maggio 2019 Salone Internazionale del Libro di Torino, sala Argento.

Nella prestigiosa cornice del 32mo Salone Internazionale del Libro di Torino sono stati annunciati i nomi dei cinque finalisti del Premio Biella Letteratura e Industria XVIII edizione. Cinque romanzi che concorreranno per un premio del valore di 5mila euro, che sarà consegnato durante la cerimonia conclusiva, in programma il 16 novembre 2019 presso l’Auditorium di Città Studi di Biella. In quell’occasione saranno consegnati anche il premio Giuria dei Lettori, il Premio Confindustria Piemonte, il Premio Concorso per le Scuole “Cuore, testa, mani”, il premio Lions Bugella Civitas per la migliore recensione.

Storie di riscatto e di marchi d’eccellenza, il lavoro come ascensore sociale, il coraggio dell’ingegno, il declino della working class e la fabbrica come unico punto di riferimento esistenziale.  Sono questi i temi che emergono sullo sfondo dei cinque romanzi che si contenderanno il XVIII Premio Biella Letteratura e Industria. Leggi tutto…

PREMIO TITO MASCALI 2019

Sono giunti alla 5^ edizione il Premio Letterario “Tito Mascali” ed il Premio Giornalistico “Raccontare Catania”. Premiati: lo scrittore Massimo Maugeri e il giornalista del Tg1 Giuseppe La Venia. Menzioni speciali allo Chef Seby Sorbello e all’assessore alla Cultura e Grandi eventi del Comune di Catania, Barbara Mirabella

image

I Premi sono stati fondati e organizzati dall’Associazione Culturale “Gabriele d’Annunzio” con il sostegno e patrocinio dell’Associazione Siciliana della Stampa, Sezione Provinciale di Catania

 * * *

La cerimonia di premiazione 2019 si è svolta venerdì 10 maggio nell’aula magna della facoltà di Scienze Politiche dell’Università di Catania, nell’ambito della conferenza su: “News e giornalismo di prossimità nell’èra della globalizzazione”, inserita nel calendario degli incontri formativi dell’Ordine dei Giornalisti.

Prestigiosi anche quest’anno i nomi dei premiati, nell’ambito della letteratura e del giornalismo e con due “menzioni speciali” che hanno arricchito ulteriormente il Premio.

Per la sezione Letteratura il Premio Letterario “Tito Mascali” 2019 è andato allo scrittore catanese Massimo Maugeri, con la motivazione: “Per la Sua scrittura ricca di messaggi culturali e priva di barriere mediatiche”. Leggi tutto…

PREMIO STREGA EUROPEO 2018: il vincitore è DAVID DIOP

David Diop, con Fratelli d’anima, pubblicato da Neri Pozza e tradotto da Giovanni Bogliolo, si aggiudica la sesta edizione del Premio Strega Europeo

Romanzo che è valso al suo autore il prestigioso premio Goncourt des Lycéens e l’entusiastico e unanime apprezzamento della critica, “Fratelli d’anima” mostra come nel naufragio totale della civiltà rappresentato dalla Grande Guerra non soltanto l’Europa, ma anche una parte non trascurabile dell’Africa perse la sua anima e la millenaria tradizione che la custodiva.

 * * *

Nato nel 2014 in occasione del semestre di presidenza italiana del Consiglio dell’Unione Europea per diffondere la conoscenza di alcune tra le voci più originali e profonde della narrativa contemporanea, il Premio Strega Europeo è promosso dalla Fondazione Maria e Goffredo Bellonci, dall’azienda Strega Alberti Benevento, dalla Casa delle Letterature di Roma e in collaborazione con BPER Banca e con il Salone Internazionale del libro di Torino.

L’Europa era al centro degli interessi di Antonio Megalizzi, giovane giornalista radiofonico di Trento ucciso a Strasburgo nell’attentato dell’11 dicembre scorso. Ha scritto Antonio: “Inseguo le mie passioni: il giornalismo e l’Europa. Vorrei che i giovani come me lo capissero. Mai come oggi un’Europa unita è cruciale e mai come oggi siamo a un passo dal distruggerla.” Questa edizione del Premio Strega Europeo è dedicata alla sua memoria.

Nel corso della cerimonia di premiazione, che ha avuto luogo al Circolo dei lettori di Torino nell’ambito della rassegna Salone OFF, condotta dalla giornalista Eva Giovannini, sono intervenuti, con i cinque autori finalisti, Giulio Biino, presidente del Circolo dei Lettori, Maria Ida Gaeta, direttrice di Casa delle Letterature e del Festival Internazionale Letterature, Emanuele Sacerdote, membro del CDA dell’azienda Strega Alberti Benevento, Giovanni Solimine, presidente della Fondazione Bellonci e Eugenio Tangerini, responsabile delle relazioni esterne di BPER Banca.

Leggi tutto…

I VINCITORI DEL PREMIO MONDELLO 2019

Il Premio Letterario Internazionale Mondello: proclamati i vincitori della XLV edizione

Sono stati proclamati i vincitori della quarantacinquesima edizione del Premio Letterario Internazionale Mondello: sono Giulia Corsalini con La lettrice di Čechov (Nottetempo), Marco Franzoso con L’innocente (Mondadori), Andrea Gentile con I vivi e i morti (minimumfax), per la sezione Opera ItalianaRaffaele Manica con Praz (Italo Svevo), per la sezione Mondello Critica.

I vincitori del Premio Opera Italiana e del Premio Mondello Critica sono stati scelti dal Comitato di Selezione, composto dal critico letterarioe saggista Massimo Onofri, dal docente e saggista Gianluigi Simonetti e dalla scrittrice e giornalista Bianca Stancanelli.

I tre romanzi vincitori del Premio Opera Italiana, saranno sottoposti al voto di centoventi lettori
“forti”, indicati da ventiquattro librerie di tutta Italia, scelte in partenariato con l’inserto Domenica
de Il Sole 24 Ore. Le loro preferenze saranno espresse tramite votazione online, da giugno a
ottobre, e decreteranno il vincitore del Premio SuperMondello, riconoscimento che sarà consegnato a novembre a Palermo.
In parallelo, una giuria di centottanta studenti di diciotto scuole secondarie di secondo grado,
decreterà il vincitore del Premio Mondello Giovani. Gli studenti leggeranno i tre romanzi in gara e
voteranno il loro preferito, motivando la scelta con un giudizio critico. Ai migliori tre giudizi scritti
dagli studenti, il Comitato di Selezione assegnerà il Premio alla Migliore Motivazione. Tutti i
riconoscimenti saranno consegnati a novembre a Palermo.

I vincitori si aggiungono al Premio Autore Straniero, conquistato da Colum McCann,che sarà premiato sabato 11 maggio 2019 al Salone Internazionale del Libro di Torino (ore 14.30, in Sala Azzurra, Lingotto Fiere) in un incontro aperto al pubblico condotto dallo scrittore Giorgio Fontana, giudice monocratico, e presieduto da Giovanni Puglisi, presidente del Premio.

 * * *

APPROFONDIMENTI E MOTIVAZIONI Leggi tutto…

PREMIO ALVARO BIGIARETTI 2019: vince Nicoletta Bortolotti

NICOLETTA BORTOLOTTI con il romanzo Chiamami sottovoce (HarperCollins) vince
il PREMIO LETTERARIO ALVARO-BIGIARETTI 2019 

Nicoletta Bortolotti ci ha raccontato del suo libro nell’ambito della rubrica incontro con l’autore

Menzione speciale della Giuria Scientifica a LEONARDO COLOMBATI per il romanzo Estate (Mondadori)

 * * *

Il Comitato Direttivo del Premio letterario Corrado Alvaro e Libero Bigiaretti presieduto da Giorgio Nisini, ricevuti i voti della Giuria Scientifica e della Giuria Popolare, si è riunito nella casa di campagna dei due scrittori e ha decretato che il romanzo vincitore della quinta edizione è Chiamami sottovoce di Nicoletta Bortolotti (HarperCollins)Leonardo Colombati, con il romanzo Estate (Mondadori), ha ricevuto la maggioranza dei voti della Giuria Scientifica, ottenendo la menzione speciale di quest’ultima, come previsto dal bando.

La premiazione si svolgerà sabato 25 maggio 2019 a Vallerano (VT) ore 11.00. Leggi tutto…

RAUL MONTANARI VINCE IL PREMIO LETTERARIO LA PROVINCIA IN GIALLO

Raul Montanari, autore del romanzo “La vita finora” (Baldini + Castoldi), è il vincitore dell’ottava edizione del Premio letterario “La Provincia in Giallo”

image

Il premio è organizzato dal Rotary Club Cairoli, Club del Distretto 2050, con una Giuria presieduta da Mino Milani e formata da Bianca Garavelli, Andrea Maggi, Giuliano Pasini, Flavio Santi.

 

Questa la motivazione:
La vita finora - Raul Montanari - copertina“Il romanzo trasferisce la grande tradizione del noir in un contesto provinciale, mettendo in scena un apocalittico confronto tra forze generazionali contrastanti, di assoluta attualità. Ciò che è antico sembra essere scritto nella roccia in questo ambiente rarefatto, dove le catene montuose paiono garantire l’esclusione dalle leggi del tempo e dello spazio. Ma è solo apparenza: la caduta dell’alleanza fra genitori e docenti, propria del mondo adulto, si ripercuote sulla fragilità, travestita da forza arrogante, del mondo degli adolescenti.
La scrittura evocativa e la singolare capacità di creare trame dell’autore si fondono in una storia di tensione dal ritmo incalzante, in cui i peggiori incubi prendono corpo e voce, mostrandoci in un crescendo inquietante i mali estremi della nostra società”.
Bianca Garavelli

Leggi tutto…

JAVIER CERCAS VINCE IL PREMIO SICILIA 2019 a Taobuk

image

 

25 Maggio 2019, ore 18.30 – Palazzo della Cultura (Catania)
 

Nell’ambito di Taobuk – Taormina International Book Festival

Il festival ideato e diretto da Antonella Ferrara

 * * *

TAORMINA –  Va allo scrittore spagnolo Javier Cercas il Premio Sicilia 2019, giunto quest’anno alla sua terza edizione e conferito nelle precedenti a Isabel Allende e Luis Sepulveda. Un premio nato per omaggiare le massime voci del nostro tempo, per riconoscerne l’eccellente impegno personale, civile ed artistico.
L’evento è promosso da Taobuk con il patrocinio della Regione Siciliana e del Comune di Catania, Assessorato alla Cultura

La cerimonia di consegna avverrà sabato 25 Maggio alle 18.30 presso il Cortile Platamone, nel Palazzo della Cultura di Catania. Leggi tutto…

SIMONA SPARACO vince la prima edizione del Premio DeA Planeta

SIMONA SPARACO VINCE LA PRIMA EDIZIONE DEL PREMIO LETTERARIO DEA PLANETA CON IL ROMANZO “NEL SILENZIO DELLE NOSTRE PAROLE”

Simona Sparaco è la vincitrice della prima edizione del Premio letterario DeA Planeta, promosso da DeA Planeta Libri, con l’opera inedita Nel silenzio delle nostre parole, un romanzo corale sulle distanze invisibili che spesso ci separano dalle persone che abbiamo accanto.

Nel corso della cerimonia di premiazione, avvenuta al Blue Note di Milano, alla presenza del Sindaco Giuseppe Sala e di circa 300 ospiti della cultura, dell’imprenditoria e del giornalismo italiano, la giuria composta da Massimo Carlotto (scrittore), Marco Drago (presidente Gruppo De Agostini), Claudio Giunta (docente e scrittore), Rosaria Renna (conduttrice radiofonica e televisiva) e Manuela Stefanelli (direttrice Libreria Hoepli) ha proclamato Simona Sparaco vincitrice del Premio DeA Planeta – cui ha concorso con lo pseudonimo di Diego Tommasini – con l’opera Nel silenzio delle nostre parole.

La vincitrice, Simona Sparaco, già finalista al Premio Strega e al Premio Bancarella, si è aggiudicata il premio pari a 150.000 Euro, la pubblicazione in Italia con DeA Planeta e in lingua spagnola con case editrici del Gruppo Planeta, insieme alle traduzioni in inglese e francese. Leggi tutto…

PREMIO STREGA EUROPEO 2019: i cinque libri candidati

I cinque libri che si contenderanno il titolo di Premio Strega Europeo 2019

Il Premio Strega Europeo, giunto alla sesta edizione, consolida la collaborazione con il Salone internazionale del libro di Torino. Le autrici e gli autori candidati presenteranno anche quest’anno al Salone i rispettivi libri in gara, ciascuno in un incontro individuale, tra venerdì 10 e domenica 12 maggio. La cerimonia di premiazione avrà luogo domenica 12 maggio alle ore 18.30 presso il Circolo dei Lettori.

Il Premio Strega Europeo, nato nel 2014 in occasione del semestre di presidenza italiana del Consiglio dell’Unione Europea per diffondere la conoscenza di alcune tra le voci più originali e profonde della narrativa contemporanea, è promosso dalla Fondazione Maria e Goffredo Bellonci, dall’azienda Strega Alberti Benevento, dalla Casa delle Letterature di Roma e in collaborazione con BPER Banca.

Concorrono a ottenere il riconoscimento cinque romanzi recentemente tradotti in Italia,provenienti da diverse aree linguistiche e culturali, che hanno vinto nei Paesi europei in cui sono stati pubblicati un importante premio nazionale. È previsto inoltre un riconoscimento al traduttore del libro premiato, offerto dalla FUIS (Federazione Unitaria Italiana Scrittori).

I cinque libri candidati al Premio Strega Europeo 2019: Leggi tutto…

HARUKI MURAKAMI VINCE IL PREMIO LATTES GRINZANE 2019 PER LA SEZIONE LA QUERCIA

Haruki Murakami è il vincitore del Premio Lattes Grinzane 2019 per la sezione La Quercia, dedicata a Mario Lattes (pittore, scrittore ed editore, scomparso nel 2001).

Haruki Murakami (edito in Italia da Einaudi, tradotto da Antonietta Pastore e Giorgio Amitrano), nato a Kyoto nel 1949 e cresciuto a Kobe, è tra i massimi autori della narrativa mondiale. Pubblicato in oltre cinquanta lingue, è uno scrittore amatissimo dai lettori ed è stato insignito di premi importanti in tutto il mondo. È autore di romanzi, racconti e saggi ed è traduttore in giapponese di autori americani come Francis Scott Fitzgerald, Raymond Carver, Truman Capote, J. D. Salinger, Tim O’Brien, John Irving e Ursula K. Le Guin. Grande appassionato di musica (classica, jazz e rock), negli anni Settanta ha gestito un jazz bar a Tokyo, insieme alla moglie, il Peter Cat (tappezzato di foto di gatti), esperienza preziosa per la sua formazione di scrittore grazie alle storie umane con cui è venuto in contatto.

Fin dal suo primo romanzo, Ascolta la canzone del vento, del 1979, Murakami si è imposto sulla scena letteraria giapponese come uno scrittore di primo piano che non sembrava appartenere alla tradizione nipponica. Gli scenari metropolitani, i riferimenti alla cultura popolare occidentale (da Michel Polnareff ai Beach Boys, dai film di Peckinpah a Jean Seberg), la forma della scrittura, debitrice a Fitzgerald e a Capote più che a Kawabata o Tanizaki, proiettavano la letteratura giapponese in spazi nuovi e inattesi. Tra gli aspetti che hanno contribuito al successo dei suoi romanzi, spiccano il taglio cinematografico, la cura per la descrizione minuziosa, lo stile semplice, minimalista e realistico, che ingloba la presenza di un certo grado di surrealismo e “realismo magico”, situazioni in cui accadono eventi bizzarri o soprannaturali che i personaggi stessi non riescono quasi mai a decifrare completamente.

 

Motivazione

«Diventato autore di culto a livello mondiale, Murakami è lo scrittore che più ha contribuito ad avvicinare il Giappone ai lettori occidentali. Fin dagli esordi, alla fine degli anni Settanta, egli esce dalla cornice della tradizione letteraria giapponese creando un suo mondo narrativo originalissimo, tramite un linguaggio nuovo e comunicativo, molto vicino al parlato. La semplicità stilistica è un tramite per affrontare profondi temi esistenziali – il rimpianto per il “perduto”, la ricerca di sé nell’assurdità di un’esistenza alienata, l’attrazione per l’aspetto magico e misterioso, del mondo – e di toccare alcuni tasti dolenti del Giappone: le colpe storiche, le responsabilità politiche del passato e del presente. Caratteristica rilevante dei grandi romanzi di Murakami è la presenza di personaggi che conducono vite ordinarie (in cui l’ampia platea dei lettori immediatamente si identifica, al di là di ogni barriera culturale), ma nel seguito del racconto capita che la loro storia si venga di solito a trovare sospesa tra reale e irreale, coinvolta in eventi magici e inquietanti. Il brusco passaggio dalla realtà al sogno rappresenta pienamente lo smarrimento dell’essere umano contemporaneo di fronte a fenomeni sempre nuovi e incontrollabili. Lo sconfinamento in un universo parallelo tuttavia non è mai una fuga, ma discesa nel profondo di se stessi, alla ricerca di ciò che si cela nei recessi della nostra coscienza».

 

Le precedenti edizioni della sezione La Quercia sono state vinte da: António Lobo Antunes (2018; Feltrinelli), Ian McEwan (2017; Einaudi), Amos Oz (2016; Feltrinelli), Javier Marías (2015; Einaudi), Martin Amis (2014; Einaudi), Alberto Arbasino (2013; Adelphi), Patrick Modiano (2012, Einaudi, Guanda) Premio Nobel 2014, Enrique Vila-Matas (2011; Feltrinelli).

 

Leggi tutto…

PREMIO LATTES GRINZANE 2019: i finalisti

Premio Lattes Grinzane 2019: Haruki Murakami è il vincitore della sezione La Quercia – Roberto Alajmo, Jean Echenoz (Francia), Yewande Omotoso (Sud Africa), Alessandro Perissinotto e Christoph Ransmayr (Austria) sono i finalisti della sezione Il Germoglio

Murakami vincitore La Quercia. Alajmo, Echenoz, Omotoso, Perissinotto e Ransmayr finalisti Il Germoglio

Da Aosta a Crotone 400 studenti italiani decreteranno sabato 12 ottobre il vincitore tra i cinque finalisti della sezione Il Germoglio

 * * *

Sono stati annunciati i nomi di finalisti e vincitori del Premio Lattes Grinzane 2019, organizzato dalla Fondazione Bottari Lattes e giunto alla IX edizione.

Haruki Murakami (Giappone), edito in Italia da Einaudi (tradotto da Antonietta Pastore e Giorgio Amitrano), è il vincitore della sezione La Quercia, intitolata a Mario Lattes (editore, pittore, scrittore, scomparso nel 2001) e dedicata a un autore internazionale che abbia saputo raccogliere nel corso del tempo condivisi apprezzamenti di critica e di pubblico.
Murakami sarà in Italia venerdì 11 ottobre, per tenere una lectio magistralis (ore 18, Teatro Sociale di Alba), e sabato 12 ottobre, per ricevere il riconoscimento durante la cerimonia di premiazione (ore 16.30, Castello di Grinzane Cavour). Ingresso libero, fino a esaurimento posti.

Roberto Alajmo con L’estate del ’78 (Sellerio), Jean Echenoz (Francia) con Inviata speciale (Adelphi, traduzione di Federica e Lorenza Di Lella), Yewande Omotoso (Sud Africa) con La signora della porta accanto (66thand2nd, traduzione di Natalia Stabilini), Alessandro Perissinotto con Il silenzio della collina (Mondadori) e Christoph Ransmayr (Austria) con Cox o Il corso del tempo (Feltrinelli, traduzione di Margherita Carbonaro) sono i finalisti del Premio Lattes Grinzane IX edizione per la sezione Il Germoglio, il riconoscimento internazionale che fa concorrere insieme autori italiani e stranieri, dedicato ai migliori libri di narrativa pubblicati nell’ultimo anno.
Sabato 12 ottobre i cinque autori saranno in Italia per incontrare pubblico e studenti (ore 10, Fondazione Bottari Lattes a Monforte d’Alba) e per ricevere il riconoscimento durante la cerimonia di premiazione, nel corso della quale sarà proclamato il vincitore, sulla base dei voti degli studenti delle giurie scolastiche (ore 16.30, Castello di Grinzane Cavour). Ingresso libero, fino a esaurimento posti.

«La proposta di quest’anno premia una varietà di esperienze narrative che toccano generi e stili differenti – dalla Francia al Sud Africa, dall’Austria all’Italia – presentando un contrastato e sfaccettato rapporto tra natura e civiltà», commenta la Giuria Tecnica del Premio. «Dal giallo locale che scava nel passato (Perissinotto), al romanzo storico raffinato (Ransmayr), dalla spy story di humor nero (Echenoz), alla memoria familiare (Alajmo), fino ai ritratti femminili sullo sfondo della questione razziale (Omotoso)», spiega la Giuria Tecnica del Premio.

Leggi tutto…

PREMIO MONDELLO 2019: Colum McCann vince la sezione autore straniero

Colum McCann è il vincitore del Premio Letterario Internazionale Mondello sezione Autore straniero
 – 45° Edizione



Al Salone Internazionale del Libro di Torino 
Colum McCann dialogherà con Giorgio Fontana, giudice monocratico 
- Sabato 11 maggio, ore 14.30 Sala Azzurra

Salone Internazionale del Libro di Torino 2019

 * * *

Colum McCann ha vinto il Premio Letterario Internazionale Mondello, curato e promosso, per conto del Comune di Palermo, dalla Fondazione Sicilia in collaborazione con Fondazione Circolo dei lettori e Salone Internazionale del Libro di Torino, con cui la Fondazione Sicilia ha stretto un forte legame grazie al professor Giovanni Puglisi, presidente della Fondazione Premio Mondello.

Autore irlandese naturalizzato statunitense, è tra i migliori a cogliere il sublime nascosto nelle cose della vita. Motiva così la scelta il giudice monocratico Giorgio Fontana: «L’opera di Colum McCann è sostenuta da un’ispirazione multiforme e da un linguaggio ricco, generoso e potente. La finzione parte spesso da eventi reali, su cui lo scrittore innesta una tensione straordinaria grazie alla sua ‘empatia radicale’ — la capacità di restituirci i personaggi nella loro interezza, senza falsità e senza trucchi. E quale sfida più alta dell’empatia radicale in una società pervasa dal cinismo? L’opera di McCann non teme la complessità del mondo, ma la restituisce con nitore e poesia». Leggi tutto…

PREMIO BANCARELLA 2019: i sei libri finalisti

Al via la 67^ edizione del Premio Bancarella con l’annuncio dei “magnifici sei”

Torino 19 marzo 2019 – Sono stati annunciati questo pomeriggio al Circolo dei lettori di Torino i sei libri vincitori del Premio Selezione Bancarella 2019 e quindi finalisti della sessantasettesima edizione del Premio Bancarella, il premio dei librai indipendenti italiani che insieme alla Fondazione Città del libro, alle Associazioni dei Librai Pontremolesi e delle Bancarelle, e col supporto del Comune di Pontremoli, mantengono viva questa tradizione nata dai Librai ambulanti di Montereggio e Pontremoli, che affonda le sue radici nella vocazione culturale della Lunigiana.

Oriana Fallaci, che partecipa alla nascita del Premio Bancarella nel 1952, scrive sui librai di Montereggio nell’articolo “Hanno nella valigia i cavalieri antichi” (che proponiamo per intero alla fine del post): «Non avevano confidenza con l’alfabeto, ma “sentivano” quali libri era il caso di comprare e quali no: in virtù di un sesto senso che, dicono è stato loro donato dal demonio in un’ora di benevolenza».

 

Leggi tutto…

PREMIO STREGA 2019: i 12 semifinalisti

I dodici titoli semifinalisti dell’edizione 2019 del Premio Strega: sono stati annunciati oggi, 17 marzo, nell’ambito di Libri Come

 

Oggi, 17 marzo 2019, sono stati selezionati i dodici titoli che parteciperanno alla LXXIII edizione del Premio Strega, il riconoscimento letterario promosso da Fondazione Maria e Goffredo Bellonci e Liquore Strega con il contributo di Camera di Commercio di Roma e in collaborazione con Bper Banca.

Gli Amici della domenica, il gruppo storico della giuria del premio, avevano segnalato cinquantasette libri di narrativa in lingua italiana pubblicati tra il 1 marzo 2018 e il 28 febbraio di quest’anno.

Il Comitato del premio – composto da Pietro Abate, Valeria Della Valle, Giuseppe D’Avino, Ernesto Ferrero, Simonetta Fiori, Alberto Foschini, Paolo Giordano, Melania G. Mazzucco, Gabriele Pedullà, Stefano Petrocchi, Marino Sinibaldi e Giovanni Solimine – ha scelto i 12 titoli che si disputeranno l’edizione 2019.

I 12 libri candidati sono stati annunciati oggi, domenica 17 marzo alle ore 12.30, in una conferenza stampa che si è svolta a Roma, nella Sala Ospiti dell’Auditorium Parco della Musica, durante Libri come. Festa de Libro e della Lettura.

Sono intervenuti Giuseppe D’Avino, Presidente di Strega Alberti Benevento, Valeria Della Valle, Presidente del Comitato scientifico della Fondazione Bellonci, Melania G. Mazzucco, Presidente del Comitato direttivo del Premio Strega, Giovanni Solimine, Presidente della Fondazione Bellonci. Ha coordinato l’incontro Stefano Petrocchi, Direttore della Fondazione Bellonci.

Ecco l’elenco dei docidi libri semifinalisti:

Leggi tutto…

PREMIO STREGA 2019: i 57 titoli proposti dagli Amici della domenica

Sono cinquantasette i titoli proposti dagli Amici della domenica per l’edizione 2019 del Premio Strega. I 12 libri candidati saranno annunciati domenica 17 marzo

È scaduto oggi, 7 marzo 2019, il termine per proporre libri per la LXXIII edizione del Premio Strega, il riconoscimento letterario promosso da Fondazione Maria e Goffredo Bellonci e Liquore Strega con il contributo di Camera di Commercio di Roma e in collaborazione con Bper Banca.

Gli Amici della domenica, il gruppo storico della giuria del premio, hanno segnalato cinquantasette libri di narrativa in lingua italiana pubblicati tra il 1 marzo 2018 e il 28 febbraio di quest’anno.

Spetta ora al Comitato del premio – composto da Pietro Abate, Valeria Della Valle, Giuseppe D’Avino, Ernesto Ferrero, Simonetta Fiori, Alberto Foschini, Paolo Giordano, Melania G. Mazzucco, Gabriele Pedullà, Stefano Petrocchi, Marino Sinibaldi e Giovanni Solimine – scegliere i 12 titoli che si disputeranno l’edizione 2019, sia tenendo conto delle proposte degli Amici, sia sulla base di valutazioni proprie, che potranno eventualmente integrare la lista iniziale.

I 12 libri candidati saranno annunciati domenica 17 marzo alle ore 12.30, in una conferenza stampa che avrà luogo a Roma, nella Sala Ospiti dell’Auditorium Parco della Musica, durante Libri come. Festa de Libro e della Lettura.

Interverranno Giuseppe D’Avino, Presidente di Strega Alberti Benevento, Valeria Della Valle, Presidente del Comitato scientifico della Fondazione Bellonci, Melania G. Mazzucco, Presidente del Comitato direttivo del Premio Strega, Giovanni Solimine, Presidente della Fondazione Bellonci. Coordinerà l’incontro Stefano Petrocchi, Direttore della Fondazione Bellonci.

L’immagine che accompagnerà la LXXIII edizione del Premio Strega è stata realizzata da Alessandro Baronciani, che si è ispirato all’illustrazione della storica urna di voto dipinta da Mino Maccari, riprendendone anche lo slogan: “Se la Strega ha una scopa, la Letteratura deve avere uno scopo.” La scopriremo insieme il 17 marzo a Libri come.

Ecco l’elenco dei cinquantasette libri proposti:

Leggi tutto…

PREMIO LETTERARIO ALVARO-BIGIARETTI 2019: la cinquina finalista

La cinquina finalista

* * *

Sabato 2 marzo 2019 il Comitato Direttivo del Premio Letterario Corrado Alvaro – Libero Bigiaretti presieduto da Giorgio Nisini si è riunito nella casa di campagna dei due scrittori per valutare le opere in gara. Dopo un’ampia discussione su tutti i libri pervenuti attraverso la segreteria del Premio, il Comitato ha selezionato la seguente Cinquina finalista (in ordine alfabetico): Leggi tutto…

MARCO BALZANO vince il PREMIO BAGUTTA 2019

Marco Balzano si aggiudica il Premio Bagutta 2019 per il romanzo “Resto qui” (Einaudi), già finalista all’edizione 2018 del Premio Strega

La scorsa edizione era stata vinta da Helena Janeczek per il romanzo La ragazza con la Leica (Guanda)

* * *

Resto qui - Marco Balzano - copertina«Era da tanto che volevo scrivere un romanzo con una protagonista», ha detto Marco Balzano a Letteratitudine nell’ambito del suo Autoracconto d’Autore dedicato al suo romanzo “Resto qui“, pubblicato da Einaudi (l’intero Autoracconto è disponibile cliccando qui). «Volevo dire “io” e essere una donna. Adesso posso dire che questa è stata una delle esperienze più importanti che ho provato scrivendo. Tutto è diventato ancestrale, viscerale, materno. Fragilità e coraggio, due sentimenti che non ho mai considerato in contrapposizione, si sono amplificati in maniera assolutamente inedita. Trina (Caterina) – così si chiama la protagonista – ha il nome di mia figlia, della chiesa del paese di confine in cui è ambientata la vicenda e, soprattutto, dell’ultima donna che ha lasciato il borgo dopo che la Montecatini ha messo il tritolo alle case, ha sbattuto la gente nei container e ha riempito l’invaso sommergendo per sempre ogni cosa. Quando l’acqua era già alta si sono accorti che era rimasta una signora anziana, che una fotografia ritrae in ginocchio sul tavolo, con le mani strette al davanzale della finestra».

 * * *

Marco Balzano è stato anche ospite della nostra trasmissione radiofonica. La sua chiacchierata con Massimo Maugeri incentrata su “Resto qui” è disponibile cliccando su questo link (per l’ascolto diretto, cliccare qui). Leggi tutto…

PREMIO CAMPIELLO 2019: si comincia

PREMIO CAMPIELLO, AL VIA LA 57^ EDIZIONE. CARLO NORDIO CONFERMATO PRESIDENTE DELLA GIURIA DEI LETTERATI

Entra in Giuria Silvia Calandrelli, direttore di Rai Cultura. Il 31 maggio a Padova si svolgerà la selezione della cinquina finalista, il 14 settembre a Venezia la proclamazione del vincitore

 * * *

Venezia, 17 gennaio 2019 – Prende il via la 57^ edizione del Premio Campiello; riconfermato il Magistrato Carlo Nordio come presidente della Giuria dei Letterati. Nordio, Procuratore Aggiunto di Venezia e titolare dell’inchiesta sul Mose di Venezia, nonché consulente della Commissione Parlamentare per il terrorismo e presidente della Commissione Ministeriale per la riforma del codice penale, è un grande appassionato di letteratura e ha scritto anche diversi libri per lo più di natura giuridica.

Matteo Zoppas, Presidente della Fondazione Il Campiello e di Confindustria Veneto, dichiara: “La scorsa edizione del Premio Campiello è stata un’edizione di grande valore: il ruolo di Carlo Nordio come Presidente di Giuria, che ringrazio per aver accettato l’incarico anche quest’anno, e che incarna perfettamente i valori fondativi del Premio: indipendenza, trasparenza e autorevolezza; il ritorno alla diretta televisiva, che ci ha permesso di raggiungere un pubblico ancora più ampio; abbiamo poi puntato sempre di più sui giovani coinvolgendo anche i giovani imprenditori di Confindustria. Quella che sta per iniziare sarà un’edizione ancora più importante, frutto del grande lavoro che il Comitato di Gestione, presieduto da Piero Luxardo al quale rivolgo i miei più sentiti ringraziamenti, sta svolgendo per rendere il Premio ancora più prestigioso. Vogliamo che il Campiello venga percepito per quello che è da sempre: non semplicemente una serata o un evento, ma un percorso che dura tutto l’anno e che rappresenta uno tra i principali contributi che la classe imprenditoriale ha dato per la crescita culturale del Paese tramite la letteratura.” Leggi tutto…

PREMIO LETTERARIO CHIANTI 2019: i finalisti

PREMIO LETTERARIO CHIANTI 32esima edizione 2018-2019: i cinque finalisti

 * * *

Sono stati scelti i cinque autori finalisti della XXXII edizione del Premio Letterario Chianti:

Carlo Carabba con “Come un giovane uomo” (Marsilio)
Valentina Farinaccio con “Le poche cose certe” (Mondadori)
Lia Levi con “Questa sera è già domani” (Edizioni EO)
Massimo Maugeri con “Cetti Curfino” (La nave di Teseo)
Rosella Postorino con “Le assaggiatrici” (Feltrinelli).

Leggi tutto…

PREMIO NONINO 2019: i vincitori

Il Premio Nonino è stato istituito nel 1975, da Giannola e Benito Nonino, per salvare gli antichi vitigni autoctoni friulani in via di estinzione e per la valorizzazione della Civiltà Contadina. È sostenuto dalla Nonino Distillatori. Maggiori informazioni su www.grappanonino.it/nonino-sostiene 

Tutti i dettagli, di seguito…

Leggi tutto…

PREMIO SCERBANENCO 2018: vince PATRICK FOGLI

Patrick Fogli conquista il Premio Giorgio Scerbanenco 2018 con il romanzo A chi appartiene la notte (Baldini+ Castoldi)

 * * *

I cinque finalisti erano:

 * * *
La Giuria Letteraria del Premio Giorgio Scerbanenco, composta da Cecilia Scerbanenco (Presidente), Valerio Calzolaio, Luca Crovi, Loredana Lipperini, Sergio Pent, Ranieri Polese, Sebastiano Triulzi e John Vignola assegna all’unanimità il Premio Giorgio Scerbanenco 2018 a
di Patrick Fogli (Baldini + Castoldi)
con la seguente motivazione: Leggi tutto…

DAVIDE ENIA VINCE IL SUPERMONDELLO E IL MONDELLO GIOVANI 2018

Davide Enia con Appunti per un naufragio (Sellerio) vince il SuperMondello e il Mondello Giovani 2018

I due riconoscimenti sono stati assegnati venerdì 30 novembre 2018 presso la Società Siciliana per la Storia Patria, nell’ambito della 44a edizione del Premio Letterario Internazionale Mondello.

 * * *

Il SuperMondello e la Giuria dei 120 lettori qualificati

Davide Enia è stato votato da 62 su 120 componenti la Giuria dei Lettori Qualificati. I giurati, dislocati in tutta Italia, sono stati direttamente indicati dai librai di un circuito di 24 libreriesegnalate dalla redazione dell’inserto culturale DomenicadeIl Sole 24 Ore. Nei mesi scorsi, ognuna di queste librerie ha inviato alla Segreteria del Premio un elenco di 5 lettori ‘forti’, in grado di formulare un giudizio letterario critico e ragionato. I 120 lettori così selezionati hanno potuto esprimere la loro preferenza votando online in un’apposita sezione del sito www.premiomondello.it.

 * * *

Il Mondello Giovani e la Giuria degli studenti Leggi tutto…

PREMIO MARTOGLIO 2018: i vincitori

Si svolgerà sabato 24 novembre, con inizio alle ore 17.30, al Teatro Comunale di Belpasso – presentata dalla giornalista Flaminia Belfiore, con la partecipazione dell’attore Agostino Zumbo – la cerimonia di consegna della XXXII Edizione del Premio Letterario Internazionale “Nino Martoglio”, organizzato dal Circolo Athena con la consulenza scientifica dell’Istituto di Storia dello Spettacolo Siciliano e la collaborazione del Comune di Belpasso. Presieduta da Sarah Zappulla Muscarà (Università di Catania) e composta da Anna Maria Paternò (presidente del Circolo Athena), Daniele Motta, (sindaco del Comune di Belpasso), Vicente Gonzalez Martin (Università di Salamanca, Spagna), Domenico Tempio (editorialista de “La Sicilia”), la giuria ha assegnato il Premio Martoglio nelle seguenti sezioni:

Letteratura: Alba Donati per la raccolta di poesie Tu, paesaggio dell’infanzia (La nave di Teseo, 2018);

Giornalismo: Loretta Cavaricci ed Elena Anticoli De Curtis per il volume A Napoli con Totò (Giulio Perrone Editore, 2018);

Athena”: Manuela Ventura;

sezione Sul filo della Memoria: Giovanni D’Angelo per il volume di memorie Catania 1945-1963. Quella fervida attesa di futuro (Maimone Editore, 2018); Gloriana Orlando e Mariella Bonasera per il romanzo Il filo del tempo (Algra Editore, 2018); Luigi Nicolosi per il romanzo L’utopia dei piccoli fuochi (Euno Edizioni, 2018);

Premio per il Teatro nel Centenario della “Compagnia Mediterranea”: Miko Magistro. Leggi tutto…

PREMIO SCERBANENCO 2018: la cinquina finalista

I cinque finalisti dell’edizione 2018 del PREMIO SCERBANENCO

 

* * *

È stata pubblicata la cinquina dei romanzi italiani finalisti del Premio Giorgio Scerbanenco 2018, risultata dalla sommatoria dei voti dei lettori sul sito e di quelli ponderati della Giuria letteraria che ha votato in questa formazione: Cecilia Scerbanenco (Presidente), Valerio Calzolaio, Luca Crovi, Loredana Lipperini, Sergio Pent, Sebastiano Triulzi, John Vignola.
I cinque finalisti saranno presentati il 3 dicembre alle ore 18.30 presso la libreria Feltrinelli di piazza Duomo (Via Ugo Foscolo, 1, Milano).
Il Premio Giorgio Scerbanenco 2018, consistente in un ritratto dello scrittore ad opera dell’artista Andrea Ventura, verrà consegnato la sera del 3 dicembre presso l’università IULM.
Il romanzo Lo stupore della notte di Piergiorgio Pulixi (Rizzoli), entrato nella cinquina finalista, si aggiudica anche il Premio dei lettori per essere stato il più votato sul sito del festival.
* * *
I cinque finalisti

Leggi tutto…

IL PREMIO GONCOURT 2018 VA A NICOLAS MATHIEU

Il Premio Goncourt 2018 è stato conferito a Nicolas Mathieu per il romanzo “Leurs enfants après eux” (Actes Sud)

Attach8808_20181107_184905.jpg

L’autore con questo suo secondo romanzo, ambientato in una valle della Lorena, dove i suoi eroi adolescenti sognano di “uscire di testa”, riceve il più prestigioso premio letterario francese.

* * *

Il premio Goncourt è stato assegnato a Nicolas Mathieu per “Leurs enfants après eux” (Actes Sud, 432 p.). Gli altri libri in concorso erano: “Frère d’âm”, di David Diop (Seuil), “Maîtres et esclaves” di Paul Greveillac (Gallimard) e “L’Hiver du mécontentement” di Thomas B. Reverdy (Flammarion). Come ogni anno, i giurati si sono riuniti presso il ristorante parigino Drouant dove hanno espresso il loro verdetto.

* * *

Nicolas Mathieu è nato a Epinal nel 1978. Dopo aver studiato storia e cinema, si è trasferito a Parigi per qualche tempo. Nel 2014 ha pubblicato il noir intitolato “Aux animaux la guerre” (Actes Sud) adattato in serie televisiva per France 3 da Alain Tasma. Oggi vive a Nancy.

Ecco di cosa parla questo nuovo romanzo di Nicolas Mathieu…

 * * * Leggi tutto…

PREMIO CAVALLINI 2018

PREMIO CAVALLINI 2018 a Michele Ainis, Ermanno Cavazzoni, Piera Degli Esposti, Morgan, Sergio Claudio Perroni

Sono Michele Ainis, Ermanno Cavazzoni, Piera Degli Esposti, Morgan e Sergio Claudio Perroni i vincitori dell’edizione 2018 del Premio Cavallini istituito da Vittorio Sgarbi nel 1996 a Barcis e giunto al dodicesimo anno di vita.

Già dall’anno scorso la manifestazione non è più dedicata al solo Bruno Cavallini, ma a tutti e tre i fratelli, Bruno, Romana e Rina Cavallini (madre di Vittorio ed Elisabetta Sgarbi). Tra i prestigiosi nomi cui è stato attribuito il riconoscimento nel corso degli anni spiccano Alain Elkann, Pino Roveredo, Lucio Dalla, Mauro Corona, Claudio Magris, Folco Quilici, Roberto Vecchioni, Alice, Maurizio de Giovanni, Pierluigi Cappello, Boris Pahor, Oscar Farinetti, Luciano Canfora e Furio Colombo.
I Premi dell’edizione 2018 sono stati conferiti nel corso di una cerimonia svoltasi a Pordenone, nel Convento di San Francesco, nella serata di ieri sabato 27 ottobre. La cerimonia di consegna, condotta da Vittorio Sgarbi, è stata accompagnata dalla lettura di un brano inedito dello scrittore Giuseppe Sgarbi, scomparso nel gennaio di quest’anno, padre di Vittorio ed Elisabetta (ne approfittiamo per segnalare il post “Omaggio a Giuseppe Sgarbi” e quelli dedicati ai volumi pubblicati da Skira “Non chiedere cosa sarà il futuro” e “Il canale dei cuori“). Leggi tutto…

PREMIO INTERNAZIONALE CITTÀ DI COMO 2018: i vincitori

I vincitori dell’edizione 2018 del Premio Internazionale Città di Como: Maria Attanasio, Laura Morante, Domenico Quirico…

Sabato 20 ottobre presso la Sala Bianca del Teatro Sociale di Como (nella foto la giuria) sono stati resi noti i nomi dei vincitori del Premio Internazionale di Letteratura città di Como.

Vincitrice nella sezione “Narrativa edita” è la scrittrice siciliana Maria Attanasio con il suo libro La ragazza di Marsiglia, edito da Sellerio Editore, il ritratto dell’unica donna che partecipò all’impresa dei Mille. Al secondo posto Daniele Mencarelli con La casa degli sguardi, edito da Mondadori, il ritratto di un giovane poeta oppresso dal male oscuro. Terzo l’autore sardo Giovanni Davide Piras con La terra bianca, edito da Giulio Perrone Editore, una storia d’amore fraterno, di perdita e di liberazione.

Nella sezione “Narrativa opera prima” si aggiudica il primo posto l’attrice Laura Morante con la sua raccolta di racconti Brividi immorali, edita da La nave di Teseo. Al secondo posto il giovane autore lariano Mattia Conti, con il libro Di sangue e di ghiaccio, edito da Solferino, una storia ambientata nel manicomio della città di Como; terzo posto per Giovanna Ambrosoli, Chiamatemi Giuseppe, San Paolo.

Nella sezione “Saggistica” vince il giornalista Domenico Quirico con il suo reportage Succede ad Aleppo, edito da Laterza che ripercorre gli anni della guerra civile in un affresco corale di assassini e angeli, bambini e contrabbandieri, forza e paura; secondo posto per Vincenzo Calza e Sabrina Pisu, Il caso Mattei, Chiarelettere; terzi ex aequo Daniele Zovi,  Alberi sapienti, antiche foreste, UTET e Flavia Piccinni, Bellissime, Fandango. Leggi tutto…

National Book Award 2018: Négar Djavadi e Domenico Starnone tra i finalisti

Négar Djavadi e Domenico Starnone tra i finalisti del National Book Award 2018

 * * *

Disoriental di Négar Djavadi, e Trick di Domenico Starnone, sono stati selezionati nella shortlist del National Book Award 2018 per la sezione “Translated Literature”. Entrambi i titoli sono editi da Europa Editions, la casa editrice americana delle Edizioni E/O, nelle traduzioni di Tina Kover e Jhumpa Lahiri. Disorientale è stato pubblicato in Italia dalle Edizioni E/O nel settembre del 2017, mentre Scherzetto di Domenico Starnone è stato pubblicato da Einaudi nel 2016. Leggi tutto…

PREMIO COMISSO 2018: vincono Michele Cocchi e Cristina Battocletti

Michele Cocchi e Cristina Battocletti sono i vincitori del PREMIO COMISSO 2018 (delle sezioni Narrativa e Biografia)

Premio Comisso 2018: Michele Cocchi e Cristina Battocletti i vincitori delle sezioni Narrativa e Biografia

Sabato 6 ottobre in seduta pubblica al Salone dei Trecento di Treviso sono state proclamate le opere vincitrici della XXXVII edizione del Premio letterario Giovanni Comisso “Regione del Veneto- Città di Treviso” per le sezioni Narrativa e Biografia.
Il vincitore della Sezione Narrativa è: “La casa dei bambini“, di Michele Cocchi (Fandango libri).
Il vincitore della Sezione Biografia è: “Bobi Bazlen. L’ombra di Trieste“, di Cristina Battocletti (La nave di Teseo).
Le due opere hanno ottenuto la maggioranza dei voti dai componenti la Grande Giuria del Premio tra i finalisti selezionati dalla Giuria Tecnica.

I finalisti della Sezione Narrativa italiana sono: Leggi tutto…

PREMIO LETTERARIO CHIANTI 2018-2019

PREMIO LETTERARIO CHIANTI32esima edizione 2018-2019 – Il bando è on-line

Ebbi la percezione che il premio Chianti fosse qualcosa di completamente diverso dagli altri premi letterari fin da quando Paolo Codazzi mi telefonò per dirmi che ero entrato nella cinquina dei finalisti e che dovevo perciò trovare un sabato libero per andare a Greve a incontrarmi con la giuria….

Andrea Camilleri, vincitore dell’edizione 2007

Leggi tutta la storia

Più di 30mila libri acquistati, oltre 150 autori partecipanti, circa 3500 lettori coinvolti in 200 serate tra i comuni del Chianti fiorentino e senese.

Il Premio Letterario Chianti nasce da un’idea dello scrittore Paolo Codazzi, direttore della rivista culturale “Stazione di Posta”, e viene fondato nel 1987 grazie alla  collaborazione tra l’Amministrazione Comunale di Greve in Chianti e la Rivista. Leggi tutto…

PREMIO DESSÌ 2018: vince Sandra Petrignani

I vincitori della XXXIII Edizione del Premio Dessì

Banner XXXIII Edizione Premio Letterario G. Dessì
Sandra Petrignani con “La corsara. Ritratto di Natalia Ginzburg (Edito da Neri Pozza) per la narrativa, e Alberto Bertoni con “Poesie 1980-2014 (Edito da Nino Aragno) per la poesia, sono i vincitori del trentatreesimo Premio Letterario Giuseppe Dessì.

A Ernesto Ferrero il Premio speciale della giuria.

A Vittorino Andreoli ed a Ferruccio De Bortoli il Premio speciale della Fondazione di Sardegna.

 * * *

Nasce il PREMIO DEA PLANETA

Il PREMIO DEA PLANETA

Il nuovo Premio Letterario della casa editrice DeA Planeta

IL NUOVO PREMIO LETTERARIO DELLA CASA EDITRICE DEA PLANETA
I EDIZIONE

Il bando del Premio è disponibile qui (scadenza: 28 febbraio 2019 – premio: 150.000 euro)

 

25 settembre 2018 DeA Planeta Libri, la casa editrice italiana nata a inizio 2017 dai gruppi De Agostini e Planeta, presenta la prima edizione di un nuovo premio letterario: il Premio DeA Planeta.
 * * *
L’esperienza spagnola
Il Premio Planeta è stato creato a Barcellona nel 1952 dal fondatore di Planeta, José Manuel Lara, con l’obiettivo di promuovere opere inedite di autori spagnoli. Da allora è cresciuto e si è adattato ai successivi periodi storici, fino a diventare, quasi settanta anni dopo, uno dei più importanti riconoscimenti letterari mondiali della letteratura in castigliano. Il 15 ottobre è ormai uno degli appuntamenti più attesi nel calendario letterario spagnolo. Alcuni degli autori premiati sono molto noti anche in Italia: Mario Vargas Llosa, Alicia Giménez-Bartlett, Clara Sánchez, Dolores Redondo, Eduardo Mendoza, Manuel Vázquez Montalbán, Lorenzo Silva, Javier Moro e Terenci Moix.«Che un mio romanzo si sia meritato il Premio Planeta ha fatto in modo che, all’improvviso, tutto avesse finalmente un senso: la solitudine del creatore di storie, i sacrifici, lo sforzo per raccontare trame che trascendono nel tempo. Tutto. Il Premio Planeta è un Premio magico» commenta Javier Sierra, vincitore dell’ultimo Premio Planeta assegnato nel 2017.
Il Premio DeA Planeta: valorizzazione internazionale e valore economico Leggi tutto…

PREMIO BRANCATI 2018: i vincitori

I vincitori della XLIX edizione del Premio Brancati

image

 

Sabato 22 settembre, nella splendida cornice di Villa Mirador, si è svolta la serata conclusiva della XLIX edizione del Premio Vitaliano Brancati dedicato al grande scrittore dal Comune di Zafferana Etnea.

Tramite votazione segreta, la Giuria, composta da esponenti della cultura letteraria italiana, vincitori delle edizioni precedenti e gruppi di lettura scelti di anno in anno sull’intero territorio nazionale, ha deciso i vincitori per le tre categorie.

image

Narrativa – Michele Mari  con  Leggenda Privata – (Einaudi)

Un’«autobiografia horror» in cui l’autore sfida se stesso confrontandosi con il demone più forte di tutti: la letteratura.

 

Poesia – Franco Arminio  con Cedi la strada agli alberi – (Chiarelettere)

Poesie d’amore e di terra, permeate da una profonda passione, vissuta in prima persona in Irpinia.

 

Giovani – Nicola H. Cosentino  con Vita e morte delle aragoste – (Voland)

Un romanzo ironico e raffinato che ci consegna l’istantanea di una generazione dagli affetti e dagli interessi precari. Leggi tutto…

BARBARA BARALDI vince il PREMIO NEBBIAGIALLA 2018

BARBARA BARALDI con il thriller AURORA NEL BUIO (Giunti) vince il PREMIO NEBBIAGIALLA 2018 PER LA LETTERATURA NOIR E POLIZIESCA

image

Il 15 settembre 2018, presso il Centro culturale Piazzalunga di Suzzara (MN), una giuria di cinquanta lettori ha assegnato, con la presenza del Direttore del festival NebbiaGialla Paolo Roversi, il Premio NebbiaGialla 2018 per la letteratura noir e poliziesca a Barbara Baraldi per il thriller Aurora nel buio, Giunti.

Alla vincitrice è stata assegnata un’opera realizzata dall’artista Massimo Bassi.

imageBarbara Baraldi si è aggiudicata il premio con un totale di 19 voti.

A seguire Paola Barbato, Non ti faccio niente, Piemme, con voti 14, Daniele Bresciani Nessuna notizia dello scrittore scomparso, Garzanti, con voti 8 e Giuseppe Di Piazza, Malanottata, Harper Collins, con voti 7.

Nato da un’idea dello scrittore e giornalista Paolo Roversi, con il contributo del Comune di Suzzara e di Piazzalunga Cultura, il Premio è giunto quest’anno alla nona edizione e nell’albo d’oro dei vincitori delle precedenti edizioni figurano, tra gli altri, autori come Maurizio De Giovanni, Claudio Paglieri, Giovanni Negri, Massimo Polidoro, Giuliano Pasini e Gianni Farinetti. Leggi tutto…

I VINCITORI DEL PREMIO VIAREGGIO RÈPACI 2018

 

 

 

 

Sono Fabio Genovesi con Il mare dove non si tocca, Mondadori e Giuseppe Lupo con Gli anni del nostro incanto, Marsilio, i vincitori ex aequo della sezione Narrativa della 89esima edizione del Premio Viareggio Rèpaci.

Giuseppe Lupo e Fabio Genovesi...

Roberta Dapunt ha vinto con Sincope, Einaudi, la sezione Poesia e Guido Melis, con La macchina imperfetta. Immagine e realtà dello stato fascista, Il Mulino la sezione Saggistica.

I vincitori sono stati annunciati, in una gremitissima piazza Mazzini, dal conduttore della serata Tiberio Timperi, insieme al Sindaco del Comune di Viareggio Giorgio Del Ghingaro e a tantissimi ospiti, tra autorità e normali cittadini, chiamati a rappresentare Viareggio in questa occasione speciale.

La giuria, presieduta da Simona Costa dopo un’accesissima discussione, ha selezionato le opere vincitrici (descritte nelle seguenti schede). Leggi tutto…

ROSELLA POSTORINO vince il PREMIO RAPALLO 2018

ROSELLA POSTORINO con “Le assaggiatrici”(Feltrinelli – romanzo finalista al Premio Campiello 2018) si aggiudica la 34^ edizione del premio letterario nazionale per la donna scrittrice “Rapallo 2018”. Le altre due attrici in lizza erano: Margherita Oggero con “Non fa niente” (Einaudi) e Maria Attanasio, con “La ragazza di Marsiglia” (Sellerio).

La Giuria dei critici del “Rapallo 2018” è composta da: Elvio Guagnini (Presidente), Maria Pia Ammirati, Mario Baudino, Francesco De Nicola, Chiara Gamberale, Luigi Mascheroni, Ermanno Paccagnini, Mirella Serri e Pier Antonio Zannoni aveva designato le tre finaliste e assegnato i premi speciali; a decidere la vincitrice la giuria popolare.

Sono stati riportati i seguenti voti

Rosella Postorino con “Le assaggiatrici” (Feltrinelli):19 voti

Margherita Oggero con “Non fa niente” (Einaudi): 15 voti

Maria Attanasio con “La ragazza di Marsiglia” (Sellerio): 11 voti.

Il Premio Opera Prima è stato assegnato a Sabrina Nobile “Per metà fuoco per metà abbandono” (Sem)

Il Premio speciale della giuria, intitolato ad Anna Maria Ortese, è andato a Ilaria Scarioni con “Quello che mi manca per essere intera” (Mondadori)

* * *

Rosella Postorino“Le assaggiatrici” (Feltrinelli) – La scheda del romanzo Leggi tutto…

UN VIAGGIO LETTERARIO PIU’ A SUD DI TUNISI (e la nuova edizione del Premio)

La tredicesima edizione del Premio “Portopalo, più a Sud di Tunisi” si svogerà dal 3 al 5 agosto 2018

Prima del Premio, però, il giornalista e scrittore Sergio Taccone (che è l’anima di Portopalo, più a Sud di Tunisi) ha organizzato un vero e proprio viaggio letterario che vedrà come protagonista territoriale proprio Portopalo di Capo Passero (lembo di terra più a sud di Tunisi, estrema propaggine del Sudest siciliano). Domenica 29 luglio, infatti, alle h. 21 inizierà un reading letterario intitolato “Portopalo, un viaggio letterario”.

Un viaggio dell’anima con al centro Portopalo, avamposto più a sud di Tunisi che ha incantato poeti, scrittori, storici, geografi, registi e studiosi”, ha raccontato Sergio Taccone a Letteratitudine. “Pasolini, nel ’59, giunse a Capo Passero e rimase stupefatto dalla bellezza e dai colori di questo angolo di paradiso. Un viaggio letterario che arriva fino ai giorni nostri e a pagine di rara bellezza di alcuni scrittori contemporanei come Simona Lo Iacono, Massimo Maugeri e Filadelfo Giuliano”.

La manifestazione si concluderà con un omaggio al film “Agguato sul mare”, girato negli anni 50 anche a Portopalo, per la regia di Pino Mercanti. Le letture sceniche saranno affidate agli attori Andrea Puglisi e Nicoletta Benedetti, musiche dal vivo a cura del chitarrista Sebastiano Campisi, con immagini scelte da Dino Oliva. La regia della serata è affidata a Corrado Giuliano.

 * * *

IL PREMIO PORTOPALO PIU’ A SUD DI TUNISI 2018 Leggi tutto…

A MARTA MORAZZONI IL PREMIO FONDAZIONE IL CAMPIELLO

Alla scrittrice milanese il riconoscimento alla carriera, che ritirerà in occasione della finale della 56^ edizione del Premio Campiello

Venezia, 26 luglio 2018 – Il Premio Fondazione Il Campiello 2018 è stato assegnato a Marta Morazzoni. La scrittrice milanese ritirerà il riconoscimento alla carriera in occasione della finale della 56^ edizione del Premio Campiello, in programma sabato 15 settembre al Gran Teatro La Fenice di Venezia.

Matteo Zoppas, Presidente della Fondazione Il Campiello e di Confindustria Veneto, ha dichiarato: “Siamo onorati che Marta Morazzoni abbia accettato questo nostro riconoscimento; il nostro vuole essere un omaggio ad un’autrice che ha assunto un ruolo di rilievo nella letteratura italiana degli ultimi decenni. Già vincitrice di due Premi Selezione Campiello nel 1988 e nel 1992, nonché del Premio Campiello nel 1997, Marta Morazzoni si è sempre contraddistinta per le caratteristiche originali di una scrittura stilisticamente tesa, sorvegliata e introspettiva. Attraverso la consegna di questo premio vogliamo ringraziarla simbolicamente per il suo grande e apprezzato lavoro.”

Di seguito la motivazione con cui è stato assegnato il Premio Fondazione Il Campiello 2018 a Marta Morazzoni (nella foto accanto):

Non è pervenuta faticosamente alla notorietà, come invece destino di molti, Marta Morazzoni: già la sua prima raccolta di racconti (“La ragazza col turbante”, 1986) ebbe un clamoroso successo di critica e di pubblico. La stessa sorte sperimentarono quasi tutti gli altri suoi libri, tra cui vanno ricordati almeno “L’invenzione della verità” (1988, premio Selezione Campiello), “Casa materna” (1992, premio Selezione Campiello), “Il caso Courrier” (1997, premio Campiello) e il recente “Il fuoco di Jeanne” (2014). Fin dall’inizio si è manifestata sorprendente una cifra peculiare di questa scrittrice, e cioè un’analisi psicologica dei personaggi drappeggiata attorno a vicende apparentemente secondarie, anche in illustri contesti storici, e destinate tuttavia a manifestarsi irrimediabili.
Come l’indecifrabile groviglio di nodi nel rovescio di un tappeto, quello che talvolta appare se per avventura qualcuno lo smuova, così il dipanarsi dei fatti quotidiani può scoprire l’inaspettata faccia di un’arcana simbologia. Sarebbe tuttavia limitativo attribuire alla narrativa della scrittrice il solo pregio di saper diagnosticare le insidie dell’apparenza, arte in cui invero eccelle, perché ad essa si accompagna una singolare spietatezza: quella di una tensione morale che non è disposta a fare sconti a nessuno dei personaggi, comuni o illustri, che popolano le sue pagine. Leggi tutto…

DOLORES REDONDO vince il PREMIO BANCARELLA 2018 (con “Tutto questo ti darò”, DeA Planeta)

Il Premio Bancarella 2018 va alla scrittrice basca Dolores Redondo, autrice del romanzoTutto questo ti darò(Dea Planeta – traduzione di Ascanio Temonte)

Dolores Redondo (San Sebastián, 1969) – vincitire dell’edizione 2018 del Premio Bancarella – è una scrittrice spagnola (basca). Ha studiato Legge e ha lavorato nel mondo del business per anni prima di diventare scrittrice a tempo pieno. Dopo avere scritto racconti e narrativa per l’infanzia, pubblica il suo primo romanzo nel 2009, ma è con la Trilogia Baztán che ha raggiunge il successo vendendo in Spagna un milione e 300 mila copie.
Nel 2016 si aggiudica il Premio Planeta e nel 2018 il 66° Premio Bancarella con il romanzo “Tutto questo ti darò”.
Il guardiano invisibile è stato trasportato sullo schermo dal produttore tedesco Peter Nadermann, già responsabile della Trilogia Millennium

* * *

Il libro vincitore del Premio Bancarella 2018

Serrato, sorprendente e ricco di atmosfera, Tutto questo ti darò è un thriller psicologico dalla sensibilità finissima, capace di indagare con la stessa lucidità le dinamiche del cuore e quelle – troppo spesso malate – della società.

Quando una coppia di agenti in divisa bussa alla sua porta, Manuel, scrittore di successo impegnato nella stesura del prossimo bestseller, intuisce all’istante che qualcosa di grave deve essere accaduto ad Álvaro, l’uomo che ama e al quale è sposato da anni. E infatti il corpo senza vita del marito è stato ritrovato al volante della sua auto, inspiegabilmente uscita di strada tra le vigne e i paesaggi scoscesi della Galizia, a chilometri di distanza dal luogo in cui Álvaro avrebbe dovuto trovarsi al momento dell’incidente. Sconvolto, Manuel parte per identificare la salma ma, giunto a destinazione, si ritrova presto invischiato in un intrico di menzogne, segreti e omissioni che ruota attorno alla ricca e arrogante famiglia d’origine del marito. Con l’aiuto di Nogueira, poliziotto in pensione dal carattere ruvido, e di Padre Lucas, il prete locale amico d’infanzia di Álvaro, Manuel indaga sulle molte ombre nel passato dei Muñiz de Dávila e sulla vita segreta dell’uomo che si era illuso di conoscere quanto se stesso.

* * *

La premiazione Leggi tutto…

A GIUSEPPE LUPO il PREMIO PROMOTORI DELLA LETTURA 2018

Naxoslegge prende avvio il 31 agosto, con la serata di apertura e presentazione e con la consegna del premio “Promotori della lettura” (giunto alla seconda edizione) di cui sarà insignito Giuseppe Lupo. Di seguito, un breve profilo del vincitore del Premio.

 

Giuseppe Lupo si è laureato in Lettere moderne nel 1986, presso l’Università Cattolica di Milano, con una tesi sul poeta-ingegnere Leonardo Sinisgalli. Nel 2002 ha conseguito il dottorato di ricerca in “Critica, teoria e storia della letteratura e delle arti” presso l’Università Cattolica di Milano. A partire dall’anno accademico 2003-04 è stato professore a contratto, presso la sede bresciana dell’Università Cattolica, dell’insegnamento di Letteratura italiana e forme della rappresentazione contemporanee. Dal gennaio 2009 è stato ricercatore universitario, per la classe di concorso L-FIL-LET/11, Letteratura italiana contemporanea, presso l’Università Cattolica di Milano e di Brescia. Dal maggio 2015 è professore associato di Letteratura italiana contemporanea presso la stessa Università. Leggi tutto…

FRANCESCO TARGHETTA vince il PREMIO BERTO 2018

Francesco Targhetta, con Le vite potenziali, Mondadori è il vincitore della 26ma edizione del Premio Letterario Giuseppe Berto per scrittori di narrativa esordienti.

Nato a Treviso, 38enne, insegna lettere alle scuole superiori. Ha vinto nel 1999 il Premio di scrittura Berto Giovani, da studente dell’ultimo anno del Liceo, nella sezione poesia. Ha pubblicato un libro di poesie (Fiaschi, ExCogita, 2009) e un romanzo in versi (Perciò veniamo bene nelle fotografie, Isbn, 2012). Nel 2014 ha vinto il premio Delfini e il premio Ciampi (da cui la plaquette Le cose sono due, Valigie Rosse, 2014). Con Le vite potenziali fa il suo esordio in prosa, e centra due prestigiosi obiettivi. Oltre a vincere il Premio Berto, infatti, è finalista del Campiello.

Targhetta è stato proclamato e premiato, con un assegno di 5 mila euro, nel corso della finale del Premio, svoltasi in Casa Berto, a Capo Vaticano, Ricadi.

Nella cinquina di finalisti, che era stata annunciata dalla giuria a Mogliano Veneto nel corso della riunione conclusiva della selezione della sessantina di opere presentate a questa edizione dagli editori, c’erano anche Carlo Carabba, con Come un giovane uomo, Marsilio Editori, Oreste Lo Pomo, con Malanni di stagione, Cairo, Mirko Sabatino, con L’estate muore giovane, Nottetempo, Matteo Trevisani, con Libro dei fulmini, Atlantide.
Leggi tutto…

PREMIO CHIANTI 2018: vince Giampaolo Simi

Con il romanzo “La ragazza sbagliata” (Sellerio) Giampaolo Simi vince la 31esima edizione (2017-2018) del PREMIO LETTERARIO CHIANTI

Simi

Sabato 26 maggio, a Greve in Chianti, nella splendida cornice della Fattoria Castello di Verrazzano, si è svolta la finale della 31esima edizione del Premio Letterario Nazionale Chianti.
La proclamazione è avvenuta al termine dello scrutinio in diretta delle schede , alla presenza dei sei finalisti, di oltre 250 Giurati Lettori e dal Comitato Tecnico del Premio Letterario Chianti, coordinato da Giuseppe Panella, composto da Paolo Codazzi (Presidente del Premio) e dai rappresentanti dei Comuni sostenitori (Greve in Chianti, San Casciano Val di Pesa, Tavarnelle Val di Pesa, Barberino Val d’Elsa, Castellina in Chianti, Gaiole in Chianti, Radda in Chianti).
Oltre alle Amministrazioni Comunali, la Manifestazione è resa possibile grazie al contributo di Cooperativa Italia Nuova di Greve in Chianti, Rotary San Casciano – Chianti, Società di Mutuo Soccorso e Fratellanza di Greve in Chianti, Banca Cambiano.

Gli altri finalisti in gara:
Silvia Bencivelli – “Le mie amiche streghe” – Einaudi
Emiliano Gucci – “Voi due senza di me” – Feltrinelli
Matteo Melchiorre – “La via di Schenèr” – Marsilio
Raul Montanari – “Sempre più vicino” – Baldini e Castoldi
Alberto Rollo – “Un’educazione milanese” – Manni

Il vincitore riceve verrà assegnato un premio di Euro 2.000, e a ciascuno degli altri finalisti un premio di Euro 1.000.
A tutti, la riproduzione bronzea del Maestro Orafo Mauro Bandinelli, “Allegoria del Chianti”, tratta dal celebre dipinto di Giorgio Vasari sul soffitto del Salone dei Cinquecento in Palazzo Vecchio a Firenze.

Leggi tutto…

PREMIO CAMPIELLO 2018: i finalisti

PREMIO CAMPIELLO 2018: Sono stati resi noti i cinque finalisti selezionati dalla Giuria dei Letterati 56ª edizione del Campiello Letteratura e il vincitore del riconoscimento Premio Campiello Opera Prima

La consegna dei premi si svolgerà a Venezia, sabato 15 settembre 2018. La cerimonia di premiazione sarà trasmessa in diretta su Rai 5 a partire dalle h. 20:45

 * * *

I 5 finalisti

La ragazza con la Leika di Helena Janeczeck – Guanda (9 voti)

La galassia dei dementi di Ermanno Cavazzoni – La nave di Teseo (6 voti)

Mio padre la rivoluzione di Davide Orecchio – Minimum Fax (6 voti)

Le vite potenziali di Francesco Targhetta – Mondadori (6 voti)

Le assaggiatrici di Rosella Postorino – Feltrinelli (6 voti, dopo il ballottaggio)

 

ll vincitore del Premio Campiello – Opera Prima

Gli 80 di Camporammaglia di Valerio Valentini – Editori Laterza

 

Di seguito, i dettagli su autori e opere protagonisti del Premio Campiello 2018 Leggi tutto…

PREMIO CALVINO 2018: vince Filippo Tapparelli

Filippo Tapparelli, vincitore del Premio Calvino 2018 con il romanzo “L'inverno di Giona”

Filippo Tapparelli è il vincitore della XXXI edizione del Premio Italo Calvino con il romanzo L’inverno di Giona. Una prima menzione speciale della Giuria va ad Adil Bellafqih, per Il Grande Vuoto, e una seconda menzione a Riccardo Luraschi, per Il Faraone.

La “speciale menzione Treccani” è stata assegnata a Giulio Nardo, per Sinfonia delle nuvole.

Il romanzo vincitore e le menzioni speciali sono stati proclamati martedì 22 maggio al Circolo dei lettori di Torino dai giurati Teresa Ciabatti, Luca Doninelli, Maria Teresa Giaveri, Vanni Santoni e Mariapia Veladiano, e da Massimo Bray, Direttore generale dell’Istituto della Enciclopedia Italiana.

La Giuria ha deciso di assegnare il Premio a L’inverno di Giona di Filippo Tapparelli «per la sua grande forza visionaria: nel testo, con stile rarefatto, un allucinato mondo mentale si trasforma in un mondo fisico insieme minuziosamente reale e sottilmente simbolico. Un potente e struggente giallo analitico in cui la verità si sfrangia in tanti rivoli, toccando i temi della colpa, del castigo, del bisogno umano di riconoscimento.»

Queste, invece, le motivazioni delle due menzioni speciali della Giuria: Leggi tutto…

PREMIO CALVINO 2018: i finalisti

XXXI edizione del Premio Italo Calvino: annuncio dei finalisti e istituzione della “speciale menzione Treccani”

La Cerimonia di Premiazione si svolgerà martedì 22 maggio 2018 ore 17.30

 * * *

Il Comitato di Lettura del Premio Italo Calvino ha scelto, tra i 720 manoscritti partecipanti al bando, le opere finaliste da sottoporre al giudizio della Giuria della XXXI edizione, composta da Teresa Ciabatti, Luca Doninelli, Maria Teresa Giaveri, Vanni Santoni e Mariapia Veladiano.

I nove testi inediti e di autori esordienti tra i quali i Giurati decreteranno il vincitore e le menzioni speciali sono:  Elena di Sparta di Loreta Minutilli; Il faraone di Riccardo Luraschi; Il grande vuoto di Adil Bellafqih; L’inverno di Giona di Filippo Tapparelli; Omeocrazia di Maurizio Bonino e Valentina Drago; La sartoria di via Chiatamone di Marinella Savino; Sinfonia delle nuvole di Giulio Nardo; Talib, ovvero la curiosità di Bruno Tosatti; Trovami un modo semplice per uscirne di Nicola Nucci.

A partire da questa edizione, verrà inoltre assegnata una “speciale menzione Treccani” all’opera che si distingua per originalità linguistica e creatività espressiva. Il Premio Italo Calvino e l’Istituto Treccani hanno infatti stipulato una convenzione triennale che, oltre al conferimento della menzione, prevede l’organizzazione di un incontro – che si terrà nel mese di settembre, a Roma, nella sede di Treccani – intorno ai temi emergenti della narrativa italiana contemporanea nel suo rapporto con la lingua.

La cerimonia di premiazione si svolgerà, alla presenza dei Giurati e di Massimo Bray, Direttore generale dell’Istituto della Enciclopedia Italiana, martedì 22 maggio al Circolo dei lettori di Torino, a partire dalle ore 17.30.

 * * *

I testi finalisti e i loro autori Leggi tutto…

PREMIO BRANCATI 2018: i finalisti

La Giuria della XLIX edizione del Premio Vitaliano Brancati dedicato al grande scrittore dal Comune di Zafferana Etnea, composta da esponenti della cultura letteraria italiana, vincitori delle edizioni precedenti e gruppi di lettura scelti di anno in anno sull’intero territorio nazionale, ha decretato i finalisti per le tre categorie: Narrativa, Poesia e Giovani.

 * * *

Per la Narrativa sono stati selezionati:

Leggi tutto…

PREMIO LETTERARIO ALVARO-BIGIARETTI 2018

PREMIO LETTERARIO CORRADO ALVARO e LIBERO BIGIARETTI IV EDIZIONE 
FABIO GENOVESI
vince
con il romanzo
 
Il mare dove non si tocca (Mondadori)
il PREMIO LETTERARIO ALVARO-BIGIARETTI 2018 
 * * *

Fabio GenovesiIl Comitato Direttivo del Premio letterario Corrado Alvaro e Libero Bigiaretti presieduto da Giorgio Nisini, ricevuti i voti della Giuria Scientifica e della Giuria Popolare, si è riunito nella casa di campagna dei due scrittori e ha decretato che il romanzo vincitore della quarta edizione del Premio è Il mare dove non si tocca di Fabio Genovesi (Mondadori).

Questi i voti:
Giuria scientifica: Fabio Genovesi 8, Davide Orecchio 2, Chiara Marchelli 1
Giuria popolare: Fabio Genovesi 5, Chiara Marchelli  2, Massimo Bavastro 1, Davide Orecchio 1, Giuliano Gallini 1, 1 astenuto
Genovesi vince con 13 voti complessivi, seguito da Chiara Marchelli e Davide Orecchio con 3 voti, in coda Massimo Bavastro e Giuliano Gallini con 1 voto.

Il mare dove non si toccaLa premiazione del vincitore si svolgerà sabato 19 maggio 2018 a Vallerano (VT) ore 11.30 presso la Piazza dell’Oratorio.

La Giuria Scientifica è composta da Giuseppe Antonelli, Carla Carotenuto, Anne-Christine Faitrop-Porta, Fabrizio Ottaviani, Paolo Palma, Raffaello Palumbo Mosca, Carlo Picozza, Graziella Pulce, Eugenio Ragni, Alberto Rollo, Fabio Stassi.

Il Comitato Direttivo è presieduto da Giorgio Nisini ed è composto da Valeria Ciaffardini (organizzazione Premio Alvaro-Bigiaretti), Manola Erasmi (consigliere Comune di Vallerano), Massimo Fornicoli (psicologo), Maurizio Gregori (sindaco di Vallerano), Massimo Onofri (critico Letterario), Luca Poleggi (giornalista), Riccardo Rovere (Casa Alvaro-Bigiaretti), Daniela Zanarini (Casa Alvaro-Bigiaretti). Leggi tutto…

I VINCITORI DEL PREMIO MONDELLO 2018

Sono stati proclamati i vincitori del Premio Letterario Internazionale Mondello 2018

I libri vincitori sono stati scelti dal Comitato di Selezione composto da: Francesca Serafini, Francesco Pacifico, Giuseppe Lupo. I lettori forti e gli studenti siciliani proclameranno a novembre il SuperMondello e il Mondello Giovani.
Proclamati i vincitori della quarantaquattresima edizione del Premio Letterario Internazionale Mondello: Davide Enia con Appunti per un naufragio (Sellerio), Michele Mari con Leggenda privata (Einaudi), Laura Pariani con di ferro e d’acciaio (NNE), per la sezione Opera Italiana; Alberto Casadei con Biologia della letteratura (il Saggiatore), per la sezione Mondello Critica.
Il Mondello è promosso dalla Fondazione Sicilia insieme con il Salone Internazionale del Libro, in collaborazione con la Fondazione Andrea Biondo e d’intesa con la Fondazione Premio Mondello.I vincitori del Premio Opera Italianae del Premio Mondello Critica sono stati scelti dal Comitato di Selezione, composto dal critico letterario e saggista Giuseppe Lupo, dallo scrittore e critico letterario e televisivo Francesco Pacifico e dalla scrittrice e sceneggiatrice Francesca Serafini.I tre romanzi vincitori del Premio Opera Italiana, saranno sottoposti al voto di 120 lettoriforti’, indicati da ventiquattro librerie di tutta Italia, scelte in partenariato con l’inserto Domenica de Il Sole 24 Ore. Le loro preferenze saranno espresse tramite votazione online, da giugno a ottobre, e decreteranno il vincitore del Premio SuperMondello, riconoscimento che sarà consegnato a novembre a Palermo.

In parallelo, una giuria di centottanta studenti di diciotto scuole secondarie di secondo grado, dodici di Palermo e 6 di Enna, Marsala, Noto, Agrigento, Catania e Santa Teresa di Riva (Messina), decreterà il vincitore del Premio Mondello Giovani. Gli studenti leggeranno i tre romanzi in gara e voteranno il loro preferito, motivando la scelta con un giudizio critico. Ai migliori tre giudizi, scritti dagli studenti, il Comitato di Selezione assegnerà il Premio alla Migliore Motivazione. Tutti i riconoscimenti saranno consegnati a Palermo, venerdì 30 novembre 2018.

I vincitori si aggiungono al Premio Autore Straniero, il Premio Nobel 2009 Herta Müller, che sarà premiata domenica 13 maggio 2018 al Salone Internazionale del Libro di Torino (ore 17, in Sala Azzurra, Lingotto Fiere) in un incontro aperto al pubblico condotto dallo scrittore Andrea Bajani, giudice monocratico, e presieduto da Giovanni Puglisi, presidente del premio. La sezione Autore Straniero è realizzata quest’anno in collaborazione con il Goethe-Institut Turin e la Frankfurter Buchmesse. Leggi tutto…

I 12 LIBRI DEL PREMIO STREGA 2018

Link logo alla HomeI 12 candidati alla LXXII edizione del Premio Strega

Roma, Tempio di Adriano – Camera di Commercio di Roma, 19 aprile 2018. Il Comitato direttivo del Premio Strega, promosso dalla Fondazione Maria e Goffredo Bellonci e Liquore Strega con il contributo della Camera di Commercio di Roma e in collaborazione con BPER Banca, ha selezionato i dodici libri che si disputeranno la LXXII edizione.

Nel corso della conferenza stampa di annuncio dei candidati sono intervenuti Pietro Abate, Segretario generale della Camera di Commercio di Roma, Giuseppe D’Avino, Presidente di Strega Alberti Benevento, Eugenio Tangerini, Responsabile Relazioni Esterne di BPER Banca, Melania Mazzucco, Presidente del Comitato direttivo del Premio Strega, Giovanni Solimine, Presidente della Fondazione Bellonci, coordinati da Stefano Petrocchi, Direttore della stessa Fondazione.

Il 31 marzo scorso, alla scadenza del termine per le proposte degli Amici della domenica – il gruppo storico della giuria del premio – sono stati segnalati 41 libri di narrativa pubblicati in Italia tra il 1° aprile dell’anno precedente e il 31 marzo dell’anno in corso. A partire da questa edizione, ogni Amico ha potuto segnalare un’opera meritevole di concorrere senza più alcuna necessità di associarsi a un altro giurato, come invece avveniva in passato.

“Questa nuova prerogativa degli Amici della domenica” – ha dichiarato Giovanni Solimine – “ha portato a un prevedibile aumento delle proposte, consentendo al Comitato direttivo di scegliere in uno spettro più ampio di opere, anche in molti casi all’interno del catalogo di uno stesso editore.”

Questi i 12 libri selezionati dal Comitato direttivo del Premio, presieduto da Melania G. Mazzucco e composto da Pietro Abate, Giuseppe D’Avino, Valeria Della Valle, Ernesto Ferrero, Simonetta Fiori, Alberto Foschini, Paolo Giordano, Gabriele Pedullà, Stefano Petrocchi, Marino Sinibaldi e Giovanni Solimine: Leggi tutto…

LESS di ANDREW SEAN GREER vince il PREMIO PULITZER 2018

Il romanzo LESS di Andrew Sean Greer, pubblicato in Italia da La nave di Teseo (traduzione di Elena Dal Pra) vince il PREMIO PULITZER 2018 per la narrativa

Di seguito, un video dove Andrew Sean Greer discute di “Less”

 * * *

Andrew Sean Greer (foto accanto di  Kalie Roberts), scrittore americano nato a Washington nel 1970, è il vincitore dell’edizione 2018 del Premio Pulitzer per la narrativa. L’ambìto Premio gli viene tributato per il romanzo “Less” pubblicato in Italia da La nave di Teseo (con la traduzione di Elena Dal Pra): “un libro generoso, musicale nella prosa e ampio in struttura e portata, sul diventare grandi e sulla natura essenziale dell’amore” (questa la motivazione della Giuria).

«È uno choc. Non sono mai stato finalista a nessun premio negli Stati Uniti», ha dichiarato Greer a Il Corriere della Sera. «Less in America è un libro molto popolare, ma credo che sia una sorpresa per tutti. È come se avessi fatto un salto dritto tra i più grandi: sto ricevendo telefonate e messaggi da colleghi come Zadie Smith e Jeffrey Eugenides. (…) Ora posso scrivere quello che voglio, che è tutto ciò che interessa ad uno scrittore. Non la fama, se una fama esiste, ma la libertà di scrivere».

achebe-le-cose-crollanoLess” è una commedia romantica, una satira sul tipico occidentale all’estero, una riflessione sul tempo e sul cuore dell’uomo.

Dalla scheda del libro – Problema: sei uno scrittore fallito sulla soglia dei cinquant’anni. Il tuo ex fidanzato, cui sei stato legato per nove anni, sta per sposare un altro. Non puoi andare al suo matrimonio, sarebbe troppo strano, e non puoi rifiutare, sembrerebbe una sconfitta. Sulla tua scrivania intanto languono una serie di improbabili inviti da festival ed editori di tutto il mondo. Domanda: come puoi risolvere entrambi i problemi? Soluzione: accetti tutti gli inviti, se sei Arthur Less. Inizia così una specie di folle e fantasioso giro del mondo in 80 giorni che porterà Less in Messico, Francia, Germania, Italia, Marocco, India e Giappone, riuscendo a frapporre migliaia di chilometri tra lui e i problemi che si rifiuta di affrontare. Cosa potrebbe andare storto? Tanto per cominciare, Arthur rischierà di innamorarsi a Parigi e di morire a Berlino, sfuggirà per un pelo a una tempesta di sabbia in Marocco e arriverà in Giappone troppo tardi per la fioritura dei ciliegi. In un giorno e in un luogo imprecisati, Less compirà i fatidici cinquant’anni: questa seconda fase della vita gli arriverà addosso come un missile, trascinando con sé il suo primo amore e anche l’ultimo. Leggi tutto…

PREMIO SELEZIONE BANCARELLA 2018: i libri vincitori

I libri vincitori e le manifestazioni del PREMIO BANCARELLA 2018

bancerella2018slide

Il Bancarella giunge alla sessantaseiesima edizione: ecco i 6 libri vincitori del Premio Selezione 2018.

I librai, interpreti del gusto dei lettori, hanno individuato, per il successo di pubblico conseguito, in un percorso iniziato il 1° marzo 2017 e concluso il 28 febbraio 2018, i seguenti volumi tutti editi nell’intervallo di tempo indicato:

Conosceremo il vincitore nella serata del 22 luglio.

Di seguito, alcuni approfondimenti.

Leggi tutto…

PREMIO STREGA EUROPEO 2018: la cinquina finalista

I CINQUE LIBRI DEL PREMIO STREGA EUROPEO 2018

Link logo alla Home

È stata presentata ieri, 9 aprile, la quinta edizione del Premio Strega Europeo. Nicola Lagioia, direttore del Salone Internazionale del Libro di Torino e Stefano Petrocchi, direttore della Fondazione Maria e Goffredo Bellonci, hanno annunciato i cinque autori candidati al Premio Strega Europeo 2018.

L’incontro, inaugurato dal saluto istituzionale di Massimo Gaudina, Capo della Rappresentanza a Milano della Commissione europea, ha visto alternarsi gli interventi degli scrittori Giuseppe Culicchia, Fabio Geda, Martino Gozzi, Giusi Marchetta ed Elena Varvello, ciascuno dei quali ha presentato uno dei cinque libri finalisti, che sono: Leggi tutto…

PREMIO STREGA 2018: sono 41 i libri proposti dagli Amici della Domenica

Link logo alla HomeSarà cura del Comitato direttivo (che potrebbe scegliere anche titoli non presenti nell’elenco della quarantina proposta) selezionare i 12 libri che parteciperanno effettivamente all’edizione 2018 del Premio Strega 

 * * *

È scaduto oggi il termine per le segnalazioni dei libri che possono concorrere alla LXXII edizione del Premio Strega, promosso da Fondazione Maria e Goffredo Bellonci Liquore Strega con il contributo di Camera di Commercio di Roma e in collaborazione con Bper Banca.

Gli Amici della domenica, il gruppo storico della giuria del premio, hanno proposto 41 libri di narrativa in lingua italiana pubblicati tra il 1° aprile dell’anno precedente e il 30 marzo dell’anno in corso. Ricordiamo che a partire da questa edizione ogni Amico ha la prerogativa di segnalare un’opera che ritiene meritevole di concorrere, senza più alcuna necessità di associarsi a un altro giurato come, invece, avveniva in passato.

I titoli proposti verranno ora esaminati dal Comitato direttivo del premio, presieduto da Melania G. Mazzucco e composto da Pietro AbateGiuseppe D’AvinoValeria Della ValleErnesto FerreroSimonetta FioriAlberto FoschiniPaolo GiordanoGabriele PedullàStefano PetrocchiMarino Sinibaldi e Giovanni Solimine. Spetta al Comitato infatti scegliere i 12 titoli che si disputeranno l’edizione 2018 sia tenendo conto delle segnalazioni degli Amici sia sulla base di valutazioni proprie che potranno eventualmente integrare la lista iniziale.

I 12 libri selezionati saranno annunciati il 19 aprile in una conferenza stampa che si svolgerà nella Sala del Tempio di Adriano – Camera di Commercio di Roma.

Ecco l’elenco dei 41 libri proposti: Leggi tutto…

PREMIO STREGA RAGAZZE E RAGAZZI 2018: vincono Lluís Prats Martínez e Paola Zannoner

Lluís Prats Martínez e Paola Zannoner vincono la terza edizione del Premio Strega Ragazze e Ragazzi

https://www.premiostrega.it/PSR/wp-content/uploads/2018/03/FB_PSR18_Slides_Vincitori_2018.jpg

 

Sono Lluís Prats Martínez e Paola Zannoner i vincitori della terza edizione del Premio Strega Ragazze e Ragazzi, promosso da Fondazione Maria e Goffredo Bellonci, Strega Alberti Benevento SpA, BolognaFiere-Bologna Children’s Book Fair, Centro per il libro e la lettura e BPER Banca. La cerimonia di proclamazione si è svolta ieri pomeriggio alla Fiera del libro per ragazzi di Bologna, Illustrators Café.

Lluís Prats Martínez con Hachiko. Il cane che aspettava (Albe) per la categoria +6, rivolta alla fascia di lettori dai 6 ai 10 anni, con 19 voti (su 32 espressi) e Paola Zannoner con L’ultimo faro (DeA Planeta), per la categoria +11, rivolta alla fascia dagli 11 ai 15 anni, con 99 voti (su 357), sono stati i libri più votati da una giuria composta da lettrici e lettori fra i 6 e i 15 anni, provenienti da ottantatré scuole primarie e secondarie in tutta Italia e all’estero, ripartite tra le due fasce d’età. Tutte le votazioni sono avvenute elettronicamente attraverso il sito del Premio Strega: per la categoria +6 sono state le maestre, una per classe, a esprimere le preferenze dei loro giovanissimi lettori, mentre per quella +11 hanno votato singolarmente i ragazzi. Gli autori dei due libri vincitori ricevono un assegno di 5.000 Euro. Premiato da BolognaFiere, con un assegno di pari entità, anche il traduttore di Hachiko. Il cane che aspettava, Alberto Cristofori. Leggi tutto…

HELENA JANECZEK vince il PREMIO BAGUTTA 2018

Helena Janeczek si aggiudica il Premio Bagutta 2018 per il romanzo La ragazza con la Leica (Guanda)

 * * *

In questo 2018, il Premio Bagutta, decano dei riconoscimenti letterari italiani, compie 91 anni e ritrova una storia che ripercorre anni lontani. Il premio viene infatti assegnato alla scrittrice milanese d’adozione Helena Janeczek (foto accanto di Gabriele Di Luca) per il suo ultimo romanzo, La ragazza con la Leica (Guanda), dedicato alla figura di Gerda Taro, giovanissima fotografa legata a Robert Capa, morta su un campo di battaglia nel 1937 durante la guerra di Spagna. Una scelta con cui la giuria del Bagutta – presieduta da Isabella Bossi Fedrigotti e composta da Rosellina Archinto, Silvia Ballestra, Eva Cantarella, Elio Franzini, Umberto Galimberti, Piero Gelli, Andrea Kerbaker, Ranieri Polese, Elena Pontiggia, Enzo Restagno, Mario Santagostini, Valeria Vantaggi e Orio Vergani – inaugura come di consueto la stagione 2018 dei premi letterari. Leggi tutto…